CARICARE UNA BATTERIA A LITIO IN UN MINUTO ? L’ULTIMA TROVATA TECNOLOGICA

CARICARE UNA BATTERIA A LITIO IN UN MINUTO ? L’ULTIMA TROVATA TECNOLOGICA

Quante volte prima di andare a dormire avete messo sotto carica il cellulare o il portatile per poterlo ritrovare bello carico il giorno dopo e non dover viaggiare con l’incubo di restare senza dispositivi durante la giornata? Oppure pensate a chi viaggia con le auto elettriche che oltre a dover trovare la colonnina per il rifornimento deve anche attendere un po’ di tempo mentre va in porto la ricarica. Dalla Corea del Sud arriva la notizia di una batteria speciale che si ricarica in un minuto.

Immaginate l’importanza di avere una batteria più leggera e performante di quelle attualmente sul mercato e che in più si ricarica in un minuto. Un risparmio di tempo assurdo ed anche una spinta verso l’acquisto di auto elettriche che con queste batterie si ritroverebbero a non avere a che fare con uno dei malus più pesanti della loro categoria.

La scoperta arriva dagli scienziati dell’Istituto Nazionale di Scienza e Tecnologia di Ulsan (UNIST) in Corea del Sud. Questa nuova tipologia di batteria ha la capacità di ricaricarsi da 30 a 120 volte più velocemente di quelle attualmente in commercio. Secondo alcuni scienziati che hanno lavorato al progetto la batteriapotrebbe ricaricarsi in circa un minuto. La nuova batteria è agli ioni di litio ed ha un sistema di funzionamento che ricorda molto da vicino quello dei vasi sanguigni o dei sistemi di irrigazione. In pratica il materiale di cui è fatta la batteriaossido di litio di manganese, viene immerso in una soluzione contenente grafite. Il processo di carbonizzazione della grafite porta a creare una sorta di rete al di sopra della batteria ed è proprio questa rete a diffondere molto velocemente l’energia durante l’operazione di ricarica.

Per ora l’unico neo di questa tecnologia è il costo non proprio alla portata di tutte le tasche, ma è un fattore abbastanza normale per una tecnologia appena nata. La diffusione della stessa porterà sicuramente all’abbassamento dei costi di realizzazione e di conseguenza di quelli di vendita al pubblico. I tempi di commercializzazione di questa tecnologia sono ancora incerti. Per chi volesse saperne di più il materiale della ricerca è stato pubblicato su Nature Nanotechnology 1.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: