GRINDER – La compagnia

Schermata 04-2456409 alle 18.55.54

DOWNLOAD:
GRINDER – La compagnia (PARTE 1).mp3
https://mega.co.nz/#!ItpwGBgZ!BhXMvAx…

BASE: Base Hip Hop fatta con fl studio 10.mp3
https://mega.co.nz/#!ckxGyZwB!SDcZrEq…

Annunci

La Worldwide Developers Conference di Apple ha inizierà il 10 giugno a San Francisco

P@ssioneMobile

Ecco il comunicato ufficiale e i biglietti saranno in vendita da domani….

Apple ha annunciato oggi che la sua annuale Worldwide Developers Conference (WWDC) avrà luogo dal 10 al 14 giugno presso il Moscone West di San Francisco.  Nel corso della conferenza di cinque giorni, gli sviluppatori di tutto il mondo potranno conoscere il futuro di iOS e OS X, consentendo loro di creare nuove ed incredibili app con funzioni innovative. La WWDC includerà inoltre più di 100 sessioni tecniche presentate da oltre 1000 ingegneri Apple, laboratori pratici per aiutare gli sviluppatori ad integrare nuove tecnologie, così come i famosi Apple Design Awards, una vetrina delle applicazioni più rilevanti disponibili attraverso l’App Store e il Mac App Store. I biglietti per la WWDC di quest’anno saranno in vendita giovedì, 25 Aprile alle 10 del mattino (PDT).

wwdc 2013

View original post 284 altre parole

Scania Truck Driving Simulator -TORRENT-Mac-DOWNLOAD FREE

DOWNLOAD TORRENT

Guida i camion nelle zone più pericolose del mondo con Scania Truck Driving Simulator

Scania Truck Driving Simulator porta su Mac un vero e proprio simulatore di camion, con una serie di missioni da portare a termine guidando i più potenti autocarri al mondo.

mzl.kunhjrde.800x500-75

Scania Truck Driving Simulator (AppStore Link)

Il gioco ricorda molto la nota serie TV “Eroi del Ghiaccio” in onda su History Channel, dove una serie di camionisti guidano i propri mezzi sulle strade più pericolose al mondo.

Questa simulazione è caratterizzata da una serie di camion renderizzati in 3D, con un cruscotto ed una strumentazione altamente dettagliata e una modellazione fisica eccezionale che porta in vita la simulazione.

Metti a prova le tue abilità di guida con 10 sfide di manovra che fungono da esame pratico mentre ti dai da fare per guadagnarti la patente. Completa compiti e percorsi intricati in ambienti realistici che ti catapultano in ogni angolo del mondo. Qualche esempio: puoi evitare gli ostacoli mentre fai retromarcia con un rimorchio? Hai le capacità di “pensiero laterale” richieste per trovare il percorso corretto attraverso una complessa serie di ostacoli? Riesci a parcheggiare con precisione?

mzl.dqlvkrfi.800x500-75

Appena appresi i fondamentali ed esserti guadagnato la patente, sfida i migliori autisti prendendo parte in una serie di discipline ispirate dalla gara Young European Truck Driver – il rifacimento virtuale degli eventi della competizione Scania Driver.

Infine, sperimenta la guida di una vita con una serie di ultime sfide che mettono a dura prova uomo e macchina. Strade di montagna, pessime condizioni climatiche, strade bloccate: avrai bisogno di lavorare in armonia perfetta con il tuo camion Scania per raggiungere in sicurezza la tua destinazione.

Guida attraverso una serie di missioni libere che ti porteranno a consegnare merci attraverso un’immensa città altamente dettagliata. Scegli i carichi che vuoi trasportare e consegnali in completa libertà.

ZTE presentazione lo ZTE GEEK con Intel @ IDF 2013

P@ssioneMobile

In occasione dell’Intel Developer Forum (IDF) tenutosi a Beijing, ZTE presenta lo ZTE GEEK, il primo smartphone dell’azienda che dispone del processore Intel Atom Z2580 a 32nm.

ZTE GEEK vanta un display HD da 5” con risoluzione 1280×720, dispone del sistema operativo Android 4.2 Jelly Bean e di 8GB di eMMC+1GBRAM. Lo smartphone è dotato di una fotocamera da 8 megapixel sul retro e una da 1 megapixel davanti, una luce LED supplementare, una batteria da 2300mAh ad ampia capacità e una frequenza di CPU di 2.0GHZ. I test mostrano che, rispetto al processori Intel precedenti, il dispositivo Clover Trail+ è due volte più rapido in termini di elaborazione e tre volte più veloce per la grafica, oltre a ridurre i consumi.

zte geek

View original post 207 altre parole

iPhone economico: sarà davvero dedicato solo ai mercati emergenti?

 L’iPhone economico è senza dubbio una delle novità di Apple più interessanti, la scelta di optare per un dispositivo che sia alla portata di tutti fa capire anche come l’azienda di Cupertino stia modificando la sua strategia di mercato.

iphone economico

I rumor degli ultimi mesi hanno ipotizzato tantissime cose: il costo, il design, l’hardware e i mercati di lancio.

Più volte si è detto che l’iPhone economico dovrebbe avere un prezzo tra i 250 e i 300 $, cifra che potrebbe anche essere inferiore se Apple decidesse di mettere il dispositivo a livello di tutti gli altri smartphone economici attualmente sul mercato.

Il design è sicuramente la cosa più chiacchierata, qualcuno ha ipotizzato una scocca trasparente e in plastica, c’è chi invece è pronto a scommettere che sarà molto simile all‘iPhone 4, sia esteticamente che nelle caratteristiche, la verità è che comunque esso sia rappresenterà una grande novità tra i prodotti targati Apple.

Per questo motivo ci chiediamo perché l’iPhone economico dovrebbe essere uno smartphone destinato solo ai mercati emergenti? L’azienda di Cupertino potrebbe invece decidere di lanciare il dispositivo su tutti i mercati e colpire quella fascia di utenti che vorrebbero tanto un prodotto della Mela ma che per questioni economiche, non possono acquistare.

Voi cosa ne pensate?

iPhone 6 Concept: schermo da 4.5 pollici e nessun tasto Home

Il designer Ran Avni, che già in passato ha realizzato concept di iOS e iPhone, ha realizzato un nuovo video che mostra come potrebbe essere l’iPhone 6.

iphone 6

Secondo Avni, la futura generazione di iPhone avrà uno schermo da 4.5 pollici, sarà più sottile dell’attuale modello (pur riprendendone le forme), monterà un display a filo con la scocca e non utilizzerà il tasto Home fisico. Cosa ne pensate?

TRUCCHI MAC OSX

Alcuni trucchi e funzionalità che non tutti conoscono….

Audio

La modifica del volume è accompagnata dal caratteristico “Pop“. Ma se volete cambiare il volume senza disturbare? Premete Shift (Maiuscolo) mentre usate i tasti per aumentare o diminuire: silenzierà il “Pop“.
Volete modificare il volume con maggior precisione? Option + Shift + tasti volume: ogni tacca verrà suddivisa in quarti ulteriori.
Applicazioni.
images (1) mac-volume-low2
Dovete salvare il file creato ma non ricordate dove sta quella cartella particolare? Andate sul campo di ricerca presente in ogni finestra di apertura e chiusura e cercate la cartella. Troverete immediatamente la posizione adatta per il vostro file.
Combinare selezioni: mentre selezionate, in quasi tutte le applicazioni Cocoa premendo Command ottenete la selezione discontinua di elementi. Funziona anche con il testo!
Nelle applicazioni Cocoa, selezionando una parola e premendo Command + Control + D appare un menu con la definizione di Dizionario. Dizionario è solo in inglese, quindi non troverà parole nella nostra lingua, ma è molto comodo quando navigate in internet.
Mantenendo premuto Command + Control e spostando il cursore, per avere altre definizioni.

Finder

Aprire le applicazioni minimizzate: Command+tab fino a raggiungere l’applicazione, premere Option e rilasciare Command.
Barra del percorso al massimo livello: oltre che mostrare la posizione, si può usare per trascinare file nelle cartelle del percorso. Doppio click su un elemento del percorso e questo viene aperto.
Animazioni lente. Premete Shift quando riducete una finestra nella Dock, attivate Exposè, Spaces, cliccate su uno Stack o aprite la Dashboard. L’animazione verrà visualizzata rallentata.
Contraete iTunes nella Dock quando è in modalità CoverFlow: visualizzerà il passaggio tra un album e l’altro.
In modalità Spaces, se pre

mete C le finestre delle applicazioni verranno raccolte in un solo spazio. Ri-premendolo, vengono rimesse negli spazi di provenienza.

Finder
Volete raggiungere la cartella Applicazioni senza muovere il mouse? Command + Shift + A ed arrivate a destinazione.
Come raggiungere le preferenze di sistema usando solo la tastiera? Premete Option e i controlli di luminosità e volume, per accedere ai pannelli delle preferenze di Monitor e Suono, rispettivamente.
Aggiungere elementi alla sidebar del Finder? Ok, potete trascinarceli, ma selezionandoli e premendo Command + T li manderete nella barra laterale senza muovere il mouse.
Command + Option + Control + T allarga o restringe la dimensione della barra laterale.
Trascinare una foto sull’icona di iPhoto comporta l’aggiunta della foto alla libreria. Trascinarla sull’icona premendo Option, consente di scegliere la libreria in cui importarla, creandone eventualmente una nuova.

Mail

Dovete spedire un file per email? Trascinatelo sull’icona di Mail.app nella Dock, per creare un nuovo messaggio con il file allegato.
Copia carbone nascosta: il modo più veloce per attivare il campo CCN?⌘+⌥+B
Dovete aumentare o diminuire il livello di citazione in Mail? ⌘+’ aumenta,⌘+⌥+’ diminuisce.
A proposito di citazioni, se dovete citare un pezzo di una email, selezionatelo nell’originale e cliccate su rispondi: la parte interessata verrà citata automaticamente.
Sempre sul rispondi: doppio click su un messaggio nella lista premendo⌥ e risponderete a quel messaggio (invece che aprirlo).

mail
Non volete più che l’auto-completamento di Mail vi suggerisca certi destinatari? Andate sul menu Finestra > Destinatari precedenti e cancellate i destinatari che non volete vengano più suggeriti.
Firme casuali. Usate la firma in Mail.app? Vorreste usarne più di una e lasciare che sia il programma a scegliere quale mettere? Basta che andiate su Preferenze di Mail, nel pannello Firme e, in uno degli account impostati, selezionate In ordine casuale nel menu a tendina “Scegli firma”.

Screenshot

Le combo tastiera per gli screenshot dello schermo sono: ⌘+⇧+3 per l’intero schermo.

screenshot


⌘+⇧+4 perché il puntatore diventi una croce con cui selezionare un’area.
⌘+⇧+4+Spazio perché il puntatore diventi una fotocamera con cui selezionare la singola finestra sullo schermo.
Volete anche il puntatore incluso nello screenshot? Aprite Istantanea (Applicazioni > Utility > Istantanea.app) e nelle preferenze scegliete il tipo di puntatore che volete includere nell’immagine.
Scatto dello schermo con timer? Sempre da Istantanea: ⌘+⇧+Z.
Spotlight

Spotlight in Leopard dovrebbe cercare anche nelle testi delle canzoni (se li avete inclusi). Dovrebbe: a voi funziona?
⌘+Spazio attiva Spotlight, ↩ apre l’elemento trovato, ⌘+↩ apre la cartella che contiene l’elemento trovato
⌘+↓ o ⌘+↑ sposta la selezione della ricerca tra le varie categorie (attenzione: se Spaces è attivo sulle stesse shortcut, prende il sopravvento lui)
Potete cercare anche tutti i file modificati prima di una certa data, basta scrivere nella ricerca: modified:<=MM/DD/YY con MM mese DD giorno YY anno.
Rubrica indirizzi

Volete sapere a quali gruppi appartengono i contatti? Premete ⌥selezionando un contatto ed il gruppo corrispondente viene evidenziato in giallo.

Finder

Non muovere un dito (sul mouse). Il Mac è perfettamente utilizzabile anche senza usare il mouse, basta ricordare qualche semplice shortcut da tastiera:
Attivare l’accesso totale da tastiera: fn + ⌃ + F7. L’accesso totale consente di spostarsi tra tutti i controlli, riquadri testo, tasti nei pannelli di conferma utilizzando il tasto tabulatore (⇥).

Muovendosi con il tabulatore, vengono selezionati con un contorno azzurrino esterno i tasti. Per confermare la selezione esterna premere la barra spaziatrice, per confermare la selezione azzurra interna, premere invio.
Selezionare il menu Mela: fn + ⌃ + F2. Una volta selezionato, ci si può muovere con le frecce per aprire o spostare di menu.
Attivare la Dock: fn + ⌃ + F3. Viene selezionato un elemento della Dock, quindi con le frecce ci si può muovere avanti o indietro (la Dock è “circolare”, arrivati in fondo riparte dal Finder).
Muovendosi con le frecce sulla Dock, selezionato l’elemento che interessa, con le frecce su e giù si apre il menu dell’elemento.
Spegnere lo schermo. Volete spegnere al volo lo schermo del vostro portatile? ⌃ + ⇧ + ⏏ e lo schermo diventerà buio. Toccando un tasto o muovendo il mouse, si riaccenderà.
Volete fare uno scherzo al vostro collega o a un familiare? Premete i tasti⌃ + ⌥ + ⌘ + 8 e vedete cosa succede! Se lo unite alla combinazione al punto precedente, siete sicuri che l’effetto sorpresa sarà massimo! Ripremete la stessa combinazione per tornare alla normalità.
Nel Finder potete muovervi in ordine alfabetico tra un elemento e l’altro premendo ⇥. ⇧ + ⇥ sposta la selezione in senso opposto (da destra a sinistra).
Calcolatrice.

Passare tra una modalità e l’altra? ⌘ + 1 per la base, ⌘ + 2 per la scientifica e ⌘ + 3 per la modalità programmatore. Una piccola chicca: se andate sul menu Finestra > Zoom, Calcolatrice.app passerà tra una modalità e la successiva, in ordine.
Photo Boot.

L’applicazione per fare foto e brevi filmati con effetti in tempo reale propone un timer ed un “flash” illuminando lo schermo. Ma se volessimo eliminare i due effetti e semplicemente scattare?

⌥ + click sul tasto per scattare fa la foto senza il timer.
⇧ + click sul tasto per scattare fa la foto senza il flash.
⌥ + ⇧ + click sul tasto per scattare elimina entrambe le opzioni e scatta immediatamente.

Terminale

Obbligare Safari ad aprire i link sempre in un nuovo tab: defaults write com.apple.Safari TargetedClicksCreateTabs -bool true (mettere false alla fine riporta le cose al comportamento predefinito di Safari)
Attivare l’inspector in Safari: defaults write com.apple.Safari WebKitDeveloperExtras -bool true
Aprire più istanze della stessa applicazione (non funziona con tutte): open -n /Applications/Safari.app
Cestino.

Stufi di confermare l’eliminazione dei file? ⌘+⌥+⇧+⌫ e il cestino verrà svuotato senza chiedere nulla.
Volete eliminare i file dal cestino senza la possibilità che siano recuperati? Andate su Finder > Vuota il Cestino in modalità sicura.
Sapere cosa avete buttato. Non potete aprire un file dal cestino, ma potete vederne l’anteprima con QuickLook, così potete controllare che il pdf cestinato non sia la relazione su cui avete lavorato tutta la notte, ma la sua bozza non aggiornata.

File

Volete forzare un file ad essere aperto con una applicazione? Ok, tasto secondario sul file, Apri con. Ma per fare ancora più velocemente? Se l’applicazione è aperta, trascinate semplicemente il file sull’icona nella Dock.
Documenti Word.. senza Word! Non avete bisogno di programmi Microsoft per gestire i formati proprietari che vi passano colleghi ed amici. Senza arrivare a Pages e NeoOffice, basta il “semplice” TextEdit. Risalva anche nel formato di M$, ma fatevi un favore: rispondete con un Rtf, se proprio il testo semplice non può bastare!
Pdf: a proposito di formati di file testuali, per selezionare parti di testo su colonne, premete ⌥ mentre trascinate il cursore.

Effetti speciali

Avete installato i Developer Tools? Nella cartella Developer > Applications > Core Image Fun House trovate tantissimi effetti da applicare sulle vostre immagini.
Nella cartella delle Applications dei Developer Tools, trovate decine di applicazioni interessanti, come l’editor di icone per crearvi le vostre personalizzate, l’iSync Plug-in Maker per creare i plug-in di connessione per cellulari non supportati ed il FileMerge con cui andare a confrontare due file di testo, oltre a tanti altri tool di supporto.

Psicologa

Ogni Mac ha Eliza, la psicologa integrata in Terminale. Avete un problema esistenziale? Chiacchieratene con lei, in inglese: aprite Terminale, scrivete emacs, premete ⇧+⎋, digitate xdoctor e voilà, la vostra psicologa personale.

Scrivania

Cambiare lo sfondo del desktop: potete farlo in automatico, ogni tot di tempo, anche in ordine casuale. Andate su Preferenze di Sistema > Scrivania e Salvaschermo e impostate i parametri in basso, tra distanza temporale e casualità.
Liberare lo sfondo: volete far sparire le icone dallo schermo? Andate su Finder > Esci da Finder, per vedere libero lo sfondo dalle icone sulla scrivania.
Stufi di vedere la barra in trasparenza (come se ne può essere stufi?): Preferenze di Sistema > Scrivania e Salvaschermo, deselezionate Barra dei menu traslucida.
Spegnere il Mac.

Spegnere senza passare dal via? ⌘+⌥+⌃+⏏ e lo spegnimento è immediato (no, non vi chiederà conferma trenta volte, non è Windows.)

Voce

Il vostro Mac parla. Se non ve ne siete ancora accorti, selezionate del testo in un’applicazione e cliccate sul nome dell’applicazione, quindi andate di Servizi > Voce > Inizia riproduzione. Le voci purtroppo sono solo in inglese, quindi per noi è molto utile più che altro per sentire la pronuncia di una parola che non conosciamo.
Il vostro Mac, canta. Aprite il Terminale e copiate questo codice: say -v Cellos “This is something very cool very cool very cool this is something very cool that every Mac can do”

AGGIORNATO:   (c’è anche la voce in italiano) scusaste

ARTICOLO DI SEBASTIANO BAZZANELLA

Il capo di Apple Tim Cook guida la hit dei gay più influenti

15-10932b_outpower50timcook

Apple CEO Tim Cook speaks to the audience during an Apple event in San Jose

Tim CookLa classifica è di Out, ma il numero uno di Cupertino non ha mai fatto outing

TMNews

New York, 11 apr. (TMNews) – Tim Cook è al primo posto nella classifica degli omosessuali più potenti d’America, pur non avendo mai fatto outing. Il boss di Apple, subentrato a Steve Jobs l’anno scorso, non ha mai dichiarato il suo orientamento sessuale, ma si ritrova comunque al vertice dell’annuale analisi della rivista Out. È la terza volta che il numero uno di Cupertino si ritrova al vertice della lista, ma le voci sulla sua omosessualità hanno sempre raccolto aspre polemiche e nessun commento da parte dello stesso manager.

Subito dopo Cook, entra in classifica anche la star televisiva Ellen DeGeneres, che ha invece fatto outing molti anni fa. Mentre, tra gli altri vip che non hanno mai parlato della propria presunta omosessualità, ci sono il blogger Matt Drudge di Drudgereport e il miliardario delle comunicazioni Barry Diller. In passato Out aveva anticipato le confessioni di altri personaggi famosi: tra questi, l’attrice Jodie Foster (che ne ha recentemente parlato ai Golden Globes) e la star della Cnn Anderson Cooper.

Aaron Hicklin, il direttore della rivista, giustifica così il fatto di mettere nella hit parade figure influenti che non hanno reso pubblica la propria sessualità: “L’idea non è di fare uno scandalo: è di stilare una lista significativa – ha detto – e se li escludessimo non lo sarebbe”.

In arrivo un’altra killer app

ROMA – Un altro colpo grosso nel mercato degli smartphone, pronto a rivoluzionare nuovamente le abitudini di milioni di consumatori. L’ultima novità firmata Apple, secondo le previsioni degli esperti, sarà la trasformazione dell’iPhone in un vero e proprio portafoglio elettronico, con cui effettuare pagamenti di ogni tipo, dall’acquisto di un paio di scarpe al semplice cornetto e cappuccino al bar. Una “killer app” in grado ancora una volta di far pendere la bilancia del mercato degli smartphone dalla parte di Cupertino, dopo gli ultimi assalti insidiosi lanciati da Samsung.

Secondo le previsioni dell’analista di Morgan Stanley, Katy Huberty, che ha di recente incontrato la dirigenza dell’azienda californiana – Apple introdurrà in iOS7, la nuova versione del suo sistema operativo attesa per giugno, un’applicazione integrata nel sistema operativo che andrà a implementare i servizi già offerti da Passbook, che già oggi consente di conservare buoni digitali e sincronizzare le carte fedeltà delle varie catene e compagnie aeree. Magari senza bisogno di implementare le famigerate tecnologie Nfc (un sistema di wireless a brevissimo raggio), già utilizzate su Blackberry e Android.

Un assalto alla diligenza del nuovo mercato dei pagamenti digitali e dello shopping online e non solo, dove già scorrazzano giganti come Google Wallet e Paypal. Un unico dispositivo, 4 pollici di schermo e 112 grammi di peso, per telefonare, scrivere messaggi, ascoltare musica, scattare foto e ora anche sostituire monetine e banconote nelle tasche dei consumatori. Un iPhone, insomma, sempre più simile al gonnellino nero di Eta Beta, da cui sembrava uscire sempre la cosa giusta al momento giusto.

Ma dal prossimo evento Apple altri addetti ai lavori si aspettano anche novità minori, come migliorie a iCloud e alle imperfette Maps, ma anche un inedito servizio di streaming musicale, la cosiddetta iRadio (qui con le altre indiscrezioni), probabilmente con il modello freemium (scaricare gratis, ma non proprio tutto). Senza dimenticare la possibile doppietta di smartphone, con il prevedibile iPhone 5S fianco a fianco con il primo modello low cost della storia del Melafonino.

iPhone 6: un nuovo concept basato sugli ultimi rumor

Ili prossimo iPhone, anche se probabilmente non il 5S, potrebbe essere realizzato in maniera davvero rivoluzionaria rispetto alle precedenti generazioni, ovvero con display curvo.

iPhone-New

Sulla base di queste ultime indiscrezioni provenienti dalla rete, e dal brevettodepositato dalla stessa Apple, Nickolay Lamm e Matteo Gianni dellaMyVoucherCodes, hanno ben pensato di realizzare un concept su come potrebbe apparire questo nuovo e rivoluzionario iPhone 6. Sembra improbabile o meglio impossibile vedere il prossimo giugno un dispositivo del genere, anche se potenzialmente possibile.

Su GSMarena era spuntata la prima immagine “leaked” di uno strano modello di iPhone, esteticamente simile a quello che vedete nell’immagine, ma a schermo spento. I due designer hanno sicuramente preso spunto anche da quest’ultima, rappresentando per filo e per segno i dettagli tecnici.

Come potete vedere, l’insolito display AMOLED ricurvo e la mancanza del tasto Home, potrebbe non piacere a tutti. Personalmente ritengo che prima di giudicare un device del genere sarebbe meglio testarlo personalmente, anche se a primo impatto l’estetica sembra piuttosto accattivante. Putroppo non abbiamo a disposizione ulteriori immagini da mostrarvi, ma qualora vi siano nuove notizie vi aggiorneremo tempestivamente.

Hackintosh: La guida completa per installare OS X su qualsiasi PC Intel-Based

mac

Fare una precisazione ad inizio articolo, prima di addentrarci in argomentazioni più o meno tecniche, è doveroso. Non tutti i nostri lettori, infatti, conosceranno il termineHackintosh, un modo come un altro per definire un computer che non sia un Mac, con a bordo il sistema operativo desktop made in Cupertino.

La procedura è possibile grazie ad alcuni tool presenti sul sito ufficiale ditonymacx86,una community indipendente che da sempre si occupa della realizzazione di software atti a questo scopo.

Ma com’è possibile installare OS X su un PC non Mac

? Dopo il lontano giugno 2005, quando al Worldwide Developers Conference Apple annunciò il passaggio dai processori PowerPC a quelli Intel, si è resa pressoché nulla la differenza tra un personal computerMac ed uno IBM compatibile x86. [fonte Wikipedia]

Ora è arrivato il momento di capire come sia possibile installare OS X Mountain Lion sul nostro PC con processore Intel. Vediamolo in dettaglio come fare e quali sono i requisiti indispensabili leggendo l’intera guida:

iPhone 6

 

ecco come potrebbe essere il prossimo smartphone di Apple [Video]

Che sia iPhone 5S  o iPhone 6, il prossimo smartphone di Apple stuzzica -come sempre- la fantasia dei designer. Arthur Reis vorrebbe un iPhone con un tasto Home che occupa l’intera parte inferiore del dispositivo ed una fotocamera da 12MP. Lo vedremo mai in produzione?

iPhone 6

Il progetto di questo particolare concept è stato realizzato dal designer Arthur Reis, il quale si immagina un iPhone 6 un po’ diverso dai concept che abbiamo già avuto modo di vedere.

Il dispositivo infatti non si discosta moltissimo dall’attuale iPhone 5, a parte lo spessore sensibilmente diminuito. La cosa che balza subito all’occhio è però il tasto Home: Reis infatti si è immaginato (o vorrebbe) un tasto che occupi tutta la parte inferiore del dispositivo lasciata libera dal display.

Altre 2 caratteristiche di questo iPhone 6 riguardano, come già detto,  il suo spessore, minore rispetto a quello di iPhone 5, e la parte multimediale migliorata con l’integrazione di una fotocamera iSight Pro da 12MP e a f/1.8 di apertura. Ora passiamo a vedere le tante immagini che ci vengono fornite da Arthur Reis.

111182-1280111160-1280111155-1280111194-1280111166111169111172111173111175111188111191

Voi che ne pensate di questo concept? Il tasto Home in simil trackpad potrebbe funzionare davvero?

iPhone 5S: salta fuori la prima immagine rubata | Rumor

Che sia iPhone 5S oppure iPhone 6, poco importa. Il prossimo smartphone di Apple ha già catalizzato l’attenzione di tutti gli appassionati e le indiscrezioni su di esso riempiono le pagine della blogosfera. Oggi però niente rumor su caratteristiche futuristiche o previsioni degli analisti. Ecco la prima foto del presunto iPhone di prossima generazione.

gsmarena_001

Su GSMarena salta fuori la prima immagine rubata di uno strano modello di iPhone. Il dispositivo ha una forma completamente diversa dai suoi predecessori, ma è stata anticipata da un brevetto di cui vi abbiamo già parlato in un precedente articolo.

gsmarena_002

Come vediamo dalle foto, l’iPhone perde la sua forma piatta e acquista una lieve “bombatura” centrale che rende quindi il dispositivo curvo. Come descritto dal brevetto, il display curvo occupa la quasi totalità della facciata anteriore del dispositivo. Il connettore dock Lightning, gli speaker, il jack audio, così come la fotocamera anteriore, restano invece invariati rispetto a quelli presenti nell’iPhone 5.

brevetto 1

Probabilmente ci troviamo difronte ad un rendering, molto ben fatto, di un progetto basato sul brevetto denominato “Electronic device with wrap around display”. Chi ha fornito le foto dichiara ovviamente che sono reali, ma il dispositivo potrebbe non essere altro che un prototipo, poi scartato a favore di altri.

Fateci sapere attraverso i commenti cosa ne pensate. Pensate sia reale? Vi piacerebbe se fosse davvero così il prossimo iPhone 5S/6?

Fare musica con il computer: quali programmi mi servono?

Quella dell’informatica applicata alla musica è un’industria ipertrofica, che sforna nuovi prodotti quasi ogni giorno e nella quale la libera concorrenza dà frutti dolcissimi: i software migliorano, i prezzi si abbassano.

Di questo desiderabile stato di cose gode il musicista, che sguazza da tempo in un’offerta sterminata di sequencer, virtual synth, amp emulator, campionatori, editor audio e altre sublimi diavolerie. Ed è ormai cosa comune trovare programmi fantastici a prezzi di saldo.

L’esempio più fragoroso è Logic Studio (ex Logic Pro, il gioiello di Emagic comprato da Apple nel 2002), che nel passaggio dalla versione 7 alla 8 decuplicò la dotazione e la qualità tecnologica e dimezzò il prezzo (e perse l’odiosa protezione con la dongle key, che costringeve gli utenti a sacrificare una preziosa porta USB durante l’uso).

Andiamo quindi a dare un’occhiata alle meraviglie di cui il musicista 2.0 può servirsi per suonare, registrare, appuntare idee, mixare, editare e masterizzare la propria musica. Facciamo però una premessa: per usare la maggior parte del software che passeremo in rassegna è necessario un computer abbastanza potente (soprattutto per evitare, maneggiando file audio, il problema della latenza) e un’interfaccia audio esterna di buona qualità. Hai tutto? Sì? Allora è il momento di costruire la DAW (Digital Audio Workstation) dei tuoi sogni.

Il sequencer

È il cuore della postazione del musicista digitale che vuole creare musica con il PC o col Mac. Un sequencer è una raccolta di strumenti che servono a registrare musica, editarla, mixarla ed esportarla. Pro Tools è il primo nome della categoria che viene alla mente, ma esistono molti altri pezzi da 90. Innanzitutto c’è Logic Studio, che offre decine di strumenti di qualità top e librerie di campioni da mille e una nota. Il difetto che di solito gli si riconosce è una certa farraginosità, soprattutto nel reparto MIDI. Questo vuol dire che prima di riuscire ad usarlo con cognizione di causa bisogna passarci un po’ di tempo. Ne esiste anche una versione light, Logic Express, che costa ancora meno e ne condivide il “motore interno” e parte degli strumenti. In realtà di light ha poco, visto che è più che sufficiente per qualunque utente semi-pro.

Ableton Live

Ableton Live (disponibile per PC Windows e per Mac) è invece un sequencer con caratteristiche tutte sue. In molti (tra cui io, che lo uso da molti anni) lo considerano un vero e proprio strumento musicale. Oltre alle caratteristiche del sequencer classico ha una serie di feature e di strumenti che lo rendono un perfetto strumento per suonare dal vivo e per comporre.

L’interfaccia di Live è totalmente 2D, il che risparmia tanto lavoro grafico ai processori del computer che possono dedicarsi a ciò che conta: il suono. Oltre ad avere in dotazione una gran quantità di campionatori, synth ed effetti professionali (il termine è abusato, ma è di questo che si tratta), Ableton Live è facile da usare, ed è il miglior alleato della creatività.

Se devi prendere appunti, provare 20 arrangiamenti diversi per un ritornello, cambiare tempo o pitch a una traccia o a un’intera canzone, puoi farlo in pochi click. Live è uno strumento essenziale per qualunque musicista, dal rocker allo sperimentatore elettronico passando per il jazzista e il cantautore, ma per i DJ è addirittura imprescindibile. Prova a dare un’occhiata ai palchi dei disk jockey: ci troverai sempre un Mac e Ableton Live. Ci puoi scommettere. La demo del programma dura 30 giorni e non ha limitazioni. Non ha senso perdersela.

Se sei più orientato verso sequencer tradizionali potresti provare Adobe Audition (disponibile anche per Mac), che è un buon compromesso tra immediatezza d’uso, qualità della dotazione ed usabilità. In alternativa c’è REAPER (per PC Windows a 32 bit e a 64 bit e anche per Mac), che sta facendo passi avanti versione dopo versione e a cui fa piacere dare una chance.

FL Studio

Infine, se hai una vocazione dance, FL Studio (un tempo conosciuto come Fruity Loops) potrebbe fare per te. In realtà il programma è ormai un sequencer tout-court, ma la filosofia che ne sta alla base lo rende particolarmente adatto alla scrittura e all’arrangiamento di musica da discoteca.

Amp simulator ed effetti per chitarra e basso

Un tempo per ottenere il suono di una Les Paul attaccata ad un JCM 800 dovevi avere una Gibson Les Paul e un Marshall JCM 800. Il che vuol dire: un sacco di soldi. Se poi volevi gingillarti con effetti analogici degni della tua chitarra e della tua testata e cassa dovevi comprare pedali esoterici costosi (e non sto parlando dei Boss, ma di Fulltone, T-Rex e pedali di boutique vari), ed erano altre stangate al portafogli. Oggi invece ampli, cabinet, effetti, microfoni sono diligentemente emulati tramite algoritmi sofisticatissimi, che ti permettono di avere nel computer una strumentazione da centinaia di migliaia di euro.

La israeliana Waves ha fatto un buon lavoro con GTR3 (25 amplificatori per chitarra, 7 per basso, 29 casse passive, 26 stomp box, tutti blasonatissimi), e l’italiana IK Multimedia ha fatto meglio con AmpliTube, di cui esistono ormai tante versioni “a tema” tra cui AmpliTube Jimi Hedrix, AmpliTube Metal e AmpliTube Fender. Acquistando un apposito adattatore (lo Stealth Plug) puoi anche usare la versione di AmpliTube per iPhone e iPad, sorprendentemente efficaci. Questo gioiellino tricolore è docile con le risorse di sistema ed ha una palette di suoni distorti tra i migliori in circolazione, ed è flessibilissimo.

Guitar Rig

Al vertice della categoria, però, c’è ancora Guitar Rig della tedesca Native Instruments, una software house che produce ogni sorta di strumento virtuale e che, puntualmente, stabilisce gli standard della categoria. Il pacchetto è talmente vasto da far girare la testa: decine di ampli, effetti rack, cabinet storiche di cui puoi scegliere le dimensioni dei coni e della cassa, splitter del segnale che consentono catene di effetti in parallelo e ogni sorta di ben di Dio tutto racchiuso in un’interfaccia bellissima.

La dotazione è generosa anche per i bassisti, anche se per loro il miglior software per ora resta Ampeg SVX della IK Multimedia, che emula, appunto, una serie sterminata di classici amplificatori e casse della storica Ampeg, un marchio americano che ha fatto la fortuna di schiere di bassisti rock negli ultimi 60 anni.

Synth virtuali

Che emulino vecchi sintetizzatori vintage classici (Moog, Fender Rhodes, Wurlitzer, organo Hammond…) o che siano proiettati verso il futuro più remoto, i synth sono una risorsa per tutti i musicisti. Tramite controller MIDI (ad esempio quelli della M-Audio , recentemente acquisita da Avid) hai infatti a disposizione una palette di suoni infinita. Un buon investimento per chi desidera una collezione di synth, campionatori, drum machine ed effetti assortiti di grande qualità ad un prezzo ragionevole, la svedese Propellerheads offre un programma che è diventato uno standard del settore: Reason.

Reason

Il bello di quest’applicazione modulare è l’elasticità: cliccando sul tasto Tab del computer hai infatti a disposizione la parte posteriore di tutti i moduli del tuo rack, decine di input ed output  che puoi connettere come ti va con dei cavi jack virtuali. Hai presente Keith Emerson e il suo gigantesco Moog? Ecco, Reason è una cosa del genere. Insomma: divertimento assicurato, e suoni di questo e dell’altro mondo.

Massive

Se vuoi un sintetizzatore singolo ma dalla potenza devastante potresti invece provare Massive, una miniera di suoni moderni di cui hai il pieno controllo, e che vanno da bassi sintetici poderosi a pad soffici ed aerei passando per lead di ogni fattura. Come spesso accade per i virtual synth, c’è tanto la versione stand-alone quanto quella in formato VSTi, AU e RTAS, che si integra nel  tuo sequencer. Un solo accorgimento: è molto esoso in termini di RAM.

E per i DJ?

Anche qui serve una premessa: per poter sfruttare i software da DJ è decisamente meglio possedere un controller specifico, possibilmente di buona qualità, come quelli prodotti dalla Hercules. Gestire l’intera interfaccia con mouse e tastiera, infatti, è decisamente complicato, praticamente impossibile. Ma per quanto riguarda il software?

Be’, anche a chi ha voglia di far ballare la gente l’informatica ha molto da proporre. Per chi muove i primi passi potrebbero essere indicati Pioneer Pro DJS o Virtual DJ, completo ma semplice desk da disk jockey in italiano, che gestisce bene tutti i formati audio classici e che è perfetto per imparare i rudimenti del mestiere.

Traktor

Una volta presa la mano, il passo quasi obbligato è Traktor, della onnipresente Native Instruments. Gli algoritmi ditime detection sono allo stato dell’arte, gli effetti integrati eccellenti e la gestione della libreria musicale pensata con intelligenza. L’interfaccia a 4 deck è bella e razionale (ma non semplice!) ed è compatibile con praticamente tutti i controller hardware in commercio.

Sibelius

Infine, per scrivere la tua musica su spartiti citiamo la scelta numero uno: Sibelius, il programma di notazione musicale professionale per compositori di ogni livello. Si integra con il sampler Reaktor, quindi (se hai tutte le librerie installate) hai a disposizione una preview mozzafiato di ciò che scrivi, fosse anche una sinfonia per 90 elementi. Davvero un bel gioco.

Facebook non funziona – down dell’8 Aprile

Is-Facebook-Down

Facebook non funziona - down dell'8 Aprile
Facebook non funziona nemmeno oggi, dopo un relativo periodo di stabilità: colpa forse delle tante release che in questi giorni hanno cambiato la fisionomia di Facebook, che non funziona probabilmente a causa della nuova timeline e delle introduzioni di alcune features nuove nella home. Vi ricordiamo che quando Facebook non funziona, è possibile provare a usare le versioni mobili, quindi m.facebook.com e touch.facebook.com

VEDI FOTO

AGGIORNATO NUOVI PROFILI 🙂

Nei nuovi profili tutti i contenuti condivisi dall’utente saranno meglio organizzati in un’unica colonna a sinistra, più ampia ed ordinata. Una piccola colonna sulla destra mostrerà invece i riquadri delle nostre attività recenti, degli amici, delle varie applicazioni che utilizziamo e così via.

face 2

La copertina e l’immagine del profilo rimangono invariate, a parte un piccolo abbassamento della nostra foto. Cambia invece il menu in cui potremo scegliere di passare dalla Timeline alle foto, agli amici, alle informazioni del nostro profilo e così via. I box con i vari contenuti sono sostituiti quindi da un menu più sobrio e semplice.

Un portavoce di Facebook non ha voluto aggiungere molti dettagli a riguardo. Sappiamo che i profili, che vedete nelle foto di questo articolo, sono comparsi questa mattina in Nuova Zelanda e molto probabilmente verranno attivati a breve anche in tutto il resto del mondo.

face 3

Fateci sapere attraverso i commenti se vi piace la nuova grafica o se preferite quella attuale con la Timeline a due colonne.

 

Samsung VS Apple: il Galaxy vincera S4 also in Borsa.

Losangelinews

La Apple teme il Samsung Galaxy S4 che sta per arrivare dopo essere stato presentato poco tempo fa. In che senso lo teme? Certamente teme il riflesso che il titolo Apple avrà sulla borsa americana. II titolo AAPL sta vivendo un calo continuo da quando, subito dopo il lancio dell’iPhone
5, il suo valore aveva superato i 700$. Venerdi e stato toccato il minimo di questo periodo, pari a 419,68$, per poi chiudere la seduta a 423,20$. Il titolo ha perso il 40 per cento in un breve periodo. Proprio in queste ore, come riportato da Fortune, alcuni esperti cercano di spiegare quanto sta accadendo al titolo Apple, per far capire agli investitori come comportarsi con le proprie azioni. Ma l’ombra del Galaxy S4 mescola le carte molto in fretta e molte volte. Infatti malgrado la vendita diretta non sia ancora cominciata in favore dei preordini, Samsung pare spedisca attualmente…

View original post 197 altre parole

iPhone con schermo a 360 °

cinafonini

Dopo la presentazione del Galaxy S4 di Samsung, ci si interroga su quale sarà la prossima mossa da parte di Apple, mossa che a breve arriverà senza alcun dubbio. L’iPhone 5S sarà il prossimo smartphone che l’azienda di Cupertino presenterà, ciò nonostante ci sono interessanti notizie su quello che potrebbe essere il dispositivo futuro rivoluzionario.
Nella giornata di oggi infatti, sono state pubblicate le immagini relative ad un nuovo brevetto che Apple ha consegnato nel 2011, un brevetto che riguarda il progetto per un nuovo smartphone, ovvero un iPhone del tutto diverso da quelli dell’attuale generazione.
L’iPhone di cui stiamo parlando ha uno schermo AMOLED pieghevole a 360°, una soluzione interessante a cui Apple sta lavorando ormai da un paio d’anni. I più attenti sicuramente ricorderanno le prime generazioni di iPod Mini: bene, il progetto è simile, ma la differenza consiste nella sostituzione del metallo con il display pieghevole.
Apple…

View original post 44 altre parole

Download Grid Racedriver – Free Mac ITA/ENG -Torrent

IL VIDEO E’ SOLO ED ESCLUSIVAMENTE A SCOPO INFORMATIVO, NON MI ASSUMO ALCUNA RESPONSABILITA’ DELL’UTILIZZO CHE POTRESTE FARE DEL MATERIALE FORNITOVI QUI SOTTO. TUTTO IL MATERIALE DA ME FORNITO IN QUALSIASI ALTRO VIDEO CHE POSSA ESSERE FRAINTESO COME VIDEO A CONTENUTO ILLEGALE NON MI APPARTIENE.
DOPO ACCURATE RICERCHE SONO ARRIVATO ALLA CONCLUSIONE CHE LA CONDIVISIONE DI MATERIALE PIRATA NON PROPRIO, NON E’ UNA PRATICA ILLEGALE, INFATTI E’ CONCESSA DA YOUTUBE!
TUTTI I SOFTWARE DA ME ILLUSTRATI E SCARICATI IN MANIERA ILLEGALE SONO POI STATI COMPRATI CON LA CONSEGUENTE DISINSTALLAZIONE DELLA VERSIONE PIRATA!
DETTO QUESTO E CHIARITA LA SITUAZIONE, BUONA VISIONE.

Download Grid per Mac:

https://mega.co.nz/#!4MBkGYDA!cpack3x…

INFORMAZIONI  UFFICIALI:

GRIND

GRID Race Driver Grid Xbox 3603 Race-Driver-GRID-2-Teaser-Trailer_2 race-driver-grid-demo-xbox-live-online Race-Driver-GRID site_race-driver-one--ss-3

Vuoi essere il primo ad avere il Galaxy S4? Gioca con Samsung Mobile su Facebook!

galaxy s4 the first

Samsung Mobile lancia THE FIRST, una divertente esperienza interattiva per premiare gli appassionati di tecnologia consentendo ad uno di loro di aggiudicarsi in anteprima lo smartphone dell’anno, il nuovo Samsung GALAXY S 4.

Dall’8 al 14 aprile sul sito www.samsungthefirst.it e sulla Fan Page Samsung Mobile Italia (http://spr.ly/SamsungTheFirst) la community online sarà chiamata a giocare a un divertente interaction movie e a risolverne i sette avvincenti episodi, che verranno postati uno al giorno durante l’intero periodo del progetto, per aiutare così l’agente Black Mist ad affrontare diverse avventure e a compiere la sua missione segreta.

 

Gli utenti dovranno suggerire all’agente speciale la mossa da intraprendere di volta in volta per portare a termine il suo difficile compito: trasportare da NYC a Milano una valigetta contenente il nuovo gioiello di Samsung. Al termine di ogni interactive movie sarà rilasciato un codice di 2 cifre, alla fine dei 7 giorni gli utenti otterranno 14 cifre finali che, messi nel giusto ordine, comporranno il numero di cellulare dell’agente Black Mist.

Chi, grazie alla propria intraprendenza e a un pizzico di astuzia, riuscirà a indovinare per primo la sequenza numerica corretta sarà contattato direttamente dall’agente segreto della missione “THE FIRST” e si aggiudicherà lo smartphone più atteso del momento.

Infine, il vincitore sarà invitato a partecipare all’esclusivo evento organizzato in occasione del lancio italiano del GALAXY S 4, occasione in cui gli sarà consegnato il dispositivo in anteprima tra centinaia di persone.

Questa esclusiva attività digital, promossa anche sulla pagina Facebook Samsung Mobile Italia, offrirà a tutti gli appassionati di tecnologia l’occasione per distinguersi!

Smart Cover next-generation

Joni Ive prevede ulteriori funzioni per le Smart Cover next-generation

smartcover apple patents

Apple non pare intenzionata a fornire solamente funzionalità di protezione e posizionamento con le Smart Cover per iPad, perchè più tipologie di domande brevetto hanno come focus l’accessorio, una delle quali porta anche  il nome di Joni Ive, il guru di Apple che attraverso questo progetto, prevede altre possibili  funzionalità.

Ads by Google
Bluetooth Altoparlanti
Altoparlanti Portatili Bluetooth Antec Mobile Products. EUR 79,99!
http://www.antecmobileproducts.com

FlashPlayer 2012
Scarica Ora Ultima Versione. Nuova Versione FlashPlayer!
Scarica-FlashPlayer.all-soft.me

Mela seethrough Smart Cover di brevetto (disegno 001)

Le varie ipotesi d’utilizzo di una Smart Cover fanno pensare come in un prossimo futuro, si tratterà di un accessorio quasi simbiotico per il tablet targato Apple, infatti dopo i brevetti che prevedono la possibilità d’utilizzare celle solari, ricarica induttiva, display flessibili e tastiera integrata, quest’ultimo aggiornamento ipotizza un possibile utilizzo multimediale con funzionalità di visualizzazione contenuti,  integrato nella cover.

Mela seethrough Smart Cover di brevetto (disegno 003)

Il brevetto ipotizza l’integrazione di uno o più mini display che offrano funzionalità di controllo multimediale, visualizzazione mail , messaggi o altro, e la probabile introduzione di pulsanti specifici in più combinazioni. Badate bene che il brevetto offre solamente una visione generale di alcune funzioni che potrebbero essere implementate nel progetto di una smart cover di prossima generazione e i disegni riportati  rappresentano ovviamente l’aspetto ipotetico di un prodotto che ancora non esiste e risulta in fase di progettazione.

Come visto con il progetto di ricarica induttiva, il funzionamento sarebbe legato a modifiche sostanziali nel tablet per rendere possibile il funzionamento, e questo aspetto ci fa ipotizzare come detto in precedenza, un guadagno di peso d’utilizzo per quest’accessorio nel prossimo futuro.