Come eseguire il Jailbreak untethered di iOS 6.0/6.0.1/6.0.2/6.1/6.1.1/6.1.2 con Evasi0n | HYi Guide [Versione 1.4 per iOS 6.1.2]

FB_BANNER_JB

Da qualche minuto è disponibile il nuovo tool “evasi0n” per effettuare il Jailbreak untethered di iOS 6.X, per tutti i dispositivi che riescono a montarlo, realizzato dal team Evad3rs. In questo articolo andremo ad illustrare la procedura per eseguire il Jailbreak e procedere all’installazione di Cydia utilizzando evasi0n.

Requisiti

  • Dispositivo con installato iOS 6.X (6.0, 6.0.1, 6.0.2, 6.1, 6.1.1 o 6.1.2);
  • Un PC/Mac montante Windows (XP minimo) o Mac OS X (10.5 minimo) o Linux (x86 / x86_64);

Download evasi0n 1.4

  • evasi0n per Mac OS X (10.5+) LINK;
  • evasi0n per Windows (XP+) LINK;
  • evasi0n per Linux  (x86/x86_64) LINK.

Compatibile con

iPhone 5, iPhone 4S, iPhone 4, iPhone 3GS, iPod Touch 4, iPod Touch 5, iPad 2, iPad 3, iPad 4, iPad mini.

Ricordiamo che chi possiede un iPhone NON ITALIANO (ESTERO)NON deve assolutamente AGGIORNARE E ESEGUIRE QUESTA GUIDA, SI PERDEREBBE LA PARTE TELEFONICA.
Prima di eseguire il jailbreak è altamente consigliato effettuare un backup del proprio dispositivo.

Guida

  1. Collegate il vostro dispositivo al computer e avviate evasi0n (assicuratevi che il programma rileva il vostro dispositivo);SCREN_JB61-1
  2. Premere su Jailbreak
    SCREN_JB61-2
  3. Aspettare che il procedimento si completi, potrebbe durare qualche minuto, il dispositivo si riavverà da solo;
  4. Sbloccate il dispositivo e premete sull’icona evasi0n;

    SCREN_JB61-5

  5. Si aprirà e chiuderà da sola, il dispostiivo si riavvierà:
  6. FINE, il Jailbreak è completo;SCREN_JB61-4

Come eseguire il jailbreak untethered di iOS 5.1.1 con Redsn0w 0.9.12b1 su iPhone 3GS, iPhone 4 e iPhone 4S – Guida

PER GUIDA A IOS 6.x E VERSIONI SUCCESSIVE

: LINK

jailbreak_ios

Da qualche minuto il Dev-Team ha pubblicato una nuova versione di Redsn0w che introduce la compatibilità con il jailbreak “Rocky Racoon” sviluppato da Pod2G e Planetbeing. Come promesso, in questo articolo vi proponiamo la guida per eseguire il jailbreak untethered di iOS 5.1.1 con Redsn0w su iPhone 3GS, iPhone 4 e iPhone 4S. Se siete in possesso di un dispositivo su cui è già stato eseguito il jailbreak tethered di iOS 5.1.1, dovete semplicemente installare il pacchetto “Rocky Racoon Untethered” presente in Cydia.

Premesse

  • Il jailbreak è ora di tipo untethered (maggiori informazioni)*;
  • Gli utenti che possiedono un iPhone non italiano NON devono utilizzare questo programma;
  • Questa guida è valida sia per Windows che per Mac.

Compatibilità

  • iPhone 4S
  • iPhone 4
  • iPhone 3GS (vecchia bootrom)
  • iPhone 3GS (nuova bootrom)
  • iPhone 4 (GSM)
  • iPhone 4 (CDMA)
  • iPod touch 3G
  • iPod touch 4G
  • iPad
  • iPad 2
  • iPad (terza generazione)
  • Apple TV 2G

Se siete in possesso di un dispositivo su cui avete effettuato in passato il jailbreak tethered di iOS 5.1.1, per convertire questo jailbreak in untethered basterà installare il pacchetto “Rocky Racoon Untethered” da Cydia. Se avete dubbi a riguardo, vi invitiamo a consultare la nostra guida dedicata.

Chi possiede un iPhone straniero e SIM locked ed è interessato all’unlock deve necessariamente aggiornare ad iOS 5.1.1 tramite custom firmware preservando le vecchie baseband sbloccabile con ultrasn0w.

Nota: iPhoneItalia.com non si assume responsabilità derivanti dall’utilizzo improprio delle informazioni riportate nell’articolo. Procedete solamente se siete sicuri di ciò che state facendo per evitare di causare danni ai vostri dispositivi.

Per evitare di perdere dati essenziali, si consiglia di eseguire un backup completo del vostro dispositivo su iTunes o iCloud prima di utilizzare Redsn0w. Se avete già effettuato il jailbreak untethered di iOS 5.1.1 con Absinthe 2.0, non avete bisogno di utilizzare Redsn0w a meno che non riscontriate problemi con l’attuale jailbreak.

Occorrente

  • Redsn0w 0.9.12b1 per Mac (download) o per Windows (download) (da lanciare in modalità Amministratore);
  • iOS 5.1.1 installato sul dispositivo su cui si vuole eseguire il jailbreak (download);
  • Sistema operativo Windows o Mac.

Guida

1. Assicuratevi di aver installato iOS 5.1.1 sul vostro dispositivo e di aver scaricato la nuova versione di Redsn0w dai link proposti poco più in alto.

2. Lanciate Redsn0w 0.9.12b1 e selezionate il file del firmware 5.1.1 dal menu Extra > Select IPSW. Questo passaggio potrebbe non essere necessario nel caso in cui Redsn0w individuasse in automatico la versione del firmware montata dal vostro dispositivo iOS.

3. Tornate alla schermata principale di Redsn0w, premete su “Jailbreak” e quindi su “Install Cydia”.

Dopo aver premuto su “Jailbreak”, l’intero processo sarà automatico. Potrete seguire sullo schermo le operazioni che Redsn0w eseguirà sul vostro dispositivo.

4. Partirà quindi il processo di jailbreak, che potrebbe richiedere alcuni minuti ma sarà totalmente automatico. Armatevi di pazienza e attendete che Redsn0w finisca di operare sul dispositivo. Al termine avrete il vostro iPhone aggiornato ad iOS 5.1.1 con Cydia installato e perfettamente funzionante.

Jailbreak

Dicesi Jailbreak il processo che consente di installare ed eseguire codice non firmato, si effettua tramite programmi appositi(come pwnagetool, greenpoison, limerain o snowbreeze). Il vantaggio principale della modifica, è l’accesso a Cydia [1],il quale permette di installare appunto applicazioni con codice non firmato.

Una celebre “immagine simbolo” del Jailbreak

Indice

Storia

Viene lanciato per la prima volta nel 2007 circa, per sbloccare e rendere compatibile con altre sim quello che poi sara’ conosciuto come iPhone 2G(il primissimo modello di iPhone mai commercializzato).

Tale parola, e’ anche un vocabolo inglese, che significa appunto “evasione”.

L’iPhone viene prodotto specialmente in America nel modello Factory Locked(cioe’ compatibile solamente con le Sim degli operatori con cui viene venduto)dalla AT&T.

In molti sono stati successivamente gli utenti di altre compagnie americane tipo la Verizon che si sono “lamentati” di questa reclusione.

E’ quindi per questo motivo,che nacque il Jailbreak, portato da un gruppo di Hacker,il Dev Team,che tuttora li rilascia.

Come funziona il Jailbreak

La memoria dell’iPhone è composta da due partizioni:

  • Partizione di sistema (“/”): Di default impostata a 500MB ma è modificabile durante la creazione di custom firmware nel processo di jailbreak. In questa partizione è presente il sistema operativo e le varie applicazioni installate tramite cydia e installer.
  • Partizione di archiviazione (“/var”): E’ grande quanto tutto lo spazio restante sulla memoria, qui risiedono i vari programmi installati dall’appstore e tutti i file multimediali (musica, video, foto, …) sincronizzati da iTunes.

Il Jailbreak non fa altro che modificare il file “fstab” (che gestisce sui sistemi Linux, BSD e di conseguenza Mac OS X e iPhoneOS le regole dei dischi rigidi montati) ed eseguire un “patching” del firmware iphone andando ad eliminare il controllo sull’autenticità della firma su ogni applicazione. In questo modo diventa quindi possibile eseguire anche applicazioni non autenticata da Apple ed avere piena padronanza del proprio dispositivo

Tipologie

Il Jailbreak, si può dividere in due tipologie:
a) Tethered,una falla di sicurezza a livello di hardware(le componenti interne degli iDevice: principalmente questo exploit viene trovato nella bootroom). Con questo tipo di modifica,è impossibile spegnere il dispositivo, poiché bisognerà successivamente ricollegarlo al computer per poterlo riavviare. La falla nella bootroom,porta a jailbreak di tipo tethered solo nei modelli:iPhone 3Gs, iPhone 4, iPad Wi-Fi & Wi-Fi+3G, iPod Touch 2G(tardo 2009),iPod Touch 3G,iPod Touch4;
b) Untethered,una falla di sicurezza a livello di software(quindi un bug, cioè errore, presente nell’iOS). Con questo tipo di modifica,l’utente può spegnere tranquillamente il proprio dispositivo,senza preoccuparsi di attaccare o meno il dispositivo al proprio computer.

Vantaggi

Attualmente,eseguire il Jailbreak,risulta piuttosto vantaggioso,per 4 motivi:

   1)Installazione di temi personalizzati;

   2)Installazione di programmi(chiamati Tweak),che permettono di sfruttare al pieno il proprio dispositivo;

   3)Sblocco della parte telefonica(e qui si riallaccia il discorso di Factory Locked o non)

Storico

STORICO

  • GENNAIO 2007: Presentazione all’evento MacWorld dell’iPhone 2G;
  • 27 GIUGNO 2007: Rilascio sul mercato dell’iPhone 2G;
  • 10 LUGLIO 2007: Nasce ufficialmente il Jailbreak, che per il momento viene considerato come “metodo per impostare” suonerie personalizzate;

    Logo del Chronic Dev Team, il gruppo di hacker più importanti per il mondo iPhone

  • 6 AGOSTO 2007: Sviluppato il primo gioco per iPhone da terze parti;
  • 10 OTTOBRE 2007: Viene rilasciato un programma per eseguire SEMPRE il Jailbreak di iOS 1.X(un po’ come accade oggi con GreenPoison e LimeRa1n);
  • GENNAIO 2009: Il Dev Team comincia a lavorare al Jailbreak Tethered sull’iPod Touch 2G(modello MB): nello stesso mese, viene rilasciata la prima versione di redsnow;
  • 10 MARZO 2009: Viene rilasciato il Jailbreak untethered per iPod Touch 2G da parte del Dev Team: il più del lavoro però, è stato eseguito da planetbeing;
  • 17 MARZO 2009: Rilascio da parte di Apple di iOS 3.0: il Dev Team prontamente, aggiorna Pwnage Tool e redsnow per permettere la modifica;
  • 9 SETTEMBRE 2009: Apple rilascia iOS 3.1, che corregge alcuni bug della versione precedente.

Anche in questo caso, il Dev Team rilascia una versione aggiornata di Pwnage tool e redsnow per effettuare il jailbreak di tutti i dispositivi(eccetto dell’appena uscito iPod Touch 3G);

  • 11 OTTOBRE E 2 NOVEMBRE 2009: George Hotz, alias geohot,rilascia blackrain, programma con cui è possibile jailbrekkare il proprio dispositivo con una tipologia untethered(tethered per iPod Touch 3G & iPhone 3Gs).

Sviluppa anche blacksnow, programma con cui è possibile effettuare lo sblocco della baseband;

Immagine di George Hotz(alias geohot),considerato da molti un ragazzo prodigio

  • FEBBRAIO 2010: Apple rilascia iOS 3.1.3
  • 3 MAGGIO 2010: Il Dev Team, con l’aiuto di comex, rilascia Spirit, programma che permette il Jailbreak untethered su tutti i dispositivi;
  • 24 GIUGNO 2010: Apple rilascia iOS 4;
  • 2 AGOSTO 2010: Comex, precedente autore di Spirit, rilascia “JailbreakMe”, software utilizzabile solamente tramite il web browser Safari degli iDevice.

Il Jailbreak è di tipo untethered, e supporta iOS 3.1.3,4 e 4.0.1;

  • 10 SETTEMBRE 2010: Apple rilascia iOS 4.1;
  • SETTEMBRE 2010: Clamorosa scoperta da parte di Pod2G, un membro del Dev Team: exploit che permette il Jailbreak PER SEMPRE su ogni dispositivo Apple uscito finora;
  • INIZI OTTOBRE 2010: Il Dev Team annuncia che rilascerà solamente il Jailbreak per iPhone 4, iPod Touch 4 e iPad;
  • 10 OTTOBRE 2010: Geohot risorge dall’ombra, e rilascia a sorpresa LimeRa1n, programma che permette il Jailbreka di TUTTI i dispositivi Apple presenti sul mercato.

Il Dev Team in risposta, usa lo stesso exploit di George, e rilascia il programma “GreenPoison”;

  • 24 NOVEMBRE 2010: Apple rilascia iOS4.2.1.

Attualmente, è disponibile il Jailbreak di tipo tethered per ogni dispositivo(iPhone 2G, iPhone 3, iPhone 3Gs vecchio boot, iPod Touch 2G MB sono untethered)

Il Jailbreak usato come tattica commerciale dall’Apple?

Nel mondo della modifica, è stata fatta una grande rivoluzione: di recente, è stato rilasciato un programma che permette la modifica PER SEMPRE, su OGNI dispositivo Apple uscito finora. Dal Dev Team, un gruppo di hacker, è stato inoltre detto che questa falla di sicurezza, era nota alla società della mela morsicata da tantissimo tempo. Allora perchè permettere di scoprirla agli hacker, che se ne sono accorti per caso? Basti pensare che gli iPad, da quando sono stati lanciati, hanno venduto oltre 100 milioni di unità, e ovviamente il motivo non è solo per la sua utilità, ma anche per i vantaggi che la modifica offre. Che sia una tattica commerciale per vendere più prodotti?[2].

Trionfo della legalità su App Store: Hackulous, papà di Installous e AppSync, chiude i battenti

20121230-180332.jpg

Pochi minuti fa, sul proprio sito ufficiale, Hackulous ha pubblicato un post dal titolo “Goodnight, sweet prince” in cui si annuncia la chiusura definitiva del portale e di tutte le attività ad esso collegate. Attività che in questi anni avevano pesantemente condizionato l’App Store a seguito della diffusione di applicazioni illecite che potevano essere installate sui terminali jailbroken.

Anche se per molti è valida l’espressione “jailbreak = pirateria“, in realtà la storia ci insegna che non è mai stato questo l’obiettivo degli hacker di iOS. Dal primo sblocco realizzato da GeoHot per rendere compatibile l’iPhone 2G con le frequenze di operatori diversi da AT&T, l’obiettivo è stato sempre quello di rendere più accessibile e personalizzabili i dispositivi Apple, consentendo ai proprietari di installare programmi normalmente non accettati su App Store che potessero sbloccare determinate funzioni o modificare quelle già presenti. E questo continua ad essere l’obiettivo dei vari hacker attivi nel settore iOS, anche oggi che il jailbreak sembra esser diventato solo un miraggio o quasi.

Hackulous chiude oggi i battenti e con esso tutte le attività (illecite) portate avanti in questi anni. Un vero e proprio trionfo per la legalità su App Store. Ecco quanto riportato sul sito ufficiale di Hackulous:

Goodnight, sweet prince.

We are very sad to announce that Hackulous is shutting down. After many years, our community has become stagnant and our forums are a bit of a ghost town. It has become difficult to keep them online and well-moderated, despite the devotion of our staff. We’re incredibly thankful for the support we’ve had over the years and hope that new, greater communities blossom out of our absence.

With lots of love,
Hackulous Team

Riassumendo il tutto, Hackulous ha annunciato la chiusura definitiva del proprio portale dopo diversi anni di “attività” in cui si era creata una vera e propria community di utenti che contribuivano allo sviluppo della stessa, producendo e condividendo materiale illecito. Da quanto si leggo, il motivo della chiusura di Hackulous è da ricercarsi nell’ormai spento interesse da parte degli utenti nella fruizione dei servizi offerti. “I forum sono diventati delle città fantasma”, scrive il team di Hackulous.

Due tra i più famosi “servizi” di Hackulous offerti in questi anni – dal 2008, anno in cui fu lanciato l’App Store, ad oggi – sono stati senza dubbio Installous e AppSync, software disponibili esclusivamente tramite Cydia utilizzando la repository del team di sviluppo.

Seppur non vi siano stati commenti a riguardo da parte di Hackulous, con ogni probabilità sia Installous che AppSync non verranno più aggiornati in futuro per supportare le nuove versioni di iOS e relativi jailbreak. Il primo, poi, basando buona parte del suo funzionamento proprio sui server di Hackulous, potrebbe smettere di funzionare già nei prossimi giorni. Non sappiamo dirvi se, come accaduto in passato con altri siti, vi siano state intimidazioni da parte di Apple (volte a tutelare il lavoro svolto dagli sviluppatori dell’App Store) che abbiano così “suggerito” la chiusura di Hackulous ai proprietari.

In ogni caso, quella di oggi è una svolta che potremmo definire “epocale”: epocale per l’App Store, visto che, probabilmente, il rischio che un’app possa essere craccata e distribuita sarà minore, ed epocale per il jailbreak, che ci auguriamo possa tornare ad essere inteso come una procedura per “liberare” il dispositivo da quelle che sono le sue limitazioni piuttosto che come un metodo per ottenere applicazioni pirata.

5 predizioni per il 2013 di Apple [SPECIALE APPLESPACE BLOG]

Da iTV a iRadio, passando per Siri, le Mappe e gli iDevice: ecco le cinque scommesse per un 2013 di successo targato mela morsicata.

 

iTV

Marco Grigis, 27 dicembre 2012, 8:40

StampaCommentiNotizia precedenteNotizia successiva

Il 2013 è alle porte e Apple si appresta a vivere un anno di grandi sfide. Il calo in borsa è stato foriero di molta preoccupazione fra gli analisti di Wall Street, convinti che la Mela debba dimostrar di più di un semplice iPhone 5 e di un iPad Mini per rimanere sulla cresta dell’onda. E come l’azienda potrebbe rispondere alle richieste degli investitori?

A dare una risposta ci prova la redazione di CNet, con la top five delle possibili innovazioni targate mela morsicata per i futuri 12 mesi. Sebbene non vi siano grandi e gustose indiscrezioni giornalistiche – si parla pur sempre di rumor che da settimane circolano sul Web – la ricetta di Apple per il futuro appare decisamente interessante. E potrebbe, oltre allo scontato hardware, basarsi su piccole novità in campo software.

Apple TV/iTV

Una delle scommesse più quotate, e anche più attese, del 2013 di Apple è la sua rivoluzione televisiva, quella iTV che potrebbe giungere nelle mani dei consumatori fra un anno esatto. Su questodevice si è detto praticamente già tutto, sebbene nessuna di queste indiscrezioni trovi conferma in quel di Cupertino: vi sarà uno schermo IGZO ultrabrillante, l’integrazione con Siri e delle gesture “à la Kinect”, la compatibilità con gli iDevice già esistenti e, infine, un nutrito gruppo di content provider pronti a concedere alla Mela show televisivi e film in esclusiva. Affianco al televisore di Apple potrebbe far capolino anche una versione rinnovata di Apple TV, il set-top box della società, anch’esso arricchito con Siri e con la piena compatibilità delle applicazioni disponibili su App Store.

iRadio

siri Italiano GUIDA

Se ne parla già da tempo, addirittura dall’acquisizione di Lala oltre due anni fa. Apple potrebbe entrare nel settore dello streaming musicale mettendosi in diretta competizione con servizi come Spotify, Pandora e Last.fm. Forte dell’immenso catalogo iTunes e dei possibili accordi con le case discografiche, su iTunes potrebbero apparire delle radio personalizzate e personalizzabili dall’utente, completamente gratuite perché alimentate dagli introiti pubblicitari. Una sorta di evoluzione in grande di iTunes Match, senza la necessità di download di file sulla propria macchina, la corrispondenza con la libreria e nemmeno un abbonamento annuale.

Mappe migliorate

iOS-6-Google-Maps

La nota dolente del 2012 di Apple è di certo la carente cartografia presentata con iOS 6. Mappe erronee, punti d’interesse inesistenti, paesi sommersi dalle acque e addirittura un pericolo di morte in quel dell’Australia. Una caduta che ha portato l’azienda a precise scelte dirigenziali, come il licenziamento di Scott Forstall, e all’attribuzione del progetto a Eddy Cue. Un nome non scelto a caso, perché Cue è considerato il “Mr Fix It” dell’azienda, l’uomo capace di risolvere ogni impiccio. CNet prevede degli investimenti ingenti nello sviluppo di mappe sempre più precise e fruibili – in questa chiave non stona il possibile accordo con Foursquare– ma all’utente finale verranno presentati solo dei piccoli miglioramenti. Non una rivoluzione tout court, in definitiva, bensì il consolidamento di quanto raggiunto fino a oggi.

Siri non più in beta e i nuovi iDevice

iSiri-530x331

Nel 2013 Siri potrebbe uscire finalmente dalla sua fase di beta, acquisendo nuove feature edentrando così in diretta concorrenza con i servizi vocali di Google, ottimizzati negli ultimi tempi in modo perfetto con Android. Siri potrebbe inoltre fare la sua apparizione su più iDevice rispetto agli attuali, come anche vecchi modelli teoricamente compatibili. E proprio in fatto di iDevice i riflettori sono puntati su Cupertino: si attende l’arrivo di iPhone 5S, di un iPad Mini dotato di Retina Display e forse anche di un iPhone low cost per aggredire la fascia medio-bassa del mercato.

Riduzione delle cause legali

apple vs samung

La guerra termonucleare contro Android potrebbe ridursi allo status di litigio fra condomini nel 2013. Il sogno di Steve Jobs di bloccare l’intera concorrenza si è rivelato impraticabile, proprio perché Android può godere di una diffusione da sogno e di un nutrito gruppo di società produttrici. Nonostante vi siano diverse vittorie legali per Apple in materia di brevetti, la società potrebbe optare per degli accordi extragiudiziali: richiedono investimenti minori, non alimentano polemiche sui media e permettono alla società di poter agire con ampi margini sul mercato. Chissà che il 2013 non porti, allora, la tregua con Samsung.

iPhone Concept impossibile realizzazione

L’iPhone col doppio proiettore che sostituirà i Mac | Concept

Sul web sono presenti numerosi concept che riguardano iPhone con display trasparenti, oppure pieghevoli, e già tempo fa, fu mostrato un iPhone che proiettava la tastiera sul tavolo dove era poggiato, un altro concept naturalmente. Questo che vi proponiamo adesso credo che vi farà restare davvero a bocca aperta.

iphone 5 proiettore

 

Senza perderci in chiacchiere ecco il video del concept pubblicato da FranSnk3d:

Magari attualmente è impossibile da realizzare, ma immaginare non costa nulla e un iPhone con una configurazione hardware molto potente che proietta tastiera e schermo potrebbe in teoria simulare un Mac. Il limite maggiore alla realizzazione di questo concept penso che riguardi la batteria, che dovrebbe essere sufficientemente capiente e performante, ma come ho detto: immaginare non costa nulla.

Difetti iPhone 5, problemi di batteria con iOS 6.0.2

iPhone 5, problemi di batteria con iOS 6.0.2

I possessori di iPhone 5 lamentano malfunzionamenti alla batteria subito dopo aver aggiornato lo smartphone a iOS 6.0.2, ultima versione del noto sistema operativo mobile di casa Apple. Sono in molti a segnalare nelle ultime ore un’autonomia fortemente ridotta del proprio melafonino proprio dopo aver installato l’ultima versione di iOS, progettata da Apple anche per iPad Mini al fine di risolvere alcuni problemi correlati alla connettività WiFi. E se per questa ora è effettivamente tutto ok, ora arriva un’altra gatta da palare: riguarda la batteria, e curiosamente solo per iPhone 5.

Non sono giunte infatti per il momento segnalazioni similari da parte degli utenti iPad Mini, indice del fatto che la cosa potrebbe essere circoscritta esclusivamente a chi possiede un iPhone 5.

Sta di fatto che il forum ufficiale del supporto Apple si è letteralmente riempito nelle ultime ore di utenti infuriati per il difetto: emblematico è il caso di un consumatore che si firma “atdguy”, il quale afferma come se prima riusciva ad arrivare a fine giornata con il 75% di carica disponibile, oggi se ne va via addirittura il 90%. Un dato oggettivamente inaccettabile se si considera come l’utente in questione giuri che la statistica è relativa a una giornata di scarso utilizzo.

Per il momento non sono sopraggiunte comunicazioni ufficiali da parte di Apple, la quale non si è dunque esposta sulla presunta problematica. I tecnici di Cupertino vogliono comprensibilmente studiare meglio il caso, soprattutto alla luce del fatto che in molti smentiscano di aver riscontrato un problema simile.

Apple dovrebbe realizzare un costoso iPhone satellitare ?

Ciclicamente tornano indiscrezioni sul possibile lancio di un iPhone economico, puntualmente smentite dal fatto che il prezzo elevato del modello di ultima generazione non è certo un ostacolo per vendite da record, mentre i modelli delle precedenti generazioni vengono mantenuti in vendita a prezzi comunque non da saldo.

C’è addirittura chi pensa che Apple dovrebbe realizzare un iPhone ancora più costoso dotato di tecnologia satellitare, in modo da potersi connettere da ogni angolo del mondo utilizzando un unico standard di comunicazione.

Secondo questa visione, l’esclusivo servizio di comunicazione sarebbe fornito dalla stessa Apple che con il suo patrimonio di 125 miliardi di dollari potrebbe tranquillamente acquisire una costellazione di satelliti con soli 3 miliardi di dollari, oppure potrebbe costruirne una di ultima generazione con 5 miliardi di dollari.

 Questa visione è molto affascinate e perfettamente in linea con lo stile Apple, se si pensa che Steve Jobs prima di lanciare l’iPhone aveva pensato ad un dispositivo che si connettesse solo tramite reti WiFi, salvo poi dover ripiegare per il classico GSM, poiché i tempi non erano ancora maturi per una rivoluzione del genere.

Nonostante l’evoluzione tecnologica però i telefoni satellitari hanno ancora alcuni limiti. Le dimensioni dei dispositivi si sono sensibilmente ridotte, il TerreStar Genus ad esempio ricorda nelle forme un Blackberry, ma il problema rimane l’autonomia che non raggiunge le 5 ore di conversazione, inoltre la latenza delle comunicazioni satellitari genera un sensibile ritardo nella conversazione e nella ricezione dei dati.

Un simile dispositivo potrebbe essere venduto da Apple ad un prezzo di circa 1.500 €, un iPhone ancora più esclusivo dedicato sopratutto alle persone che viaggiano per il mondo.

Voi lo comprereste ?

Apple: Cupertino lancia Capture, app per YouTube

Ultimamente il rapporto tra Google ed Apple non è stato dei più sereni. L’esclusione (con relativo dietro-front) delle Gmaps è ormai storia nota.

Un po’ meno conosciuto, invece, è lo scontro che le due società hanno avuto in merito alla gestione dei video sugli idevice. A Settembre, Apple aveva rimosso il supporto nativo a You Tube (per questioni di licenza) ed aveva consentito ai suoi utenti di caricare i video realizzati solo sulla piattaforma Vimeo. Google era corsa ai ripari rendendo disponibile, nello store di Cupertino, un’applicazione auto-prodotta che, tuttavia, presentava delle significative limitazioni. Innanzitutto i video non potevano essere caricati sulla piattaforma di You Tube ma solo visionati. Oltre a questo, venivano sistematicamente esclusi i video supportati dalla pubblicità e quelli codificati esclusivamente con lo standard Flash senza l’opzione dell’HTML5. Per sopperire a questi inconvenienti, Mountain View ha deciso di rilanciare l’esperienza di You Tube sui device della Mela morsicata con una nuova app gratuita, “Capture”. Tra le implementazioni che questa suite porta in dote vi è, innanzitutto, la possibilità di girare i video impostando come predefinita la modalità landscape sulla fotocamera posteriore dell’idevice.

Successivamente, i filmati realizzati potranno essere manipolabili in fase di post-produzione: con un editor potremo stabilizzare le immagini, arricchirne la gradevolezza con la correzione del contrasto/luminosità, impreziosirne il flusso con un sottofondo musicale. A fine lavoro, se soddisfatti del risultato, potremo inviare (anche in background) il video (o un ritaglio del medesimo) su YouTube e, di seguito, condividerlo su Facebook, Twitter e Google+.

Steve Jobs voleva chiamare Safari “Freedom”

 

Cosa portò Apple alla scelta di chiamare il proprio browser web Safari? E quali sono stati i nomi scartati? Don Melton, colui che si occupa di Safari e del suo WebKit, ha pubblicato un post molto interessante sul suo blog personale. Parla di “Freedom“, ma anche di “Alexander” e di “iBrowse“.

Safari

 

Melton, nell’estratto dal suo blog, afferma quanto segue:

Durante l’estate del 2002, Steve Jobs ed il team manageriale di Apple erano pronti per rilasciare il web browser. In una riunione sull’interfaccia utente del browser, ad un certo punto, abbiamo iniziato a focalizzarci sul nome.

A quanto ricordo, Steve Jobs ha iniziato a fare qualche nome ad alta voce; suppongo che l’abbia fatto per voler sentire come quei nomi sarebbero suonati alle orecchie degli altri. Mi sembrava una cosa strana, ma so che è una buona tecnica, ora che ci penso.

Non ricordo tutti i nomi fatti, ma uno di quelli che uscì fuori fu “Freedom” (Libertà). Steve voleva convincerci che Freedom sarebbe stato il nome ideale; probabilmente gli piaceva perché evocava in lui un’immagine positiva la gente in libertà. Ha parlato inoltre della libertà che stavamo concedendo agli utenti, dal momento in cui a quei tempi dipendevamo dall’unico browser che esisteva, l’Internet Explorer di Microsoft.

Naturalmente, tutto ciò che mi venne in mente fu “ ti prego, non permetterci di dare al browser il nome di un prodotto d’igiene femminile!”, ma menti più fredde ed oggettive hanno fortunatamente prevalso.

Se il nome Freedom non sembra poter essere stato concepito da Steve jobs, si pensi solo che l’iMac inizialmente avrebbe dovuto chiamarsi MacMan. Insomma, Steve Jobs era senz’altro un uomo geniale, ma i nomi dei suoi prodotti lasciavano un po’ a desiderare; almeno nel primo tentativo.

Siri iOS6 in Italiano su tutti i device in soli 10 passi

Siri iOS6 in Italiano su tutti i device in soli 10 passi

 

Di recente abbiamo ricevuto motlissime richieste in merito ad un possibile porting di Siri in Italiano da iOS 6 a iOS 5, e molti utenti ci hanno proposto tramite il forum le soluzioni più disparate. Oggi, grazie al lavoro del nostro staff e soprattutto grazie al lavoro di Datrix, siamo felici di annunciarvi che esiste una soluzione: pratica, sicura, gratuita e perfettamente funzionante.

 

Prima di procedere con le spiegazioni, lasciateci fare alcune precisazioni doverose per rassicurare gli utenti e meglio inquadrare quanto stiamo per proporvi:

1)      Alcuni utenti ci hanno informato – e potrebbero obiettare – che SiriPort è già disponibile come Porting di Siri iOS6 funzionante: se da un lato questo è vero, dall’altro bisogna tenere conto che stiamo parlando di un software Beta  le cui garanzie di sicurezza sono pressocchè nulle. Non solo i server sono situati in Russia – e dei server russi ci fidiamo poco ;) – ma non è possibile avere alcun controllo sull’indirizzo proxy utilizzato in quanto non è possibile conoscerne l’indirizzo reale né il metodo di trasmissione dati ( se http o https ).

2)      Questa soluzione è completamente gratuita  e come unico passaggio obbligatorio prevede la registrazione presso il forum dello sviluppatore (cosa che tra le altre cose può tornarvi utile in caso di richieste di assistenza ).

3)      Questa soluzione inoltre incorpora la funzione di dettatura vocale in italiano perfettamente funzionante e senza l’utilizzo di ulteriori tweak.

4)      Il funzionamento della presente guida è garantito soltanto per iOS 5.  I metodi descritti di seguito sebbene possano anche essere implementati su dispositivi montanti iOS6 non sono ancora stabili e non permettono l’utilizzo adeguato di Siri per i dispositivi con il suddetto sistema operativo. Se volete provare ad eseguire la procedura fatelo pure, ma sappiate che non possiamo garantirvi assistenza o supporto in caso di problemi.

Concluse le premesse, procediamo con i  passaggi necessari all’attivazione di Siri in Italiano proveniente da iOS 6 sui nostri dispositivi.

 

Passaggio N° 1 : Rimozione dei vecchi file

Prima di poter installare questo nuovo porting sarà necessario rimuovere ogni traccia di eventuali software precedenti, inclusi tweak e proxy ad essi correlati.

A seconda del porting che abbiate installato, non importa quale sia, procedete alla sua rimozione tramite la scheda Gestione à Pacchetti se utilizzate Cydia su iPhone) oppure tramite la schedaInstallato (se utilizzate Cydia su iPad).

Dovrete inoltre rimuovere il certificato associato al porting da voi utilizato e per farlo seguite i seguenti passaggi:

1)      Recatevi in Impostazioni

2)      Aprite la scheda Generali

3)      Scorrete la lista fino alla voce Profilo

4)      Selezionate il pulsante rosso Rimuovi accanto al nome del certificato da rimuovere e confermate.

Al termine dei vari riavvi necessari, vi suggeriamo di utilizzare iCleaner per ottenere una pulizia approfondita e che vi assicuri di non mantenere in memoria vecchi file o impostazioni oramai inutili.

Vi ricordo che iCleaner è disponibile gratuitamente tramite la repository di BigBoss ;)

Passaggio N° 2: Rimozione delle repository inutilizzate

Per completare il passaggio N° 1 dovrete procedere anche alla rimozione definitiva della repository dalla quale avete installato i file per il porting di Siri utilizzato in precedenza. In questo modo sarete certi di non avere file inutilizzati sul vostro sistema che potrebbero compromettere il buon funzionamento di questo nuovo porting.

Passaggio N° 3: Aggiunta della repository ufficiale per il porting

Ringraziamo lo sviluppatore Bassam Kassem  unitamente al team di sviluppo che include Ahmed Hisham Mansour e PomSmart, per aver reso disponibile questo ottimo porting disponibile attraverso la sua repository presso l’indirizzo:

cydia.bassamkassem.com

ATTENZIONE: A causa delle numerose richieste, la repository dell’autore potrebbe essere temporaneamente offline e pertanto la sua aggiunta tramite cydia potrebbe risultare in una serie alquanto varia di errori. Nel caso in cui foste inabilitati all’aggiunta della suddetta, vi preghiamo di avere pazienza e di riporvare nel corso delle ore successive.

Aggiungete dunque l’indirizzo di cui sopra alle vostre Sorgenti di Cydia e attendete il completamento dell’operazione.

Passaggio N°4 : Installazione del porting

Terminata l’aggiunta della repository di cui al passaggio N° 3 potete procedere all’installazione del pacchetto denominato [Ac!D]Siri : naturalmente i possessori di iPad dovranno installare l’apposita versione denominata [Ac!D]iPad.

Il download potrebbe impiegare dai due ai cinque minuti, a seconda della velocità della vostra connessione, e al termine della procedura vi verrà chiesto di procedere al riavvio del dispositivo.

Per alcuni terminali potrebbero verificarsi dei problemi, a seguito dell’installazione di [Ac!D], inerenti la scomparsa di applicazioni ( mail, contatti, safari ) : questi ultimi sono dovuti ad altri tweak installati che mal si integrano con il porting di Siri. Non disponiamo – purtroppo – di una lista magica da potervi fornire per sapere con esattezza quali tweak rimuovere prima di installare [Ac!D] : in linea di massima ribadiamo il nostro avviso circa l’installare lo stretto indispensabile tramite Cydia, evitando di sovraccaricare il vostro dispositivo.

Passaggio N° 5(alpha) : Recupero del Certificato per i vecchi utenti

Moltissimi utenti ci hanno contattato a seguito della perdita del certificato ( sia a causa di ripristini improvvisi sia a causa di interventi maldestri in caso di temporaneo shut-down del server ) chiedendoci come fare per recuperarlo.

Fino ad oggi purtroppo eravamo impossibilitati ad aiutarli a causa dei problemi che sta avendo il forum per le registrazioni al proxy, ma da oggi è possibile ri-scaricare il certificato e tornare così ad usufruire delle funzionalità di siri.

Attenzione: questa procedura è valida soltanto per gli utenti che abbiano già completato la procedura di registrazione – come descritto di seguito – in passato. Gli sviluppatori stanno lavorando ad un sistema che non richieda la registrazione dell’UDID ma per il momento è ancora inattivo ed in fase di test. Appena ci saranno novità provvederemo ad aggiornare il presente articolo.

Scaricate il certificato ( tramite Safari ) dal presente link:

Download Certificato

Una volta installato, ricordatevi di utilizzare prima la lingua Inglese per far ripartire Siri e poi potrete passare alla lingua Italiana.

Vi ricordo che tutti i dettagli e le procedure sono le stesse della presente guida, e dunque quelle che tutti conoscono: se Siri non risponde subito, o se la lingua italiana non funziona al primo tentativo rileggete tutti i commenti per trovare le risposte.

Passaggio N° 5 : Ottenere il codice UDID del proprio dispositivo

L’indirizzo UDID è necessario al fine di abilitare il vostro dispositivo alla corretta fruizione dei servizi di proxy per Siri. Per ottenerlo potete seguire indipendentemente uno dei due metodi elencati di seguito.

Metodo Manuale:

    • Collegate il vostro dispositivo al PC/Mac
    • Avviate iTunes manualmente nel caso questo non si avvii in automaticamente
    • Quando il dispositivo verrà visualizzato nella lista dei dispositivi fate click sul suo nome nella lista posizionata nella colonna di sinistra
    • Accederete così alla pagina di riepilogo del dispositivo, dove verrà visualizzato il suo numero di serie: facendo clic una volta sul numero seriale con il tasto sinistro del mouse apparirà il vostro indirizzo UDID
    • Premere CTRL+C (oppure sul MAC COMMAND+C) per copiare l’identificativo nella clipboard e poterlo così utilizzate in seguito.

Metodo Automatico:

  • Procedete al download dell’applicazione gratuita UDID Sender

 

icon
UDID Sender

Inside Root Med…

UtilityGratisDownload

 

  • Una volta aperta, procedete a selezionare l’opzione “Copy UDID to Clipboard” ( se state utilizzando un iPhone ) oppure selezionate l’opzione “Send UDID via E-Mail” (se state utilizzando un iPad e preferite sfruttare il browser del computer per il passaggio successivo).

Passaggio N° 6(a) – Per possessori di iPhone : Registrazione del Proxy

Il presente passaggio è rivolto a tutti i possessori di iPhone e permette di ottenere la necessaria autorizzazione all’utilizzo del proxy gratuito funzionante con Ac!D Siri.

Recatevi dunque all’interno dell’applicazione nativa Impostazioni, e scorrete la lista dei tabs fino a visualizzare la voce [Ac!D] Free Proxy, così come mostrato dall’immagine seguente:

Selezionate la voce indicata e procedete a compilare tutti i campi proposti ( in particolar modo quelli marcati come fondamentali ).

Nota Bene: la presente tab è disponibile solo su iPhone, e non su iPad. Pertanto i possessori di iPad sono pregati di seguire il passaggio successivo a loro dedicato.

Inserite nell’apposito campo UDID il numero di serie ottenuto nel passaggio precedente, e procedete alla registrazione.

Per gli utilizzatori di indirizzi gmail con alias: è fortemente sconsigliato l’uso di un indirizzo con alias durante la fase di registraizone, in quanto potrebbe creare problemi con la procedura di verifica dell’account.

Al termine della procedura vi sarà inviata una mail per la convalida dell’account: seguite il link in essa riportata ed effettuate l’accesso al sito direttamente dal browser Safari del vostro dispositivo.

 

Passaggio N° 6(b) – Per possessori di iPad : Registrazione del Proxy

Su iPad non è disponibile il collegamento rapido al form di registrazione per l’utilizzo del proxy, pertanto dovrete procedere manualmente recandovi al seguente indirizzo:

http://byash.co.cc/regsiri

le procedure di registrazione sono momentaneamente sospese a causa dei lavori di ripristino del server: appena possibile provvederemo ad aggiornare il presente articolo con le nuove procedure.

*= il link è abbreviato per facilitarne la memorizzazione ;)

Procedete dunque con la compilazione di tutti i campi proposti ( in particolar modo quelli marcati come fondamentali ) ed inserite nell’apposito campo UDID il numero di serie ottenuto nel passaggio precedente per concludere la registrazione.

Per gli utilizzatori di indirizzi gmail con alias: è fortemente sconsigliato l’uso di un indirizzo con alias durante la fase di registraizone, in quanto potrebbe creare problemi con la procedura di verifica dell’account.

Al termine della procedura vi sarà inviata una mail per la convalida dell’account: seguite il link in essa riportata ed effettuate l’accesso al sito direttamente dal browser Safari del vostro dispositivo.

Se entro 24h non avrete ricevuto alcuna email, allora potrete procedere ad inviare una mail all’indirizzo di supporto indicando il vostro Nome Utente e la vostra E-Mail per ottenre aiuto in merito al problema.

Tenete presente tuttavia che a causa dell’enorme quantità di richieste ricevute, unitamente ai continui periodi di inattività del server, la coda di gestione dell email potrebbe essere piuttosto lunga e pertanto potrebbero essere necessarie fino a 48h per ricevere la vostra email. Cercate, per quanto possibile, di non sovraccaricare gli sviluppatori con continue richieste via email in quanto questo non farebbe altro che rallentare il procedere delle attivazioni.

( se state utilizzando il browser del vostro computer per eseguire la registrazione, sappiate che per il prossimo passaggio è necessario utilizzare il vostro dispositivo ).

Attenzione – Nota per i passaggi 6(a) e 6(b):

A seguito della presente guida, le richieste di registrazione presso il forum dello sviluppatore sono quadruplicate rispetto alla media e ciò ha comportato una considerevole instabilità del server. Il forum infatti è ospitato presso un servizio di hosting semi-professionale che pone dei limiti circa l’utilizzo di risorse richiesto dal funzionamento del forum.

Se al momento della registrazione ( sia tramite iPhone che tramite iPad utilizzando il link indicato nel passaggio 6(b) visualizzate l’immagine sottostante, allora sappiate che il forum è momentaneamente non raggiungibile e pertanto dovrete attendere fino a che il server verrà ristabilito. Non procedete alla registrazione presso 00WebHost poichè essa è del tutto inutile ai fini della presente guida.

Via: BiteYourApple

Apple rilascia pubblicamente iOS 6.0.2 per iPhone 5 e iPad Mini! [Link al download]

 

Apple ha appena rilasciato pubblicamente una nuova versione di iOS, precisamente iOS 6.0.2. Maggiori informazioni all’interno dell’articolo.

Schermata 2012-12-18 alle 19.49.03

 

Secondo quanto riportato da Apple, l’aggiornamento correggerebbe una serie di bug minori che potrebbero affliggere la connettività WiFi.

Di seguito trovate i link per il download diretto del firmware per i vari dispositivi:

Al momento è possibile scaricare il file di aggiornamento dai link di cui sopra oppure tramiteiTunes, in quanto a causa di un problema momentaneo non è possibile aggiornare l’iDevice viaOTA.

Musclenerd, leader del Dev Team, fa sapere tramite Twitter che i possessori di iPhone 5 e iPad Mini interessati al jailbreak non dovrebbero aggiornare ad iOS 6.0.2 in quanto potrebbero perdere la possibilità di effettuare il jailbreak in futuro.

12/12/12 alle 12.12.12 i vecchi iPhone ricevono una nuova linfa: Whited00r 6.0

Whited00r è il più famoso tra i firmware alternativi ad iOS ed è dedicato ai modelli di iPhone che non supportano i nuovi aggiornamenti di Apple. Oggi è stata rilasciata la nuova versione 6.0 che si ispira ad iOS 6. Scopriamone i dettagli.

Da circa due anni Whited00r.com é il punto di riferimento per i possessori di iPhone 2G, iPhone 3G, iPod Touch 1G e iPod Touch 2G, perché è il luogo virtuale dove trovare supporto dedicato e totalmente gratuito per questi dispositivi più datati. Grazie ai firmware sviluppati da Whited00r si possono migliorare le prestazioni del dispositivo ed avere le features presenti solo su versioni iOS più recenti, non rilasciati ufficialmente da Apple per dispositivi di prima generazione.

Oggi, 12/12/12 alle ore 12:12:12 GMT è stata rilasciata la versione Whited00r6 che introduce una serie di novità grafiche e funzionali che ricordano iOS 6. Di seguito il comunicato:

L’importanza di Whited00r.com é sempre più consistente: la piattaforma vanta ad oggi oltre 15.000 visitatori unici giornalieri, circa 3.000 download del firmware ed oltre 1.000 attivazioni di nuovi device ogni giorno. Dalla sua nascita ha ricevuto oltre 4.000.000 di visitatori provenienti da 221 paesi di tutto il mondo.
“Lo staff di Whited00r.com é lieto di annunciare Whited00r6: major update per tutti i device Apple più datati”, comunicano i membri del development team di Whited00r. “Questo risultato è stato raggiunto grazie al supporto di tutti gli utenti che hanno lavorato e aiutato all’interno del forum” hanno poi aggiunto. La relase ufficiale è fissata per il 12/12/12 alle ore 12:12:12 GMT.
Whited00r6 offre un ambiente molto simile all’aggiornamento software ufficiale iOS6 disponibile da quest’anno per i dispositivi di ultima generazione. Whited00r6 é completamente rinnovato rispetto alla precedente versione e racchiude più di due anni di lavoro se confrontato con l’ultimo firmware rilasciato ufficialmente da Apple per iPhone 2G, iPhone 3G, iPod Touch 1G e iPod Touch 2G.
strumento per la condivisione sui social networks ed un nuovo strumento per la gestione avanzata delle prestazioni del dispositivo.
Whited00r6 si pone come alternativa al firmware originale Apple sia per un’utenza inesperta (garantendo facilità nell’installazione) sia per utilizzatori avanzati.
Whited00r.com ha avviato una collaborazione con “AppTimeMachine.com”, piattaforma online che raccoglie tutte le applicazioni compatibili con i dispositivi più datati con l’obiettivo di risolvere il limite che comprendeva anche la precedente versione: la mancanza di apps compatibili con firmware non aggiornati. L’utente Whited00r6 può accedere contemporaneamente sia all’AppStore sia allo store alternativo dove sono raccolte tutte le applicazioni testate su iPhone 2G, iPhone 3G, iPod Touch 1G e iPod Touch 2G.

Le features principali introdotte in Whited00r6 sono:

  • Controllo vocale simile ad “Apple Siri”
  • Accesso diretto allo store mobile “AppTimeMachine.com”
  • Menù condivisione per “Safari” e “Immagini” come su iOS6
  • Applicazione “Promemoria” versione iOS6
  • Cartelle
  • Immagine di sfondo sulla “HomeScreen”
  • Registrazione video ad alta qualità su iPhone
  • Backup applicazioni su “Dropbox” (simile ad iCloud)
  • Abilitazione MMS e Tethering anche su iPhone2G
  • Utili bookmarklets integrati in “Safari” (funzione “Reader”, “Trova nella Pagina”, ..) – suite di strumenti da riga di comando per le personalizzazioni avanzate

Nel seguente video vengono presentate tutte le novità:

Quindi davvero tante novità che permettono ai possessori di iDevice che non supportano iOS 6 di avere comunque delle funzionalità interessanti, senza però compromettere le prestazioni, anzi il team di sviluppo di Whited00r è riuscito ad applicare un’ottimizzazione globale grazie ad un’accurata disabilitazione di servizi di sistema, quindi un iPhone3G con installato Whited00r6 può avvicinarsi e quasi eguagliare le prestazioni di un iPhone 3GS originale.

L’aggiornamento è completamente GRATUITO ed è compatibile con iPhone 2G,iPhone 3GiPod Touch 1GiPod Touch 2G ed è disponibile sul sito ufficiale di Whited00r, in particolare seguendo QUESTO link troverete le istruzioni per installarlo

iTunes 11? Arriva oggi!

20121129-172924.jpg

In un’intervista pubblicata dal Wall Street Journal rivolta ad Eddy Cue, veterano Apple da ben 23 anni ed attuale SVP of Internet Software and Services è emersa un’interessante notizia: iTunes 11 verrà rilasciato oggi!

L’articolo è stato pubblicato soltanto poche ore fa, e secondo quanto afferma il signor Cue, il lancio è stato ritardato a causa di problemi di ingegneria, che ha richiesto quindi del tempo per riscrivere completamente l’applicazione:
Se ben ricordate, il lancio di iTunes 11 è stato originariamente fissato per Ottobre, ma Apple annunciò successivamente che sarebbe stato ritardato fino a Novembre.
Secondo le persone che hanno lavorato con Cue, lui “è più uno stratega ed un manager tattico” come Steve Jobs, che ama concentrarsi su poche cose nelle quali ci si dedica completamente finché non le porta a termine. I colleghi lo apprezzano moltissimo perché affronta gli errori con la testa e soprattutto li ammette (a volte anche con espressioni abbastanza “colorite” come “we really fu**ed up!”).
Ma tornando a noi, ormai per il lancio manca davvero poco. Restate quindi con noi per conoscerne a tempo tutte le novità!
Via | iPhoneCanada
Se vuoi rimanere sempre aggiornato con le notizie di iSpazio, puoi scaricare la nostra applicazione, puoi seguirci su Facebook, Twitter oppure sottoscriverti al Feed RSS.

Apple ufficializza la garanzia legale di due anni per tutti i suoi prodotti: ecco tutto quello che c’è da sapere

 

Dopo una lunga serie di battaglie tra le associazioni dei consumatori italiane ed Apple, la società di Cupertino ha finalmente deciso di chiarire la situazione “Garanzia” pubblicando una nuova pagina dell’Apple Care, nella quale si legge che i vantaggi di questo servizio “si aggiungono ai due anni di garanzia del venditore previsti dalla normativa italiana a tutela del consumatore”.

Questo significa che da oggi tutti gli Apple Store e l’Apple Store Online forniranno due anni di garanzia per qualsiasi prodotto acquistato, senza rischi di fraintendimenti o di “furbate”.

Ecco cosa si legge nel testo ufficiale pubblicato da Apple:

Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto Legislativo n. 206 del 6 settembre 2005). Ai sensi degli articoli da 128 a 135 del Codice del Consumo, i consumatori hanno il diritto, tra l’altro, di ottenere dal venditore la riparazione o sostituzione gratuita dei prodotti che presentino un difetto di conformità nei 24 mesi successivi alla data di consegna. Il difetto deve essere denunciato entro 2 mesi dalla scoperta.

Chi ha diritto di richiedere l’applicazione della garanzia legale ai sensi del Codice del Consumo?

Solo i consumatori – ovvero persone fisiche che hanno acquistato un prodotto per l’uso non inerente ad un’attività commerciale, imprenditoriale o professionale – possono beneficiare della garanzia legale. Pertanto fatture recanti la partita IVA di un’impresa o di un professionista non danno diritto ai diritti di cui alla garanzia legale (per loro, garanzia di un solo anno).

Come/quando è possibile richiedere l’applicazione dei rimedi della garanzia legale?

Ai sensi del Codice del Consumo, un consumatore può richiedere al venditore di un prodotto l’applicazione dei rimedi della garanzia legale per difetti di conformità che si siano manifestati nei 24 mesi successivi alla consegna del prodotto. Il consumatore deve denunciare il difetto entro 2 mesi dalla scoperta. I consumatori possono richiedere l’applicazione dei rimedi della garanzia legale a condizione che abbiano una prova dell’acquisto (es. ricevuta fiscale / scontrino) del prodotto. E’ perciò importante conservare sempre la ricevuta relativa all’acquisto del prodotto.

Cos’è un difetto di conformità?

Ai sensi dell’articolo 129 del Codice del Consumo, un prodotto presenta un difetto di conformità se non è idoneo all’uso al quale servono abitualmente prodotti dello stesso tipo, se non è conforme alla descrizione del venditore in termini di qualità o prestazioni, o se non presenta le qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi tenuto conto della natura del prodotto.

Diagnosi, assistenza e relativi costi

Quando un prodotto acquistato sull’Apple On-line Store o in un Apple Store è affidato ad un AASP o ad un Apple Store per una diagnosi, il consumatore riceverà una ricevuta di assistenza che identificherà il consumatore ed il prodotto, che potrà essere usata per contattare l’AASP o l’Apple Store e verificare lo stato dell’intervento.

Nel caso in cui la diagnosi accerti che il prodotto ha un difetto di conformità (cioè che le condizioni previste dal Codice del Consumo sono soddisfatte), il consumatore sarà informato del tempo di riparazione stimato.

Nel caso in cui la diagnosi accerti che le condizioni previste dal Codice del Consumo non sono soddisfatte (per esempio se il difetto è una conseguenza di un uso scorretto del prodotto da parte del consumatore), l’AASP / Apple Store contatterà il consumatore per informarlo della natura del difetto e dei costi di riparazione stimati. Tali costi saranno interamente a carico del consumatore. Inoltre, in alcuni casi, potrebbe essere richiesto al consumatore il pagamento dei costi per la diagnosi effettuata. Tali costi verranno comunicati al consumatore in anticipo, quando il prodotto viene consegnato per la diagnosi.

Nei casi in cui la garanzia legale non trova applicazione, l’AASP / Apple Store richiederà al consumatore di approvare il preventivo dei costi di riparazione prima che il lavoro venga iniziato.

Cosa fare in pratica nel caso di difetto di un prodotto acquistato sull’Apple On-line Store?

Nel caso in cui un consumatore scopra che un prodotto comprato sull’Apple On-line Store presenta un difetto di conformità, può contattare l’Apple Customer Care al numero verde di seguito riportato. L’Apple Customer Care assisterà il consumatore a verificare che le condizioni previste dal Codice del Consumo siano soddisfatte. Se il problema non può essere risolto telefonicamente e/o se il prodotto richiede una diagnosi tecnica al fine di verificare l’effettiva esistenza di un difetto di conformità, il consumatore verrà indirizzato ad un Centro di Assistenza Autorizzato Apple (“AASP”) o ad un Apple Store. Se viene accertato che le condizioni stabilite dal Codice del Consumo sono soddisfatte, il consumatore può richiedere ad Apple di ottenere la riparazione o la sostituzione gratuita del prodotto difettoso, salvo che il rimedio richiesto sia oggettivamente impossibile o eccessivamente oneroso rispetto all’altro, in considerazione del valore del prodotto, della natura del difetto di conformità e della possibilità di porre in essere un rimedio alternativo senza notevoli inconvenienti per il consumatore. Qualora la riparazione o sostituzione del prodotto risulti impossibile, eccessivamente onerosa, richieda troppo tempo o possa causare notevoli inconvenienti al consumatore, quest’ultimo ha diritto al rimborso totale o parziale del prezzo dietro restituzione del prodotto.

Nota: le indicazioni sui rimedi che precedono si applicano solo nel caso di prodotti acquistati sull’Apple On-line Store o in un Apple Store da consumatori in Italia. I consumatori che abbiano acquistato prodotti Apple da Rivenditori Autorizzati Apple sul territorio italiano possono richiedere l’applicazione della garanzia legale solo al venditore diretto del prodotto in questione (se le condizioni previste dal Codice del Consumo sono soddisfatte).

Numero verde dell’Apple Call Center: 800 915 904

Si legge poi, per l’Apple Care:

In aggiunta, i prodotti a marchio Apple beneficiano altresì della Garanzia Limitata Apple e possono beneficiare dell’AppleCare Protection Plan. I benefici della Garanzia Limitata Apple e dell’AppleCare Protection Plan (opzionale) si aggiungono a e non sostituiscono i diritti dei consumatori ai sensi della garanzia legale del venditore.

Cosa significa tutto ciò? Che ora Apple si riconosce finalmente come venditore, e non solo come produttore, e offre la garanzia legale di due anni per tutti i prodotti acquistati presso gli Apple Store e lo store online.

L’Apple Care non diventa più una estensione della garanzia (se non per i Mac e i monitor Apple, con passaggio da 2 a 3 anni), ma solo un servizio di assistenza aggiuntivo rispetto a quello “ordinario” già offerto per legge.

Quali sono questi vantaggi?

Per chi ha acquistato un iPhone l’Apple Care costa 69€, mentre per chi ha acquistato un iPad il prezzo è di 79€ (per iPod il prezzo è di 59€). I servizi aggiuntivi sono i seguenti:

  • Per due anni dalla data di acquisto originale del dispositivo, AppleCare Protection Plan ti dà accesso telefonico diretto agli esperti del supporto tecnico Apple per qualsiasi domanda sull’uso del tuo iPhone/iPad. E quando viaggi in Europa potrai contare sull’assistenza hardware Apple in loco, con copertura di componenti e manodopera, per il tuo dispositivo, la batteria e gli accessori inclusi.
  • Acquistando AppleCare Protection Plan, con una semplice telefonata puoi trovare le risposte che cerchi su iOS, iCloud e le app per iPhone/iPad create da Apple.
  • Se serve una riparazione, durante la chiamata gli esperti Apple ti aiuteranno  ad attivare il Servizio sostituzioni express. Se ti trovi in un Paese SEE o in Svizzera, puoi usufruire del servizio di riparazione in loco. Il servizio di sostituzione prevede l’invio a casa di un dispositivo rigenerato in sostituzione di quello difettoso, il tutto entro 2-3 giorni (per ricevere il prodotto non appena arriva il corriere per ritirare quello difettoso, bisogna pagare 29€, altrimenti bisogna attendere alcuni giorni in più).
  • Contatto diretto con gli esperti Apple
  • Servizio sostituzioni express per dispositivo, auricolari, batteria, alimentatore e cavo USB
  • Assistenza hardware Apple in loco quando viaggi in Europa
  • Supporto software incluso: Sincronizzazione con iTunes – Connessione alle reti wireless – Utilizzo di iWork per  e di altre applicazioni firmate Apple

L’Apple Care può essere acquistata anche per la Apple TV, al prezzo di 29€.

Per quanto riguarda i Mac, invece, l’Apple Care offre:

  • 3 e non 2 anni di garanzia
  • Accesso diretto agli esperti Apple 24 ore su 24
  • Riparazione on-site per i sistemi desktop
  • Assistenza hardware Apple in loco in altri Paesi nel mondo
  • Hardware coperto (monitor, videocamera, microfono, altoparlanti, cavo di alimentazione, alimentatore, RAM. AirPort Express, AirPort Extreme, TimeCapsule, SuperDrive USB) per tre anni
  • Supporto Software su OS X e tutte le applicazioni prodotte da Apple, con assistenza sul sistema operativo, i collegamenti alle le stampanti e così via.
I prezzi sono di 179€ per iMac e 249€ per tutti i MacBook (Pro/Air).

AppleCare: il secondo anno di garanzia ora anche negli Apple Store Retail e Online pensieri personali… infondo al testo ufficiale

 

Dopo la decisione di Apple di non vendere più all’interno dei negozi fisici il pacchetto di servizi Apple Care Protection Plan arrivano novità anche per quanto riguarda la garanzia del secondo anno per i prodotti acquistati direttamente presso Apple in Retail o nell’Apple Store Online.

Tutte le pagine del sito Apple riguardanti l’APP (AppleCare Protection Plan) sono state aggiornate da qualche ora e riportano la seguente dicitura che cambia le carte in tavola:

I vantaggi di AppleCare Protection Plan si aggiungono ai due anni di garanzia del venditore previsti dalla normativa italiana a tutela del consumatore. Per maggiori dettagli, clicca qui.

Mentre in precedenza Apple affermava che i servizi APP andavano ad aggiungersi alla garanzia limitata Apple di un anno, ora è specificato che vanno invece ad aggiungersi ai due anni della garanzia del venditore, cosa che succedeva già in precedenza in reseller e negozi differenti da Apple Store Retail, come prevede la normativa italiana a tutela del consumatore.

La stessa dicitura è stata aggiunta anche ai singoli pacchetti venduti nell’Apple Store Online inoltre Apple ha realizzato un documento dove viene specificato nel dettaglio tutta la procedura e il funzionamento del secondo anno di garanzia del venditore. Andiamo di seguito a elencare alcuni passi interessanti:

Ai sensi degli articoli da 128 a 135 del Codice del Consumo, i consumatori hanno il diritto, tra l’altro, di ottenere dal venditore la riparazione o sostituzione gratuita dei prodotti che presentino un difetto di conformità nei 24 mesi successivi alla data di consegna. Il difetto deve essere denunciato entro 2 mesi dalla scoperta.

I consumatori possono richiedere l’applicazione dei rimedi della garanzia legale a condizione che abbiano una prova dell’acquisto (es. ricevuta fiscale / scontrino) del prodotto. E’ perciò importante conservare sempre la ricevuta relativa all’acquisto del prodotto.

Quando un prodotto acquistato sull’Apple On-line Store o in un Apple Store è affidato ad un AASP o ad un Apple Store per una diagnosi, il consumatore riceverà una ricevuta di assistenza che identificherà il consumatore ed il prodotto, che potrà essere usata per contattare l’AASP o l’Apple Store e verificare lo stato dell’intervento.

Nel caso in cui la diagnosi accerti che le condizioni previste dal Codice del Consumo non sono soddisfatte (per esempio se il difetto è una conseguenza di un uso scorretto del prodotto da parte del consumatore), l’AASP / Apple Store contatterà il consumatore per informarlo della natura del difetto e dei costi di riparazione stimati. Tali costi saranno interamente a carico del consumatore. Inoltre, in alcuni casi, potrebbe essere richiesto al consumatore il pagamento dei costi per la diagnosi effettuata. Tali costi verranno comunicati al consumatore in anticipo, quando il prodotto viene consegnato per la diagnosi.

Inoltre nel documento è stato incluso anche un nuovo numero verde che va utilizzato solo in caso di assistenza per prodotti acquistati presso Apple Store Online, ovvero 800 915 904.

Ma quali sono i vantaggi dell’AppleCare Protection Plan rispetto al secondo anno di garanzia del venditore? Andiamoli a vedere di seguito. Ecco i vantaggi acquistando l’AppleCare Protection Plan per Mac:

  • Supporto tecnico Internazionale, valida in tutto il mondo: mentre la garanzia del venditore, quindi del secondo anno, vale solo e SOLTANTO presso il negozio nel quale è stato acquistato il Mac grazie al pacchetto AppleCare Protection Plan sia il secondo che il terzo di assistenza hardware gratuita (ovviamente non sui difetti accidentali) è usufruibile presso qualsiasi centro di assistenza autorizzato (AASP) o Apple Store del Mondo, senza dover pagare pezzi di ricambio e manodopera.
  • Supporto telefonico gratuito per tre (nel caso di Mac)/ due (nel caso di iPhone e iPad) sia sull’hardware che sul software riguardante nel caso del Mac: Sistema operativo OS X, Veloci domande sull’uso di iLife e iWork, Connessione a stampanti e reti AirPort
  • Copertura di garanzia hardware per tre anni su: Computer Mac, Accessori in dotazione, come l’alimentatore, Memoria Apple (RAM), Base AirPort Express, AirPort Extreme o Time Capsule, SuperDrive USB Apple (per MacBook Air, MacBook Pro con display Retina, iMac e Mac mini), Monitor Apple acquistato con il Mac.
  • Se nei due anni precedenti all’acquisto del Mac avete acquistato anche una Base AirPort Express, AirPort Extreme o Time Capsule anch’essi saranno coperti dalla garanzia Hardware estesa del Mac.

Per quanto riguarda prodotti come iPhone e iPad ecco i servizi aggiuntivi:

  • Servizio sostituzione tramite invio ad Apple Mail-in & Carry-in: basterà contattare Apple e nel giro di una settimana a partire dall’invio del prodotto riceverete direttamente a casa l’iPhone sostitutivo. Se vi trovate vicino ad un Centro di Assistenza Autorizzato o Apple Store potete recarvi anche li per ottenere assistenza su iPhone e iPad.
  • Servizio sostituzione Express: Il servizio sostituzioni express AppleCare per iPhone è un servizio opzionale creato per ridurre l’intervallo di tempo in cui l’utente resta sprovvisto del suo iPhone. Solitamente, quando scegli il servizio di assistenza Mail-In, devi inviare l’iPhone ad Apple prima di ricevere il prodotto sostitutivo. Con il servizio sostituzioni express, Apple ti invia un iPhone non appena lo richiedi. Successivamente dovrai inviare il telefono originale ad Apple. L’iPhone sostitutivo sarà nuovo o ricondizionato. L’iPhone sostitutivo impiegherà da 2 a 3 giorni lavorativi per arrivare dal momento della richiesta ad Apple. Il servizio ha un costo di 29€ IVA inclusa. QUI la FAQ per il servizio Express.
  • Supporto tecnico Internazionale, valida in tutto il mondo: mentre la garanzia del venditore, quindi del secondo anno, vale solo e SOLTANTO presso il negozio nel quale è stato acquistato l’iPhone grazie al pacchetto AppleCare Protection Plan il secondo anno (ovviamente non sui difetti accidentali) è usufruibile presso qualsiasi centro di assistenza autorizzato (AASP) o Apple Store del Mondo.
  • Copertura Hardware: iPhone, Batteria e Auricolari e accessori in dotazione. Vi ricordiamo che fuori da AppleCare Protection Plan la batteria dell’iPhone non è coperta da garanzia in quanto è un consumabile. Per quanto riguarda iPad è compresa anche l’estensione di garanzia hardware sui prodotti Base AirPort Express, AirPort Extreme o Time Capsule acquistati almeno nei due anni precedenti all’acquisto dell’iPad.
  • Il servizio di assistenza software telefonico gratuito comprende: Uso di iOS e iCloud, Connessione alle reti wireless, Domande su FaceTime, iPhoto, iWork e altre app per iPhone create da Apple.
Come vi abbiamo riportato qualche giorno fa, l’AppleCare Protection Plan è acquistabile solo nell’Apple Store Online, ecco i prezzi in base ai vari prodotti:
  • Apple TV: 29€ | ACQUISTA
  • iPod Touch / iPod Classic: 59€ | ACQUISTA
  • iPhone: 69€ | ACQUISTA
  • iPad e iPad Mini: 79€ | ACQUISTA
  • iMac: 179€ | ACQUISTA
  • MacBook Pro 13″ e MacBook Pro 13″ Retina Display, MacBookAir 11″ e 13″ 249€ | ACQUISTA
  • MacBook Pro 15″ e MacBook Pro 15″ Retina Display: 349€ | ACQUISTA
Speriamo di avervi chiarito la situazione, ovviamente siete liberi di valutare se acquistare o meno l’AppleCare Protection Plan che non estende la garanzia, o almeno non in parte visto che comunque nel caso dei Mac la garanzia viene comunque estesa di un ulteriore anno rispetto a quella del produttore+venditore, ma aggiunge un pacchetto di servizi in più dediti ad aggiungere valore al prodotto che state per acquistare o che avete già acquistato. Vi ricordiamo inoltre che il pacchetto APP può essere abbinato al vostro prodotto entro un anno dalla data di acquisto del prodotto al quale andrà abbinato il pacchetto.

mio parere: Non cambia nulla. E’ la solita cattiva informazione. Il secondo anno a carico del rivenditore c’è sempre stato ma il rivenditore NON E’ APPLE (tranne nel caso dello Store) che invece è il PRODUTTORE E DA’ UN ANNO! COME SEMPRE I CONSUMATORI SONO INFORMATI MALE NON CAPISCONO UNA FAVA E SEGUONO LE FESSERIE CHE SCRIVONO GIRNALAI E BLOGGARI. APPLE (RIPETO PER I NON UDENTI) A MENO DEGLI STORE NON E’ IL RIVENDITORE E IL RIVENDITORE APR O REIATL O CHICCESSIA DA’ IL SECONDO ANNO DI GARANZIA CON TUTTI I LIMITI PREVISTI DALLA LEGGE MENTRE ACARE COPRE ANCHE ACCESSORI E PARTI CONSUMABILI. INFORMATEVI PRIMA DI SPARAR CAZZATE! VOI DEL BLOG E QURSTI SOTTO.

iSiri, lo smartwatch che potrebbe rivoluzionare tutto. Di nuovo. [Video]

IL NUOVO SIRI! iSIRI!

Quella che vi mostriamo oggi è un’idea che potrebbe rivoluzionare un po’ tutto il concetto di Siri e l’approccio che fino ad ora abbiamo avuto con l’assistente vocale di Apple.

Nell’arco di questo ultimo anno abbiamo visto diversi smartwatch approdare sul mercato. Per chi non lo sapesse, lo smartwatch è un dispositivo da mettere al polso che, oltre ad avere la funzione di orologio (nonché la forma) si collega tramite bluetooth al nostro iPhone per poter visualizzare messaggi, notifiche dei vari social, o magari anche effettuare chiamate direttamente dal proprio polso.

Con l’avvento di Siri un po’ tutto il concetto di smartphone è cambiato. Molte delle operazioni che prima facevamo manualmente, adesso abbiamo la possibilità di farle anche tramite la nostra voce come ad esempio effettuare una chiamata, scrivere ed inviare un messaggio, appuntare una nota, fissare un promemoria, programmare un evento nel calendario, chiedere indicazioni stradali e molto altro.


Federico Ciccarese ha ideato questo concept (il che vuol dire che questo oggetto di fatto attualmente non esiste) chiamato iSiri e che dovrebbe unire le funzioni degli attuali smartwatch con quelle dell’assistente vocale di Apple. Un piccolo dispositivo da tenere al polso che ci permetterebbe, tramite bluetooth, di interagire con Siri per controllare tutte quelle funzioni presenti nell’iPhone senza magari doverlo togliere dalla tasca dei pantaloni.

Volete sapere a che ora inzia un programma TV? avete bisogno di indicazioni strada? basterà chiederlo ad iSiri, e lei ve lo dirà.

Un’idea senz’altro interessante che secondo me potrebbe diventarlo ancora di più nel momento in cui le funzioni di Siri verranno ampliate maggiormente, come ad esempio la lettura di un SMS (o una mail) appena ricevuto semplicemente chiedendo ad iSiri di leggercelo senza dover tirar fuori l’iPhone dalla tasca per conoscerne mittente e contenuti.

E voi che cosa ne pensate? Vi piacerebbe portare al polso un dispositivo così innovativo?

“Samsung non ci ha copiato,” Apple nasconde la dicitura

apple samsung uk sentenza

Va avanti, tra alti e bassi, l’applicazione della sentenza del giudice del Regno Unito che ha dato torto ad Apple, e che le ha imposto di riportare sul proprio sito Web tutti gli atti del processo. Dopo una falsa partenza e la riscrittura del messaggio con toni e modalità più in sintonia con le richieste della Corte, Apple ha però messo in campo un piccolo escamotage per celarla nuovamente alla vista dei navigatori.

Lo hanno scoperto quelli di The Next Web. In pratica, alla home page sono state aggiunte un paio di righe di codice che impediscono di scorgere l’avviso senza prima aver effettuato lo scroll verso il basso; un approccio che alla fine rischia di rivelarsi dannoso:

Questo codice in sostanza si assicura che la pubblicità dell’iPad mini occupi l’intera pagina. In altre parole, a prescindere dalla risoluzione in uso, non riuscirete a vedere l’avviso senza prima scorrere in basso l’intera pagina. Non sorprende quindi che ad Apple ci sia voluto tanto per pubblicare la seconda versione delle scuse; stavano cercando delle scappatoie. […]
Questo, tuttavia, dimostra che Apple è estremamente insoddisfatta del verdetto in UK. La società sta facendo tutto quel che può per assicurarsi che il numero minore possibile di persone venga a conoscenza della questione. Tuttavia, con capricci del genere si finisce col fare ancora più pubblicità al verdetto.

Dai test condotti da MacRumors, risulta che ci vuole uno schermo alto almeno 1.700 pixelprima di riuscire a scorgere -senza scrolling- la dicitura oggetto del contendere. Lo script, in ogni caso, è implementato in moltissime localizzazioni del sito Apple (tranne la variante USA, curiosamente), cosa che le dovrebbe fornire una giustificazione consona qualora il giudice trovasse ancora qualcosa da ridire.

 

iPhoto

Con il lancio del nuovo iPhone 5 e della nuova versione di iOS, sono arrivati anche gli aggiornamenti di tutte le applicazioni di Apple

presenti nell’App Store. Con iPhoto, in versione 1.1, le novità sono diverse, anche se orientate principalmente a una migliore condivisione dei propri scatti all’interno del social network Facebook. Da questo punto di vista, l’aggiornamento di iPhoto ci consente ora di caricare video sul nostro profilo, impostare tag dei nostri amici e dei luoghi in cui abbiamo scattato una foto, aggiungere commenti a ciascuno scatto separatamente e terminare l’upload anche se l’app è in background, ricevendo una notifica al completamento del caricamento.

A queste novità
si aggiungono
6 nuovi effetti inchiostro, come Gesso e Spatola, nuove opzioni di layout per i diari, un miglioramento nei preset di ritaglio che ora rilevano la presenza di volti per assicurarsi di non eliminarli dalla foto, e il supporto alle immagini fino a

aRqBall spin

page32image15448

Prezzo:

3,99 euro

C

page32image21840
page32image22112

page32image22272 page32image22704

36,5 megapixel che possono essere scattate con la modalità Panorama con iPhone 4S e 5 ed iPod touch di quinta generazione.
Ovviamente non manca il supporto completo nemmeno al sistema operativo iOS 6 e sopratutto allo schermo da 4 pollici dell’iPhone 5.

La lista degli aggiornamenti è lunga e nonostante ci siano diverse novità che rendono l’app ancora più ricca, poco è stato fatto per migliorarne la velocità e l’usabilità, a nostro avviso al di sotto della qualità di altre applicazioni Apple. Voto:

Streaming Live iPad mini

Non solo Apple TV quest’oggi ma anche tutti gli altri dispositivi, attraverso il sito web ufficiale. Il nuovo evento Apple potrà essere seguito in diretta video da tutti voi!

La pagina dalla quale potrete vedere il flusso video è questa: http://www.apple.com/apple-events/october-2012/

Apple renderà disponibile lo streaming video dell’evento di questa sera anche sul sito ufficiale tramite tutti i disositivi!

 

Non solo Apple TV quest’oggi ma anche tutti gli altri dispositivi, attraverso il sito web ufficiale. Il nuovo evento Apple potrà essere seguito in diretta video da tutti voi!

La pagina dalla quale potrete vedere il flusso video è questa: http://www.apple.com/apple-events/october-2012/

Viola nelle foto scattate da iPad di terza generazione “the new iPad”

visto che in questi giorni ho riscontrato che molte persone avevano fatto delle fotografie con i loro iPhone  (4, 4S, 5) puntando la luce diretta e riscontravano un viola emesso;

(comunque sta tutte le fotocamere di piccola taglia presenta questo problema) pure il mio iPad ma in modo meno presente, ECCO LE IMMAGINI:

 

Il WSJ conferma ancora: Apple ha commissionato la produzione di 10 milioni di iPad Mini per l’ultimo trimestre del 2012

Non c’è niente da fare, le conferme sull’esistenza del dispositivo più atteso per la fine di questo 2012 continuano ad arrivare, e anche da fonti molto importanti. IlWall Street Journal, celebre testata giornalistica che già nei mesi scorsi aveva dato esito positivo all’ipotesi che iPad Mini esistesse, afferma oggi che Apple si sta preparando a quello che potrebbe essere un lancio davvero epico con la richiesta di una fornitura costituita da più di 10 milioni di unità.

iPad Mini

La richiesta di tablet di dimensioni medie in grado di offrire portabilità e semplicità senza rinunciare alle performance sembra essere altissima, e gli analisti confermano. La “nuova era” dei tablet rispetto allo scorso anno e ai principi del 2012 è un periodo in cui la necessità di avere ottimi dispositivi da portare in giro o sul lavoro con estrema mobilità è davvero forte, oltre che proficua per le aziende che scelgono di operare in tale settore.

Perché quini fra queste non dovrebbe esservi anche Apple? Beh, la società si è sempre distinta per le grandi capacità dell’ex-CEO Jobs di non seguire la corrente, ma se la leadership nel settore generico dei tablet dovesse essere a rischio allora come non proporre agli utenti proprio i dispositivi che vogliono? Le informazioni degli analisti raccolte dal WSJ affermano appunto questo. La richiesta rischia di essere oltretutto davvero gigantesca anche grazie/a causa alle festività natalizie a cavallo col 2013 e casa Cupertino sembra voglia difendersi disponendo, già dai primi giorni del lancio, di una grandissima quantità di iPad Mini.

Il device non è stato ancora annunciato ma, secondo la fonte, Apple avrebbe richiesto ben 10 milioni di iPad da 7,85″ solo per quest’ultimo trimestre. Sarà la verità? E’ davvero difficile ormai pensare il contrario. La fuoriuscita di una grande quantità di rumors riguardanti il piccolo tablet melamunito ormai lascia addirittura pensare che la società, guidata da Cook, voglia essere di proposito così “poco segreta”. La verità dovrebbe venire a galla nei prossimi giorni: per ora, se ci riuscite, prendete la cosa come al solito come un semplice rumor.

Tasto home rotto? Ecco quattro modi per risolvere il problema

Molti utenti lamentano problemi al tasto home degli iPhone, soprattutto il 4 e il 3GS, ma nella maggior parte dei casi non si tratta di un problema hardware, ma solo di una errata calibrazione che può essere corretta in pochi secondi. In alternativa, vi sono altre strade da percorrere prima di portare l’iPhone in assistenza elencate da Cnet.

Se avete dei problemi al tasto Home, allora provate a seguire queste possibili soluzioni.

1. La calibrazione

Se il tasto Home è lento a rispondere ai comandi, o una volta su due sembra non funzionare, molto probabilmente è un problema di calibrazione. Per correggerlo ecco cosa dovete fare:

Apri un’applicazione nativa, come Orologio
Tieni premuto il tasto di spegnimento fino a quando non compare la scritta “Spegni” in alto.
Non appena compare tale scritta, lascia il tasto di spegnimento e tieni premuto il tasto Home. Dopo circa 6-7 secondi l’applicazione aperta si chiuderà
La calibrazione è stata effettuata e ora il tasto Home dovrebbe funzionare meglio. In caso contrario, vai allo step 2.
2. Ripristinare l’ingresso dock
L’uso eccessivo dell’ingresso dock può aver interferito nel corretto utilizzo del tasto Home. Prima di portare l’iPhone in assistenza, provate a ripristinare tale porta:

Collega un cavo USB all’iPhone
Spingi delicatamente verso il basso il connettore 30 pin, in modo che vada a toccare leggermente il tasto Home.
Mentre si effettua questa operazione, tieni premuto il tasto home e rimuovi il cavo
3. Pulire l’ingresso dock
La polvere è un nemico dei dispositivi elettronici, ed è probabile che proprio la sporcizia abbia reso inutilizzabile il tasto home. Per effettuare l’operazione, utilizzate dell’alcol isopropilico a spray (si trova in tutti i negozi di ferramenta), pulendo poi il tutto con uno straccio pulito o del Cotton fioc. Provate a spruzzare un po’ di alcol anche direttamente sul tasto home, stando però attenti a non sporcare il display (magari poggiate un panno sullo schermo prima di effettuare questa operazione). Una volta applicato l’alcol, premete continuamente il tasto home per far filtrare il liquido all’interno.
4. Abilitare il tasto Home via software

Se nessuno dei precedenti 3 metodi è servito a far funzionare nuovamente il tasto Home, allora è molto probabile che si sia rotto del tutto. In attesa di portare l’iPhone in assistenza, potete sfruttare le funzioni del tasto Home via software, abilitandole dalle impostazioni.

Andate su Impostazioni > Generali > Accessibilità > AssistiveTouch e abilitate l’apposita funzione. Ora apparirà un piccolo cerchio sullo schermo: toccandolo potrete selezionare l’opzione tasto Home che avrà le stesse funzioni del tasto hardware.

Categorie: Guide, push
Tag: asto home, riparare tasto home, tasto home iphone, tasto home rottot
Condividi articolo

Salva in Instapaper
Successivo
Torna all’inizio
Prec.

iPod Touch 5G la prima recensione ITALIANA [VIDEO]

Apple Live 2012 iPod touch 5a generazione

http://youtu.be/7rXKLEIdLbk  [VIDEO]   http://youtu.be/7rXKLEIdLbk

Sembra che Apple abbia colto l’opportunità di mettere tutta la sua tecnologia nel nuovo iPod touch. Con uno schermo da 4 pollici con Retina Display, si tratta dell’iPod touch più grande finora creato, anche se ultra-sottile, e che segue le orme dell’ iPhone 5, godendo anch’esso del supporto alle gesture multitouch. Gli sviluppatori di app dovranno adattarsi rapidamente a questo nuovo mercato con lo schermo allungato.

La nuova batteria dell’iPod touch di 5ª generazione permette 40 ore di musica ininterrotta e 8 ore di riproduzione video. Lato CPU e GPU, il touch monta adesso un processore A5, il quale non permetterà prestazioni come quelle dell’iPhone 5, però offre un iPod touch fino a 7 volte più rapido rispetto alla generazione precedente. Con iOS 5 e 6, l’iPod touch guadagnerà anche Siri, per le interazioni vocali con l’iPod.

http://youtu.be/7rXKLEIdLbk  [VIDEO]   http://youtu.be/7rXKLEIdLbk

Finalmente l’iPod touch acquista anche lui una fotocamera iSight che permette video 1080pche potranno essere editati sullo stesso iPod. La iSight montata qui ha 5 megapixel, il che ne permette un uso più che decente, sopratutto se si pensa a Facetime e Panorama, la nuova funzionalità appena presentata da Schiller che permette “incollare” assieme più fotografie.

Il jack per le cuffie è piazzato in basso a sinistra e anche l’iPod touch di 5ª generazione usa ilnuovo micro connettore Lightning. Con il processore A5, il Game Center e la fotocamera iSight, il nuovo iPod touch si presenta come un perfetto dispositivo per ragazzi!

Sarà possibile pre-ordinare il nuovo iPod touch in vari colori (rosa, giallo, azzurro, bianco/argento o nero/ardesia) a partire dal 14 settembre sull’Apple Online Store a 329€IVA incl. per il modello da 32GB e 439€ IVA incl. per il modello da 64GB.

http://youtu.be/7rXKLEIdLbk  [VIDEO]   http://youtu.be/7rXKLEIdLbk

Novità iOS6: Sincronizzazione delle abbreviazioni tramite iCloud! | Video FINALMENTE

Come ben sappiamo iOS6 tra le tante novità, 200 a detta di Apple, migliora notevolmente l’integrazione di iCloud nel sistema. Una delle nuove funzioni interessanti e comode è la sincronizzazioni delle scorciatoie della tastiera direttamente tramite iCloud.

Il funzionamento è molto semplice, una volta che avrete configurato i vostri dispositivi con lo stesso account iCloud basterà aggiungere una abbreviazione andando in Impostazioni > Generali > Tastiera e automaticamente verranno aggiunti su tutti i vostri dispositivi con iSO. Ecco un video che mostra il funzionamento:

 

Prime recensioni iPhone 5: uno smartphone quasi perfetto, schermo più brillante, prestazioni ultra-veloci e batteria nettamente migliorata!

  

Ormai mancano 2 giorni all’uscita ufficiale dell’iPhone 5, anche se noi italiani dovremmo attendere ancora un’altra settimana, e in rete compaiono già le prime recensioni di siti e riviste specializzate. L’unico giudizio unanime è che questo iPhone è uno dei migliori dispositivi mai realizzati. In attesa della nostra recensione completa che sarà pubblicata il 21 settembre, ecco i giudizi complessivi dati da chi ha già provato il dispositivo.

 

Engadget:

Thinner. Lighter. Faster. Simpler. L’iPhone 5 è significativamente migliorato rispetto al 4S, in quasi tutti i punti di vista, e in quelle aree dove non abbiamo notato un aggiornamento rispetto al suo predecessore – fotocamera, capacità di archiviazione – si può dire che l’iPhone 4S era già tra i migliori in circolazione. Tutto, dicevamo, tranne per il sistema operativo, se non altro perchè comincia a mostrare la sua età soprattutto da un punto di vista grafico. Tuttavia, l’iPhone 5 è assolutamente fantastico con un schermo ancora più brillante e dettagliato, e con una fotocamera che scatta foto ad una velocità strabiliante.

Netto miglioramento anche per la fotocamera frontale:

Anche la batteria è stata notevolmente migliorata! Abbiamo registrato diversi video, lasciando attive le connessioni LTE e Wi-Fi e utilizzando i social network più volte: la batteria ha retto per 11 ore e 15 minuti!

Convincerà gli utenti Android o Windows Phone a passare ad iOS? Forse, forse no. Ha l’effetto wow? Bà, toccatelo con mano e potreste rimanere sorpresi. Questo è senza dubbio il miglior iPhone di sempre. Questo è un esempio di grande design. Questo è quello che stavamo aspettando!

The Loop:

La velocità di connessione, grazie all’LTE, è eccezionale. Abbinata ad un processore più veloce e alla nuova scheda grafica, questo iPhone riesce a navigare in modo veloce e ad aprire app e giochi in pochissimo tempo. Le mie prove con l’iPhone 5 sono state grandiose ed anche i nuovi auricolari EarPods si sono dimostrati davvero ottimi. Questo iPhone è tutto ciò che Apple aveva detto sarebbe stato, e con iOS 5 è chiaro che si ha tra le mani un altro vincitore! Non riesco a pensare a nessuna ragione per cui qualcuno non dovrebbe acquistare l’iPhone 5.

The Telegraph:

 L’iPhone 5 è un meraviglioso pezzo di design, forse l’oggetto più bello che Apple abbia mai prodotto. Si può certamente confrontare con altri pezzi di design, come il primo iPod, il primo iMac o il primo iPhone. Sì, è più sottile e leggero, e anche più potente del 4S, ma per capirlo davvero è necessario tenerlo tra le mani! Qualcuno dirà che alcune mancate caratteristiche dell’iPhone 5 sono state messe alle spalle dalla concorrenza, ma in realtà è difficile pensare a qualche funzione offerta da altri produttori di cui la persona media – in contrasto con quanto pensano gli ossessionati dalla tecnologia – ne abbia davvero bisogno. NFC non è sufficientemente diffuso, la ricarica senza fili è bella, ma richiede comunque un caricabatterie collegato alla prea a muro e la maggior parte delle persone può vivere bene anche senza la possibilità di inserire un SD in un telefono. L’iPhone 5 è un grande smartphone reso ancora migliore. E’ più veloce, più leggero ed è supportato dal più grande negozio di applicazioni esistente in giro. Ed è, probabilmente, il più bel telefono che sia stato mai realizzato!

TechCrunch:

Se siete indecisi se acquistare l’iPhone 5 – anche se i dubbi sembrano pochi, visti i 2 milioni di pre-ordini – vi suggerisco di fare il grande salto. Anche se avete un iPhone 4S: il 5 è grandioso, notevolmente migliorato… e chi ha un 4 o un 3GS non si pensi due volte! Anche se siete utenti Android in attesa di un iPhone dalle grandi qualità, ora è il momento di passare ad iOS.

Due altri nuovi elementi dell’iPhone 5 sono le cuffie EarPods e il connettore LIghtning. Sono un grande fan delle cuffie EarPods, perchè si adattano perfettamente alle mie orecchie, anche se so che non per tutti è così. Posso anche ascoltare ottimi bassi, cosa impossibile con i vecchi auricolari Apple. Certo, non saranno i migliori auricolari in commercio, ma per quel prezzo (29€, gratis per chi acquista un iPhone 5) è sicuramente qualcosa di davvero notevole. Per quanto riguarda il connettore Lightning, molte persone sono sconvolte perchè ora devono acquistare un adattatore per usare i vari accessori già in possesso. Ma questo è il prezzo del progresso. Questo connettore è molto più piccolo, e la possibilità di collegarlo da entrambi i lati è qualcosa di davvero comodo.

E se siete tra quelli preoccupati di una possibile “delusione” dell’iPhone 5, vi consiglio semplicemente di andare in un Apple Store (dal 28 settembre in Italia ndr) e provarlo di persona. Non avete nemmeno idea di quanto siano ridicole tutte le critiche che si leggono in giro da parte di chi non ha provato il dispositivo: sono solo buffonate. L’iPhone 5 è il culmine della progettazione Apple, è quello che Apple sa fare meglio. Questo smartphone è quasi perfetto!

SlashGear:

 La concorrenza tra le diverse piattaforme mobile consente di mantenere l’industria in costante aggiornamento. Questo, però, spesso può spingere i produttori ad un eccesso di innovazione: funzionalità su funzionalità, smartphone pieni zeppi di tutto ciò che è possibile inserire, dispositivi all-dancing. In questo momento, l’iPhone 5 è il miglior equilibrio tra prestazioni e facilità di utilizzo nella vita quotidiana, senza la distrazione di funzionalità interessanti ma poco intuitive e, spesso, inutili. Si tratta di un settore in cui Apple eccelle, ed è il motivo per cui l’iPhone 5 è uno dei migliori smartphone sul mercato.

Time: 

L’iPhone 5 è uno smartphone eccezionale. Ignorate gli oppositori: anche senza innovazioni tecnologiche impressionati, è un miglioramento considerevole rispetto al 4S e l’LTE assicura prestazioni da urlo durante la navigazione. Come si comporta contro il Galaxy S III? Il Galaxy fa più cose, l’iPhone 5 ne fa un po’ meno, ma le fa meglio. E quando qualcosa non può essere fatta direttamente dall’iPhone, nella maggior parte dei casi c’è un’app che lo farà. In altre parole, la decisione di riduce a: caratteristiche o perfezione e raffinatezza? Ognuno prenda la sua decisione. Ma è chiaro che un dispositivo Apple regala altre sensazioni. Only you can decide what’s important to you. It’s obvious which one Apple cares most about — and the iPhone 5 is the most artful, pleasing expression of its priorities yet.

New York Times:

L’iPhone 5 è il perfezionamento di uno smartphone già grandioso. E’ più sottile, ha una qualità costruttiva senza eguali, è più potente e la batteria dura di più. E rispetto ai Windows Phone o agli smartphone Android? I telefoni Windows offrono un bel design, ma hanno poche applicazioni e pochi accessori. I telefoni Android brillano per opzioni di scelta: si può avere lo smartphone con uno schermo enorme, ad esempio, o che abbia lo slot per le memory card, o che supporti l’NFC. Ma Android è, nel complesso, ancora un sistema con qualche bug di troppo, è caotico e più frammentato, e non sempre si può aggiornare un telefono all’ultima versione del sistema operativo. L’iPhone non offre una grande scelta di personalizzazione. Ma è progettato in modo migliore, ha un catalogo di app senza eguali, offre un vero assistente vocale perfettamente funzionante, ha uno store di musica e film integrato e le dimensioni del telefono, oltre al suo peso leggerissimo, sono perfettamente funzionali ad un uso quotidiano. Se ne avete la possibilità, non perdete tempo e acquistate un iPhone 5. Anche se avete il 4S! E chi si preoccupa del nuovo connettore non compatibile con i vecchi accessori, sappia che Apple ha una lunga storia nell’uccidere le tecnologie (lo ha fatto con i floppy disk, e ora con i lettori DVD/CD), perchè il progresso va avanti e Apple diventa sempre più grande in questo senso.

Wall Street Journal:

 Lo schermo è molto più comodo e facile da utilizzare, e il fatto che sia da 4 pollici rende l’esperienza utente ancora migliore. Apple ha scelto un approccio giusto: creare uno schermo più grande, ma tale da poter essere ancora più confortevole all’uso. Anche con una sola mano. Anche il nuovo Retina Display assicura una qualità di immagine migliore rispetto al 4S. Design completamente rinnovato, se si pensa che il retro è completamente diverso e che, soprattutto, l’iPhone 5 è più legger e sottile di ogni altro iPhone precedente. Batteria: utilizzo massiccio dell’iPhone, tra le 9 e le 12 ore di durata. Più che sufficienti per non doverlo caricare durante il giorno. Con questo iPhone 5, Apple ha trasformato un ottimo prodotto e lo ha reso migliore. Chi preferisce schermi più grandi ha valide alternative, ma questo terminale è una scelta eccellente.

CBC NEWS:

La nuova CPU A6 assicura prestazioni notevolmente migliori rispetto al 4S, con un’ottima gestione del 3D e una velocità di caricamento delle app eccezionale. Inlinea di massima possiamo confermare che questo iPhone ha prestazioni pari al doppio rispetto al 4S, con una batteria anche migliorata!

Cnet:

L’iPhone 5 è il terminale che sognavamo dal 2010. Offre caratteristiche nuove e un design perfezionato. E’ difficile trovare un singolo pezzo che non sia stato messo ap unto rispetto al 4S. L’iPhone 5 è allo stesso tempo completamente ridisegnato e completamente familiare. Anche la fotocamera assicura prestazioni migliori rispetto al 4S:

E’ di sicuro il miglior iPhone di sempre, ma anche tra i migliori smartphone in commercio.

FOTO

VIDEO:



 

 

 

 

Arrivano le prime recensioni dettagliate sull’iPhone 5 dalla stampa americana! Ecco i loro pareri.

Come di consueto Apple ha inviato alle principali testate giornalistiche e blog americani alcuni iPhone 5 da testare, per poi pubblicare recensioni complete poco prima della commercializzazione. Da qualche ora infatti sono state pubblicate le prime recensioni e di seguito andiamo a vedere alcune analisi in base alle varie testate.

Sono diverse le testate giornalistiche e blog che hanno pubblicato una recensione completa ricche di immagini e foto. Iniziamo con CNET che offre una delle recensioni più complete tra tutte quelle che andremo a riassumere brevemente:

L’iPhone 5 è l’iPhone che volevamo sin dal 2010, aggiungendo lo schermo più grande e la connessione veloce 4G LTE in un design nuovo. Questo è l’iPhone, riavviato!

Il nuovo design è sia bello da guardare ma allo stesso tempo da tenere in mano. L’iPhone 5 è completamente ridisegnato ma allo stesso tempo così familiare.

 

Passiamo ora al noto blog Engadget che ha speso anch’esso ottime parole sul nuovo iPhone e ci fornisce anche qualche informazione sulla batteria:

L’iPhone 5 offre un miglioramento significativo rispetto all’iPhone 4S sotto ogni punto di vista, e in quelle poche caratteristiche dove non si vede un’enorme evoluzione rispetto al suo predecessore, possiamo dire che l’iPhone 4S aveva già raggiunto livelli qualitativi altissimi, ad esempio per quanto riguarda la fotocamera e lo storage.

L’iPhone 5 brilla assolutamente… Questo è senza dubbio il miglior iPhone di sempre. Questo è un marchio distintivo del design. Questo è quello che stavate aspettando.

In riferimento alla batteria: In una giornata con un utilizzo intenso, con LTE, GPS e WIFI attivi, siamo riusciti ad utilizzare il telefono per 14 ore e 18 minuti prima che il telefono si spegnesse. In un altro test standard di scaricamento della batteria abbiamo messo in riproduzione loop un video con Wifi e LTE abilitati e con push dei social network che arrivavano regolarmente e l’iPhone 5 ha gestito il tutto per 11 ore e 15 minuti.

Passiamo ora ad alcune delle testate giornalistiche più famose in America, ovvero ilNew York Times e Il Wall Street Journal. Iniziamo con il primo, attraverso le parole di David Pogue:

Gli iPhone non offrono molta scelta o personalizzazione. Ma l’iPhone è più lucido e progettato coerentemente, con un catalogo di app fortemente regolamentato ma allo stesso tempo ricco. Offre il controllo vocale con Siri, la migliore esperienza con Musica/Video/TV.

Ecco invece il pensiero di Walt Mossberg che come di consueto ha eseguito la recensione per il Wall Street Journal:

Ho trovato lo schermo del nuovo iPhone più semplice da tenere e manipolare rispetto ai concorrenti più grandi e l’ho preferito. Nella mia visione, l’approccio di Apple rende il telefono molto più comodo da utilizzare, specialmente con una mano.

La batteria del nuovo iPhone è durata ogni giorno dalle 9 alle 12 ore, con un uso diverso. Per molte persone, il telefono durerà fino alla fine della giornata senza ricarica.

Apple ha realizzato un altro ottimo prodotto e lo ha fatto meglio, nel complesso. I clienti che preferiscono gli schermi giganti o caratteristiche marginali hanno tante altre scelte, ma l’iPhone 5 è una scelta eccellente!

Altra testata giornalistica Americana autorevole è sicuramente USAToday, ecco le loro impressioni:

Le persone hanno avuto sempre grandi aspettative per l’iPhone 5, specialmente con la concorrenza che incombe. Nel fornire un dispositivo veloce, attrattivo, compatibile con LTE e con schermo più grande, Apple ha incontrato le aspettative di tutti, creando un gioiello!

Ora tocca all’ultima testata giornalistica inglese, il The Telegraph:

L’amante delle specifiche affermerà che l’iPhone 5 è dietro alla concorrenza in termini di funzioni ma in realtà è difficile pensare ad una caratteristica che offrono altri che possa essere realmente indispensabile. NFC non è sufficientemente diffuso, la ricarica wireless è carina ma richiede comunque un caricatore attaccato al muro e molte persone sopravvivono anche senza una memoria espandibile. L’iPhone 5 è un ottimo smartphone reso ancora migliore. E’ veloce, leggero e sostenuto dal più grande store di applicazioni di ogni device. E’ molto probabilmente il più bel smartphone che chiunque abbia mai realizzato.

Ecco l’unboxing video:

 

Apple: cosa avrebbe dovuto migliorare nel nuovo iPhone 5?

 

Ok, l’iPhone 5 avrà anche uno schermo più grande, un processore più veloce ed un nuovissimo connettore da 8 pin molto più veloce. Ma mancano ancora diverse funzionalità che sono presenti negli smartphone della concorrenza.” Questo è quello che afferma il noto sito Pocketgamer. Vediamo insieme nel dettaglio a cosa si riferisce, e magari buttare giù due considerazioni finali.

NFC

Ultimamente questo nuovo tipo di tecnologia (Near Field Communication) è stata introdotta in diversi dispositivi, tra cui il tanto acclamato Samsung Galaxy S III. Per chi ancora non lo sapesse, questo tipo di tecnologia consente di effettuare pagamenti direttamente dal telefono semplicemente avvicinandolo ad un altro particolare dispositivo programmato a tale scopo. In ogni caso l’NFC non ha ancora preso piede in maniera consistente, e forse proprio per questo motivo Apple ha deciso di non aggiungere tale funzionalità al nuovo dispositivo.

Ricarica induttiva

Collegare il cavo all’iPhone per ricaricare la batteria non è certamente un compito faticoso, ma moltissimi avrebbero voluto semplicemente appoggiare il dispositivo sulla scrivania e lasciare che si ricaricasse tramite tecnologia wireless senza dover armeggiare con cavi e cavetti.

Per poter sfruttare questo tipo di ricarica, è comunque necessario mantenere collegato un alimentatore wireless alla presa di corrente. A quanto afferma Phil Schiller (Vice presidente Product Marketing di Apple) attualmente questo tipo di ricarica è più scomodo di quanto si possa pensare. Attualmente il cavo dock-USB è ancora la scelta migliore in quanto offre più opportunità di ricarica. Esistono infatti tantissimi adattatori per collegare il nostro dispositivo ad ogni tipo di presa di corrente in tutto il mondo, nonché consente di ricaricare il dispositivo tramite la porta USB di qualsiasi Mac/PC ed attualmente è la soluzione migliore anche per chi viaggia su treni ed aerei.

128 GB di memoria

Con l’introduzione dei display retina su iPhone ed iPad che permettono di sfruttare quantità enormi di pixel, le applicazioni si sono appesantite sempre di più. Se fate un giro per l’App Store, noterete certamente applicazioni come GarageBand, Bastion, Real Racing 2 e tante altre che ormai sfiorano la bellezza di 1GB di peso. Si è vero, con iCloud non c’è più bisogno di tenere foto e musica sul proprio telefono, ma ormai 128GB di memoria cominciano ad essere interessanti. La domanda però è questa: quanto costerebbe un dispositivo del genere?

Personalmente, per i motivi sopracitati comincio a pensare che acquistare un iPhone 5 da 16 GB è pura follia (a me sta già stretto l’iPhone 4 da 16 GB, figuriamoci un iPhone 5 che registra video in 1080p HD contro i 720p dell’iPhone 4). Spero vivamente che se mai verrà introdotto un dispositivo con tale taglio di memoria, verrà contemporaneamente eliminato il taglio da 16 GB mantenendo i prezzi attuali.

Nuova interfaccia utente

Amiamo l’interfaccia utente dell’iPhone, proprio perché è semplice e funzionale. Sta di fatto che è comunque la stessa da quando è stato introdotto il primo iPhone, nell’ormai lontano 2007. Moltissimi cominciano a lamentare stanchezza nel vedere la solita inferfaccia, soprattutto se viene confrontata a quella di Windows Phone.

Personalmente non condivido questo pensiero, ma sta di fatto che dopo sei generazioni di iPhone, l’interfaccia è rimasta pressoché invariata.

Migliore integrazione sociale

Apple si sta mobilitando da tempo sotto questo fronte, ha introdotto Facebook al proprio sistema ma non siamo arrivati ancora ai livelli che troviamo già nel sistema operativo mobile di Microsoft. Se prendete in mano un Nokia Lumia 900, ad esempio, noterete che c’è una maggiore integrazione dei social network nel sistema in tutte le azioni che facciamo: dal semplice “mi piace”, alla rubrica unificata e molto altro.

Thunderbolt

Il nuovo connettore dock di Apple sembra molto migliorato rispetto al vecchio dock a 30 pin di iPhone 4S e dei suoi predecessori (soprattutto per quanto riguarda il fatto della reversibilità), ma in ogni caso la tecnologia alla base è sempre quella dell’USB 2.0. Il motivo è semplice: a quanto pare, la memoria flash utilizzata nella maggior parte degli smartphone (tra cui anche il nuovo iPhone) non è abbastanza veloce per poter trarre benefici da una USB 3.0. Tuttavia, per gli utenti Mac la tecnologia Thunderbolt di Apple potrebbe accellerare di molto il trasferimento (ad esempio) della musica sul proprio iPhone.

il nuovo iPod touch

La fonte da cui abbiamo attinto la notizia conclude affermando che l’idea del laccio da polso introdotta sul nuovo iPod touch è ottima e che forse sarebbe stata vista di buon occhio se fosse stata introdotta anche nel nuovo iPhone.

Considerazioni finali

Concordate sul fatto che queste qui riportate sono gravi mancanze, oppure preferite l’opinione espressa in questo articolo nel quale il giornalista spiega che l’iPhone 5 è fantastico proprio perché riesce a fare al meglio tutto quello che fa? Sono mancanze davvero inaccettabili per un iPhone 5 o approvate la scelta di Apple con la consapevolezza di preferire un dispositivo da utilizzare ogni giorno con la stessa familiarità di sempre ma con notevoli migliorie?

Ecco la Prima Recensione Completa dell’iPhone 5: Per CNET è arrivato l’iPhone che avevamo sempre sognato! AppleSpace BLOG

 

L’iPhone 5 tra pochissimo sarà nelle mani di tutti ma nel frattempo le più prestigiose testate giornalistiche hanno avuto modo di provare per alcuni giorni questo dispositivo, scrivendo recensioni complete e dettagliate. Di seguito vi riportiamo la lunghissima prova effettuata da CNET che consideriamo una delle migliori recensioni che abbiamo letto.

 

I Pro: L’iPhone 5 aggiunge tutto quello che volevamo all’iPhone 4S: La connettività 4G LTE per una maggiore velocità per quanto riguarda la navigazione internet; uno schermo più grande, un processore A6 più veloce. Inoltre il nuovo design lo rende veramente sottile e straordinariamente leggero.

I Contro: Il nuovo connettore più piccolo rende inutilizzabili gli attuali accessori senza utilizzare un adattatore. Non è presente la tecnologia NFC.

Conclusioni: L’iPhone 5 ricostruisce completamente l’iPhone su un quadro di nuove funzionalità e design, risolvendo le carenze precedenti. E’ in assoluto il miglior iPhone fino ad oggi e trova sicuramente il suo posto tra i migliori smartphone del mondo.

Ho avuto la possibilità di utilizzare l’iPhone 5 per quasi una settimana e sono riuscito a fare quasi tutto quello che riesco a pensare. Si tratta dello smartphone più futuristico ed eccitante del secolo? Sicuramente No. E’ originale come lo fu il primo iPhone? Sicuramente No. Altri smartphone riescono a batterlo in diversi punti sulle caratteristiche: se volete uno schermo più grande infatti, potete acquistare un Samsung Galaxy S3, se volete una maggiore durata della batteria, allora dovete comprare un Droid Razr Maxx, ma se volete un grande smartphone a tutto tondo, costruito in maniera impeccabile per coprire tutte le vostre esigenze quotidiane, allora è proprio lui quello che fa al caso vostro. Proprio come il MacBook rappresenta il miglior computer portatile al mondo, il nuovo iPhone è uno tra i primi tre, se non il miglior-progettato, degli smartphone esistenti. E’ migliore sotto ogni punto di vista.

Cosa c’è di diverso?

Lo scorso anno, quando abbiamo recensito l’iPhone 4S, abbiamo detto: “Anche senza connettività 4G ed uno schermo più grande, questo smartphone comprensivo di Siri, i vantaggi dell’iOS 5 e l’ottima fotocamera lo rendono veramente fantastico. Beh, adesso il nuovo iPhone 5 ha la possibilità di utilizzare la connessione dati 4G LTE ed anche se non ha uno schermo gigante, le dimensioni sono state comunque aumentate. La fotocamera era già ottima ma è stata leggermente migliorata, i tre microfoni riducono i rumore aumentando la qualità delle chiamate e, come sempre, il nuovo iOS 6 porta interessanti novità come il software di navigazione turn-by-turn, un assistente vocale (Siri) ancora più intelligente, Passbook, una sorta di portafoglio digitale in cui memorizzare i propri documenti, le carte regalo, quelle di imbarco ed i biglietti.

A questo punto, dopo un anno, la domanda è: Sono sufficienti queste novità? Per me, lo sono. Non voglio molto di più dal mio smartphone. Certo, mi piacerebbe sperimentare qualche nuova tecnologia “magica” ma non a discapito dell’utilità. In questo momento non sono sicuro del futuro di tante tecnologie in uso.

Ogni anno, una manciata di importanti novità vengono portate in luce da un nuovo modello di iPhone. Questa volta tocca al 4G, alle dimensioni dello schermo e allo straordinario lavoro ingegneristico che sta dietro al nuovo design più sottile ed allungato ma al tempo stesso leggero e super compatto. In questi giorni avrete già letto decine di volte le specifiche tecniche, ed anch’io le andrò a ripetere più avanti, ma iniziamo la recensione parlando delle primissime cose che ho notato e che mi hanno positivamente stupito.

1. Prima di tutto, sono stato colpito dalla leggerezza di questo telefono. E’ il più leggero, anche se lo schermo è più grande. Dopo averlo maneggiato per un paio di giorni, sentirete l’iPhone 4S pesante come il piombo.

2. Lo stesso discorso vale anche per lo schermo. La maggiore dimensione in altezza è molto ridotta, ma proprio come un Display Retina, dopo averlo provato è difficile tornare indietro. Lo spazio in più aggiunge tanti pixel che consentono una migliore navigazione, una fantastica esperienza per quanto riguarda la riproduzione dei video in landscape, ed una migliore organizzazione della SpringBoard con una riga di icone in più per ogni pagina.

3. Il terzo motivo sta nel fatto che questo telefono farà sembrare la vostra connessione WiFi domestica dannatamente lenta. O almeno è quello che ho pensato della mia. Chi già utilizza un telefono che supporta la rete 4G saprà di cosa parlo ma per i possessori di iPhone sarà una novità incredibile. Ho provato ad effettuare dei test sulla velocità delle reti e la LTE supera quella del mio WiFi, così ho deciso di staccarmi del tutto dal router ed utilizzare solo la rete cellulare per effettuare una videochiamata FaceTime. In LTE la velocità che ho raggiunto nei miei test è stata dai 10 ai 20MBps, ovvero il doppio di quella che raggiungo con la connessione WiFi di casa. Utilizzando l’iPhone 5 come Hotspot Personale per un computer portatile o altri dispositivo, vi permetterà di ottenere risultati straordinari.

Il Look: Più sottile, ottimi materiali e super leggero

Conoscete tutti il look dell’iPhone, anche se negli anni è stato leggermente trasformato e rifinito: Un tasto Home circolare ed un rettangolo dagli angoli arrotondati con uno schermo di dimensioni “familiari”: è questo l’iPhone.

Il nuovo modello ha un corpo molto ampio in metallo ed è ancora più sottile.

Frontalmente e lateralmente sembra molto simile all’iPhone 4S: Gli stessi pulsanti per regolare il volume, attivare o disattivare la modalità silenziosa ed il tasto per accendere e spegnere il telefono. Il Jack per le cuffie è stato spostato nella parte inferiore del telefono, proprio come gli iPod Touch. Questa caratteristica potrà non piacere a qualcuno ma trova le sue ragioni considerando che tutta la parte inferiore è stata riprogettata. Troviamo infatti nuovi speaker più grandi con un diverso tipo di griglia forata ed il nuovo connettore Lightning.

Il retro fatto tutto di Gorilla Glass è stato rimpiazzato dal metallo. Le due diverse tonalità di colore fanno ripensare al primo iPhone fatto di alluminio ed una parte nera. La parte superiore ed inferiore del retro resta ancora di vetro. Apple dichiara che l’alluminio anodizzato utilizzato per la parte posteriore dell’iPhone 5 è esattamente lo stesso che viene adoperato per i MacBook per cui sappiamo che resiste benissimo ai graffi e agli urti. Sull’iPhone 5 nero, l’alluminio ha una tonalità grigio ardesia, mentre sul modello bianco, è esattamente come i MacBook. L’alluminio sostituisce anche l’acciaio utilizzato nell’iPhone 4 e 4S per le parti laterali. Il vetro anteriore, è posto sopra lo scheletro d’alluminio ed è ragliato con angoli arrotondati e rientranti, eliminando gli spigoli vivi e riducendo possibili danni.

Se confrontiamo lo spessore di un iPhone 4S con quello dell’iPhone 5, possiamo notare subito una differenza. Ma se li prendiamo in mano, il nuovo dispositivo Apple sembrerà ancora più sottile perchè l’estrema leggerezza e le dimensioni allungate lo slanciano ulteriormente e ci lasciano veramente impressionati. Potremmo definirlo un iPhone Air.

Il nuovo iPhone non sembra così drasticamente diverso dall’iPhone 4, eppure lo è. Il design potrebbe essere definito come una sorta di fusione tra il modello precedente, l’iPad ed il design del MacBook.

Il nuovo schermo è più grande, lo si nota anche da lontano. Non abbiamo ancora uno schermo che va da bordo-a-bordo come succede con alcuni telefoni Android ma è stato ricavato un pò di spazio in più riducendo i bordi. Ad esempio, se esaminiamo bene il nuovo smartphone con quello precedente, possiamo notare che la zona intorno al tasto home è leggermente meno alta. Allo stesso modo, lo spazio che separa lo speaker superiore all’inizio del display è stato leggermente ridotto. Lo schermo dell’iPhone 5 è alto come quello del Samsung Galaxy S2 ma è ovviamente meno ampio. Questo design permette di avere un’impugnatura perfetta come quella dei modelli precedenti e la maggiore lunghezza riesce a coprire meglio la propria faccia durante una chiamata.

Durante questa settimana di prova, ho dimenticato che l’iPhone fosse più grande proprio perchè tenendolo in mano si ha la stessa sensazione dei precedenti e un’ottima impugnatura. Si riesce a mettere tranquillamente anche nei pantaloni.

Il nuovo display da 4 pollici

L’iPhone 5 finalmente estende il vecchio schermo da 3,5 pollici portandolo a 4. E’ la prima volta dopo 5 anni che avviene questo tipo di cambiamento. Lo schermo viene esteso in altezza ma non in larghezza: una mossa che porta la risoluzione a cambiare dai precedenti 960×640 pixel ai 1360×640 pixel. E’ ancora un Retina Display con una densità per pixel pari a 326 ppi. Tutte le icone ed i pulsanti delle applicazioni restano perfettamente identiche sul nuovo display, ma questo lascia spazio a nuove funzioni, o spazio extra per visualizzare una nuova riga di icone e per assicurare una fantastica riproduzione di video e visualizzazione di foto.

E se in modalità Portrait sarà più semplice leggere libri ed utilizzare tutte le applicazioni, in modalità Landscape avremo la sensazione di poter inserire più testo con la tastiera. Effettivamente avremo più spazio laterale per cui visualizzeremo più parole in un solo rigo. Anche la tastiera virtuale è estesa e si viene a creare un pò di spazio ai lati che richiederanno un pò di pratica per abituarcisi, all’inizio.

Per rendervi un’idea di quanto si allunghino le applicazioni, nell’applicazione Mail, su iPhone 5, con una sola linea di anteprima per ogni mail è possibile visualizzare 6 messaggi e mezzo. Sull’iPhone 4S invece, riescono ad entrare nello schermo 5 messaggi e 3 quarti. 8 Task in una sola schermata dell’applicazione Reminders su iPhone 5 contro i 5 visibili sull’iPhone 4/4S. La schermata di seguito mostra Infinity Blade prima dell’ottimizzazione, con dello spazio nero superfluo in entrambi i lati dello schermo.

Nonostante tutto questo, le applicazioni non-ottimizzate funzionano perfettamente sul nuovo iPhone 5, soprattutto in portrait, ma alla lunga noteremo la differenza per cui ci si aspetta che tutti gli sviluppatori di applicazioni inviino dei nuovi aggiornamenti ad Apple.

Le applicazioni ufficiali rilasciate in App Store dalla società di Cupertino sono già pronte per la nuova risoluzione e questo ne è un esempio:

Chi beneficerà maggiormente del nuovo schermo saranno i giochi, l’applicazione per la riproduzione dei video, quelle per le foto e per la lettura di notizie o libri.

Guardare i video sul nuovo schermo da 16:9 è veramente bello. Un episodio di Planet Earth in HD riempie perfettamente lo schermo senza lasciare spazi neri come sull’iPhone 4S. Penso che la cosa che vi mancherà di più nel caso in cui doveste tornare indietro ad un modello precedente di iPhone dopo aver provato il 5, sarà proprio lo schermo.

Al nuovo iPhone 5 è stato anche rimosso un livello dallo schermo, creando una sola superficie capacitiva. Non ho notato subito la differenza nell’utilizzo, e la risposta è chiara e rapida come prima. Apple promette il 44% di saturazione in più del colore su questo nuovo display, una cosa molto analoga all’iPad di terza generazione. Tuttavia, guardando Planet Earth in HD sullo schermo dell’iPhone 5 accanto a quello dell’iPhone 4S la differenza non sembra così grande. Il sensore che regola la luminosità dello schermo in maniera del tutto automatica è stato leggermente migliorato. Rispetto al 4S il nuovo iPhone riesce a regolare meglio l’intensità di luce in base al posto in cui ci si trova.

Con la nuova dimensione del display, non per tutti sarà possibile arrivare con il proprio pollice dal tasto Home all’estremità più alta (angolo sinistro) dello schermo.

Questa cosa potrebbe portare gli sviluppatori a puntare maggiormente sulla modalità landscape, soprattutto per quanto riguarda i giochi dove lo spazio aggiuntivo potrebbe essere utilizzato per dei tasti virtuali per muovere i nostri personaggi.

Connettività

Oltre al supporto alla rete 4G LTE, l’iPhone 5 è stato dotato di un Bluetooth più veloce ed il WiFi 802.11n in grado di funzionare in dual-band a 2.5 GHz e a 5 GHz contemporaneamente in maniera tale da determinare la frequenza più libera per lo scambio dati, evitando interferenze ed assicurando una maggiore velocità di trasmissione dati.

Fotocamera

La fotocamera dell’iPhone 5 è sostanzialmente la stessa di quella precedente. Si tratta di una 8 Megapixel con qualche nuova caratteristica e dei miglioramenti. Le lenti sono protette da un vetro molto più resistente ai graffi e l’hardware permette una migliore regolazione dell’illuminazione, una maggiore stabilizzazione, tempi inferiori di scatto e la possibilità di scattare foto durante una ripresa video.

Le foto scattate da iPhone sono eccellenti. Le pecche si sentono in mancanza di un’adeguata luminosità ma in presenza di luce diretta i risultati sono meravigliosi.

Sono stati effettuati dei test sia all’interno che all’esterno ed i risultati sono leggermente migliori del 4S.

 

La nuova modalità Panorama di iOS 6 aggiunge la possibilità di ottenere foto fino a 28 Megapixel. La semplicità di scatto è impressionante ed i risultati sono superiori a qualsiasi applicazione presente in AppStore. Il funzionamento è semplice, basterà tenere l’iPhone fermo in mano e seguendo una linea virtuale sullo schermo potremo muoverci a 360°. Gli scatti saranno continui e la precisione sarà ai massimi livelli, ottenendo foto finali perfette.

La nuova fotocamera iSight riesce a scattare foto più velocemente dell’iPhone 4S che a sua volta le scattava più velocemente del 4. Tap ripetuti sul pulsante di scatto, permettono di ottenere una sequenza di foto ben delineata e tutte con un’ottima messa a fuoco.

Lo stabilizzatore di immagini permette di ottenere video più “fermi”. Il risultato non è ancora perfetto nè buono quanto una fotocamera compatta ma è comunque un’ottimo traguardo per una fotocamera così piccola, posta all’interno di un telefono.

Le immagini scattate durante una registrazione video non saranno da 8 Megapixel ma sostanzialmente consisteranno in screenshot della risoluzione dello schermo. La fotocamera frontale FaceTime HD è stata migliorata quindi sia le foto che i video risultano migliori.

Qualità delle chiamate

Una caratteristica degne di nota di questo nuovo iPhone 5 è la straordinaria qualità della voce durante le chiamate. I miglioramenti sono dovuti all’introduzione di un terzo microfono che cancella quasi completamente il rumore, trasmettendo in maniera chiara e cristallina la nostra voce.

Performance: Il processore A6

Ognuno di questi ultimi tre anni, Apple ha sfornato un nuovo iPhone, ognuno dei quali dotato di un nuovo processore proprietario. Si è partiti dall’iPhone 4 con il Chip A4, superato poi dal chip A5 dell’iPhone 4S arrivando ad oggi con l’A6, un processore mai visto prima su un dispositivo mobile.

Il chip A6 è stato espressamente creato e disegnato per l’iPhone 5. Le caratteristiche tecniche non sono ancora tutte note ma grazie a GeekBench, una tra le più popolari applicazioni di diagnostica per iOS, si è visto che il processore ARM v7 funziona a 1.07GHz (più veloce degli 800MHz dell’A5) con 1,016MB (1GB) di RAM, il doppio rispetto all’iPhone 4S.

Provando ad aprire le classiche applicazioni Apple (iMovie, iPhoto, Pages, Numbers, Keynote, GarageBand, e Mappe), appesantite ulteriormente da un gran numero di documenti al loro interno, la maggiore velocità è perfettamente visibile.

Altri test preliminari sono stati effettuati lanciando SunSpider un Benchmark per i JavaScipt. Tutto è stato caricato con estrema velocità, il doppio rispetto all’iPhone 4S con dei risultati di 1,073ms contro i 2,238 ms del “vecchio” dispositivo. In test successivi, l’iPhone 5 ha ottenuto prestazioni 2.3 volte più veloci (o più veloci del 132%). Effettuare test più accurati sui giochi è difficile perchè al momento non ci sono grandi titoli che sfruttano al massimo le potenzialità del processore A6 nè dello schermo più grande.

L’unica nota non troppo positiva è che l’iPhone 5 utilizzato intensamente soprattutto per operazioni che richiedono la connessione 4G LTE come una videochiamata FaceTime di 20 minuti, è soggetto a surriscaldarsi. La parte posteriore in metallo è diventata calda, ma non bollente. Anche la consultazione delle mappe in modalità Flyover su rete LTE può causare lo stesso problema.

iOS 6

Gran parte delle novità di Apple stanno nel software, ed iOS 6, che verrà rilasciato tra poche ore (probabilmente entro le 19:00 di oggi, 19 Settembre), è il cuore di questo nuovo iPhone 5. Delle caratteristiche si è molto parlato su iSpazio per cui anzichè analizzare ogni singola funzione, vi mostriamo soltanto questo video:

Siri ancora più intelligente ed in Italiano; Nuova applicazione Mappe con visuale 3D e navigazione turn-by-turn; Passbook; i miglioramenti per l’AppStore, l’applicazione Telefono, la modalità non-disturbare, l’integrazione di una sorta di social network per votare e commentare le foto dello Streaming iCloud; la possibilità di scattare foto Panoramiche; Facebook e Twitter integrati per aggiornare gli status dal centro notifiche; e tante altre ancora.

Batteria

La batteria era la preoccupazione di tante persone: In un  telefono più sottile e leggero e che ha anche il supporto alla rete LTE, è ancora possibile sperare in una batteria più duratura? Ebbene si! L’iPhone 5 dura più a lungo del suo predecessore anche se l’autonomia resta inferiore ad altri terminali come ad esempio il Motorola Droid Razr Maxx, tanto per citarne uno. Apple promette 9 ore di autonomia in conversazione 3G, 8 ore di navigazione su rete 3G, 8 ore di navigazione LTE, 10 ore di navigazione WiFi o di riproduzione video, 40 ore di riproduzione musicale e 225 ore in standby.

Nei primi giorni di test, nonostante l’utilizzo intensissimo del dispositivo, al fine di provare tutte le nuove caratteristiche, tra chiamate, navigazione Web, riproduzione video, download vari, giochi, videochiamate FaceTime su rete WiFi e LTE ed un pò di tethering per offrire la connessione ad un portatile l’iPhone è durato un’intera giornata, partendo dalle 8 di mattina quando è stato staccato dall’alimentatore. I giorni successivi l’iPhone è durato dalle 7:30 di mattina alle 23:00, il giorno successivo è durato dalle 7:30 di mattina fino a mezzanotte.

Nuovi EarPods e Lightning

Apple fornisce nuove cuffie ed un nuovo connettore in sostituzione del vecchio Dock. Quest’ultimo aiuta sensibilmente a ridurre le dimensioni del dispositivo, salvando molto spazio. Il connettore Lightning è miniaturizzato, tutto digitale e può essere inserito in entrambi i versi all’interno del dispositivo.

Apple vende anche adattatori dal vecchio connettore a 30 pin a favore di questo nuovo a 8 pin a 29€, necessario per far funzionare i vecchi accessori. Apple renderà inoltre disponibili dei cavi Lightning-to-VGA e Lightning-to-HTMI tra qualche tempo.

Purtroppo se questo cambiamento porta tante buone novità dal punto di vista dello spessore e del peso del nuovo iPhone, comporta anche nuovi costi per gli accessori o adattatori. Le nuove cuffie sono veramente belle dal punto di vista del design e sono state studiate per essere adatte universalmente a tutti i tipi di orecchie.

La caratteristica è quella di mettere “il suono nell’orecchio” e funzionano molto bene.

Conclusioni: Chi dovrebbe comprare l’iPhone 5?

Il nuovo iPhone 5 per molti versi fa pensare al primo iPhone. Rispetto a quel primo smartphone sono stati compiuti passi da giganti ma ovviamente questo a molti non basterà. Con l’iPhone 5 non c’è una caratteristica “magica” che da sola può convincere qualcuno ad acquistarlo. Non abbiamo un unico fattore speciale come quello che FaceTime rappresentò per l’iPhone 4, o quello che Siri ha significato per l’iPhone 4S. In questo caso ne abbiamo tanti, più piccoli ma che complessivamente rappresentano un grande motivo per convincere chiunque ad acquistarlo.

E’ difficile trovare una singola parte in cui l’iPhone 5 non sia stato riscritto, ridisegnato, riproposto. Porta con sè un’impressionante attenzione per i dettagli. La maggior parte dei fanatici per la tecnologia avrebbero voluto vedere l’NFC o altre caratteristiche, ma i consumatori e gli utilizzatori abituali di iPhone sono già contenti delle caratteristiche del proprio, amato, telefono e vogliono esattamente l’opposto. L’iPhone 5 va un pò in questa direzione: non è un telefono completamente nuovo ma un telefono migliore, sotto ogni punto di vista, esattamente quello che un amante dell’iPhone desidera. Le lacune del modello precedente sono state colmate, come abbiamo detto all’inizio dell’articolo, per tutto il resto ci sono ulteriori miglioramenti.

Il connubio Hardware-software rende questo telefono quasi perfetto. Utilizzandolo per una settimana si è avuta l’impressione di dimenticarsi del processore più veloce, del peso ridotto, della connessione LTE. Tutto questo avviene perchè l’iPhone ha un aspetto così familiare e l’utilizzo è così normale e naturale che si ottiene una sensazione impossibile da riprodurre con qualsiasi altro telefono o modello di cellulare. Bisogna possederne uno per capire che il 5 è finalmente quel telefono perfetto che avevamo sempre voluto.

Unboxing:

Fonte | CNET

iOS 6 GM (Golden Master) link per il download del firmware. ipsw


Mela ha da poco terminato il Suo Keynote 2012 ed ha immediatamente rilasciato la versione del firmware Definitiva  iOS 6 GM ( Golden Master ). In this articolo andiamo ad indicare per i  collegamento  per Poter eseguire il  download  Diretto  di iOS 6 GM e quindi il salvataggio in un file locale del  . ipsw .

 

 

Al Momento per solista alcuni Dispositivi Sono Disponibili i torrent dei file per CUI occorre ONU client tipo uTorrent per Poter eseguire il download di iOS 6 GM  costruzione  10A403  al Più ​​presto provvederemo a reperire i file di collegamento DIRETTI AI nel formato ipsw .

|. IOS 6 GM ipsw download (957 MB)

Nota: se il torrent viene scaricato con l’Estensione torrent.txt rimuovete il txt alla fine…

Apple TV 3:

Non disponibile su iOS Dev Portal

Apple TV 2:

Non disponibile su iOS Dev Portal

iPad 3 GSM:

Torrent:  http://www.sendspace.com/file/8mugce

Torrent Mirror:  http://www.slingfile.com/file/YaHzxx7cv7

Direct Download Mirror:  http://www.slingfile.com/file/BdqT5I7vsL

iPad 3 CDMA

Torrent:  http://www.sendspace.com/file/qk7tpe

Torrent Mirror:  http://www.slingfile.com/file/XMn5nrLTzK

Direct Download Mirror:  http://www.slingfile.com/file/yGAll8GwUU

iPad 3 WiFi:

Torrent:  http://www.sendspace.com/file/hlu4nt

Torrent Mirror:  http://www.slingfile.com/file/GHKtYGCOWm

Direct Download Mirror:  http://www.slingfile.com/file/CzXCQHcygY

iPad 2 Rev A

Torrent:  http://www.sendspace.com/file/0eno6c

Torrent Mirror:  http://www.slingfile.com/file/jgA7rZv16D

Direct Download Mirror:  http://www.slingfile.com/file/hM61THvrYI

iPad 2 GSM

Torrent:  http://www.sendspace.com/file/nqfthw

Torrent Mirror 1:  http://www.slingfile.com/file/Wklh5Vm4BO

Direct Download:  http://www.slingfile.com/file/sA3UlxQLZz

iPad 2 CDMA:

Torrent:  http://www.sendspace.com/file/ieient

Torrent Mirror:  http://www.slingfile.com/file/VqFPE1whTE

Direct Download Mirror:  http://www.slingfile.com/file/S083a9BrSS

iPad 2 Wi-Fi:

Torrent:  http://www.sendspace.com/file/h911zr

Torrent Mirror:  http://www.slingfile.com/file/e33j1ZTWDb

Direct Download Mirror:  http://www.slingfile.com/file/XFXnyxxZXC

iPhone 4S:

Torrent:  http://www.sendspace.com/file/j7yfoy

Torrent Mirror:  http://www.slingfile.com/file/qVYmLa3TaH

Direct Download Mirror:  http://www.slingfile.com/file/9pOqaCeO4q

iPhone 4 GSM

Torrent:  http://www.sendspace.com/file/36fo4p

Torrent Mirror:  http://www.slingfile.com/file/bA2ECm8DJ5

Direct Download Mirror:  http://www.slingfile.com/file/1FB5hquNbR

iPhone 4 CDMA

Torrent:  http://www.sendspace.com/file/odofiw

Torrent Mirror:  http://www.slingfile.com/file/dQQuTciger

Direct Download Mirror:  http://www.slingfile.com/file/FjAYgtsqHH

iPhone 3GS

Torrent:  http://www.sendspace.com/file/ln6mpq

Torrent Mirror:  http://www.slingfile.com/file/Pd8vpNEQoJ

Direct Download Mirror:  http://www.slingfile.com/file/GS1EadbVvI

iPod Touch 4G

Torrent:  http://www.sendspace.com/file/vemvyk

Torrent Mirror:  http://www.slingfile.com/file/xWJO3vcQAz

Direct Download Mirror:  http://www.slingfile.com/file/wVb1H9dgFG

Xcode 4,5 Golden Master

Torrent:  http://www.sendspace.com/file/a0cmj3

Torrent Mirror: Coming Soon

Direct Download: Coming Soon

Specchio Direct Download: Coming Soon

Gli Utenti italiani devono SEMPRE scaricare le Versioni (GSM) per iPhone iPad ed.

iPhone 4S invece che 5?

APPLE ha si aggiornato il proprio sito introducendo tutto quello che riguarda il nuovo iPhone 5 ma non hanno ancora aggiornato lo stato della pagina! Guardate voi stessi!

 

 

 

 

Ecco tutte le novità dell’evento Apple riassunte per voi in un solo articolo! iPhone 5 ai nuovi iPod e iOS 6

 

Si è appena concluso un altro appuntamento settembrino targato Apple che, dopo la presentazione dell’iPhone 4S dello scorso anno, è diventato già una tappa fissa per i fan del melafonino e appassionati del panorama Hi-Tech. E’ stato uno dei più attesi, se non il più atteso, degli ultimi anni e sono tante le novità che sono state svelate da questa sera da Tim Cook e compagni. Ripercorriamo insieme la storia di questo keynote tra iPhone 5, i nuovi iPod, iOS 6 e tanto altro ancora!

Le Statistiche

Si comincia, come sempre, con le statistiche aziendali. Cook parla degli stores, che da venerdì raggiungeranno una copertura di 13 paesi, da sempre considerati uno dei punti di forza della società.

Si parla di Mac e di iPad, del successo del nuovo MacBook Pro con retina display, degli oltre 7 milioni di download per Mountain Lion e dei 17 milioni di tablet venduti tra aprile e giugno, 84 milioni dalla messa in vendita del primo modello. Cifre esorbitanti che pongono Apple come leader del mercato, con il 68% del mercato dei tablet. Le vendite di questi ultimi sono addirittura superiori alle vendite di PC nell’ultimo trimestre. I devices iOS in generale hanno raggiunto a giugno una quota di 400 milioni di vendite.

A Cupertino non è una sola entità a fare la differenza ma la forza del gruppo e dei comparti. Grande merito va anche all’App Store che con le sue oltre 250.000 app per iPad è un punto di riferimento per gli utenti che hanno scelto e scelgono iOS 6.

Numeri a parte è tempo di iPhone. Dal 2007 Apple ha decisamente cambiato il mondo della telefonia e spera di imporsi ancora come leader con il nuovo modello.

iPhone 5 e iOS 6

Impressionante come i rumors si siano avvicinati così tanto al modello presentato da Apple.

Design

Dal punto di vista del design iPhone 5 ha uno spessore di soli 7,6 millimetri, undisplay retina da 16:9 con risoluzione di 1136×640. Come ampiamente anticipato, il dock a 30 pin viene sostituito dal nuovo cavo a 8 pin. Sulla parte bassa del melafonino c’è spazio anche per il jack delle cuffie che non si troverà più nella parte superiore.

I colori rimangono i due ormai classici Nero e Bianco con la nuova caratteristica di un back in alluminio e la scocca in color Ardesio o Argento.

  • Altezza: 123,8 mm
  • Larghezza: 58,6 mm
  • Profondità: 7,6 mm
  • Peso: 112 g

 

Rete e Wireless

Novità anche per il comparto rete e connettività. iPhone 5 supporterà le reti ad alta velocità LTE, oltre al protocollo HSPA+ e DC-HSDPA. Grazie alla connettività wireless 802.11n dual band il Wi-Fi arriva fino a 150 Mbps.

  • Modello GSM: GSM/EDGE
  • UMTS/HSPA+
  • DC-HSDPA
  • Modello CDMA: CDMA EV-DO Rev. A e Rev. B
  • LTE3
  • Wi-Fi (802.11a/b/g/n; 802.11n a
    2,4GHz e 5GHz)
  • Bluetooth 4.0
  • GPS e GLONASS

Processore e Batteria

L’iPhone 5 monta il Chip A6 (Quad-core) che rende tutto molto più veloce: anche fino a due volte rispetto al chip A5. Le app con tanti elementi grafici viaggiano al massimo, e il frame rate maggiore rende tutto più fluido e realistico quando si gioca.

La batteria è stata migliorata, nonostante il nuovo iPhone debba sopportare grossi sforzi soprattutto in ambito grafico:

  • 8 ore in chiamate 3G
  • 8 ore in navigazione 3G
  • 8 ore in navigazione LTE
  • 10 ore di navigazione in WiFi
  • 10 ore di visualizzazione video
  • 40 ore di ascolto musica
  • 225 ore in standby

Fotocamera e Video

La fotocamera è di 8 megapixel (risoluzione 1080p HD), ma con notevoli miglioramenti soprattutto per quanto riguarda l’allineamento delle lenti. La nuova modalità Dinamy Low Light registra i cambiamenti di luce e permette di ottenere foto migliori. La fotocamera è del 25% più piccola e il 40% più veloce nell’acquisizione delle foto.

Le foto sono acquisite a 3264 x 2448pixel, e grazie alla nuova funzione Panorama si possono acquisire foto panoramiche di ben 28 megapixel. E’ presente il riconoscimento facciale e da oggi sarà possibile scattare foto durante l’acquisizione di un video.

 

Nuovi Auricolari

EarPods è il nome delle cuffie che prenderanno il posto degli auricolari distribuiti finora dalla società della mela morsicata. Non si ancora molto a riguardo e sicuramente verrano svelati nuovi dettagli già dai prossimi giorni.

Disponibilità

L’iPhone 5 sarà disponibile in Italia a partire dal 28 settembre.

.

Maggiori dettagli su iPhone 5

.

Prezzi

prezzi per gli iPhone a contratto in USA rimangono invariati. Per quanto riguarda l’Italia, sono ancora del tutto sconosciuti, ma basandoci su alcuni calcoli, l’iPhone 5 dovrebbe avere un costo di partenza di 729€ per il modello da 16GB. Tutti i dettagli qui.

 

iOS 6: Siri, Mappe, Passbook e tanto altro ancora

Siri

Finalmente col nuovo iPhone e il nuovo OS di Apple l’assistente vocale parlerà italiano. Siri acquista nuove funzionalità: potrete chiedere ad esempio di ricercare informazioni su un qualsiasi sport o un atleta, o cerare i ristoranti nelle vicinanze. Sarà inoltre possibile aggiornare il proprio stato su Twitter e Facebook direttamente da Siri.

Ecco alcune delle funzionalità:

  • Chiedi un risultato sportivo
  • Scegli un film
  • Trova un ristorante
  • Posta su Facebook o Twitter
  • Lancia un app
  • Controlla il meteo
  • Invia un Messaggio
  • Aggiungi un promemoria, manda una mail o fissa un appuntamento
  • Chiedi indicazioni

Con Siri basta usare la voce per inviare messaggi, fissare riunioni, telefonare e fare molte altre cose. Basta fare una domanda parlando con naturalezza.

 

Mappe

Con iOS 6, Apple ha deciso di abbandonare le mappe di Google e di creare un nuovo servizio di navigazione in collaborazione con TomTom. È stato inserito un sistema di ricerca dei punti d’interesse e un sistema di navigazione vocale turn-by-turn.

Le mappe di Apple funzionano anche in landscape e possiedono una nuova visualizzazione in 3D davvero ben realizzata.

iOS 6 verrà rilasciato il 19 Settembre.

.

.

Streaming Foto

Streaming Foto, in iOS 6, è stato migliorato introducendo la possibilità di condividere gli album creati con tale servizio. Potrete invitare un vostro amico a visualizzare le vostre foto condivise e potrete anche rendere pubblici i vostri album.

Telefono

L’applicazione telefono, in iOS 6, è stata notevolmente migliorata. Alla ricezione di una chiamata, infatti, avrete accesso ad un nuovo menu a comparsa dal quale potrete rifiutare la chiamata con un SMS o impostare un promemoria per ricordarvi di richiamare il contatto.

FaceTime

FaceTime, con iOS 6, è utilizzabile anche su rete 3G e HSDPA (solo su iPhone 4S e successivi). Queste sono solo le principali novità di iOS 6, ma ce ne sono molte altre minori che scopriremo solo utilizzando i nostri dispositivi.

 

Safari e Mail

iOS 6 porta numerosi miglioramenti anche a Safari. È stata introdotta la modalità fullscreen per la visualizzazione orizzontale ed è possibile sincronizzare i tab aperti con tutti gli altri dispositivi tramite iCloud. Anche Mail in iOS 6 è stato migliorato e velocizzato notevolmente. Per aggiornare le e-mail in ingresso, ora, sarà sufficiente effettuare un pull-to-refresh. Con le caselle VIP, inoltre, potete impostare dei mittenti speciali, che avranno un avviso differente per le mail.

 

iPod Nano

Il nuovo nano non potrà essere indossato, ma ci sono molte novità degne di nota. L’aumento delle dimensioni generali non ha influito sullo spessore, il nuovo modello è il 38% più fino del precedessore. Viene introdotto anche un display più ampio (sempre touchscreen) e il tasto Home, proprio come su iPhone e iPad (o per rimanere nel mondo iPod come il touch).

7 i colori disponibili: nero, rosa, silver, verde, azzurro, giallo e rosso. Altra novità da menzionare è sicuramente il tanto desiderato Bluetooth.

 

L”iPod nano sarà disponibile in rosa, giallo, azzurro, verde, viola, argento e ardesia ad ottobre sia presso gli Apple Store e i Rivenditori Autorizzati Apple sia sull’Apple Online Store.

Il prezzo di vendita suggerito è:

  •  179€ per il modello da 16GB

 

iPod Touch

Arrivano durante il keynote Apple di quest’oggi anche i nuovi modelli di iPod Touch, giunti finalmente alla quinta generazione. L’acclamatissimo iDevice curato sino ad oggi in modo parallelo e simile all’iPhone sia negli aspetti estetici che in quelli funzionali ha subito una grande rivisitazione.

All’interno della scocca troviamo una CPU A5 dual-core due volte più performante della precedente e una GPU dual-core in grado di fornire prestazioni grafiche anche in questo caso raddoppiate. Fotocamera iSight con sensore da 5 megapixel, autofocus, flash LED, filtri ibridi IR, e apertura f2.4.

Importanti novità arrivano anche per FaceTime, supportato in HD da una camera anteriore a 72op, per il chip Bluetooth, disponibile in versione 4.0, e per l’AirPlay e Siri, finalmente disponibili anche sul dispositivo top di gamma per la linea iPod. Anche in questo caso il cavo sarà a 8pin.

Sarà disponibile dal 14 settembre sull’Apple Online Store e ad ottobre sarà possibile acquistarlo presso gli Apple Store e i Rivenditori Autorizzati Apple e sull’Apple Online Store.

Il prezzo di vendita è di:

  • 329€  per il modello da 32GB
  • 439€ per il modello da 64GB

Per quanto riguarda invece l’iPod Touch di quarta generazione, sarà ancora disponibile all’acquisto nei tagli da:

  • 219€ per il modello da 16GB
  • 269€ per il modello da 32GB

 

iTunes 11

Anche iTunes vedrà una nuova luce. Il nuovo iTunes su Mac e PC ha un’interfaccia a finestra intera, più semplice e chiara, che mette sempre in primo piano i contenuti preferiti.

Nella nuova vista libreria si possono consultare più facilmente musica, trasmissioni TV e film, così si può cliccare sulla categoria di contenuti che si desidera sfogliare, senza distrazioni. La vista album espandibile consente invece di vedere gli elenchi di tracce per i singoli album mentre si continua a sfogliare la libreria musicale.

La nuova funzione di ricerca passa in rassegna l’intera libreria di iTunes, inclusi brani, film e trasmissioni TV. Il MiniPlayer è stato riprogettato per consentire agli utenti di controllare la musica più facilmente con una piccola barra degli strumenti: si può saltare alla canzone successiva o cercare qualcosa di nuovo da ascoltare, senza dover aprire la libreria.

Up Next è un nuovo modo divertente di vedere quali sono i prossimi brani in riproduzione e di mettere in coda altre canzoni o album che si desidera ascoltare in seguito.

Il player musicale sarà disponibile a partire da Ottobre.

Specifiche iPhone 5

Colore

Nero e ardesia

Bianco e argento

Capacità1

16GB
32GB
64GB

Dimensioni e peso2

Altezza: 123,8 mm

Larghezza: 58,6 mm

Profondità: 7,6 mm

Peso: 112 g

Cellulare e wireless

  • Modello GSM A1428*: UMTS/HSPA+/DC-HSDPA (850, 900, 1900, 2100 MHz); GSM/EDGE (850, 900, 1800, 1900 MHz); LTE** (bande 4 e 17)
  • Modello CDMA A1429*: CDMA EV-DO Rev. A e Rev. B (800, 1900, 2100 MHz); UMTS/HSPA+/DC-HSDPA (850, 900, 1900, 2100 MHz); GSM/EDGE (850, 900, 1800, 1900 MHz); LTE** (bande 1, 3, 5, 13, 25)
  • Modello GSM A1429*: UMTS/HSPA+/DC-HSDPA (850, 900, 1900, 2100 MHz); GSM/EDGE (850, 900, 1800, 1900 MHz); LTE** (bande 1, 3, 5)
  • 802.11a/b/g/n Wi-Fi (802.11n 2,4GHz e 5GHz)
  • Tecnologia wireless Bluetooth 4.0

Posizionamento

  • GPS assistito e GLONASS
  • Bussola digitale
  • Wi-Fi
  • Rete cellulare

Display

  • Display Retina
  • Multi-Touch widescreen da 4″ (diagonale)
  • 1136×640 pixel a 326 ppi
  • Contrasto 800:1 (tipico)
  • Luminosità massima (tipica) 500 cd/m2
  • Rivestimento frontale oleorepellente a prova di impronte
  • Supporta la visualizzazione simultanea di più lingue e set di caratteri

Foto e videocamera

  • Fotocamera iSight da 8 megapixel
  • Funzione panorama
  • Registrazione video HD (1080p) fino a 30 frame al secondo con audio
  • Videocamera FaceTime HD: foto da 1,2MP e video HD (720p) fino a 30 frame al secondo
  • Autofocus
  • Funzione “Tocca & metti a fuoco” per video e foto
  • Rilevamento dei volti nei video e nelle foto
  • Flash LED
  • Stabilizzazione video migliorata
  • Geotagging di foto e video

Tasti e connettori esterni

Tasti e comandi esterni

Connettori e ingressi/uscite

Batteria e alimentazione3

  • Batteria ricaricabile agli ioni di litio integrata
  • Ricarica tramite computer via USB o tramite alimentatore
  • Autonomia in conversazione: fino a 8 ore su 3G
  • Autonomia in standby: fino a 225 ore
  • Utilizzo di internet: fino a 8 ore su 3G, fino a 10 ore su Wi-Fi
  • Riproduzione video: fino a 10 ore
  • Riproduzione audio: fino a 40 ore

Riproduzione audio

  • Formati audio supportati: AAC (da 8 a 320 Kbps), Protected AAC (da iTunes Store), HE-AAC, MP3 (da 8 a 320 Kbps), MP3 VBR, Audible (formati 2, 3, 4, Audible Enhanced Audio, AAX e AAX+), Apple Lossless, AIFF e WAV
  • Livello di volume massimo configurabile dall’utente

TV e video

  • Supporto AirPlay Mirroring su Apple TV a 720p
  • Streaming video AirPlay su Apple TV (terza generazione) fino a 1080p, e su Apple TV (seconda generazione) fino a 720p
  • Formati video supportati: video H.264 fino a 1080p, 30 fps, High Profile livello 4.1 con audio AAC-LC fino a 160 Kbps, 48kHz, audio stereo nei formati .m4v, .mp4 e .mov; video MPEG-4 fino a 2,5 Mbps, 640×480 pixel, 30 fps, Simple Profile con audio AAC-LC fino a 160 Kbps per canale, 48kHz, audio stereo nei formati .m4v, .mp4 e .mov; Motion JPEG (M-JPEG) fino a 35 Mbps, 1280×720 pixel, 30 fps, audio in ulaw, audio stereo PCM nel formato .avi

Cuffie

  • Auricolari Apple EarPods con telecomando e microfono
  • Custodia per Apple EarPods

Supporto allegati e-mail

Tipi di documenti visualizzabili

.jpg, .tiff, .gif (immagini); .doc e .docx (Microsoft Word); .htm e .html (pagine web); .key (Keynote); .numbers (Numbers); .pages (Pages); .pdf (Anteprima e Adobe Acrobat); .ppt e .pptx (Microsoft PowerPoint); .txt (testo); .rtf (Rich Text Format); .vcf (contatti); .xls e .xlsx (Microsoft Excel)

Sensori

  • Giroscopio a 3 assi
  • Accelerometro
  • Sensore di prossimità
  • Sensore di luce ambientale

Requisiti di sistema

  • Apple ID (richiesto per alcune funzioni)
  • Accesso a internet4
  • La sincronizzazione con iTunes su Mac o PC richiede:
    • Mac: OS X v10.6.8 o successiva
    • PC: Windows 7, Windows Vista o Windows XP Home o Professional con Service Pack 3 o successivo
    • iTunes 10.7 o successivo (download gratuito da www.itunes.com/it/download)

Requisiti ambientali

  • Temperatura operativa: da 0 a 35 °C
  • Temperatura non operativa: da -20 a 45 °C
  • Umidità relativa: da 5% a 95% in assenza di condensa
  • Altitudine operativa massima: 3000 m

Lingue

Lingue dell’interfaccia

Inglese (USA), inglese (GB), cinese (semplificato), cinese (tradizionale), francese, tedesco, italiano, giapponese, coreano, spagnolo, arabo, catalano, croato, ceco, danese, olandese, finlandese, greco, ebraico, ungherese, indonesiano, malese, norvegese, polacco, portoghese, portoghese (Brasile), rumeno, russo, slovacco, svedese, thailandese, turco, ucraino, vietnamita

Lingue della tastiera

Inglese (USA), inglese (GB), cinese semplificato (scrittura manuale, Pinyin, tratti), cinese tradizionale (scrittura manuale, Pinyin, Zhuyin, Cangjie, tratti), francese, francese (Canada), francese (Svizzera), tedesco (Germania), tedesco (Svizzera), italiano, giapponese (Romaji, Kana), coreano, spagnolo, arabo, bulgaro, catalano, cherokee, croato, ceco, danese, olandese, emoji, estone, finlandese, fiammingo, greco, hawaiano, ebraico, hindi, ungherese, islandese, indonesiano, lettone, lituano, macedone, malese, norvegese, polacco, portoghese, portoghese (Brasile), rumeno, russo, serbo (cirillico/latino), slovacco, svedese, thailandese, tibetano, turco, ucraino, vietnamita

Lingue del dizionario (suggerimenti e correzione automatica)

Inglese (USA), inglese (GB), cinese (semplificato), cinese (tradizionale), francese, francese (Canada), francese (Svizzera), tedesco, italiano, giapponese (Romaji, Kana), coreano, spagnolo, arabo, catalano, cherokee, croato, ceco, danese, olandese, estone, finlandese, fiammingo, greco, hawaiano, ebraico, hindi, ungherese, indonesiano, lettone, lituano, malese, norvegese, polacco, portoghese, portoghese (Brasile), rumeno, russo, slovacco, svedese, thailandese, turco, ucraino, vietnamita

Lingue di Siri

Inglese (USA, GB, Canada, Australia), spagnolo (USA, Messico, Spagna), francese (Francia, Canada, Svizzera), tedesco (Germania, Svizzera), italiano (Italia, Svizzera), giapponese, coreano, mandarino (Cina continentale, Taiwan), cantonese (Hong Kong)

Cosa c’è dentro

  • iPhone 5
  • Auricolari Apple EarPods con telecomando e microfono
  • Cavo da Lightning a USB
  • Alimentatore USB
  • Documentazione

Accessori

Adattatore da Lightning a 30 pin

Usa questo adattatore per collegare al tuo iPhone 5 gli accessori che hai già.Acquista ora

Kit adattatore internazionale Apple

Per collegare l’alimentatore Apple alla maggior parte delle prese elettriche nel mondo.Acquista ora

iCloud iPhone 5, iPod Touch 5, iPad

 

iTunes nella nuvola. Tutta la tua musica. Sempre con te.

La voglia di ascoltare una certa canzone può coglierti all’improvviso: meno male che c’è iCloud. Con iCloud puoi chiedere ad iTunes di scaricare automaticamente su tutti i tuoi dispositivi tutti i brani che compri, non appena fai clic sul pulsante Acquista. E da ogni dispositivo puoi accedere ai tuoi acquisti precedenti, in wireless e senza sincronizzare.1 Tutto su iTunes nella nuvola

Scarica un brano o un album.

Lo ritrovi su tutti i tuoi dispositivi.

iTunes Match

Ti piace la comodità di iTunes nella nuvola, e vorresti sfruttarla anche per la musica che non hai acquistato su iTunes? C’è iTunes Match. È una funzione che trovi sia in iTunes sul Mac o PC sia nell’app Musica dei dispositivi iOS, e ti permette di archiviare tutta la tua libreria musicale. Compresi i brani importati da CD o comprati altrove. Per soli € 24,99 l’anno.2 Tutto su iTunes Match

Streaming foto. Clic! E le vedi subito ovunque.

Con Streaming foto, le foto che scatti con uno dei tuoi dispositivi iOS appaiono automaticamente su tutti gli altri, e anche sul Mac o PC. E se importi immagini sul computer da una fotocamera digitale, iCloud ne invia una copia via Wi-Fi ai tuoi iPhone, iPad e iPod touch. Puoi anche goderti le tue ultime foto su un televisore HD, con Apple TV. Zero sincronizzazioni, zero allegati, zero file da trasferire: semplicemente, le immagini appaiono lì, sui tuoi dispositivi.
Streaming foto: per saperne di più

Scatta o importa una foto.

E guardala su tutti i tuoi dispositivi.

Documenti nella nuvola. Cominci qui. Finisci là.

Sul tuo Mac, iPhone, iPad o iPod touch puoi creare splendidi documenti e presentazioni. E con iCloud puoi passare dal Mac a tutti i tuoi dispositivi iOS e avere sempre davanti la versione più aggiornata del tuo lavoro. Non devi trafficare con i file, né ricordarti di salvarli in una cartella speciale: i tuoi documenti, con tutte le ultime modifiche, vengono memorizzati nelle tue app, così compaiono ovunque automaticamente. iCloud è parte integrante di applicazioni come KeynotePages e Numbers, e funziona anche con altre app compatibili. Così puoi creare un elenco di cose da fare sul tuo Mac e modificarlo sull’iPhone. Abbozzare un disegno sull’iPod touch e dargli il tocco finale sull’iPad. O cominciare a giocare sull’iPad e poi finire la partita sull’iPod touch. Tutto su Documenti nella nuvola

Crea o modifica un documento.

Lo ritrovi aggiornato su tutti i tuoi dispositivi

Safari. Navigare è solo l’inizio.

iCloud tiene aggiornati i preferiti e il tuo Elenco lettura su tutti i tuoi dispositivi. I Pannelli iCloud ti mostrano tutte le pagine web che hai aperto sul tuo iPad, iPhone, iPod touch e Mac, così puoi sempre ricominciare a navigare da dove eri rimasto. E Safari salva in Elenco lettura l’intera pagina web, non solo il link, quindi puoi continuare a leggere anche quando non sei connesso a internet.

Calendario, Contatti e Mail. Tutto up-to-date.

Calendari, contatti, e-mail: iCloud archivia tutte le informazioni a cui tieni di più e le tiene aggiornate su ogni tuo dispositivo. Hai cancellato un messaggio, aggiunto un evento al calendario, modificato un contatto? iCloud riporta le modifiche su tutti i dispositivi. E lo stesso vale per note, promemoria e preferiti.Tutto su Calendario, Contatti e Mail

Fissa o sposta un appuntamento.

Ritrovi le modifiche su ogni dispositivo.

App. Tutte le tue app. Sempre con te.

Se hai più di un dispositivo iOS, iCloud fa in modo che le tue app siano sempre lì dove le vuoi. Per esempio: scarica una nuova app sul tuo iPhone e apparirà automaticamente sul tuo iPad. Non devi preoccuparti di sincronizzare i dispositivi, perché iCloud lo fa per te. E quell’app che hai acquistato tanto tempo fa e che ora vorresti avere anche sul tuo nuovo iPod touch? Eccola: è nella cronologia dei tuoi acquisti sull’App Store, insieme a tutti i tuoi download. Visto che queste app sono già tue, puoi scaricarle di nuovo sul tuo iPhone, iPad o iPod touch senza pagarle un’altra volta.1

Scarica un’app.

La ritrovi su tutti i tuoi dispositivi iOS.

iBooks. Non lascerai mai più un libro a metà.

Con iCloud soddisfi la tua voglia di leggere, ovunque ti trovi. Basta un dispositivo iOS. Appena acquisti un nuovo libro sull’iBookstore, iCloud lo invia automaticamente in push a tutti gli altri tuoi dispositivi. Inizia a leggere sull’iPad, aggiungi un segnalibro, evidenzia un passaggio, scrivi un appunto: iCloud riporta tutto anche sul tuo iPhone e iPod touch. I libri che hai comprato appaiono sull’iBookstore, nella cronologia degli acquisti: da qui puoi scaricarli su qualsiasi tuo dispositivo, quando vuoi. E non ti costerà nulla in più.1

Compra un libro o
metti un segnalibro.

E su ogni altro dispositivo iOS, riprenderai da dove eri rimasto.

Backup e ripristino.

iCloud ti salva la vita.

Sul tuo iPhone, iPad e iPod touch ci sono un mucchio di cose importanti: per questo iCloud ne fa il backup ogni giorno, automaticamente e via Wi-Fi quando il tuo dispositivo è in carica. Senza che tu debba fare nulla. E se devi configurare un nuovo dispositivo iOS o ripristinare i tuoi dati, Backup di iCloud fa il lavoro per te. Ti basta collegare il dispositivo alla rete Wi-Fi e inserire il tuo Apple ID e la tua password: le tue informazioni personali, insieme alla musica, alle app e ai libri che hai acquistato, compariranno automaticamente.3

Trova il mio iPhone

Chi l’ha visto?

Se hai perso il tuo dispositivo e non riesci a ritrovarlo, chiedi aiuto a Trova il mio iPhone.4 Accedi ad iCloud.com o usa l’app Trova il mio iPhone su un altro dispositivo per individuare su una mappa quello smarrito, far apparire un messaggio sul suo display, bloccarlo con un codice o cancellarne i dati a distanza.E in iOS 6, c’è anche la modalità Lost di iCloud che rende ancora più facile usare Trova il mio iPhone per ritrovare o proteggere il tuo dispositivo smarrito. Puoi bloccare subito il dispositivo che hai perso con un codice di quattro cifre e mandare un messaggio con il numero a cui contattarti. Così, se un’anima buona te lo trova, potrà chiamarti dalla schermata di blocco senza accedere alle altre informazioni che hai nel dispositivo. Sempre in modalità Lost il dispositivo tiene traccia dei luoghi in cui è stato e te li comunica ogni volta che vai su iCloud.com o controlli l’app Trova il mio iPhone.
Tutto su Trova il mio iPhone

Trova i miei amici.

Con gli amici ti trovi sempre bene.

L’app Trova i miei amici ti permette di condividere la tua posizione con chi vuoi tu.4 Gli amici che hanno attivato la funzione di localizzazione ti appariranno su una mappa: un puntino ti dice dove sono. E ora puoi anche ricevere avvisi “geosensibili”: per esempio, puoi farti avvisare quando i tuoi figli escono da scuola o tornano a casa. Con Trova i miei amici puoi far sapere anche ad altri dove ti trovi, così è più facile restare in contatto con chi vuoi tu.Tutto su Trova i miei amici

Archiviazione.

Gratis. Una parola ricca di contenuti.

Quando ti iscrivi, iCloud ti dà subito 5GB di spazio, gratuitamente. E sono davvero tanti se consideri il modo in cui iCloud archivia i tuoi contenuti. La musica, le app e i libri che acquisti, oltre alle immagini di Streaming foto, non vengono contati nei 5GB. Ci vorrà un bel po’ prima di occupare tutto il tuo spazio con e-mail, documenti, impostazioni e dati degli account e delle app. Ma se non ti basta, puoi sempre acquistare spazio extra direttamente dal tuo dispositivo.

Privacy e sicurezza.

I tuoi dati. E sottolineiamo tuoi.

Apple prende molto seriamente la sicurezza e la privacy dei tuoi dati personali, e le funzioni di iCloud sono fatte apposta per proteggerli: lo fanno con gli stessi standard di sicurezza adottati dai più importanti istituti finanziari.Tutto su Privacy e sicurezza

iCloud.com. La tua casa sul web.

Fai il login su www.iCloud.com e potrai accedere a Mail, Contatti, Calendario, Trova il mio iPhone, Note, Promemoria e Documenti iWork da qualsiasi Mac o PC.

 

Ecco a voi l’iPhone 5: display retina da 4″, nuovo processore A6, fotocamera da 8MP e tecnologia LTE!

L’iPhone 5 è finalmente arrivato. I rumors sono stati in gran parte confermati. E’ Phil Schiller a presentarlo: fantastico display da 4 pollici, aspect ratio 16:9, retro in alluminio, fotocamera da 8MP e spessore più sottile tra tutti gli smartphone in commercio. Vediamo insieme tutte le caratteristiche nel dettaglio.

Il nuovo iPhone è il 18% più sottile e il 20% più leggero del suo predecessore, con soli 7.6mm di spessore ed un peso che sfiora i 112 grammi. Il display ha una risoluzione di 1136×640 pixel, qualità retina (326 PPI).

Grazie a questo schermo più lungo, è stata aggiunta una quinta fila per le icone in home screen. Inoltre, per le app non ancora aggiornate non ci saranno problemi, infatti verranno visualizzate centralmente con una leggera banda nera in entrambi i bordi superiore ed inferiore.

Il nuovo iPhone supporta la tecnologia LTE, grazie alla sua antenna univoca è in grado di utilizzare UMTS, HSDPA o LTE a seconda del paese e degli operatori. Monta anche una nuova tecnologia wireless ultraveloce. Il WiFi più potente infatti garantisce 2,5 GHz e 5GHz su 802.11n. E’ presente un solo chip per voce e dati, ed uno per la frequenza radio. Un’unica antenna, dinamica.

L’iPhone 5 monta un chip A6, due volte più veloce dell’A5, con un raddoppio in termini di grafica e performance. Ed è il 22% più piccolo. La qualità dei giochi è PARI a quella dei giochi in console, davvero sorprendente. Le ombre ed i riflessi sono nettamente migliori del precedente.

 

La batteria è stata migliorata, nonostante il nuovo iPhone debba sopportare grossi sforzi soprattutto in ambito grafico:

  • 8 ore in chiamate 3G
  • 8 ore in navigazione 3G
  • 8 ore in navigazione LTE
  • 10 ore di navigazione in WiFi
  • 10 ore di visualizzazione video
  • 40 ore di ascolto musica
  • 225 ore in standby

La fotocamera posteriore resta di 8 megapixel (risoluzione 1080p HD), ma con notevoli miglioramenti soprattutto per quanto riguarda l’allineamento delle lenti. La nuova modalità Dinamy Low Light registra i cambiamenti di luce e permette di ottenere foto migliori. La fotocamera è del 25% più piccola e il 40% più velocenell’acquisizione delle foto.

Le foto sono acquisite a 3264 x 2448pixel, e grazie alla nuova funzione Panoramasi possono acquisire foto panoramiche di ben 28 megapixel. E’ presente il riconoscimento facciale e da oggi sarà possibile scattare foto durante l’acquisizione di un video.

La fotocamera anteriore è stata migliorata, con possibilità di effettuare videochiamate con Facetime in HD a 720p.

Sono ora presenti 3 microfoni, uno sulla parte frontale, uno sulla parte posteriore e una sul lato inferiore. Gli speaker sono il 20% più sottili e grazie al Wideband c’è una maggiore capacità nell’eliminazione di rumori ed interferenze.

Il dock è l’80% più piccolo, facile da usare in quanto reversibile. Nella confezione è fornito un adattatore per poter utilizzare il nuovo ingresso con i vecchi accessori.

L’iPhone 5 sarà disponibile in Italia a partire dal 28 settembre.

prezzi per gli iPhone a contratto in USA rimangono invariati: 199$ per il modello da 16GB, 299$ per il taglio da 32GB e 399% per il top di gamma a 64GB. A breve vi forniremo i prezzi ufficiali Italia!

Nuove cuffie Apple !!!!

  • iPhone5_0941

    by Cristian Palandrani via Flickr 8:37 PM
  • iPhone5_0942

    by Cristian Palandrani via Flickr 8:37 PM
  • Queste cuffie le troveremo anche nell’iPhone.
    by Fabiano Confuorto 8:37 PM
  • i Nuovi iPod saranno disponibili da OGGI
    by Fabiano Confuorto 8:37 PM
  • “Gli amanti della musica ameranno gli iPod e i nuovi accessori”
    by Fabiano Confuorto 8:37 PM
  • iPhone5_0939

    by Cristian Palandrani via Flickr 8:37 PM
  • Sono cuffie realizzate per “mettere il suono DENTRO l’orecchio”
    by Fabiano Confuorto 8:37 PM
  • Fare un unico modello di cuffie, di una sola dimensione ma adatte a tutte le persone e gli orecchi umani è impossibile.. Ma apple ha cercato di realizzare un prodotto quanto più possibilmente vicino ed perrfetto per tutti .
    by Fabiano Confuorto 8:36 PM
  • iPhone5_0932

    by Cristian Palandrani via Flickr 8:36 PM
  • iPhone5_0929

    by Cristian Palandrani via Flickr 8:36 PM
  • Ive parla del design. Ci sono voluti 3 anni di lavoro per progettare ed ottimizzare cuffie che garantiscono un confort e un’elevata qualità audio a qualsiasi utilizzatore.
    by Fabiano Confuorto 8:35 PM
  • iPhone5_0928

    by Cristian Palandrani via Flickr 8:35 PM
  • img0590

    by Cristian Palandrani via Flickr 8:35 PM
  • I nuovi auricolari si chiamano EarPods.
    by Fabiano Confuorto 8:34 PM
  • iPhone5_0920

    by Cristian Palandrani via Flickr 8:34 PM
  • Parte un video demo.
    by Fabiano Confuorto 8:34 PM
  • iPhone5_0919-1

    by Cristian Palandrani via Flickr 8:34 PM
  • iPhone5_0919

    by Cristian Palandrani via Flickr 8:34 PM
  • Apple ha investito 3 anni di tempo per creare le nuove cuffie. Anche queste uguali alle immagini leaked dei rumors di questi giorni.
    by Fabiano Confuorto 8:34 PM
  • Apple è uno dei principali fornitori di speaker per ascoltare musica. E vengono mostrate le vecchie cuffie
    by Fabiano Confuorto 8:34 PM
  • iPhone5_0911-1

    by Cristian Palandrani via Flickr 8:34 PM
  • Si passa a parlare degli altoparlanti. Fondamentali per ascoltare la musica.
    by Fabiano Confuorto 8:33 PM
  • iPhone5_0911

iPod Touch in continuo AGGIORNAMENTO

20.2

20.33
20.33Ma il pannello frontale rimane bianco… peccato…
20.33
20.325 colori disponibili, con relativo gancetto al polso!
20.32
20.31Siri sull’iPod touch!
20.31Fotocamera frontale HD 720p, posteriore Full HD 1080p,  Bluetooth 4.0
20.31
20.31Gancetto per tenerlo al posto, si collega direttamente al device
20.31
20.30
20.30
20.29Foto panoramiche anche sul nuovo iPod touch.
20.29
20.29Un mix tra la risoluzione dell’iPhone 4 e le lenti dell’iPhone 4S.
20.28iSight camera: 5 megapixel, sensore retroilluminato, filtro IR ibrido, apertura f/2.4, 5 lenti
20.28
20.27
20.2740 ore di autonomia
20.27Motore grafico sviluppato ad Oxford!

4

20.24Ora il gioco “Clumsy Ninja” in Demo
20.24Prestazioni fino a 7 volte superiori
20.24
20.23Chip A5, più veloce dell’A4 della precedente generazione
20.23
20.22Fotocamera posteriore con led flash
20.22ì
20.22Stesso display dell’iPhone 5!
20.22
20.22Peso: 88 grammi
20.21175.000 giochi e app d’intrattenimento in soli 6,1 mm di spessore
20.21
20.21

20.20
20.20Nuovo iPod touch!

iPhone 5 tutto quello che c’è da sapere

20.01

20.01Da noi arriverà il 28 settembre!

20.01

20.01ITALIA ESCLUSA DAL DAY-ONE del 21 settembre!

20.01

20.01Preordini a partire da venerdi e la spedizione partirà una settimana dopo!

20.00

20.00Phil di nuovo sul palco. I prezzi americani sotto contratto: 9, 9, 9, come l’iPhone 4S

20.00

19.59Il microfono posteriore si trova tra la fotocamera ed il flash

19.58

19.57

19.57

19.57Nel video assistiamo alla produzione dei vari componenti mentre vengono mostrati alcuni dettagli del prodotto. Lo vedremo breve su YouTube!

19.56

19.55Non hanno parlato di nano-SIM… Sarà una novità inaspettata o non la vedremo sul nuovo iPhone?

19.54

19.53

19.53Video presentazione del nuovo iPhone 5.

19.52

19.52L’alluminio della scocca posteriore ha due diverse tonalità di colore in base al modello bianco o nero scelto.

19.52

19.52iPhone 5 disponibile in colorazione Bianco o Nero

19.51E bravo Forstall, ci ha fatto rivedere tutte le funzioni di iOS 6. Ma già le sapevamo. Andiamo avanti. Schiller risale sul palco…

19.51

19.51

19.50Se ancora non lo sapete, potrete aggiornare il vostro stato di Facebook o twittare direttamente da Siri.

19.50Promemoria: Siri supporta il campionato italiano di Serie A.

“Quanto è finita questa partita?” Siri vi risponderà…

19.49

19.48Nuove funzioni di Siri introdotte in iOS 6. Sì… anche queste già viste

19.48(sale la scimmia)

19.47Ecco mostrate (di nuovo) le cartelle di Photo Stream condivise, con tanto di commenti.

19.47

19.47Ticket, biglietti dell’aereo, carte di credito, tutto in versione digitale nel vostro iPhone, con Passbook

19.46Passbook, nasconderà l’NFC? (probabilmente no… vedremo)

19.46

19.46

19.45Si parla in generale delle novità in iOS 6 come i tab iCloud, le mail VIP etc…

19.45

19.45A quanto pare no…. E ora si (ri)guarda la modalità full screen di Safari

19.44

19.44Ora uno sguardo al Centro Notifiche… novità alle porte?

19.43

19.43

19.43Ed ecco di nuovo mostrate le mappe 3D di Flyover, solo su iOS 6

19.42Viene mostrata l’interfaccia del nuovo navigatore satellitare incluso su iOS 6 per iPhone 5 (e 4S)

19.42

19.42Yelp integrato nelle Mappe. Già lo sapevamo…

19.41

19.41Bye bye Google, ecco le mappe Made In Cupertino

19.41

19.40Ora si parla delle novità di iOS 6 presenti su iPhone 5! Ragazzi, sale Scott Forstall sul palco!

19.40

19.40Sarà disponibile, ovviamente, un adattatore per utilizzare gli attuali accessori in commercio.

19.40

19.398 piedini, 80% più piccolo. (Non erano 9?)

19.39

19.39“Lighting” si chiama il nuovo connettore degli iDevices

19.38

19.38

19.37Ora si parla del connettore: non più da 30 pin ma….

19.37

19.37Audio a larga diffusione (“wideband”)

19.37Anche il comparto audio è stato migliorato con Speaker molto più potenti.

19.37

19.36Tre microfoni totali!

19.36

19.36FaceTime HD, la fotocamera frontale, è finalmente in HD!

19.36

19.35

19.35FaceTime funzionerà sotto rete 3G!

19.35Video Full HD 1080p, stabilizzazione video migliorata, e come HTC insegna: foto durante la registrazione video!

19.3428 megapixel massimi di foto panoramica!!

19.34

19.33Funzione Panorama: foto panoramiche a portata di click!

19.33

19.33Phil fa vedere la nuova funzione di “Foto Stream Condiviso”

19.33

19.32

19.32Vengono mostrate alcune foto scattate con la fotocamera del nuovo iPhone 5

19.32IPS di nuova generazione, riduzione del rumore, filtro “intelligente”, migliori performance a bassa luminosità, scatto più veloce

19.31

19.31La nuova struttura della fotocamera permette foto più luminose di 2 stop

19.30Camera 25% meno spessa… ovviamente…

19.30

19.308 megapixel, sensore retroilluminato, filtro IR ibrido, 5 lenti, apertura f/2.4

19.30

19.30iSight, fotocamera posteriore!

19.29Confermati i tempi di autonomia della batteria visti sull’iPhone 4S, ma su un device più sottile e leggero!

19.29

19.28Torna Phil sul palco…

19.28Ora si parla della Batteria!

19.28Supporto per Game Center garantito!

19.27Specchietto retrovisore veramente arrivo! Wow!

19.27

19.26“Qualità alla pari delle console” ……

19.26

19.26Real Racing 3… ecco una demo.

19.25Ora una demo di alcuni giochi EA

19.252 volte più veloce nelle quotidiane operazioni

19.25Chip A6, 20% più piccolo del precedente!

19.25

19.24La rete LTE di TIM sarà supportata in ITALIA!

19.24Il wi-fi lavora su doppia banda quindi anche a 5Ghz

19.24

19.24

19.24

19.23La compatibilità dell’antenna è estesa su varie reti LTE internazionali. Ci sarà anche l’Italia?

Forse no. Per ora vengono mostrati soli i paesi europei Germania e Regno Unito

19.23

19.22

19.22“Un singolo chip per gestire voci e dati”

19.21

19.21Nessuna novità fino ad ora… i rumor avevano predetto tutto! 🙂

19.21

19.21Il nuovo iPhone 5 sarà dotato di connessione LTE!

19.21t

19.21Adesso si parla della tecnologia Wireless ad alta velocità

19.21Il display è full sRGB!

19.20Saturazione dei colori 44% superiore

19.20

19.20

19.20

19.20Vengono mostrate le applicazioni già ottimizzate: OpenTable

19.19“L’ottimizzazione per schermo da 4 pollici sarà facile e veloce per gli sviluppatori”

Apple ha infatti mantenuto la stessa larghezza di 640 pixel

19.19Le applicazioni non ottimizzate saranno visualizzate al centro dello schermo

19.18Apple ha già aggiornato la sua gamma di app per iPhone: GarageBand, iMovie, iPhoto

19.18

19.18Campo visivo aumentato su tutte le applicazioni: Mail, Calendario, suite iWork, Safari ecc.

19.18

19.17Le immagini fanno vedere come si possano raggiungere tutti i punti dello schermo utilizzando una sola mano!

19.17

19.17

19.17Aspect ration 16:9, al posto degli abituali 3:2

19.17La nuova risoluzione del display da 4 pollici sarà pari a 1136×640 pixel

19.16Retina display da 326 pixel per pollice

19.16

19.16E’ il 18% più sottile dell’iPhone 4s.

19.15Eccolo! Ufficiale! È come lo avevamo visto nei rumor!

19.15

19.15Confermato lo spessore minimo di soli 7,6 mm

19.15

19.15E’ formato interamente in vetro e in alluminio

19.15

19.14

19.14Nome dell’ “iPhone 5″ sottile… vi ricorda qualcosa? È lo stesso visto sulla confezione da noi mostrata in anteprima!

19.14“E’ il nostro più bel prodotto di sempre”

19.14

19.13“Oggi introduciamo il nuovo iPhone 5″

Nuove immagini dei componenti interni dell’iPhone 5. Processore A6, LTE Qualcomm e memorie Hynix!

 

Poco meno di due ore per conoscere tutti i dettagli sul nuovo iPhone e come di consueto arrivano le immagini leaked last minute. Questa volta vi proponiamo delle foto pubblicate da HDBlog raffiguranti la presunta scheda logica del nuovo iPhone.

 

Secondo quanto è possibile osservare dalla foto come prima cosa notiamo il nuovo processore A6, che secondo i possessori della scheda logica si tratterebbe di un processore quad core, ma questo è ancora tutto da vedere visto che dalle specifiche esterne non è deducibile. Troviamo inoltre un modem Qualcomm MDM9615M LTE, nuova conferma della compatibilità con le reti LTE, sperando sia compatibile con le reti Italiane.

Andiamo poi alle memorie, come da alcune indiscrezioni pare che Apple ha sostituito le memorie Samsung passando a Hynix. Non ci sono informazioni relative alla ram, ma nei mesi scorsi erano state riportate di notizie riguardanti un prototipo con 1Gb di ram ed è possibile che sarà proprio questo il quantitativo installato.

Come sempre vi ricordiamo che potrete seguire la diretta grazie al nostro Live Blog che inizierà alle 18 per fare un riassunto degli ultimi rumors e per discutere con voi tramite i commenti su ciò che sarà il nuovo iPhone.

E’ Ufficiale: si chiamerà iPhone 5 e sarà accompagnato da nuovi iPod e iTunes 11 [AGGIORNATO: iPhone LTE]

Si comincia forte la corsa verso il live di questo pomeriggio che potrete seguire come sempre in diretta sul nostro sito. Sul portale ufficiale della mela morsicata americano, il motore di ricerca restituisce dei risultati sul nuovo melafonino. Purtroppo le pagine non contengono ancora nulla ma un dettaglio è già svelato: sarà iPhone 5 e questo pomeriggio verrà svelata anche una nuova generazione di iPod Nano.

 

Basta cercare iPhone-5 sul sito americano per vedere già indicizzate le prime pagine relative la nuovo melafonino di casa Apple. Il giochetto non funziona ancora sul sito italiano, ma poco importa. Sembra ormai svelata l’identità del prossimo che dopo tante chiacchiere sembrerebbe avere finalmente un nome.

Anche sull’iPod sembrano non esserci più dubbi. I nuovi nano sono pronti a sbarcare dal palco dello Yerba Buena Center insieme alla nuova generazione di Touch con retina display e registrazione in full HD.

AGGIORNAMENTO: ok, il motore di ricerca Apple contiene davvero un tesoro di informazioni. Tenetevi forte perché oggi verrà presentato anche il nuovo iTunes 11. Non è detto che venga lanciato proprio oggi, è più probabile che ne vengano svelati tutti i dettagli ma per il lancio potrebbe essere necessario attendere qualche settimana.

AGGIORNAMENTO X2: Abbiamo parlato più volte dell’LTE, la rete ultraveloce mobile chiamata anche 4G, e da alcune prove come risultato appare la pagina relativa all’iPhone LTE, semplicemente cercando “LTE” nella medesima barra di ricerca.

Analista: ‘Grande aggiornamento per l’iPod Touch con nuovi colori, GPS, miglioramenti alla fotocamera e altro’

Non possono mancare ovviamente i rumors last-minute precedenti di poco all’evento che si terrà questa sera alle 19. Questa volta è l’analista Ming-Chi Kuodella KGI Securities che ha riportato le sue previsioni riguardanti il nuovo modello di iPod Touch che, secondo quanto afferma, sarà travolto da un grande aggiornamento! Andiamo a vedere in dettaglio la sua previsione.

 

Ecco l’elenco di tutte le novità che secondo Kuo avrà il nuovo iPod Touch:

  • Nuovi colori: Secondo Kuo oltre ai modelli tradizionali nero e bianco, Apple renderà disponibile l’iPod Touch in altri colori per attrarre di più i clienti, soprattutto giovani.
  • Display da 4″ e corpo sottile: Come ben sappiamo la maggior parte di rumors affermano che il nuovo iPhone avrà un nuovo schermo da 4″ e così, secondo Kuo, sarà anche per l’iPod Touch che avrà oltre al nuovo monitor più largo anche un corpo più sottile
  • GPS: Come sappiamo l’attuale modello di iPod Touch permette di utilizzare le informazioni GPS solo tramite il riconoscimento del luogo tramite il wifi, come avviene sul Mac. Secondo Kuo il nuovo iPod Touch avrà un GPS integrato per fornire una migliore localizzazione, utile anche per utilizzare navigatori GPS senza supporto esterni.
  • Miglioramenti Fotocamera: Grandi video ma pessime foto, questa è la situazione attuale degli attuali iPod. Secondo Kuo Apple migliorerà anche la fotocamera frontale con la versione Facetime HD attualmente utilizzata su iPad 3 e iPhone 4S ed inoltre verrà anche aggiornata la fotocamera posteriore con un sensore da 5megapixel.
  • Compatibilità  Cross-device: Una funzione che potrebbe essere utile per utilizzare l’iPod Touch come controller per Mac o iPad in modalità gioco o per altri scopi.
  • A5 chip: Secondo gli ultimi rumors l’iPhone 5 avrà un chip A6, mentre secondo Kou il nuovo iPod Touch avrà il processore A5 per aumentare le prestazioni del device, simili a quelle dell’iPad!
  • Connettore dock più piccolo: Se Apple introdurrà con l’ìPhone 5 il nuovo dock a 9 pin che abbiamo avuto modo di vedere nelle scorse settimane, secondo Kou, Apple applicherà questo connettore su tutti i nuovi iDevice a partire anche dal nuovo iPod Touch.
Sicuramente alcune di queste novità sono quasi scontate visti gli ultimi rumors, come il nuovo dock e il display dal 4″, ma ad esempio la disponibilità di nuovi colori per l’iPod Touch risulterebbe una novità non di poco conto. Kuo ha affermato inoltre che l’attuale generazione di iPod Touch non verrà più commercializzata, al contrario di quanto affermavano gli ultimi rumors che affermavano invece il contrario.

Questa sera sicuramente conosceremo tutta la verità e vi ricordiamo che a partire dalle ore 18:00, troverete online la nostra nuova piattaforma per i Live per seguire in diretta con noi l’evento. Oltre a discutere dei vari rumors e lanciare sondaggi, vi daremo la possibilità di vincere dei codici redeem per riscattare gratuitamente applicazioni e giochi dall’App Store.

Cosa ti aspetti dall’iPhone 5?

 

Ormai mancano poche ore alla presentazione del nuovo iPhone e in tanti vi sarete sicuramente fatti un’idea di come potrebbe essere il prossimo smartphone di casa Apple: sarà uguale ai rumor visti in questi giorni, oppure Apple presenterà un prodotto inedito? Quali sorprese potrebbe nascondere il prossimo iPhone? Fateci sapere la vostra opinione!

 

Se dovessimo dare credito ai rumor, che mai come quest’anno sembrano davvero affidabili, l’iPhone 5 lo conosciamo praticamente da 4-5 mesi, da quando, cioè, furono mostrate le prime immagini di questo dispositivo da 4 pollici e 16:9, con scocca più sottile e design simile all’iPhone 4/4S. Ma sarà davvero così? Apple ha perso la sua proverbiale segretezza, oppure ci saranno sorprese? Insomma, come sarà esteticamente, verrà utilizzata la tecnologia in-cell?

Parlateci poi del nome: sarà iPhone 5, nuovo iPhone o cosa?

Ci sarà la nuova nano SIM o verrà usata la classica micro SIM?

E il connettore dock? Sarà da 9-pin, come ormai tutti credono, con jack cuffie nella parte inferiore e nuovi speaker?

E nella confezione, troveremo i nuovi auricolari o Apple rimarrà fedele ai vecchi modelli?

E la fotocamera? Apple ha sempre (o quasi) migliorato la fotocamera nei vari iPhone, sarà lo stesso anche oggi? Magari troveremo anche una fotocamera frontale migliorata?

E l’hardware? Batteria potenziata, CPU A6 quad core o altro?

Parlateci anche della possibile compatibilità con le reti ultra veloci LTE e dell’NFC: saranno implementati entrambi o no?

Infine, Apple con ogni modello di iPhone ha sempre presentato una novità esclusiva (come Siri per iPhone 4S). Succederà lo stesso con l’iPhone 5? E se sì, cosa potrebbe essere?

Il nuovo connettore dock si chiamerà “Lightning”, le nuove cuffie “Earpods” ed un nuovo misterioso accessorio “Loop” sarà destinato alla nuova linea iPod!

E’ da poco trapelata una notizia che ci informa del fatto che il nuovo connettore mini-dock sarà chiamato “Lightning” mentre le nuove cuffie saranno riconosciute come “Earpods”. Un nuovo misterioso accessorio chiamato “Loop” invece, sarà destinato alla nuova linea di iPod. Scopriamone insieme i dettagli dopo il salto.

Sembrerebbe che il nuovo connettore dock a 9 pin di Apple è stato marchiato con la nomenclatura “Lightning” internamente. Questa sera finalmente saranno sciolti tutti i nostri dubbi a riguardo (a tal proposito vi ricordo che è possibile seguire la diretta LIVE su iSpazio a partire dalle ore 18:00), ma la fonte da cui abbiamo attinto la notizia è sicura che questa nomenclatura si estenderà anche a livello commerciale, in modo da poterlo riconoscere facilmente tra gli scaffali degli Apple Store. Questo particolare nome sembra essere stato scelto per due motivi: il primo, è che suona molto bene se pensiamo alla porta Thunderbolt del Mac (“fulmini” e “saette”), ed il secondo è che proprio per questo motivo molto probabilmente il nuovo connettore dock sarà in grado di eseguire tutte le operazioni di sincronizzazione e ricarica ad una velocità più elevata rispetto a quella dell’attuale connettore a 30 pin.

E’ stato riferito che l’adattatore per questo nuovo tipo di connettore sarà disponibile in due versioni: una compatta, ed una completa di cavo corto per particolari esigenze.

I nuovi auricolari che vi abbiamo mostrato tempo fa in questo articolo saranno chiamati Earpods e saranno caratterizzati da un’alta qualità del suono e da un maggior confort nel momento in cui saranno indossati. Il prezzo di vendita sarà lo stesso degli attuali auricolari Apple.

La notizia più interessante però riguarda un misterioso accessorio venduto in diversi colori che si chiamerà “Loop” e sarà destinato alla nuova linea di iPod. Putroppo non sono trapelate ulteriori notizie o fotografie che lo ritraggono, quindi non sappiamo dirvi altro in merito. Non ci resta che attendere, ormai mancano poche ore e finalmente potremo avere tutte le risposte alle domande che da mesi ci hanno incuriosito.

Foto ravvicinate del Nuovo Mini-Connettore Dock da 9-pin dell’iPhone 5 (Aggiornato: Nuove Foto)

 

 

Una tra le novità (quasi) certe del prossimo iPhone di Apple sarà il nuovo mini-connettore dock da soli 9 piedini, che consentirà la ricarica, il collegamento al computer tramite USB e l’interazione con accessori di terze parti. Questo nuovo connettore, che prende il posto di quello vecchio e più ingombrante da 30-pin, si estenderà a breve a tutta la famiglia di dispositivi mobile di Apple, a partire dall’iPhone 5 per poi allargarsi ai nuovi iPod e alle future generazioni di iPad.

Direttamente dalla Cina, precisamente dal forum di Meizu, arrivano nuove foto ravvicinate di questo componente, già fotografato precedentemente in varie occasioni, ma mai così nel dettaglio. L’utente che ha pubblicato le foto conferma che la natura del connettore porta (ad esempio) “il beneficio di non dover accendere la luce di notte, perché si può inserire in entrambi i versi”, a differenza dell’attuale da 30-pin e della micro-USB.  Le immagini offrono interessanti confronti dimensionali con la porta USB 2.0 e la micro-USBdegli smartphone di ultima generazione (iPhone escluso). Il design e la qualità lasciano pochi dubbi circa l’autenticità dell’oggetto.

 

Ricordiamo che sebbene apparentemente si contino solo 8 pin, in realtà interagirà con il device come nono piedino anche la cornice metallica laterale. Ultime indiscrezioni hanno stimato un prezzo di $10 per l’adattatore che consentirà di utilizzare questo cavo con iPhone di vecchia generazione.

A subire redesign per accogliere questa nuova porta saranno anche i nuovi iPod, in attesa di essere presentati, così come l’iPhone 5 all’evento Apple del 12 settembre. Nella confezione di vendita delle future generazioni di iDevice troveremo quindi sia il nuovo cavo USB mostrato nelle immagini, che il presunto nuovo modello di cuffie Made in Cupertino.

AGGIORNAMENTO:

A meno di tre giorni dall’evento Apple del 12 settembre, in rete continuano a comparire immagini leaks dei prodotti che attendono di essere presentati allo Yerba Buena Center di San Francisco. Sotto i riflettori fotografici è di nuovo il cavo USB con il mini-connettore Dock da 9-pin, componente che molto probabilmente troveremo all’interno delle confezioni dei futuri iDevice, iPhone 5 compreso. La fonte è anche questa volta un forum cinese, e specifica, oltre il nome “iPhone 5″ del prodotto, anche il presunto prezzo di vendita in Cina, equivalente a 50 yuan, prezzo molto inferiore rispetto ai $19 previsti da iLounge.