Il capo di Apple Tim Cook guida la hit dei gay più influenti

15-10932b_outpower50timcook

Apple CEO Tim Cook speaks to the audience during an Apple event in San Jose

Tim CookLa classifica è di Out, ma il numero uno di Cupertino non ha mai fatto outing

TMNews

New York, 11 apr. (TMNews) – Tim Cook è al primo posto nella classifica degli omosessuali più potenti d’America, pur non avendo mai fatto outing. Il boss di Apple, subentrato a Steve Jobs l’anno scorso, non ha mai dichiarato il suo orientamento sessuale, ma si ritrova comunque al vertice dell’annuale analisi della rivista Out. È la terza volta che il numero uno di Cupertino si ritrova al vertice della lista, ma le voci sulla sua omosessualità hanno sempre raccolto aspre polemiche e nessun commento da parte dello stesso manager.

Subito dopo Cook, entra in classifica anche la star televisiva Ellen DeGeneres, che ha invece fatto outing molti anni fa. Mentre, tra gli altri vip che non hanno mai parlato della propria presunta omosessualità, ci sono il blogger Matt Drudge di Drudgereport e il miliardario delle comunicazioni Barry Diller. In passato Out aveva anticipato le confessioni di altri personaggi famosi: tra questi, l’attrice Jodie Foster (che ne ha recentemente parlato ai Golden Globes) e la star della Cnn Anderson Cooper.

Aaron Hicklin, il direttore della rivista, giustifica così il fatto di mettere nella hit parade figure influenti che non hanno reso pubblica la propria sessualità: “L’idea non è di fare uno scandalo: è di stilare una lista significativa – ha detto – e se li escludessimo non lo sarebbe”.

Annunci

C’è più affluenza nei Microsoft Store o negli Apple Store?

Howard Kaplan è un lettore di Fortune che ha scattato due foto nei due vicini negozi del Westfield Century City Mall di Los Angeles a pochissimi minuti di distanza: una foto è stata scattata nell’Apple Store, l’altro nel Microsoft pop-up sito a pochi metri di distanza. La situazione per uno dei due punti vendita è imbarazzante. Indovinate quale…

 

Pochi minuti fa sono state pubblicate sul sito di Fortune due foto che trasmettono quelle che potrebbero essere le posizioni economiche trimestrali delle due società concorrenti: Apple e Microsoft. Come possiamo vedere dalle foto, gli Apple Store sono assolutamente pieni di gente, mentre nei corrispettivi Microsoft troviamo i soli commessi, ed i Surface che giacciono indisturbati.

Tutto questo dopo la non confortante (per Microsoft) ricerca effettuata da Reuters, di cui abbiamo pubblicato i dettagli in un articolo di ieri, in cui gli intervistatori hanno contato che per ogni acquirente in un Microsoft pop-up ce ne fossero ben nove in un Apple Store.

Le foto sono state scattate da Howard Kaplan nel pomeriggio di Martedì nelWestfield Century City Mall, a metà strada fra Beverly Hills e Westwood. La situazione imbarazzante (sempre per Microsoft) deriva anche dal fatto che questo suo specifico punto vendita sia stato appositamente costruito nelle vicinanze dell’Apple Store soggetto delle foto, come forma di provocazione nei confronti della società di Cupertino.

La provocazione sembra però non aver minimamente funzionato. Siete d’accordo?

Furto al Apple Store di Torino

E’ trascorso poco più di un mese dall’apertura del secondo Apple Store di Torino, il più grande che abbiamo in Italia, ed oggi siamo qui a comunicarvi che ieri notte il negozio è stato svaligiato. I ladri hanno forzato le saracinesche dell’entrata principale del negozio, eludendo i sistemi di allarme in pieno centro città, ed hanno portato via tutta la merce esposta tra iPhone, iPad e diversi modelli di computer Mac. Sono ancora incerti i dettagli su questa vicenda ma i carabinieri indagano. Troppo presto anche per una stima provvisoria dei danni. Vi terremo aggiornati.

Pointstic

Vi abbiamo già parlato di Pointstic, una bella ed innovativa applicazione per iPhone che riesce a premiare i propri utenti con premi reali attraverso delle piccole sfide che possiamo considerare dei “giochi” nella vita di tutti i giorni. L’applicazione è stata recentemente aggiornata, perfezionandosi ulteriormente, ma prima di passar al changelog cerchiamo di capire per bene come funziona.

  

Pointstic è una sorta di caccia al tesoro nel mondo reale. Si basa sulla scansione dei codici a barre di alcuni prodotti selezionati e permette, in questo modo, di accumulare dei punti. Un altro sistema per accumulare punti è quello effettuare dei check-in in determinati luoghi o negozi. La particolarità più bella di quest’applicazione è rappresentata dalla possibilità di convertire i punti in premi, che verranno spediti direttamente a casa, in tempi brevissimi.

Accumulare punti è veramente semplice ed esistono molteplici premi il cui punteggio è facilmente raggiungibile. Pensate che per ottenere una iTunes Gift Card in omaggio è sufficiente accumulare soltanto 1500 punti.

Una volta avviata l’applicazione per la prima volta, ci troveremo di fronte alla schermata che raccoglie tutte le sfide disponibili. Ogni sfida ha una validità limitata e potremo portarla a termine soltanto prima dello scadere del tempo. In linea di massima le sfide sono basate sulla scansione del codice a barre di determinati prodotti come ad esempio un pacco di biscotti, una confezione di caffè, un tubetto di dentifricio e così via. Basterà selezionare la missione che vogliamo eseguire, puntare l’iPhone sul codice a barre e lasciare tutto il resto del lavoro all’applicazione che, attraverso la fotocamera, esaminerà il codice e ne verificherà la validità. Ogni missione portata a termine ci darà dei punti, portandoci alla soglia necessaria per richiedere un premio a scelta, all’interno del vasto catalogo.

Con la nuova versione 1.2 sono state aggiunte:

  • Nuove missioni, nuove azioni e soprattutto l’aggiunta di premi che possono essere riscossi immediatamente!
  • L’ottimizzazione per il display dell’iPhone 5
  • Delle migliorie per la geolocalizzazione
  • L’integrazione nativa con Facebook sfruttando le API di iOS 6.0.
  • Le notifiche Push per essere avvisati quando un amico si iscrive grazie ad un proprio invito

L’aspetto più interessante di Pointstic sta nella possibilità di ricevere ben 150 puntiogni qual volta inviterete un amico a provare l’applicazione. I 150 punti, non verranno regalati soltanto a chi emette l’invito, ma anche a chi lo riceve e lo accetta, installando l’applicazione per la prima volta tramite l’invito stesso!

Con gli inviti, vincere un premio reale è ancora più semplice

Grazie agli inviti, riuscirete ad arrivare facilmente al traguardo che desiderate, riscuotendo il primo regalo! Se volete ricevere un invito a Pointstic, iniziando quindi la vostra avventura in questo gioco a premi con un saldo di 150 punti anzichè zero. commentate qui sotto e provvederò ad inviarvi l’invito tramite Facebook in pochissimo tempo.
Dopo aver scaricato l’applicazione tramite il mio invito, avrete un saldo di 150 punti ed anche voi, a vostra volta, potrete invitare i vostri amici di Facebook, guadagnando 150 punti a persona.

Note: Gli inviti possono essere inviati soltanto a persone che non hanno mai installato l’applicazione prima d’ora. Chi l’ha già provata non ha più modo di ricevere i 150 punti tramite il mio invito. Per poter lasciare un commento a questo status, è necessario essere “amici” su Facebook.. siete liberi di aggiungermi. Solo dopo avermi aggiunto vi funzionerà il link per accedere direttamente allo status da commentare.

L’aspetto virale di quest’applicazione è veramente alto e rappresenta un notevole punto di forza ben congeniato. Utilizzarla è divertente e inoltrare inviti non costa nulla mentre i vantaggi e i premi sono reali e vengono spediti direttamente a casa vostra, quindi se non lo avete ancora fatto.. cosa aspettate a provarla?

Apple ufficializza la garanzia legale di due anni per tutti i suoi prodotti: ecco tutto quello che c’è da sapere

 

Dopo una lunga serie di battaglie tra le associazioni dei consumatori italiane ed Apple, la società di Cupertino ha finalmente deciso di chiarire la situazione “Garanzia” pubblicando una nuova pagina dell’Apple Care, nella quale si legge che i vantaggi di questo servizio “si aggiungono ai due anni di garanzia del venditore previsti dalla normativa italiana a tutela del consumatore”.

Questo significa che da oggi tutti gli Apple Store e l’Apple Store Online forniranno due anni di garanzia per qualsiasi prodotto acquistato, senza rischi di fraintendimenti o di “furbate”.

Ecco cosa si legge nel testo ufficiale pubblicato da Apple:

Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto Legislativo n. 206 del 6 settembre 2005). Ai sensi degli articoli da 128 a 135 del Codice del Consumo, i consumatori hanno il diritto, tra l’altro, di ottenere dal venditore la riparazione o sostituzione gratuita dei prodotti che presentino un difetto di conformità nei 24 mesi successivi alla data di consegna. Il difetto deve essere denunciato entro 2 mesi dalla scoperta.

Chi ha diritto di richiedere l’applicazione della garanzia legale ai sensi del Codice del Consumo?

Solo i consumatori – ovvero persone fisiche che hanno acquistato un prodotto per l’uso non inerente ad un’attività commerciale, imprenditoriale o professionale – possono beneficiare della garanzia legale. Pertanto fatture recanti la partita IVA di un’impresa o di un professionista non danno diritto ai diritti di cui alla garanzia legale (per loro, garanzia di un solo anno).

Come/quando è possibile richiedere l’applicazione dei rimedi della garanzia legale?

Ai sensi del Codice del Consumo, un consumatore può richiedere al venditore di un prodotto l’applicazione dei rimedi della garanzia legale per difetti di conformità che si siano manifestati nei 24 mesi successivi alla consegna del prodotto. Il consumatore deve denunciare il difetto entro 2 mesi dalla scoperta. I consumatori possono richiedere l’applicazione dei rimedi della garanzia legale a condizione che abbiano una prova dell’acquisto (es. ricevuta fiscale / scontrino) del prodotto. E’ perciò importante conservare sempre la ricevuta relativa all’acquisto del prodotto.

Cos’è un difetto di conformità?

Ai sensi dell’articolo 129 del Codice del Consumo, un prodotto presenta un difetto di conformità se non è idoneo all’uso al quale servono abitualmente prodotti dello stesso tipo, se non è conforme alla descrizione del venditore in termini di qualità o prestazioni, o se non presenta le qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi tenuto conto della natura del prodotto.

Diagnosi, assistenza e relativi costi

Quando un prodotto acquistato sull’Apple On-line Store o in un Apple Store è affidato ad un AASP o ad un Apple Store per una diagnosi, il consumatore riceverà una ricevuta di assistenza che identificherà il consumatore ed il prodotto, che potrà essere usata per contattare l’AASP o l’Apple Store e verificare lo stato dell’intervento.

Nel caso in cui la diagnosi accerti che il prodotto ha un difetto di conformità (cioè che le condizioni previste dal Codice del Consumo sono soddisfatte), il consumatore sarà informato del tempo di riparazione stimato.

Nel caso in cui la diagnosi accerti che le condizioni previste dal Codice del Consumo non sono soddisfatte (per esempio se il difetto è una conseguenza di un uso scorretto del prodotto da parte del consumatore), l’AASP / Apple Store contatterà il consumatore per informarlo della natura del difetto e dei costi di riparazione stimati. Tali costi saranno interamente a carico del consumatore. Inoltre, in alcuni casi, potrebbe essere richiesto al consumatore il pagamento dei costi per la diagnosi effettuata. Tali costi verranno comunicati al consumatore in anticipo, quando il prodotto viene consegnato per la diagnosi.

Nei casi in cui la garanzia legale non trova applicazione, l’AASP / Apple Store richiederà al consumatore di approvare il preventivo dei costi di riparazione prima che il lavoro venga iniziato.

Cosa fare in pratica nel caso di difetto di un prodotto acquistato sull’Apple On-line Store?

Nel caso in cui un consumatore scopra che un prodotto comprato sull’Apple On-line Store presenta un difetto di conformità, può contattare l’Apple Customer Care al numero verde di seguito riportato. L’Apple Customer Care assisterà il consumatore a verificare che le condizioni previste dal Codice del Consumo siano soddisfatte. Se il problema non può essere risolto telefonicamente e/o se il prodotto richiede una diagnosi tecnica al fine di verificare l’effettiva esistenza di un difetto di conformità, il consumatore verrà indirizzato ad un Centro di Assistenza Autorizzato Apple (“AASP”) o ad un Apple Store. Se viene accertato che le condizioni stabilite dal Codice del Consumo sono soddisfatte, il consumatore può richiedere ad Apple di ottenere la riparazione o la sostituzione gratuita del prodotto difettoso, salvo che il rimedio richiesto sia oggettivamente impossibile o eccessivamente oneroso rispetto all’altro, in considerazione del valore del prodotto, della natura del difetto di conformità e della possibilità di porre in essere un rimedio alternativo senza notevoli inconvenienti per il consumatore. Qualora la riparazione o sostituzione del prodotto risulti impossibile, eccessivamente onerosa, richieda troppo tempo o possa causare notevoli inconvenienti al consumatore, quest’ultimo ha diritto al rimborso totale o parziale del prezzo dietro restituzione del prodotto.

Nota: le indicazioni sui rimedi che precedono si applicano solo nel caso di prodotti acquistati sull’Apple On-line Store o in un Apple Store da consumatori in Italia. I consumatori che abbiano acquistato prodotti Apple da Rivenditori Autorizzati Apple sul territorio italiano possono richiedere l’applicazione della garanzia legale solo al venditore diretto del prodotto in questione (se le condizioni previste dal Codice del Consumo sono soddisfatte).

Numero verde dell’Apple Call Center: 800 915 904

Si legge poi, per l’Apple Care:

In aggiunta, i prodotti a marchio Apple beneficiano altresì della Garanzia Limitata Apple e possono beneficiare dell’AppleCare Protection Plan. I benefici della Garanzia Limitata Apple e dell’AppleCare Protection Plan (opzionale) si aggiungono a e non sostituiscono i diritti dei consumatori ai sensi della garanzia legale del venditore.

Cosa significa tutto ciò? Che ora Apple si riconosce finalmente come venditore, e non solo come produttore, e offre la garanzia legale di due anni per tutti i prodotti acquistati presso gli Apple Store e lo store online.

L’Apple Care non diventa più una estensione della garanzia (se non per i Mac e i monitor Apple, con passaggio da 2 a 3 anni), ma solo un servizio di assistenza aggiuntivo rispetto a quello “ordinario” già offerto per legge.

Quali sono questi vantaggi?

Per chi ha acquistato un iPhone l’Apple Care costa 69€, mentre per chi ha acquistato un iPad il prezzo è di 79€ (per iPod il prezzo è di 59€). I servizi aggiuntivi sono i seguenti:

  • Per due anni dalla data di acquisto originale del dispositivo, AppleCare Protection Plan ti dà accesso telefonico diretto agli esperti del supporto tecnico Apple per qualsiasi domanda sull’uso del tuo iPhone/iPad. E quando viaggi in Europa potrai contare sull’assistenza hardware Apple in loco, con copertura di componenti e manodopera, per il tuo dispositivo, la batteria e gli accessori inclusi.
  • Acquistando AppleCare Protection Plan, con una semplice telefonata puoi trovare le risposte che cerchi su iOS, iCloud e le app per iPhone/iPad create da Apple.
  • Se serve una riparazione, durante la chiamata gli esperti Apple ti aiuteranno  ad attivare il Servizio sostituzioni express. Se ti trovi in un Paese SEE o in Svizzera, puoi usufruire del servizio di riparazione in loco. Il servizio di sostituzione prevede l’invio a casa di un dispositivo rigenerato in sostituzione di quello difettoso, il tutto entro 2-3 giorni (per ricevere il prodotto non appena arriva il corriere per ritirare quello difettoso, bisogna pagare 29€, altrimenti bisogna attendere alcuni giorni in più).
  • Contatto diretto con gli esperti Apple
  • Servizio sostituzioni express per dispositivo, auricolari, batteria, alimentatore e cavo USB
  • Assistenza hardware Apple in loco quando viaggi in Europa
  • Supporto software incluso: Sincronizzazione con iTunes – Connessione alle reti wireless – Utilizzo di iWork per  e di altre applicazioni firmate Apple

L’Apple Care può essere acquistata anche per la Apple TV, al prezzo di 29€.

Per quanto riguarda i Mac, invece, l’Apple Care offre:

  • 3 e non 2 anni di garanzia
  • Accesso diretto agli esperti Apple 24 ore su 24
  • Riparazione on-site per i sistemi desktop
  • Assistenza hardware Apple in loco in altri Paesi nel mondo
  • Hardware coperto (monitor, videocamera, microfono, altoparlanti, cavo di alimentazione, alimentatore, RAM. AirPort Express, AirPort Extreme, TimeCapsule, SuperDrive USB) per tre anni
  • Supporto Software su OS X e tutte le applicazioni prodotte da Apple, con assistenza sul sistema operativo, i collegamenti alle le stampanti e così via.
I prezzi sono di 179€ per iMac e 249€ per tutti i MacBook (Pro/Air).

AppleCare: il secondo anno di garanzia ora anche negli Apple Store Retail e Online pensieri personali… infondo al testo ufficiale

 

Dopo la decisione di Apple di non vendere più all’interno dei negozi fisici il pacchetto di servizi Apple Care Protection Plan arrivano novità anche per quanto riguarda la garanzia del secondo anno per i prodotti acquistati direttamente presso Apple in Retail o nell’Apple Store Online.

Tutte le pagine del sito Apple riguardanti l’APP (AppleCare Protection Plan) sono state aggiornate da qualche ora e riportano la seguente dicitura che cambia le carte in tavola:

I vantaggi di AppleCare Protection Plan si aggiungono ai due anni di garanzia del venditore previsti dalla normativa italiana a tutela del consumatore. Per maggiori dettagli, clicca qui.

Mentre in precedenza Apple affermava che i servizi APP andavano ad aggiungersi alla garanzia limitata Apple di un anno, ora è specificato che vanno invece ad aggiungersi ai due anni della garanzia del venditore, cosa che succedeva già in precedenza in reseller e negozi differenti da Apple Store Retail, come prevede la normativa italiana a tutela del consumatore.

La stessa dicitura è stata aggiunta anche ai singoli pacchetti venduti nell’Apple Store Online inoltre Apple ha realizzato un documento dove viene specificato nel dettaglio tutta la procedura e il funzionamento del secondo anno di garanzia del venditore. Andiamo di seguito a elencare alcuni passi interessanti:

Ai sensi degli articoli da 128 a 135 del Codice del Consumo, i consumatori hanno il diritto, tra l’altro, di ottenere dal venditore la riparazione o sostituzione gratuita dei prodotti che presentino un difetto di conformità nei 24 mesi successivi alla data di consegna. Il difetto deve essere denunciato entro 2 mesi dalla scoperta.

I consumatori possono richiedere l’applicazione dei rimedi della garanzia legale a condizione che abbiano una prova dell’acquisto (es. ricevuta fiscale / scontrino) del prodotto. E’ perciò importante conservare sempre la ricevuta relativa all’acquisto del prodotto.

Quando un prodotto acquistato sull’Apple On-line Store o in un Apple Store è affidato ad un AASP o ad un Apple Store per una diagnosi, il consumatore riceverà una ricevuta di assistenza che identificherà il consumatore ed il prodotto, che potrà essere usata per contattare l’AASP o l’Apple Store e verificare lo stato dell’intervento.

Nel caso in cui la diagnosi accerti che le condizioni previste dal Codice del Consumo non sono soddisfatte (per esempio se il difetto è una conseguenza di un uso scorretto del prodotto da parte del consumatore), l’AASP / Apple Store contatterà il consumatore per informarlo della natura del difetto e dei costi di riparazione stimati. Tali costi saranno interamente a carico del consumatore. Inoltre, in alcuni casi, potrebbe essere richiesto al consumatore il pagamento dei costi per la diagnosi effettuata. Tali costi verranno comunicati al consumatore in anticipo, quando il prodotto viene consegnato per la diagnosi.

Inoltre nel documento è stato incluso anche un nuovo numero verde che va utilizzato solo in caso di assistenza per prodotti acquistati presso Apple Store Online, ovvero 800 915 904.

Ma quali sono i vantaggi dell’AppleCare Protection Plan rispetto al secondo anno di garanzia del venditore? Andiamoli a vedere di seguito. Ecco i vantaggi acquistando l’AppleCare Protection Plan per Mac:

  • Supporto tecnico Internazionale, valida in tutto il mondo: mentre la garanzia del venditore, quindi del secondo anno, vale solo e SOLTANTO presso il negozio nel quale è stato acquistato il Mac grazie al pacchetto AppleCare Protection Plan sia il secondo che il terzo di assistenza hardware gratuita (ovviamente non sui difetti accidentali) è usufruibile presso qualsiasi centro di assistenza autorizzato (AASP) o Apple Store del Mondo, senza dover pagare pezzi di ricambio e manodopera.
  • Supporto telefonico gratuito per tre (nel caso di Mac)/ due (nel caso di iPhone e iPad) sia sull’hardware che sul software riguardante nel caso del Mac: Sistema operativo OS X, Veloci domande sull’uso di iLife e iWork, Connessione a stampanti e reti AirPort
  • Copertura di garanzia hardware per tre anni su: Computer Mac, Accessori in dotazione, come l’alimentatore, Memoria Apple (RAM), Base AirPort Express, AirPort Extreme o Time Capsule, SuperDrive USB Apple (per MacBook Air, MacBook Pro con display Retina, iMac e Mac mini), Monitor Apple acquistato con il Mac.
  • Se nei due anni precedenti all’acquisto del Mac avete acquistato anche una Base AirPort Express, AirPort Extreme o Time Capsule anch’essi saranno coperti dalla garanzia Hardware estesa del Mac.

Per quanto riguarda prodotti come iPhone e iPad ecco i servizi aggiuntivi:

  • Servizio sostituzione tramite invio ad Apple Mail-in & Carry-in: basterà contattare Apple e nel giro di una settimana a partire dall’invio del prodotto riceverete direttamente a casa l’iPhone sostitutivo. Se vi trovate vicino ad un Centro di Assistenza Autorizzato o Apple Store potete recarvi anche li per ottenere assistenza su iPhone e iPad.
  • Servizio sostituzione Express: Il servizio sostituzioni express AppleCare per iPhone è un servizio opzionale creato per ridurre l’intervallo di tempo in cui l’utente resta sprovvisto del suo iPhone. Solitamente, quando scegli il servizio di assistenza Mail-In, devi inviare l’iPhone ad Apple prima di ricevere il prodotto sostitutivo. Con il servizio sostituzioni express, Apple ti invia un iPhone non appena lo richiedi. Successivamente dovrai inviare il telefono originale ad Apple. L’iPhone sostitutivo sarà nuovo o ricondizionato. L’iPhone sostitutivo impiegherà da 2 a 3 giorni lavorativi per arrivare dal momento della richiesta ad Apple. Il servizio ha un costo di 29€ IVA inclusa. QUI la FAQ per il servizio Express.
  • Supporto tecnico Internazionale, valida in tutto il mondo: mentre la garanzia del venditore, quindi del secondo anno, vale solo e SOLTANTO presso il negozio nel quale è stato acquistato l’iPhone grazie al pacchetto AppleCare Protection Plan il secondo anno (ovviamente non sui difetti accidentali) è usufruibile presso qualsiasi centro di assistenza autorizzato (AASP) o Apple Store del Mondo.
  • Copertura Hardware: iPhone, Batteria e Auricolari e accessori in dotazione. Vi ricordiamo che fuori da AppleCare Protection Plan la batteria dell’iPhone non è coperta da garanzia in quanto è un consumabile. Per quanto riguarda iPad è compresa anche l’estensione di garanzia hardware sui prodotti Base AirPort Express, AirPort Extreme o Time Capsule acquistati almeno nei due anni precedenti all’acquisto dell’iPad.
  • Il servizio di assistenza software telefonico gratuito comprende: Uso di iOS e iCloud, Connessione alle reti wireless, Domande su FaceTime, iPhoto, iWork e altre app per iPhone create da Apple.
Come vi abbiamo riportato qualche giorno fa, l’AppleCare Protection Plan è acquistabile solo nell’Apple Store Online, ecco i prezzi in base ai vari prodotti:
  • Apple TV: 29€ | ACQUISTA
  • iPod Touch / iPod Classic: 59€ | ACQUISTA
  • iPhone: 69€ | ACQUISTA
  • iPad e iPad Mini: 79€ | ACQUISTA
  • iMac: 179€ | ACQUISTA
  • MacBook Pro 13″ e MacBook Pro 13″ Retina Display, MacBookAir 11″ e 13″ 249€ | ACQUISTA
  • MacBook Pro 15″ e MacBook Pro 15″ Retina Display: 349€ | ACQUISTA
Speriamo di avervi chiarito la situazione, ovviamente siete liberi di valutare se acquistare o meno l’AppleCare Protection Plan che non estende la garanzia, o almeno non in parte visto che comunque nel caso dei Mac la garanzia viene comunque estesa di un ulteriore anno rispetto a quella del produttore+venditore, ma aggiunge un pacchetto di servizi in più dediti ad aggiungere valore al prodotto che state per acquistare o che avete già acquistato. Vi ricordiamo inoltre che il pacchetto APP può essere abbinato al vostro prodotto entro un anno dalla data di acquisto del prodotto al quale andrà abbinato il pacchetto.

mio parere: Non cambia nulla. E’ la solita cattiva informazione. Il secondo anno a carico del rivenditore c’è sempre stato ma il rivenditore NON E’ APPLE (tranne nel caso dello Store) che invece è il PRODUTTORE E DA’ UN ANNO! COME SEMPRE I CONSUMATORI SONO INFORMATI MALE NON CAPISCONO UNA FAVA E SEGUONO LE FESSERIE CHE SCRIVONO GIRNALAI E BLOGGARI. APPLE (RIPETO PER I NON UDENTI) A MENO DEGLI STORE NON E’ IL RIVENDITORE E IL RIVENDITORE APR O REIATL O CHICCESSIA DA’ IL SECONDO ANNO DI GARANZIA CON TUTTI I LIMITI PREVISTI DALLA LEGGE MENTRE ACARE COPRE ANCHE ACCESSORI E PARTI CONSUMABILI. INFORMATEVI PRIMA DI SPARAR CAZZATE! VOI DEL BLOG E QURSTI SOTTO.

MacBook Pro: istruzioni fai da te per la sostituzione dei piedini della scocca inferiore

Riepilogo

Un MacBook Pro coperto da Garanzia limitata Apple o da un APP potrebbe essere idoneo per la sostituzione dei piedini senza costi aggiuntivi. Se il MacBook Pro non è in garanzia, la sostituzione potrebbe richiedere un costo aggiuntivo.

Nota: i vantaggi offerti dalla garanzia limitata Apple e dall’APP sono maggiori rispetto ai diritti statutari dell’UE. Per ulteriori informazioni fai clic qui.

 

Puoi scegliere tra tre opzioni per ricevere un piedino sostitutivo della scocca inferiore:

Servizio in assistenza

  1. Recati presso un negozio Apple Store: prendi un appuntamento con un Genius.
  2. Visita un AASP scegliendolo da qui.

Self-service

  1. Ordina un kit di sostituzione fai da te per i piedini della scocca inferiore. Contatta Apple.

 

Istruzioni per la sostituzione fai da te dei piedini

Nota: usa il kit di sostituzione dei piedini solo in caso di piedini mancanti. Non sostituire quelli ben aderenti. La rimozione dei piedini per la sostituzione può danneggiare la scocca inferiore.

Strumenti necessari per completare la riparazione

  • Cacciavite Phillips n. 00
  • Pinzette
  • Graffetta o spilla da balia

Per questa procedura non è necessario indossare dei guanti.

Passaggi preliminari

Prima di iniziare, verifica la posizione del piedino da sostituire e assicurati che il connettore della scocca e il relativo piedino nel kit corrispondano a quelli mostrati nelle immagini seguenti.

Area del piedino sulla scocca inferiore Componente corrispondente
Esterno della scocca inferiore

Piedino esterno

Interno della scocca inferiore

Tappino interno

Copertura del tappino interno

 

Procedura

Attenzionela colla usata per questa procedura può attaccarsi istantaneamente alla pelle. Non toccare la colla. In caso di contatto, consultare le istruzioni di sicurezza alla fine di questo documento. Per ulteriori informazioni, fare riferimento al produttore della colla:

Loctite
Rocky Hill, Connecticut (USA) 06067
www.loctite.com

Nota: non utilizzare tipi di colla diversi da quelli inclusi nel kit di sostituzione dei piedini. I gas generati da altri tipi di colla potrebbero danneggiare i componenti interni.

    1. Capovolgi il computer su un panno pulito che non rilasci pelucchi o su una superficie non abrasiva. Rimuovi la scocca inferiore.
    2. Con il cacciavite Phillips n. 00, rimuovi la scocca inferiore svitando le 10 viti. Importante: le viti sui lati e sulla parte anteriore devono essere rimosse e installate inclinandole.
    3. Tira delicatamente la scocca inferiore dal lato in cui sono aperte le cerniere dello schermo e sollevala verso l’alto in corrispondenza di un angolo.
    1. Assicurati che l’area del piedino sulla scocca inferiore sia pulita e priva di detriti. Se rimangono residui di colla sul piedino, rimuovili con un paio di pinzette.

    1. Pulisci entrambi i lati della scocca inferiore attorno all’area del piedino. Lascia evaporare l’alcol.
    1. Rimuovere il piedino esterno dalla confezione e applicarlo saldamente alla scocca inferiore. Non usare la colla per far aderire il piedino esterno alla scocca inferiore. Non toccare il supporto nella parte adesiva.
    1. Usa la punta di una graffetta o una spilla da balia per aprire l’erogatore della colla nuova. Utilizza una graffetta o una spilla da balia anche per staccare l’erogatore della colla dopo l’applicazione. Applica una piccola goccia di colla sul fondo del piedino nella parte interna della scocca inferiore. Non spargere la colla.

    1. Posiziona il tappino nell’area in cui è stata applicata la colla.


    1. Non fare pressione con le dita sul tappino del piedino. Usa l’estremità di un bastoncino di legno per premerlo verso il basso. Esercita una lieve pressione sul piedino per 30 secondi senza spostarlo.

 
    1. Pulisci eventuali residui di colla con un cotton fioc asciutto. Importante: non asciugare la colla; usa un cotton fioc asciutto per assorbire quella in eccesso. La colla in eccesso potrebbe impiegare ore ad asciugarsi; in questo modo si rischia di far aderire la scocca inferiore alla scheda logica o ai cavi interni.

    1. Lascia asciugare la colla per almeno 60 minuti di orologio, prima di applicare il tappino del piedino sul connettore stesso. Importante: se l’incisione laser è visibile vicino all’area del piedino, non usare il tappino del connettore del piedino. L’incisione laser, normalmente, si trova nella parte posteriore sinistra dell’area del piedino.

  1. Nota per il riassemblaggio: installa le viti nell’ordine indicato. Se l’ordine non viene rispettato, la scocca inferiore potrebbe traballare se posta su una superficie piana.

 

Informazioni aggiuntive

ISTRUZIONI DI SICUREZZA: LA COLLA È IRRITANTE PER OCCHI E PELLE E SI ATTACCA IMMEDIATAMENTE ALLA PELLE

Contiene etil-cianoacrilato. Evitare il contatto con pelle e occhi. In caso di contatto con occhi o bocca, tieni aperta la palpebra o la bocca, sciacqua con cura ma delicatamente, solo con acqua, per 15 minuti e RIVOLGITI A UN MEDICO. La colla liquida causa bruciore temporaneo agli occhi. La colla solidificata può irritare gli occhi come un granello di sabbia e pertanto deve essere rimossa da un medico oculista.
In caso di attaccamento alla pelle, immergere la parte interessata in acetone per unghie o acqua calda saponata, quindi staccare la colla delicatamente o strofinare la pelle (senza tirarla). Il contatto attraverso gli indumenti può provocare abrasioni alla pelle. Se la colla viene versata sugli indumenti, farvi scorrere abbondante acqua fredda. Evitare l’inalazione prolungata dei vapori. Utilizza la colla in ambienti con adeguata ventilazione. TIENI LONTANO DALLA PORTATA DEI BAMBINI.

 

Importante: Le citazioni di siti Web e prodotti di terze parti sono soltanto a scopo informativo e non costituiscono né una approvazione, né una raccomandazione. Apple non si assume alcuna responsabilità in merito alla scelta, alle prestazioni o all’utilizzo di informazioni o prodotti reperibili presso i siti Web di terze parti. Apple fornisce queste informazioni solo per comodità dei propri utenti. Apple non ha verificato le informazioni reperibili su questi siti e non esprime alcuna opinione in merito alla loro precisione o affidabilità. Esistono rischi inerenti l’utilizzo di informazioni o prodotti reperibili in Internet e Apple non si assume alcuna responsabilità al riguardo. Qualsiasi sito di terze parti è indipendente da Apple e Apple non esercita alcun controllo sul contenuto di tali siti Web. Per ulteriori informazioni, si prega di contattare il produttore.

iPhone 5 in Italia mancano scorte

iPhone 5: la disastrosa situazione dei rifornimenti a quasi un mese dal lancio in Italia

Se non siete tra i temerari che hanno affrontato una notte insonne per acquistare l’iPhone 5 il 28 Settembre, probabilmente starete vivendo giornate frustranti tra prenotazioni on line, telefonate agli store ed animate chiacchierate  con i ragazzi dalla maglietta blu. Mai come quest’anno il gioiellino Apple si fa davvero desiderare.

 

 

Sembra paradossale, eppure nonostante il costo elevato, bisogna lottare per accaparrarsi un iPhone 5. Succede a chi non ha intenzione di aspettare un mese per ricevere a casa lo smartphone di Apple acquistandolo online  sul sito ufficiale. Allora si cerca disperatamente di contattare gli Apple Store, i negozi di elettronica o quelli delle compagnie telefoniche, ma il più delle volte si torna a casa a mani vuote.

Oltre all’acquisto on line, Apple mette a disposizione un servizio che consente di prenotare il dispositivo desiderato su internet, per poi ritirarlo comodamente il giorno dopo presso l’Apple Store selezionato. In pratica dalle 9 alle 17 di ogni giorno si può tentare di prenotare un iPhone 5. Se entro le 21 del giorno in cui avete prenotato ricevete una mail di conferma, potrete acquistare l’iPhone il giorno seguente nell’orario indicato presso l’Apple Store scelto nella richiesta. Inutile dirvi che gli utenti di tutta Italia provano da settimane ad acquistare un iPhone con questo sistema, ma solo pochissimi al giorno vengono accontentati.

La prenotazione è un vero terno al lotto. Non è detto che chi prenota alle 9 ha più chance di chi prenota ore dopo. Secondo quanto detto da alcuni dipendenti Apple, infatti, ogni giorno vengono messi a disposizione un numero esiguo di iPhone 5 destinati alla prenotazione. L’orario in cui vengono messi a disposizione è aleatorio, e solo da quel momento le prenotazioni vengono soddisfatte fino ad esaurimento scorta.

C’è poi chi telefona direttamente agli Apple Store o vi si reca per chiedere informazioni. In questo caso le risposte sono le più varie possibili, ma il succo è che gli iPhone non ci sono e nessuno sa quando saranno disponibili. Poi magari passa un’oretta e vedi magicamente uscire persone con in mano i loro iPhone 5 nuovi di zecca. L’avranno prenotato? Saranno stati fortunati? Chissà. Ci è stato detto che le scorte per la vendita diretta e quelle per le prenotazioni sono diverse. Perciò, se siete in zona, è consigliabile passare di tanto in tanto a chiedere e sperare di essere fortunati.

Se volete acquistare l’iPhone 5 senza abbonamento, l’ultima strada che rimane è provare a “corteggiare” le grandi catene di elettronica. Se siete fortunati, trovate un dipendente disponibile e magari può informarvi quando verranno consegnate le nuove unità. Considerate però che la domanda è così frequente e assillante, che spesso i dipendenti vi rispondono seccati con poche parole.

In alternativa potete lasciare la vostra mail negli shop online ed aspettare che vi contattino non appena i prodotti saranno nuovamente disponibili. In questo caso i tempi di attesa sono davvero un’incognita e forse tanto vale comprarlo online sul sito Apple. Attualmente tutti i negozi on line delle grandi catene di distribuzione non hanno pezzi disponibili, solo lo shop di Vodafone ha gli iPhone 5 in pronta consegna, ma solo il modello nero da 16 Gb.

Se invece siete propensi a stipulare un abbonamento con una delle tre compagnie telefoniche che hanno stretto accordi con Apple, preparatevi ad un vero teatro dell’assurdo. Ogni rivenditore applica le sue leggi, forte del fatto che tanto, se non lo acquistate voi a quelle condizioni, lo farà il prossimo cliente. Ad esempio mi è capitato che i rivenditori concedessero l’iPhone solo con gli abbonamenti più costosi, oppure che rifiutassero il pagamento tramite Rid bancario a favore di quello con carta di credito, nonostante la compagnia telefonica lo permetta.

Per non parlare poi di chi ci specula su questa situazione. Su internet ci sono innumerevoli persone che vendono i propri iPhone 5 a prezzo maggiorato, con cifre a dir poco scandalose. Tutto il mio disprezzo va a queste persone che cercano di guadagnare soldi in questo modo. Ovviamente il mio consiglio è quello di starne alla larga e non farsi prendere dalla fretta dell’acquisto.

Insomma la febbre “iPhone 5″ è nel pieno della sua diffusione. Ci sono troppi clienti da soddisfare e pochi pezzi nei magazzini. I prezzi aumentano di anno in anno, in Italia sono tra i più alti al mondo, eppure ogni anno Apple non riesce a soddisfare tutte le richieste. Intanto in tv passano gli spot pubblicitari del tanto desiderato iPhone 5 e sullo schermo campeggia la scritta “Disponibilità limitata”.

Non mi resta che augurare buona fortuna a chi ancora non è riuscito ad acquistare l’iPhone, scrivete le vostre esperienze tramite commenti se ne avete voglia.

Ottime novità per chi ha intenzione di acquistare un MacBook Pro o un MacBook Air. Nella vetrina dei ricondizionati sull’Apple Store Online appaiono finalmente gli ultimi modelli di elaboratori melamuniti disponibili in forma ricondizionata con uno sconto approssimativo del 15%!

MacBook ricondizionati

 

Da oggi sono svariati i modelli rilasciati nello scorso Giugno disponibili in edizione ricondizionata, ovvero utilizzati da Apple nelle dimostrazioni pratiche oppure ritirati dall’azienda stessa dai privati che hanno scelto di avvalersi del diritto di recesso. Questi virano fra una vasta gamma di elaboratori: dall’ultimo MacBook Air con processore i5 da 1,7 GHz al prezzo di 919€ fino al MacBook Pro con processore i7 quad-core da 2,5 Ghz al prezzo di 2,139€.

Tutti vengono spediti rapidamente e sono classificati completamente funzionanti in tutte le caratteristiche di fabbrica. Potete accedere alla sezione visitando il seguente link. In alcuni rari casi di disponibilità limitata la spedizione potrebbe subire una forma di latenza comunque comunicata dall’azienda durante la pratica d’acquisto.

E’ davvero l’occasione ideale per avere un fantastico computer di casa Cupertino risparmiando un bel gruzzolo!

 

Furto in California: sfondata la parete in vetro dell’Apple Store con un’automobile! [Video] (come non rubare in un Apple Store)

 

Davvero particolare il furto che è avvenuto pochi giorni fa in un Apple Store di Temecula, in California. Dei ladri hanno letteralmente sfondato la parete in vetro del negozio con un’automobile, cercando di afferrare rapidamente più dispositivi possibili.

Il furto è stato messo in atto da due persone, di cui una è stata identificata: Equonne R.Howard, un ragazzo di 22 anni che era alla guida dell’automobile (una BMW X5, per la precisione). Insieme a lui un altro ragazzo è sceso molto velocemente dall’auto a seguito dello schianto cercando di recuperare più iPhone ed iPad possibili.

A quanto risulta, l’auto ha bucato due pneumatici durante l’uscita dall’Apple Store. Questo ha rallentato i due ladri che si sono dovuti fermare per sostituirne uno e riparare malamente il foro dell’altro con una lattina specifica per pneumatici (rubata nella stazione di servizio vicina).

Tuttavia, il ragazzo non è riuscito a riparare la gomma a dovere, dovendo abbandonare la vettura a circa un miglio di distanza dall’Apple Store di Temecula. Il ragazzo è poi tornato incautamente sulla scena del crimine con l’intento di recuperare la targa anteriore dell’auto che è andata persa durante il primo impatto. Inutile dire che è stato opportunamente fermato dallo sceriffo che era già sul posto.

Il ragazzo è già in prigione e potrà uscire solo su cauzione che ammonta a 600.000$, ovvero il valore dei danni causati all’Apple Store.

Il nuovo connettore dock si chiamerà “Lightning”, le nuove cuffie “Earpods” ed un nuovo misterioso accessorio “Loop” sarà destinato alla nuova linea iPod!

E’ da poco trapelata una notizia che ci informa del fatto che il nuovo connettore mini-dock sarà chiamato “Lightning” mentre le nuove cuffie saranno riconosciute come “Earpods”. Un nuovo misterioso accessorio chiamato “Loop” invece, sarà destinato alla nuova linea di iPod. Scopriamone insieme i dettagli dopo il salto.

Sembrerebbe che il nuovo connettore dock a 9 pin di Apple è stato marchiato con la nomenclatura “Lightning” internamente. Questa sera finalmente saranno sciolti tutti i nostri dubbi a riguardo (a tal proposito vi ricordo che è possibile seguire la diretta LIVE su iSpazio a partire dalle ore 18:00), ma la fonte da cui abbiamo attinto la notizia è sicura che questa nomenclatura si estenderà anche a livello commerciale, in modo da poterlo riconoscere facilmente tra gli scaffali degli Apple Store. Questo particolare nome sembra essere stato scelto per due motivi: il primo, è che suona molto bene se pensiamo alla porta Thunderbolt del Mac (“fulmini” e “saette”), ed il secondo è che proprio per questo motivo molto probabilmente il nuovo connettore dock sarà in grado di eseguire tutte le operazioni di sincronizzazione e ricarica ad una velocità più elevata rispetto a quella dell’attuale connettore a 30 pin.

E’ stato riferito che l’adattatore per questo nuovo tipo di connettore sarà disponibile in due versioni: una compatta, ed una completa di cavo corto per particolari esigenze.

I nuovi auricolari che vi abbiamo mostrato tempo fa in questo articolo saranno chiamati Earpods e saranno caratterizzati da un’alta qualità del suono e da un maggior confort nel momento in cui saranno indossati. Il prezzo di vendita sarà lo stesso degli attuali auricolari Apple.

La notizia più interessante però riguarda un misterioso accessorio venduto in diversi colori che si chiamerà “Loop” e sarà destinato alla nuova linea di iPod. Putroppo non sono trapelate ulteriori notizie o fotografie che lo ritraggono, quindi non sappiamo dirvi altro in merito. Non ci resta che attendere, ormai mancano poche ore e finalmente potremo avere tutte le risposte alle domande che da mesi ci hanno incuriosito.

John Browett di Apple prepara gli impiegati in vista del lancio di nuovi prodotti

 

John Browett ha svolto nella giornata di ieri una conferenza con gli Apple Store, complimentandosi e preparando gli impiegati retail al lancio di nuovi prodotti.

Come già accennato, dunque, Browett ha avuto l’opportunità di parlare con i propri impiegati attraverso lo streaming video, complimentandosi con loro per il lavoro svolto e preparandoli ad un nuovo trimestre, pieno di novità ed emozioni. 9to5Mac ha ricevuto una copia del discorso di Browett grazie ad una fonte anonima:

Salve a tutti! Questa è la mia seconda riunione con i punti vendita.

Volevo solamente iniziare con un paio di osservazioni dal tempo passato fino ad ora ad Apple.

Come tutti saprete, sono qui da poco oltre quattro mesi. Ho visto circa 75 negozi e sono stato in circa 10 paesi. Mi dispiace per le persone in Giappone ed Australia. Rimarrò lì per breve tempo e riceverà il vostro input. Attendo con ansia di arrivare.

La prima cosa che volevo dire è di essere veramente emozionato ed impressionato dal fantastico servizio che vedo in ogni negozio ogni giorno. E’ un raggiungimento incredibile. Siamo di gran lunga il miglior rivenditore nel mondo e potete vederlo nei negozi. E’ semplicemente incredibile.

E’ tutto grazie alle nostre persone alla fornitura del servizio. Quando vedrò persone risolvere problemi nella propria casa o vendere alla gente il loro primo dispositivo Apple, è tutto fatto con grande senso di servizio e scopo. E’ semplicemente fantastico.

[…]

Il prossimo trimestre sarà veramente divertente ed emozionante; sarà un po’ pazzo di tanto in tanto perché abbiamo roba veramente fantastica in arrivo. E volevo ringraziarvi per il vostro lavoro, che state svolgendo in modo fantastico.

E’ tutta una questione di servizio. E’ questione di arrivare ad ogni cliente e di impegnarsi per rendere quell’esperienza semplicemente fantastica.

Vedrete inoltre diversi miglioramenti arrivare, che renderanno l’esperienza migliore per il cliente semplificando il vostro lavoro. Ed è proprio questo il mio lavoro; il mio lavoro è fare in modo di poter crescere costantemente migliorandoci, rendendo l’esperienza migliore per il cliente ed il servizio più semplice per voi.

Ancora una volta, grazie per il vostro impegno. Lo apprezzo.

E’ un privilegio avervi a bordo. Non vedo l’ora di conoscere i risultati del Q1.

Grazie.

Perché il sesto smartphone di Apple si chiamerà iPhone 5? | Riflessioni

La data dell’attesissima presentazione del prossimo iPhone è stata finalmente ufficializzata. Come prevedevano le voci di corridoio, il keynote Apple si terrà il 12 Settembre e l’ansia di tutti gli appassionati crescerà fino a quella data. La curiosa ombra comparsa nelle immagini divulgate da Apple fa presagire il nome del prossimo smartphone Apple: iPhone 5. Perché la scelta di questo nome?

 

L’anno scorso eravamo tutti così sicuri. Dopo l’iPhone 4 viene l’iPhone 5. D’altronde sarebbe stato il quinto smartphone di Apple, che avrebbe fatto girare iOS 5 su un chip appositamente chiamato A5. E invece no, “iPhone 4S”. Ma per che cosa sta la “s”? Tim Cook ha poi affermato che la “s” sta per Siri, il magico assistente vocale introdotto con l’iPhone 4S. Così ci siamo arresi, d’altro canto uno smartphone non si compra per il nome, ma per le sue caratteristiche.

Poi arriva il momento di annunciare il nuovo iPad. Non si poteva davvero sbagliare, dopo l’iPad e l’iPad 2 anche un bambino avrebbe completato il terzetto dicendo“iPad 3″. Ma Apple ci ha fregato di nuovo. L’ultimo tablet della società californiana si chiama infatti il “nuovo iPad” e guai a chiamarlo “iPad 3″ in un Apple Store.

 

Gli iPod ed i Mac non seguono una nomenclatura, perché deve farlo l’iPad? Ce lo siamo spiegato così il nome dell’ultimo tablet e questo ci ha spinto a fare supposizioni anche sul prossimo smartphone. Sarebbe stupido continuare con la nomenclatura, anno dopo anno le cifre si sarebbero fatte sempre più importanti e antiestetiche. Il prossimo iPhone si chiamerà sicuramente il “nuovo iPhone”. Ed ecco che Apple ci ha sorpreso per la terza volta.

Perché il prossimo smartphone prodotto dal colosso di Cupertino dovrebbe chiamarsi iPhone 5? Stiamo pur sempre parlando di un iPhone di sesta generazione, con sistema operativo iOS 6 e probabilmente avente un chip A6. Proviamo a dare qualche spiegazione.

La prima questione è legata al marketing e a ciò che si aspettano gli utenti. L’anno scorso la stampa, gli azionisti e molti appassionati furono delusi dalla presentazione di un iPhone 4S perché già proiettati verso l’acquisto di un iPhone 5. Sembra stupido, ma anche il nome ha la sua importanza. Ricordo che subito dopo la presentazione il titolo in borsa scese, anche se di poco. Le vendite sono poi andate benissimo e ciò dimostra che infondo quello che conta è il dispositivo in sè. Oggi, a distanza di un anno, i rumor, la maggior parte degli utenti e la blogosfera in generale continua ad aspettare un iPhone 5. Apple potrebbe aver deciso perciò di assecondare questa voglia, e dare finalmente alla luce il tanto atteso iPhone 5.

La seconda ragione invece potrebbe essere legata a come vengono aggiornati di anno in anno gli smartphone. Ci siamo accorti infatti che Apple non stravolge il suo smartphone ogni anno. Se un anno presenta un dispositivo innovativo con design diverso, l’anno successivo ne presenta uno leggermente migliorato. E’ successo con l’iPhone 3Gs, che è un miglioramento dell’iPhone 3G, e poi con l’iPhone 4S che rappresenta l’evoluzione dell’iPhone 4. Questo quindi è l’anno del cambiamento, l’anno del rinnovamento del design e dell’implementazione di funzioni innovative. Questo è l’anno dell’iPhone 5. Inoltre in questo modo è più facile distinguere la gamma di smartphone offerta da Apple. Molto probabilmente Apple continuerà a vendere il 3Gs, perciò i consumatori potranno scegliere tra ben 4 modelli di smartphone diversi.

Insomma, che sia “iPhone 5″ o semplicemente il “nuovo iPhone” poco cambia. Speriamo solo di aver di fronte un bel dispositivo, con funzioni innovative, design modernizzato ed accattivante. Ci restano solo altri 7 giorni di attesa, che colmeremo leggendo rumors, un po’ per stuzzicare la nostra curiosità, un po’ per rimanere piacevolmente sorpresi il 12 Settembre, quando Apple presenterà uno smartphone completamente diverso dal prototipo che gira in rete. E se i rumor ci avessero preso anche sul design?