iPhone 6 [VIDEO]

iPhone 6, il sogno continua: tasto Home con indicatore notifiche e display oleografico interattivo.

La settimana scorsa vi avevamo proposto il video concept di un iPhone 6 con funzioni futuristiche, come il Display oleografico, realizzato da SET Solution “iPhone 6 The Dream”, oggi il ‘sogno’ viene portato avanti attraverso un nuovo video che svegliamo di seguito.

iPhone 6

Nel video di oggi le protagoniste principali sono le notifiche, che vengono mostrate sul Touch ID tramite un’icona. Ad esempio l’icona dei messaggi o delle mail quando qualcuno ci scrive, oppure la cornetta per le chiamate in arrivo o perse e così via.

Quindi lo schermo resta spento, il tasto Home si illumina e lampeggia mentre viene mostrata questa

icona.

Vengono inoltre enfatizzate di nuovo le potenzialità di un display oleograficointerattivo.

Annunci

Colin McRae: Dirt 2 Mac Download Italiano [VIDEO GUIDA]

IL VIDEO E’ SOLO ED ESCLUSIVAMENTE A SCOPO INFORMATIVO, NON MI ASSUMO ALCUNA RESPONSABILITA’ DELL’UTILIZZO CHE POTRESTE FARE DEL MATERIALE FORNITOVI QUI SOTTO. TUTTO IL MATERIALE DA ME FORNITO IN QUALSIASI ALTRO VIDEO CHE POSSA ESSERE FRAINTESO COME VIDEO A CONTENUTO ILLEGALE NON MI APPARTIENE.

download images

DOPO ACCURATE RICERCHE SONO ARRIVATO ALLA CONCLUSIONE CHE LA CONDIVISIONE DI MATERIALE PIRATA NON PROPRIO, NON E’ UNA PRATICA ILLEGALE, INFATTI E’ CONCESSA DA YOUTUBE!
TUTTI I SOFTWARE DA ME ILLUSTRATI E SCARICATI IN MANIERA ILLEGALE SONO POI STATI COMPRATI CON LA CONSEGUENTE DISINSTALLAZIONE DELLA VERSIONE PIRATA!
DETTO QUESTO E CHIARITA LA SITUAZIONE, BUONA VISIONE.

[INFO GUIDA, LINK DOWNLOAD]

File torrent Dirt 2+Patch (Ora non scaricherete più un file Torrent ma un file di testo contenente il link magnet da inserire in uTorrent):http://www.mediafire.com/?hn1n6157l6y…

Crack: http://www.mediafire.com/?s4vzy8rlhvb…

colin-mcrae-dirt-2-07-700x393

INFO GIOCO: colin

video realizzato da: MartePietro

Whatsapp Privacy

Whatsapp potremo mostrare lo stato online solo a determinate persone
Whatsapp è l’applicazione di instant messaging più utilizzata sulle piattaforme iOS ed Android. Una delle funzioni di cui gli utenti hanno sempre sentito la mancanza è quella relativa alla Privacy. In particolare, l’impossibilità di nascondere la propria foto, lo stato online o di ultima connessione oppure il messaggio di stato in maniera selettiva, soltanto ad alcune persone.

whtsapp privacy settings

Nella prossima versione, che verrà rilasciata a breve in App Store, potremo finalmente godere di impostazioni avanzate, utili a mantenere e gestire al meglio la nostra Privacy.

Sarà infatti possibile accedere ad un menù in cui troveremo 3 voci:

  • Ultima Visualizzazione: in cui potremo scegliere se far visualizzare o meno l’orario della nostra ultima connessione. Potremo scegliere se rendere la funzione disponibile per “Tutti”, “Solo i contatti nella propria rubrica”, oppure “Nessuno”.
  • Foto Profilo: Analogamente all’ultima visualizzazione, potremo fare in modo che le persone che aggiungono il nostro numero nella loro rubrica, non visualizzino la nostra foto profilo fino a quando non li avremo aggiunti a nostra volta all’interno della nostra rubrica.
  • Stato: In maniera del tutto simile alle altre opzioni potremo scegliere di mostrare o meno il messaggio di stato a tutti, ai soli contatti oppure a nessuno

L’ultima versione beta di Whatsapp che comprende questa nuova impostazione è la 2.11.8.187. Vi terremo aggiornati non appena avremo maggiori dettagli sulla data di rilascio ufficiale in AppStore o qualora verranno aggiunte nuove ed interessanti funzioni.

e

 

WhatsApp : la dimostrazione di un hacker che la privacy sulla chat è a rischio

Ecco come WhatsApp legge le conversazioni: la dimostrazione di un hacker che la privacy sulla chat è a rischio

hacker

In epoca di timori per la privacy, ad ogni livello, si scopre come anche applicazioni di larga diffusione come WhatsApp siano vulnerabili.
Impossessarsi della cronologia delle conversazioni è possibile, semplicemente installando un’app. E dopo la mega-acquisizione del servizio da chat da parte di Facebook, arrivano le rivelazioni di un informatico olandese che spiega come sia facile violare la privacy degli utenti. Accuse che il popolare servizio di messaggistica definisce «esagerate».
La scoperta l’ha fatta Bas Bosschert, un hacker “etico”.

Secondo il suo parere, alla base di possibili intrusioni esterne ci sono delle disattenzioni da parte di WhatsApp. La prima deriva dalla scelta degli sviluppatori della chat di salvare la cronologia dei messaggi sullo spazio di archiviazione del telefono, rendendola così reperibile. La seconda riguarda invece la gestione dei permessi all’interno del sistema operativo Android, permessi che spesso vengo chiesti all’utente che scarica un’app per accedere, ad esempio, ai contatti o alle foto, in questo caso di accedere allo spazio di archiviazione del telefonino. E gli utenti oramai danno permessi “alla cieca”, senza neanche pensare.

Vulnerabilità Inoltre, per Bosschert, l’altra vulnerabilità sarebbe nel meccanismo usato da WhatsApp per proteggere crittograficamente il database dei messaggi, quindi renderli non leggibili, che consiste nell’usare la stessa chiave per tutti gli utenti. Un malintenzionato potrebbe dunque individuare la chiave e accedere al database salvato in locale, ripetendo poi lo stesso processo per tutti gli utenti del servizio.

Detto in parole povere, installando una qualsiasi app sul proprio cellulare questa potrebbe chiedere il permesso di leggere l’intera cronologia dei messaggi. E l’utente potrebbe dare l’assenso alla leggera, senza avere alcuna notifica di quello che sta facendo. Per confortare la sua tesi, Bosschert, ha costruito un giochino che dimostra come la cronologia della chat viene scaricata e ha postato l’esperimento sul suo blog: http://bas.bosschert.nl/steal-whatsapp-database/#more-1.

«Questi report non hanno dipinto accuratamente il quadro e sono esagerati»: così un portavoce di WhatsApp ha risposto alle accuse di Bosschert, specificando che l’app di messaggistica sul Google Play, lo store per i dispositivi con sistema operativo Android, «è stata aggiornata per proteggere ulteriormente gli utenti dalle applicazioni malevole».
Dure critiche alle politiche di difesa della privacy, ma in senso più generale, sono arrivate qualche giorno fa da parte di due associazioni no profit americane: hanno chiesto all’authority delle comunicazioni Usa di bloccare l’acquisizione da 19 miliardi di dollari di WhatsApp da parte di Facebook, almeno fino a quando non sarà chiaro come il social network intenda usare i dati dei 450 milioni di utenti del servizio di messaggistica. Nel frattempo, stanno lievitando i servizi di chat concorrenti, soprattutto quelli che garantiscono l’anonimato. Come Telegram.

WhatsApp Chiamate VOIP

WhatsApp sta per introdurre nuovi ritocchi alla sua applicazione e renderla più rapida nell’utilizzo, miglioramenti che si vanno ad aggiungere alle nuove impostazioni per la privacy.

next-whatsapp

Nella prossima versione che verrà a breve rilasciata su App Store saranno presenti diverse novità, ecco in particolare alcune anticipazioni.

  • Chiamate Voip! Sarà finalmente possibile chiamare i nostri contatti utilizzando WhatsApp. Quindi al tasto presente nell’applicazione per la chiamata, verrà associata la chiamata tramite Voip se anche l’altro utente la supporta. Ecco di seguito come si presenta la schermata:

whatsapp-ispazio

  • Sulla tastiera, oltre al tasto per caricare i contenuti multimediali sulla sinistra, troveremo sulla destra il tasto a forma di macchina fotografica che permette di aprire direttamente l’App Fotocamera, quindi di scattare e caricare una foto più velocemente.
  • Sono stati aggiunti nuovi sfondi.

whatsapp-ispazio-2

  • Le nuove impostazioni per mostrare lo stato online solo a determinate persone, ora sono completamente tradotte in italiano (ve ne avevamo già parlato tempo fa in un articolo che trovate cliccando qui).
  • Tra i pannelli in basso, quello “Stato” viene rimpiazzato con quello “Recenti”, che mostra le ultime conversazioni. Di conseguenza lo “Stato” lo troviamo tra le Impostazioni. In “Chat” verranno mostrate le conversazione, mentre in “Recenti” le chiamate.

whatsapp-ispazio-3

L’ultima versione beta di Whatsapp che comprende queste novità è la 2.11.9.898, e ringraziamo Antonio (Anto_dev) per tutte le segnalazioni.

Schermata 2014-03-14 alle 18.02.33

La scelta di introdurre il tasto fotocamera ed il pannello recenti potrebbe essere dettata dalla volontà di fornire un accesso più rapido alle funzioni che vengono utilizzate più di frequente.

Sicuramente il pannello “Stato” non mancherà a molti, visto che solitamente non viene aggiornato così spesso e non ha funzionalità come altri servizi tipo Skype. il quale permette di impostare lo stato su “Occupato”, “assente”, “invisibile”.

Un’ultima considerazione riguarda le impostazioni sulla privacy, che erano già presenti sulla beta precedente in inglese ed il fatto che siano state tradotte in italiano potrebbe voler dire che il rilascio è vicino. Per dettagli su queste impostazioni leggi qui.

Via: iSpazio italian BLOG

Offerte online per iPad air

20131201-014429.jpg
A circa un mese dall’uscita italiana del nuovo modello di tablet Apple sono già presenti sul web molte offerte d’acquisto per IPad Air da 16 o 32 GB e nelle versioni Wi-Fi o Wi-Fi + 4G.
IPAD AIR da 16 GB Wi-fi:
– La migliore proposta per IPad Air da 16 GB in versione solo Wi-fi è quella del sito web digitalaudiovideo.com che vende il tablet al prezzo di 417,00 euro (+12,00 euro di spese per la spedizione del prodotto). Disponibilità immediata della versione in grigio ed in argento.
– Buona anche l’offerta di prokoo.com che vende lo stesso prodotto al prezzo di 444,00 euro senza nessun costo aggiuntivo per la spedizione. Disponibilità immediata nei colori grigio ed argento.

IPAD AIR da 16 GB Wi-Fi + 4G
– Miglior prezzo quello del sito vlmstore.it che propone il tablet Apple da 16 GB in versione Wi-Fi + 4G al prezzo di 545,34 euro (+12,00 euro di spese di spedizione del prodotto).
– Buone anche le offerte dei siti web phantomonline.it e neophoniastore.com che propongono il nuovo IPad Air al prezzo di 560,00 euro(+8,00 euro di spese per la spedizione). Disponibili nella versione bianca.

IPAD AIR 32 GB Wi-Fi:
– Migliore prezzo quello di digitalaudiovideo.com che vende questo modello di tablet al prezzo di 494,00 euro (+12,00 euro di spese per la spedizione del prodotto). Disponibilità immediata della versione in grigio.
– Buona anche la offerta del sito prokoo.com di 519,00 euro senza nessun costo aggiuntivo per la spedizione. Disponibilità immediata nel colore argento.

IPAD AIR32 GB Wi-Fi + 4G:
– Migliore proposta è quella del sito web lina24.com che propone IPad Air da 32 GB in versione Wi-Fi + 4G a 649,90 euro (+10,90 euro di spese per la spedizione del tablet). Disponibilità immediata delle versioni in bianco ed in nero.
– Ricordiamo inoltre l’offerta di bpm-power.com che vende il tablet al prezzo di 656,64 euro (+9,14 euro di costo aggiuntivo per le spedizione). Disponibile nella versione argento.

Apple acquista PrimeSense

italia-14

L’azienda israeliana che ha dato vita al Kinect, consentirà di spingere sul riconoscimento gestuale.

Roma – Apple ha acquisito PrimeSense per una cifra attorno ai 360 milioni di dollari. Con l’ufficialità dell’accordo, annunciato dal quotidiano finanziario israeliano Calcalist, si chiudono le speculazioni aperte lo scorso luglio all’epoca dei primi contatti tra le due parti, ma si apre un dibattito ancora più grande. Cosa bolle in pentola a Cupertino per sfruttare al meglio le tecnologie sviluppate dall’azienda israeliana?PrimeSense è salita alla ribalta tre anni fa grazie al Kinect integrato nella Xbox 360, un sensore capace di percepire e riconoscere i movimenti del corpo umano che, senza l’utilizzo di ulteriori accessori, permette al giocatore di guidare la console. La partnership con Microsoft ha regalato grandi soddisfazioni a PrimeSense, che con la tecnologia utilizzata anche in iRobot AVA e Asus Xtion ha ottenuto profitti superiori ai 200 milioni di dollari. Nonostante il successo, le due società hanno deciso di separarsi, con Microsoft decisa a produrre in casa la seconda edizione del controller gestuale e gli israeliani concentrati sullo sviluppo dei sensori 3D.

L’idea potrebbe essere quella di integrarli in dispositivi mobile di piccole dimensioni come smartphone e tablet, come dimostrato con il Nexus 10 nell’ultima conferenza degli sviluppatori di Google. Tra i vari progetti sviluppati nell’ultimo anno, inoltre, c’è ad esempio Capri 1.25, concepito per l’elaborazione delle immagini tridimensionali su display di varia grandezza. Quindi non solo telefoni e tavolette, ma anche una TV: magari una nuova Apple Tv?

iPad air vs Galaxy tab 10.1 (2014)

20131121-201215.jpg
iPad Air troverà pane per i suoi denti col Samsung Galaxy Note 10.1 2014, un tablet di fascia alta che ingolosisce anche l’utente più esigente. Se riuscite ad andare al di la del singolo ecosistema, non vi resta che scegliere tra i due.

Ricordiamo che il rapporto d’aspetto è di 4:3 su iPad Air, un vero evergreen per la navigazione web, e di 16:09 su Samsung Galaxy Note 10.1 2014, ideale per la riproduzione video. La visibilità complessivamente è molto buona su entrambi, anche se i colori del primo sono risultati più realistici.

Infine, ribadiamo la presenza della S-Pen a bordo del sudcoreano, caratteristica non da poco considerate le funzioni ad essa associate.

Si parte con iPad Air, che misura 240 x 169.5 x 7.5 mm per un peso di 469 gr., ed integra uno schermo da 9.7” di tipo IPS LCD retina con risoluzione 2048 x 1536 pixel a 264 ppi. Il dispositivo è spinto da un processore A7 dual-core a 64-bit con clock di 1.3 GHz e GPU PowerVR G6430 (RAM non pervenuta), con storage interna a scelta tra 16, 32, 64 e 128 GB (non espandibile). Il comparto fotografico si compone di un sensore posteriore iSight da 5 MP, ed uno frontale FaceTime HD con pixel più ampi per videochiamate ottimizzate. Il tablet è dotato di Wi-Fi, Bluetooth 4.0, GPS, 3G/4G, e vanta un’autonomia di 10 ore. Ecco i prezzi: 479, 569, 649 e 759 per le varianti only Wi-Fi da 16, 32, 64 e 128 GB, e 599, 689, 779 e 869 per quelle Wi-Fi + Cellular.

Il Samsung Galaxy Note 10.1 2014 vanta un display da 10.1 pollici con risoluzione di 2560×1600 pixel a 299 ppi, processore Snapdragon 800 Quad Core a 2.3GHz, 3 GB di RAM e 16 di storage (espandibili tramite microSD). Ritroviamo a bordo anche due altoparlanti per un effetto stereo di alta qualità, connettore micro-USB e prezzo di 649 euro.

Antivirus iPad [risolviamo i dubbi]

La risposta è facile;

antivirus-for-ipad

Non ci sono e sono anche inutili sul ipad perchè ogni prodotto apple accetta solo giochi che provengono dal app store .per la navigazione internet vai tranquilla che nn si infetterà perchè già vengono controllati in automatico quando fai una ricerca

Come installare Flash Player su iPad

installare Flash Player su iPad

Nel seguente articolo, cercheremo di spiegavi come fare ad installare Flash Player su iPad, soffermandoci su come il suddetto programma possa rivelarsi estremamente utile a tutti coloro che necessitino di incrementare le potenzialità del proprio tablet.
Plug-in per browser multipiattaforma davvero molto funzionale, Adope Flash Player è infatti praticamente indispensabile per chiunque si trovi ad utilizzare un dispositivo con connessione ad internet. Fino a pochissimo tempo fa, però, non era semplice (o meglio possibile) da utilizzare su dispositivi Apple.
Come per gli iPhone, 3G/ 3GS/ 4/ 4S e 5, e come per gli iPod Touch di ultima generazione (a partire dalla terza), anche per quanto riguardava i tablet, non era difatti consentita la possibilità di installare Flash Player su iPad. Oggi, invece (ed è il caso di dire “finalmente”), tale eventualità diviene realizzabile.
Vediamo di seguito come fare!
Continuate a leggere e scoprirete come installare Flash Player su iPad.

iPad mini Air

Un plug-in indispensabile: come e perché installare Flash Player su iPad

Prima di passare a descrivere come fare ad installare Flash Player su iPad, ci sembra doveroso spendere qualche parola raccontandovi come mai possedere tale plug-in sul proprio dispositivo mobile sia una cosa estremamente necessaria. Ideato e progettato da Adobe, Flash Player è un software che permette la visualizzazione di innumerevoli contenuti interattivi presenti nel Web. Per tali motivi, dunque, è assolutamente innegabile come Flash Player sia fortemente indispensabile se si desidera navigare senza problemi e senza alcuna interferenza di sorta. Del resto, come possiamo leggere anche dal sito internet ufficiale del software, esso risulta installato sul 98% dei PC di tutto il mondo.
Periodicamente, poi, Adobe mette a disposizione degli utenti determinati ed indispensabili aggiornamenti. In maniera del tutto automatica, sarete informati della disponibilità di tali nuove versioni del plug-in.
Ma vediamo ora, di seguito nel nostro articolo, come fare ad installare Flash Player su iPad!

installare Flash Player su iPad

Ecco come fare a installare Flash Player su iPad

La procedura per installare Flash Player su iPad prevede la connessione, fino alla fine dell’iter che stiamo per descrivervi, del dispositivo tablet alla rete internet (sia tramite Wi-Fi che 3G).
Dopo aver dunque provveduto a tale indispensabile procedura, aprite Cydia dal vostro iPad (o anche dall’iPad mini). Nel Tab Manage, scegliete l’opzione Sources. Da qui, cliccate su Edit e successivamente su Add. Nella barra degli indirizzi scrivete l’indirizzo http://repo.benm.at e poi cliccate su Add Source. Fatto ciò, recatevi nel Tab Search e inserite manualmente la parola Frash. Da tale ricerca appariranno determinati risultati. Scegliete il primo e installatelo. Riavviate l’iPad, selezionare la scritta Flash e lanciate il plug-in. Come avrete avuto modo di notare, installare Flash Player su iPad sarà cosa più semplice a farsi che a dirsi!

installare Flash Player su iPad

UN ALTRA GUIDA : FUNZIONANTE AL 100×100

[GUIDA] iCloud Keychain su Safari – creare password

                Come creare una password sicura utilizzando iCloud Keychain su Safari 
icloud

Un’ottima password sicura è composta da lettere (maiuscole e minuscole), numeri, caratteri speciali ed ha una certa lunghezza (minimo 6/8 caratteri). Il vero problema è la difficoltà nel ricordare le varie password per ogni sito che si visita, ma coniCloud Keychain, la funzionalità introdotta con il nuovo update di iOS 7, non sarà più necessario svenarsi per ricordarle.

iCloud Keychain sincronizza le vostre password attraverso il vostro dispositivo iOS e Mac e dispone di una comoda funzione che genera automaticamente password complesse e sicure. Ecco come si genera una password in Safari tramite questa nuova funzione di iCloud:

  • Andate in Impostazioni > iCloud > Portachiavi ed assicuratevi che la funzione sia abilitata.

Abilita portachiavi

  • Ora aprite Safari e visitate il sito nel quale volete registrarvi. Immettete le informazioni necessarie per compilare il modulo di iscrizione e, una volta arrivati nel campo della password, verrà visualizzato un pulsante sopra la tastiera con scritto “Suggerisci password“.

Suggerisi password

  • Cliccando “Suggerisci password” verrà creata automaticamente una password sicura. A quel punto, se la password vi soddisfa, cliccando su “Usa password suggerita” la confermerete. La prossima volta che accederete a tale sito web, Safari inserirà automaticamente la password generata in precedenza. La password sarà sincronizzata su tutti i dispositivi Apple.

Password suggerita

Nota. E’ possibile che alcuni siti web non consentono di suggerire la password.

Non suggerisci

Per ovviare tale problema basta andare in Impostazioni > Safari > Password e rimpimento autom. ed abilitare la funzione Consenti Sempre.

Per visualizzare invece le password salvate grazie alla funzione iCloud Keychainbasterà andare in Impostazioni > Safari > Password e rimpimento autom. > Password salvate.

[GUIDA] : Come scaricare il nuovo iWork 2013 perfettamente compatibile con OSX Mavericks, Gratuitamente per Mac e in ITALIANO

Screenshot 2013-10-27 10.42.47

 

iwork

 

 

(il pacchetto comprende Pages 5.0, Keynote 6.0 e Numbers 3.0)

Download iWork 2013 – Ottobre 2013 (all languages):
https://mega.co.nz/#!fY8xzYYA!aU-UVW1…

per scaricare iWORK 09

—–> GUIDA <—–

iwork_icon_bin_smaple

un video di MrLiooopold

il nuovo iPad mini con retina display

Dopo la presentazione del nuovo iPad Air Apple presenta il nuovo (e molto atteso) iPad mini finalmente con retina display.

ipadminir

Dopo aver presentato il nuovo iPad Air Apple presenta ufficialmente l’atteso aggiornamento della versione mini del proprio tablet che, finalmente, porta in dote l’attesissimo display retina.

display

Ed è proprio il display (e non poteva essere diversamente) la vera caratteristica peculiare del piccolo tablet di casa Apple. E’ un display IPS la cui diagonale resta di 7,9″ ma le similitudini cool vecchio modello finiscono qui. Il display Retina ha, infatti, oltre 3,1 milioni di pixel, un milione in più rispetto a un televisore HD: la risoluzione è veramente generosa ed è di 2048×1536, quattro volte più alta rispetto a quella della generazione precedente il che consente al pannello di iPad mini una densità di pixel davvero ragguardevole per un tablet, con ben 326 ppi.

Ma non è solo nel display che l’iPad mini trova i suoi aggiornamenti, infatti il refresh è totale e non di poco conto. iPad mini è infatti spinto dallo stesso SoC di iPhone 5s e del fratello maggiore iPad Air, il nuovo A7 a 64 bit. Non manca nemmeno il coprocessore di movimento M7, venuto anch’esso alla luce all’uscita del nuovo iPhone 5s.

dim

Disponibile nelle versioni da 16, 32, 64 e 128 Gb di memoria, il nuovo iPad mini è spesso solo 7,5 mm con un peso di soli 341 g per la versione con modulo 3G/LTE e331g per la versione WiFi.

Anche sul fronte connettività ci sono novità importanti da segnalare. Debutta su anche sulla versione mini il modulo Wi‑Fi 802.11a/b/g/n; doppio canale (2,4GHz e 5GHz) provvisto di tecnologia MIMO multiantenna. Completa il pacchetto connettività il supporto allo standard Bluetooth 4.0.

specs

La fotocamera iSight di iPad mini è da 5 megapixel, con autofocus, registrazione di video in FullHD e apertura diaframma ƒ/2.4. Per quanto riguarda la fotocamera FaceTime frontale è in gradi di catturare foto a 1,2Megapixel e video a 720p.

La batteri integrata ricaricabile ai polimeri di litio è da 23,8 wattora e garantisce all’iPad mini fino a 10 ore di navigazione in Wi‑Fi, riproduzione video o riproduzione audio e fino a 9 ore di navigazione web su rete dati cellulare.

smartc

Il nuovo iPad mini verrà anche venduto con le classiche Smart cover e le nuoveSmart Case: le prime sono caratterizzate dal classico foglio in poliuretano dotato di clip magnetica che permette di essere agganciata e sganciata con estrema facilità. La seconda è una vera e propria cover completa, per una protezione ottimale e più completa del nostro iPad mini. Le prime saranno vendute a 39 €, le seconde a 69€.

Fronte prezzi: iPad mini con display retina sarà disponibile nelle ormai usuali colorazioni Grigio Siderale e Argento. Per il modello Wifi Partiamo da 389€ (versione 16 Gb)  e 509€ (versione WiFi + Cellular da 16 Gb)

In Italia saranno disponibili nel mese di novembre. 

iPad Air

 

Durante l’evento stampa indetto per la giornata di oggi, Apple ha ufficializzato il nuovo iPad di quinta generazione, denominato iPad Air dati gli importanti cambiamenti apportati dall’azienda di Cupertino. Un dispositivo tutto nuovo e assolutamente rivoluzionario. Scopriamolo insieme!

Schermata 2013-10-22 alle 20.27.41

Molti pensavano che l’iPad non avrebbe avuto alcun impatto sul mercato. E oggi chi si ricorda dei netbook?”  è iniziato così il discorso introduttivo di Tim Cook relativo proprio alla tavoletta prodotta dall’azienda di Cupertino, per poi continuare con i numeri: 170 milioni di iPad venduti, un dato assolutamente favoloso!

ios_hero

Ma andando al sodo, come dicevamo, nella giornata di oggi Apple ha annunciato, un po’ a sorpresa, il nuovo iPad Air, un dispositivo tutto nuovo e assolutamente rivoluzionario nel campo dei tablet. L’iPad Air è nuovo già nel nome, scelto per indicare un cambiamento profondo nel prodotto che tutti conoscono. Spesso solo 7.5 mm e con una cornice più sottile del 30%, il nuovo iPad riprende lo stesso design dell’iPad mini.

performance_gallery

Il processore A7a 64 bit  (già presente su iPhone 5s) del nuovo iPad va ad alimentare uno schermo Retina da 9,7 pollici che mantiene la stessa risoluzione e la stessa densità di pixel del modello precedente. Per quanto riguarda, invece, le performance, il nuovo iPad ha un chip grafico sette volte più veloce rispetto a quello del primo iPad. L’iPad Air è anche il tablet più leggero al mondo, con un peso del 30% inferiore rispetto al predecessore. Non male!

performance_hero

Importanti miglioramenti anche per la velocità di connessione WiFi del nuovo iPad Air, adesso più veloce rispetto a quella del predecessore. Niente Touch ID, invece, su iPad Air (come era stato invece ipotizzato prima dell’evento Apple).

facetime_hero

Per quanto riguarda i prezzi, invece, iPad Air costa meno di iPad 4! Si parte infatti da 479 euro. Il listino completo indica:

  • iPad Air 16 GB WiFi: 479 euro
  • iPad Air 32 GB WiFi: 569 euro
  • iPad Air 64 GB WiFi: 659 euro
  • iPad Air 128 GB WiFi: 749 euro
  • iPad Air 16 GB WiFi + Cellular: 599 euro
  • iPad Air 32 GB WiFi + Cellular: 689 euro
  • iPad Air 64GB WiFi + Cellular: 779 euro
  • iPad Air 128 GB WiFi + Cellular: 869 euro

Apple ha anche presentato le nuove Smart Cover per iPad Air (non specificando le novità, pensiamo che la modifica sia dovuta solo in base al nuovo design del tablet e per introdurre nuovi colori).

Schermata 2013-10-22 alle 20.40.37

L’iPad Air viene fornito in versione argento e grigio siderale e va a sostituire iPad 3 e iPad 4, mentre l’iPad 2 resta in commercio come dispositivo di fascia media. Il dispositivo sarà disponibile in Italia a partire dal 1 novembre, lo stesso giorno in cui il dispositivo verrà lanciato negli Stati Uniti e in altri Paesi.

Infine, ecco tutte le immagini “reali”:

DSC_1930-1024_verge_super_wideDSC_1881-1024_verge_super_wideDSC_1892-1024_verge_super_wideDSC_1882-1024_verge_super_wideDSC_1908-1024_verge_super_wide

[GUIDA] Eliminare partizioni su Mac OSX (tutti) senza formattare tutto

Guida di Sebastiano Bazzanella

Dovete cancellare delle partizioni dal vostro Leopard, Tiger, SnowLeopard,  Lion, MountainLion o mavericks? Magari volete anche aggiungere lo spazio liberato nella partizione primaria?

disco_partizioni.gif  700×640

Niente paura NON E’ NECESSARIO FORMATTARE TUTTO come ho letto su moltissimi forum.

La soluzione è molto più semplice e non è necessario installare software aggiuntivi.

Basta aprire il programma “Utility disco“, selezionare il disco principale, cliccare su partiziona, selezionare la partizione che si vuole eliminare e cliccare sul tasto “-” (meno). Una volta eliminata basta trascinare l’angolo in basso a destra della partizione che si vuole ingrandire per occupare lo spazio liberato.

Unisci e Cancella i contatti duplicati di Rubrica Indirizzi

Le voci duplicate in Rubrica Indirizzi si verificano con una certa regolarità, per esempio perché un contatto ha cambiato un indirizzo email, il numero di telefono, nome, o solo perché, per sbaglio, qualcuno è stato inserito due volte nella vostra lista contatti. Col vostro Mac, l’applicazione Rubrica Indirizzi rende molto facile unire questi contatti duplicati e quindi automaticamente rimuovere le voci doppie, partendo da un elenco disordinato di contatti.
Prima di iniziare, se avete un iPhone o un iPad vi consiglio di avere la rubrica già sincronizzata con il Mac e di fare un backup in modo di lavorare con l’elenco dei contatti più recente.

Aprite l’applicazione “Rubrica Indirizzi” e nella barra dei menu andate in “Scheda”, ora selezionate “Cerca i duplicati…” per ottenere un rapporto del numero di duplicati trovati, quindi fate clic su “Unisci” se desiderate unire i contatti  cancellando così le voci duplicate.

Apple annuncia iLife gratis tra cui iMovie, iPhoto, Pages, Keynote e Numbers per iOS 7

 

 

Tim Cook si sofferma a parlare di iWork, la suite di lavoro di Apple e della suite iLife. Vengono elencate le qualità di tutte le applicazioni, quindi di Keynote, Pages, Numbers, iPhoto, iMovie. L’annuncio che fa felici tutti però è che esse saranno gratuite d’ora in poi!

iphone2013-0052

 

La suite iWork stimola la produttività, grazie alla possibilità di creare splendidi documenti con Pages, grafici semplici da interpretare con Numbers e esaurienti presentazioni con Keynote.

La suite iLife stimola invece la creatività, grazie alla possibilità di modificare e creare bellissime presentazioni con iPhoto ed editare e personalizzare a nostro piacimento i nostri filmati con iMovie.

Tutte queste applicazioni da oggi saranno disponibili gratuitamente per tutti coloro che acquisteranno un nuovo iPhone o un nuovo iPod di quinta generazione, mentre per tutti gli attuali possessori di dispositivi iOS resteranno, purtroppo, a pagamento.

iPhone 5S vs iPhone 5C vs iPhone 5 le differenze

Dopo le presentazioni dei due iPhone nella serata di ieri, è tempo di confrontare i dipositivi. Sono stati messi a confronto tre modelli (iPhone 5, 5S e 5C) ed analizzati sotto tutti i punti di vista. Ecco i risultati.

iphone_5s_iphone_5c-26

 

Design. Dal punto di vista del sistema operativo, l’iPhone 5 parte svantaggiato, perché i due nuovi modelli saranno attrezzati dell’oramai famoso iOS 7 mentre il “più antico” modello, ovviamente, ha come base operativa iOS 6.1.6 (anche se comunque può essere aggiornato tranquillamente all’ultima versione di iOS a partire dal 18 settembre). Per quanto riguarda le dimensioni, il 5 ed il 5S sono perfettamente identici in larghezza, lunghezza e spessore, mentre il 5C è leggermente più grande; ciò si riflette, di conseguenza, sul peso dove i due modelli di dimensioni identiche pesano 112 grammi, mentre il 5c “soli” 10 grammi in più. Un’altra differenza è sicuramente il materiale di cui sono fatti questi smartphone: il 5 ed il 5S sono in alluminio, mentre il 5C in policarbonato. Importante segnalare a livello di design il sensore di impronte digitali presente solo in iPhone 5S.

Schermata 2013-09-11 alle 15.26.08

Display. Sotto questo aspetto i tre modelli sono perfettamente identici, come si può vedere dalla tabella qui sotto.

Schermata 2013-09-11 alle 15.26.18

Batteria. Anche nella durata della batteria, i tempi circa gli stessi nei tre modelli.

Schermata 2013-09-11 alle 15.26.23

Hardware. Qui l’aspetto più importante è sicuramente il system chip Apple A7 da 64-bit che è incorporato nel nuovo 5S, a differenza degli altri due modelli (5 e 5C) che si devono “accontentare” dell’A6.

Schermata 2013-09-11 alle 15.26.29

Fotocamera. Il numero di megapixels non varia nel 3 modelli (8 Mpx), mentre per quanto riguarda il flash possiamo notare senza ombra di dubbio il Dual LED presente nel modello 5S.

Schermata 2013-09-11 alle 15.26.35

 

iPhone 5S tutto quello he devi sapere + prezzi iPhone 5S ed iPhone 5C

Apple ha appena presentato al mondo il nuovo iPhone 5S, il primo smartphone con architettura a 64 bit al mondo, con prestazioni e grafica paragonabili a computer e console. Il dispositivo, disponibile in 3 diverse colorazioni (oro, argento e grigio) integra una fotocamera migliorata in grado di lavorare perfettamente con il software ed un flash True Tone, il primo al mondo non solo su un telefono, ma persino su una fotocamera.

iphone-5s-ispazio-hero

Apple ha presentato oggi iPhone 5s, l’iPhone più innovativo di sempre, con il nuovissimo chip A7, che lo rende il primo smartphone al mondo con un’architettura a64 bit di classe desktop, per prestazioni ultraveloci in palmo di mano. iPhone 5s ridefinisce la migliore esperienza smartphone al mondo con nuove, fantastiche funzioni racchiuse in un design incredibilmente sottile e leggero, fra cui una nuova fotocamera iSight da 8 megapixel con flash True Tone e introduce Touch ID, un modo innovativo per sbloccare facilmente e in totale sicurezza il telefono con il semplice tocco di un dito. iPhone 5s include iOS 7, il più significativo aggiornamento di iOS dall’iPhone originale, potenziato per la tecnologia a 64 bit e arricchito da centinaia di nuove strepitose funzioni, fra cui Centro di controllo, Centro Notifiche, Multitasking migliorato, AirDrop, app Immagini, Safari e Siri potenziate, e iTunes Radio.

Schermata 2013-09-11 alle 05.02.23

“iPhone 5s è lo smartphone più innovativo al mondo, in grado di portare un’architettura di classe desktop sul palmo della vostra mano,” ha dichiarato Philip Schiller, Senior Vice President Worldwide Marketing di Apple. “iPhone 5s fissa un nuovo standard per il mercato degli smartphone, e racchiude in un meraviglioso e raffinato design funzioni rivoluzionarie realmente importanti per le persone, come Touch ID, un modo facile e sicuro per sbloccare il telefono col semplice tocco del dito.”

Schermata 2013-09-11 alle 04.36.05

Il nuovo chip A7 dell’iPhone 5s porta per la prima volta l’architettura a 64 bit di classe desktop in uno smartphone. Con prestazioni di grafica e CPU fino a due volte superiori, praticamente tutto ciò che gli utenti fanno sull’iPhone 5s è più rapido e meraviglioso che mai, che si tratti di aprire le app, modificare le foto o sfidare gli amici in giochi dalla grafica evoluta. E tutto con un’autonomia dellabatteria eccellente. Apple ha progettato anche iOS 7 e tutte le app integrate in modo da ottimizzare le prestazioni del chip A7. iPhone 5s è il miglior dispositivo di gioco portatile, con l’accesso a centinaia di migliaia di giochi disponibili sull’App Store, l’architettura a 64 bit del chip A7 e il supporto per OpenGL ES versione 3.0. iPhone 5s permette di visualizzare effetti grafici incredibilmente ricchi e complessi, prima possibili solo su Mac, PC e console di gioco.

Schermata 2013-09-11 alle 04.36.44

Ogni iPhone 5s include il nuovo coprocessore di movimento M7 che raccoglie i dati forniti da accelerometro, giroscopio e bussola per alleggerire parte del lavoro del chip A7 e migliorare l’efficienza energetica. Gli sviluppatori possono accedere alle nuove API CoreMotion, che sfruttano il coprocessore M7, e creare app di fitness e attività ancora più belle e precise, ben oltre le possibilità offerte da altri dispositivi mobili. Il coprocessore di movimento M7 misura costantemente i dati di movimento dell’utente, persino quando il dispositivo è in standby, e preserva la batteria per il contapassi o altre app di fitness che utilizzano l’accelerometro tutto il giorno.

performance_m7_hero

iPhone 5s introduce Touch ID, un modo facile e sicuro di sbloccare l’iPhone con un semplice tocco. Integrato nel tasto Home, Touch ID utilizza un cristallo di zaffiro tagliato al laser insieme al sensore touch capacitivo per scattare una foto ad alta risoluzione dell’impronta digitale dell’utente; quindi la analizza per fornire letture accurate dell’immagine da ogni angolazione. La configurazione di Touch ID è facile, e il riconoscimento migliora ogni volta che lo si usa.

touchid_hero

Il sensore Touch ID riconosce il tocco del dito, perciò si attiva solo quando necessario, evitando di intaccare la durata della batteria. Tutte le informazioni sull’impronta digitale dell’utente sono crittografate e archiviate in maniera sicura nel Secure Enclave all’interno del chip A7 dell’iPhone 5s; non vengono dunque mai archiviate sui server Apple ne’ ne vene fatto il back up su iCloud. Touch ID può rappresentare inoltre un modo sicuro per l’approvazione degli acquisti su iTunesStore, App Store e iBookstore.

Schermata 2013-09-11 alle 05.18.32

Con iPhone 5s è ancora più facile scattare splendide foto, con la fotocamera più utilizzata al mondo. La nuovissima fotocamera iSight da 8 megapixel ha un’apertura più ampia da f/2,2 e un nuovo sensore più grande con 1,5μ pixel, per una sensibilità migliore e prestazioni eccellenti in condizioni di scarsa luminosità, il tutto per foto ancora più belle.

camera_interstitial

Questi potenziamenti, insieme al processore ISP – image signal processor – progettato da Apple integrato nel chip A7 e la nuova app Fotocamera di iOS 7, assicurano un autofocus fino a due volte più veloce, un tempo di acquisizione delle immagini più rapido, stabilizzazione automatica di foto e video, e una gamma dinamica migliore.

Schermata 2013-09-11 alle 04.59.33

iPhone 5s introduce il nuovo flash True Tone, il primo al mondo non solo su un telefono, ma persino su una fotocamera: il flash regola in maniera variabile il colore e l’intensità per oltre 1000 combinazioni, così anche le foto scattate col flash appaiono più naturali. iPhone 5s include inoltre una nuova modalità Burst Mode, video Slo-Mocon 120 fps, una nuova videocamera FaceTime HD con prestazioni superiori in condizioni di scarsa luminosità e le chiamate FaceTime solo audio con iOS 7.

Schermata 2013-09-11 alle 05.00.41

Tutte le funzioni della fotocamera sono ben elencate ed illustrate in questo video che vi consigliamo caldamente di vedere:

iPhone 5s ha un design di precisione incredibilmente sottile e leggero, già amato dagli utenti di tutto il mondo: case in alluminio anodizzato con bordi smussati e diamantati, intarsi in vetro e il meraviglioso display Retina da 4″. iPhone 5s è disponibile in tre splendide finiture metallizzate: oroargento e grigio siderale. Per custodire il prezioso iPhone 5s, Apple ha progettato custodie in pelle di alta qualità in sei brillanti colori, beige, nero, blu, marrone, giallo e (RED), con un rivestimento interno in soffice microfibra in tinta.

hero_hero

Con iPhone 5s è ancora più facile connettersi alle reti ad alta velocità grazie al supporto per un massimo di ben 13 bande wireless LTE¹, più di qualsiasi altro smartphone al mondo. Con velocità in download fino a 100 Mbps², gli utenti possono navigare, scaricare e trasmettere contenuti in streaming ancora più velocemente. iPhone 5s include supporto per Wi-Fi dual-band 802.11 a/b/g/n con velocità fino a 150 Mbps² e Bluetooth 4.0. iPhone 5s offre ben 10 ore in conversazione su reti 3G, fino a 10 ore di navigazione web su reti Wi-Fi e LTE e fino a 8 ore su reti 3G, e fino a 10 ore di riproduzione video e fino a 40 ore di riproduzione audio.³

iPhone 5s ha di serie iOS 7, l’aggiornamento più importante di iOS dall’iPhone originale: il sistema supporta l’architettura a 64 bit del chip A7, la nuova fotocamera iSight e il sensore di impronte digitali Touch ID. iOS 7 ha una nuova, meravigliosa interfaccia, interamente riprogettata con uno schema colori elegante, livelli separati e funzionali, e un nuovo approccio ai movimenti che lo rende più coinvolgente. iOS 7 ha centinaia di nuove, grandiose funzioni, come Centro di Controllo, Centro Notifiche, Multitasking migliorato, AirDrop, app Immagini, Safari e Siri potenziate, e introduce iTunes Radio, un servizio gratuito su internet basato sulla musica che l’utente ascolta su iTunes.⁴

appstore_hero

Con l’iPhone 5s è possibile accedere al rivoluzionario App Store, che offre più di 900.000 app per iPhone, iPad e iPod touch in 155 Paesi nel mondo. Oltre 50 miliardi di app sono già state scaricate dall’App Store, e i clienti possono scegliere fra un’incredibile gamma di app in 23 categorie, fra cui quotidiani e riviste in Edicola, giochi e intrattenimento, economia, news, sport, salute e benessere e viaggi.

Schermata 2013-09-11 alle 05.12.01

Progettati appositamente per iOS, iPhoto, iMovie, Pages, Numbers e Keynote sono fra le app più amate dell’App Store e sono ora disponibili per il download gratuitoper gli utenti che acquistano iPhone 5s. iPhoto e iMovie consentono di fare di più con foto e filmati, mentre con Pages, Numbers e Keynote è possibile creare, modificare e condividere incredibili documenti, fogli di calcolo e presentazioni sull’iPhone, iPad e iPod touch.

Prezzi e Disponibilità

iPhone 5s è disponibile in oro, argento o grigio siderale. Le custodie per iPhone 5s saranno disponibili in beige, nero, blu, marrone, giallo e (RED). iPhone 5s sarà disponibile negli Stati Uniti, in Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Hong Kong, Giappone, Puerto Rico, Singapore e Regno Unito venerdì 20 settembre. Un nuovo modello iPhone 4S da 8GB sarà inoltre disponibile. iOS 7 sarà disponibile come aggiornamento software gratuito a partire da mercoledì 18 settembre per iPhone 4 e successivi, iPad 2 e successivi, iPad mini e iPod touch (quinta generazione). Alcune funzioni non sono disponibili su tutti i dispositivi.

Schermata 2013-09-11 alle 05.23.04

Come abbiamo potuto capire dall’evento, l’Italia ancora una volta non è stata messa tra i Paesi della prima fascia che riceveranno fin da subito i nuovi modelli di iPhone. Nonostante ciò, alcuni paesi europei lo avranno fin da subito, quindi proviamo a capire quanto costeranno da noi i nuovi dispositivi quando usciranno.

iphone5s-hero-xl-2013 iphone5c-hero-xl-2013

L’Italia non è tra i primi Paesi in cui sarà possibile acquistare un iPhone 5S o un iPhone 5C, ma in Europa alcune nazioni potranno venderlo già dal prossimo 20 Settembre. I Paesi che potranno acquistarlo da questa data sono: Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Singapore e Stati Uniti.

Negli anni passati i prezzi italiani erano leggermente superiori rispetto a quelli di altri Paesi europei come Germania o Francia. Cerchiamo quindi di capire quanto costeranno da noi i nuovi dispositivi.

In Francia iPhone 5S è disponibile a partire da 699€, ovvero al medesimo prezzo di iPhone 5.

iPhone 5S Francia

In Italia però, iPhone 5 è sempre costato 729€ nella sua versione base, si parla quindi di 30€ di differenza. È quindi plausibile che l’iPhone 5S italiano manterrà la stessa linea mantenuta in Francia:

  • 729€ per la versione da 16GB.
  • 829€ per la versione da 32GB.
  • 929€ per la versione da 64GB.

Per quanto riguarda invece i prezzi di iPhone 5C (che come abbiamo potuto notare la C sta per Color e non per Cheap come in molti pensavano), la situazione dovrebbe essere più o meno questa per l’Italia:

  • 629€ per la versione da 16GB.
  • 729€ per la versione da 32GB.

iPhone 5C Francia

Nel frattempo invece, iPhone 5 è uscito dal listino prezzi e non è quindi più acquistabile sull’Online Store. In compenso è rimasto in vendita iPhone 4S al prezzo di 429€ (399€ sull’Online Store francese).

Come al solito quindi, chi proprio non può aspettare ed ha in programma un viaggio in una delle nazioni in cui verranno venduti iPhone 5S ed iPhone 5C, potrà acquistare ad un prezzo leggermente più conveniente i nuovi dispositivi di Apple.

Inviare file via bluetooth da Android a Mac OS

Inviare file via bluetooth a Mac OS

Inviare file via bluetooth con Android non è ancora l’operazione più facile possibile e lo è ancora meno se avete un computer con Mac OS e non avete mai inviato file via bluetooth.

Vediamo insieme come abilitare Mac OS per ricevere file via bluetooth da Android (o da qualsiasi altro dispositivo non ancora accoppiato).

  1. Su ciascun Mac basato su Mac OS X 10.5, dal menu Apple, seleziona Preferenze di Sistema.
  2. Dal menu Vista, seleziona Condivisione.
  3. Tramite clic, seleziona la casella “Attiva” accanto a Condivisione Bluetooth.
  4. Chiudi la finestra delle preferenze di condivisione.

Semplice no?

VIA: http://www.androidworld.it/

iOS 7 beta 3

[IN AGGIORNAMENTO x32]

Apple ha appena rilasciato il nuovo iOS 7 beta 3 per gli sviluppatori e in questo articolo, come di consueto, vi andremo a proporre l’elenco di tutte le novità presenti in questa nuova release.

La beta 3 ha numero della build 11A4414e ed è disponibile per iPhone, iPod Touch ed iPad. La versione OTA per iPhone 5 pesa 214 Mb. Per installarla è necessaria la versione  di iTunes 10.7. In concomitanza con la beta 3, Apple ha rilasciato anche le nuove versioni di  Xcode e SDK.

Schermata 2013-07-08 alle 19.10.29

Di seguito vi proponiamo le novità rilevanti che riscontreremo nell’utilizzo di iOS 7 beta 3.

1. Risoluzione bug: Risolti i problemi con le notifiche push multiple o con le applicazioni che non ricevevano più le notifiche

2. Miglioramenti grafici nell’applicazione Meteo.

3. Lockscreen: Ora la status bar risulta più grande rispetto alla dimensione normale nella lockscreen.

foto 1

4. Calendario: Come nella versione precedente in iOS6 ora vengono di segnalati mostrati i giorni nei quali sono presenti degli impegni.

foto 2

5. Centro di Controllo: L’icona dell’orologio nel Centro di Controllo è tornata “ripiena” come la versione inclusa nella prima beta.

foto 3

6. Risolto un problema con lo streaming della musica del proprio iPhone verso l’Apple TV. In particolare, in precedenza non era possibile passare al brano successivo.

7. Risolto un problema con lo streaming musicale tramite AirPlay. Il volume di riproduzione infatti, si alzava drasticamente ed in maniera inaspettata

8. La prima apertura dell’applicazione Messaggi non presenta più la lista vuota di messaggi, ma partirà con la schermata di composizione di un nuovo messaggio

9. Risolto il problema che eliminava tutto il database di messaggi ricevuti ed inviati qualora non avessimo eseguito il login ad iCloud durante la prima configurazione del telefono

10. Risolto il problema che faceva crashare l’applicazione messaggi dopo aver visualizzato qualsiasi allegato oppure due threads separati

11. Risolto il problema in Generali > Aggiornamento Applicazioni in Background dove talvolta le impostazioni che sceglievamo non venivano salvate e rispettate

12. iOS 7 beta 3 include nuove voci per Siri. Al momento quindi, Siri riesce a parlare con una nuova voce femminile e maschile in lingua Inglese e Francese e con una nuova voce maschile per il Tedesco

13. Risolti i problemi con la Password di protezione e con i tempi di Auto-Lock, le cui impostazioni spesso non venivano rispettate.

14. Risolto un problema con la schermata del multitasking in cui, a volte, non venivano mostrate effettivamente tutte le ultime applicazioni avviate.

15. L’applicazione promemoria adesso funziona correttamente con VoiceOver

16. Lockscreen: Cambiata la scritta per lo sblocco da “Sblocca” a “Scorri per sbloccare”.

foto-1

17. Risolto il problema con il salvataggio delle foto alle quali vengono corretti gli occhi rossi. In precedenza infatti, iOS 7 riusciva a rimuovere gli occhi rossi, ma dopo aver cliccato sul tasto Salva, la foto nel rullino si salvava nuovamente con gli occhi rossi. Adesso invece gli occhi restano “modificati”

18. Nuova Animazione durante il download di una applicazione. Sparisce il classico cursore orizzontale.

image_1 image_2 image_5

19. Risolto un problema che alcune volte impediva la visualizzazione del banner con il link per AppStore inserito nei siti web

Copia di foto-1

20. Nuova animazione di apertura di Spotlight

21. Aggiunto lo scrubbing di precisione per l’audio direttamente nel mini-player del centro di controllo.

22. Note: la selezione delle note ora è di colore giallo!

foto-2

23. Sostituita la voce LTE con 4G nel menù “Rete dati cellulare” e sembra che, almeno in italia, l’LTE attualmente non funziona (Grazie Flavio).

foto-3

24. Nuova animazione durante l’eliminazione di una foto.

25. Nuova animazione nella pagina principale dell’applicazione Game Center.

26. Accessibilità: In Impostazioni > Generali > Accessibilità è stata introdotta ora la possibilità di rallentare le animazioni e di cambiare in grassetto il carattere del sistema.

foto

27. Icone: torna in iOS 7, anche se più leggera di prima, l’ombra dietro le icone della springboard.

28. Impostazioni: Quando si cambia lo sfondo l’anteprima mostra screenshot con la grafica di iOS 7. Nelle precedenti beta gli screenshot avevano ancora la grafica di iOS 6. (Grazie Vincenzo)

sfondo

29. Safari: La tastiera ora è dotata di un pulsante che, quando viene premuto, permette di scegliere diversi domini (.it, .com, e così via) per completare l’URL.

asset

30. Siri: Corretta l’ombreggiatura, che non è più decentrata come nella precedente beta.

31. Tastiera: Ora funzionano correttamente le abbreviazioni.

32. Calcolatrice: Non vi è più la fastidiosa animazione alla pressione dei tasti. Inoltre i numeri hanno un carattere più grande e sottile.

foto 1 2 foto 2 2

33. Immagini: Con la Beta 3 si possono aprire le fotografie effettuando un pinch to zoom sulle miniature anche su iPhone, con una splendida animazione di intermezzo. (Grazie Ivan)

34. Mappe: Quando si riduce lo zoom nelle modalità di visualizzazione Ibrida o Satellite viene mostrato il globo nelle fasi del giorno e della notte, con la suggestiva illuminazione degli agglomerati urbani nella visualizzazione notturna. (Grazie Andrea)

mappebeta303 mappebeta301 mappebeta302

35. Control Center: Il richiamo del Centro di Controllo adesso è meno invasivo. Nelle applicazioni a pieno schermo e nei giochi l’esperienza d’uso non verrà inframezzata da richiami non voluti della nuova funzionalità di iOS 7. Se per sbaglio effettuiamo una slide verso l’alto apparirà una freccia, così come avviene per il Centro Notifiche. Se effettuiamo un altro slide velocissimo sulla freccia si aprirà il Control Center, altrimenti potremo continuare tranquillamente l’uso dell’applicazione senza fastidiosi impedimenti.

36. Edicola: Corretto il bug che permetteva l’inserimento delle applicazioni all’interno dell’Edicola. (Grazie Giovanni)

37. Il carattere utilizzato adesso è Helvetica Neue Regular, le versioni Light ed Ultra Light sono visibili solamente in alcune parti del sistema operativo. Il nuovo carattere adesso è più leggibile, soprattutto sui display non Retina di iPad.

38. Messaggi: Se premiamo sul tasto Contatto appariranno le icone che raffigurano la Telefonata tradizionale e quella FaceTime. Nelle prime due beta al posto delle icone c’erano solamente delle scritte. (Grazie Pasquale)

IMG_0005

Per tutte le novità introdotte con le precedenti versioni beta di iOS 7 vi invitiamo a leggere gli articoli redatti dallo staff di AppleSpace BLOG:

Downgrade da iOS 7 Beta a iOS 6.1.4

Se qualcosa non è andata a buon fine, o più semplicemente non vi trovate bene con iOS 7 a causa di eventuali bug o crash inaspettati, potete sempre ripristinare il vostro dispositivo ad iOS 6.1.4
  • Mettete il vostro dispositivo in DFU Mode.

(per entrare in DFU, tenere premuto il tasto power + il tasto home per 13 secondi, togliere il dito dal tasto power e lasciare premuto il tasto home per altri 10 secondi)

  • Collegate il dispositivo ad iTunes.
  • Cliccate su verifica aggiornamenti (NON premere Alt o Shift).
  • iTunes segnalerà come ultimo firmware iOS 6.1.4, accettate e ripristinate.
  • Fine.

Rilasciato iOS 7 Beta 1-(per beta 2 basta aggiornare direttamente dall’iPhone in OTA): ecco i link diretti per il download [Aggiornato x10: Tutti i dispositivi presenti]

In occasione della presentazione ufficiale di iOS 7, avvenuta nelle scorse ore in occasione del WWDC 2013, Apple ha annunciato la disponibilità del suo sistema operativo in versione beta per tutti gli sviluppatori.

iOs7_BETA

Come di consueto siamo felici di potervi offrire, quanto più velocemente possibile, i link diretti e in mirror per il download dell’ultima versione di iOS 7 che vi ricordiamo essere disponibili unicamente per iPhone. Le Versioni Beta per iPad probabilmente saranno rese disponibili a partire dalla Seconda Beta.

iOS7_compatibility

Vi ricordiamo, come specificato più volte anche durante il nostro BiteCast #6, che la quasi totalità degli utenti che dovesse decidere di installare iOS 7 perderà, di fatto, i privilegi offerti dal jailbreak di iOS 6 in quanto non potrà effettuare il downgrade verso una versione di iOS 6 compatibile con il jailbreak.
Attualmente i soli possessori di iPhone 4, previa verifica dei certificati SHSH e degli APTicket salvati, potranno effettuare il dowgrade da iOS 7 Beta ad iOS 6.1.2 per poter così effettuare il jailbreak.

N.B. Per coloro i quali non sapessero come gestire un file DMG suggeriamo l’utilizzo dei File IPSW, disponibili sia via Torrent che via Link Diretto.

tutti i link per il downlaod di iOS 7 si trovano nel PDF sottostante 

PDF DOWNLOAD iOS / BETA

La presente guida è realizzata unicamente a scopo illustrativo: le procedure in essa descritte potrebbero non essere valide per tutti gli utenti!AppleSpace BLOG e il suo staff non si assumono nessuna responsabilità in caso di mancata installazione o mancata attivazione di iOS 7 e neppure di eventuali danni riportati al dispositivo e/o ai dati in esso contenuti.Non si raccomanda l’adozione permanente di questa Beta 1 come Sistema Operativo standard in quanto presenta notevoli e variegati bug che potrebbero compromettere l’esperienza d’uso dell’utente finale.Qualora decidiate di procedere con l’installazione di iOS 7 Beta 1, specie senza possedere un Developer Account, procederete di vostra spontanea volontà e senza poter arrecare, nei confronti di AppleSpace BLOG o del suo Staff, richieste perentorie di assistenza tecnica per la risoluzione di bug o problemi.ios-7-beta-1-installazione

Design rivoluzionario per l’app Musica in un nuovo concept di iOS 7

inShare1

Un nuovo concept dell’applicazione Musica, realizzato da Brye Kobayashi, avrebbe avuto un incredibile successo di critica sui blog stranieri, dovuto ad una massiccia reinterpretazione con elementi assolutamente rivoluzionari e belli da vedere. Vediamoli assieme.

Musica

Troppo spesso si parla del nuovo design di iOS 7, nello specifico su come dovrebbe cambiare la Home del sistema operativo. Tuttavia, non credo che gli utenti Apple passino le giornate a sfogliare le pagine in cui sono contenute le applicazioni nel dispositivo, e questi vogliono vedere novità soprattutto sulle applicazioni native, in modo da migliorare drasticamente l’esperienza d’uso dove conta realmente.

Il nuovo concept di Brye Kobayashi propone una versione del tutto nuova dell’applicazione Musica nativa sul sistema operativo mobile di Cupertino. Inizialmente, il designer mostra l’evoluzione che ha avuto l’applicazione negli ultimi anni, a partire da iOS 5, mostrando quelli che secondo lui sarebbero gli errori stilistici compiuti da Apple.

music-1

music-2

Kobayashi propone i seguenti cambiamenti:

  • Una schermata principale dell’applicazione del tutto nuova, simile a quella di Windows 8, composta da tante piastrelle che mostrano le cover dei diversi album disponibili nella libreria musicale

music-app-3

  • Ha rimosso il menu delle tab in basso, introducendole nella barra degli strumenti in alto in modo che possano essere accessibili da qualsiasi schermata
  • La barra degli strumenti in alto avrà un tasto per accedere al menu, la parte in cui verrà visualizzato il brano in ascolto ed un tasto per accedere alla funzionalità “Successivo”

2013-06-04_21-34-45

  • Premendo sul tasto Menu, si aprirà una barra laterale che ci permetterà di accedere alle varie categorie e schermate presenti su iTunes, come playlist, album, artisti. Metterà a disposizione dell’utente anche un motore di ricerca in modo da trovare velocemente il brano desiderato.

2013-06-04_21-36-28

  • Con il tasto a destra sulla barra superiore sarà possibile accedere alla modalità “Successivo”, presente su iTunes per PC e Mac, ma non nell’applicazione Musica attuale.

2013-06-04_21-37-09

  • La schermata di riproduzione sarà modificata con barre più voluminose ed impostazioni per l’equalizzazione integrate

2013-06-04_21-37-38

  • È possibile accedere a tutti i brani di un album con uno swipe verso l’alto

2013-06-04_21-38-36

  • Disponendo il nostro iPhone in orizzontale entreremo in una modalità Dashboard, simile alla CoverFlow ma decisamente più efficiente. Questa ci mostrerà anche le canzoni che verranno riprodotte successivamente e quelle che abbiamo già ascoltato

2013-06-04_21-39-36

  • Il concept prevede anche una nuova icona

music-app-revamped-app-icon

Si tratta di un concept che introduce non solo una nuova interfaccia, ma una serie di novità anche dal punto di vista delle funzionalità dell’applicazione, decisamente ben congegnate ed introdotte al suo interno.

E voi che ne pensate? Vi piacerebbe un’app Musica ridisegnata ed in questo stile?

WhatsApp: ecco le prime immagini della nuovissima versione 3.0!

Poco più di un mese fa vi avevamo anticipato che il noto servizio di messaggistica istantanea, WhatsApp, avrebbe introdotto un canone di abbonamento, e vi avevamo anche svelato i prezzi relativi al canone. Oggi sono comparse in rete le prime immagini della nuova versione 3.0!

whatsapp-ispazio-530x2411

La famosa applicazione di messaggistica istantanea per iOS sta per rilasciare un nuovo ed importante aggiornamento, il quale introdurrà importanti funzioni e quasi certamente il nuovo sistema di abbonamenti già anticipatovi. Oggi il sito tedescoiPhone-ticker ha pubblicato le immagini relative a queste importanti novità che verranno introdotte nel prossimo update.

L’ultimo aggiornamento dell’applicazione risale al 7 dicembre ed è ormai chiaro che la prossima release introduttà l’abbonamento annuale. Le novità però non terminano qui, infatti saranno aggiunte nuove funzioni come la possibilità di cambiare numero di telefono ed il collegamento con iCloud per proteggere i vostri dati personali.

Queste sono soltanto due delle novità che saranno presenti nel prossimo major update, ed ora vi parleremo delle altre caratteristiche appena trapelate:

1. Push To Talk

whatsapp-3-0

Nella nuova versione sarà disponibile l’opzione Push to Talk, ovvero la possibilità di dettare direttamente all’app quello che si vuole scrivere nel messaggio di testo. Molto utile per inviare brevi messaggi e soprattutto per chi è alla guida.

2. Invio contemporaneo di più immagini

whats-app3-0-feature2

Come ben saprete, nella versione attuale potete inviare solo un’immagine alla volta, ma dal prossimo update questo aspetto sarà migliorato, aggiungendo la possibilità di inviare più foto contemporaneamente.

3. Altre opzioni

chose

In ultima analisi c’è l’aggiunta di un nuovo pulsante relativo ad ulteriori opzioni non specificatamente indicate. Fatto sta che non è ancora chiaro quando questa nuova versione di WhatsApp sarà disponibile in App Store, visto che attualmente è ancora in fase di beta test.

GRINDER – La compagnia

Schermata 04-2456409 alle 18.55.54

DOWNLOAD:
GRINDER – La compagnia (PARTE 1).mp3
https://mega.co.nz/#!ItpwGBgZ!BhXMvAx…

BASE: Base Hip Hop fatta con fl studio 10.mp3
https://mega.co.nz/#!ckxGyZwB!SDcZrEq…

Scania Truck Driving Simulator -TORRENT-Mac-DOWNLOAD FREE

DOWNLOAD TORRENT

Guida i camion nelle zone più pericolose del mondo con Scania Truck Driving Simulator

Scania Truck Driving Simulator porta su Mac un vero e proprio simulatore di camion, con una serie di missioni da portare a termine guidando i più potenti autocarri al mondo.

mzl.kunhjrde.800x500-75

Scania Truck Driving Simulator (AppStore Link)

Il gioco ricorda molto la nota serie TV “Eroi del Ghiaccio” in onda su History Channel, dove una serie di camionisti guidano i propri mezzi sulle strade più pericolose al mondo.

Questa simulazione è caratterizzata da una serie di camion renderizzati in 3D, con un cruscotto ed una strumentazione altamente dettagliata e una modellazione fisica eccezionale che porta in vita la simulazione.

Metti a prova le tue abilità di guida con 10 sfide di manovra che fungono da esame pratico mentre ti dai da fare per guadagnarti la patente. Completa compiti e percorsi intricati in ambienti realistici che ti catapultano in ogni angolo del mondo. Qualche esempio: puoi evitare gli ostacoli mentre fai retromarcia con un rimorchio? Hai le capacità di “pensiero laterale” richieste per trovare il percorso corretto attraverso una complessa serie di ostacoli? Riesci a parcheggiare con precisione?

mzl.dqlvkrfi.800x500-75

Appena appresi i fondamentali ed esserti guadagnato la patente, sfida i migliori autisti prendendo parte in una serie di discipline ispirate dalla gara Young European Truck Driver – il rifacimento virtuale degli eventi della competizione Scania Driver.

Infine, sperimenta la guida di una vita con una serie di ultime sfide che mettono a dura prova uomo e macchina. Strade di montagna, pessime condizioni climatiche, strade bloccate: avrai bisogno di lavorare in armonia perfetta con il tuo camion Scania per raggiungere in sicurezza la tua destinazione.

Guida attraverso una serie di missioni libere che ti porteranno a consegnare merci attraverso un’immensa città altamente dettagliata. Scegli i carichi che vuoi trasportare e consegnali in completa libertà.

iPhone economico: sarà davvero dedicato solo ai mercati emergenti?

 L’iPhone economico è senza dubbio una delle novità di Apple più interessanti, la scelta di optare per un dispositivo che sia alla portata di tutti fa capire anche come l’azienda di Cupertino stia modificando la sua strategia di mercato.

iphone economico

I rumor degli ultimi mesi hanno ipotizzato tantissime cose: il costo, il design, l’hardware e i mercati di lancio.

Più volte si è detto che l’iPhone economico dovrebbe avere un prezzo tra i 250 e i 300 $, cifra che potrebbe anche essere inferiore se Apple decidesse di mettere il dispositivo a livello di tutti gli altri smartphone economici attualmente sul mercato.

Il design è sicuramente la cosa più chiacchierata, qualcuno ha ipotizzato una scocca trasparente e in plastica, c’è chi invece è pronto a scommettere che sarà molto simile all‘iPhone 4, sia esteticamente che nelle caratteristiche, la verità è che comunque esso sia rappresenterà una grande novità tra i prodotti targati Apple.

Per questo motivo ci chiediamo perché l’iPhone economico dovrebbe essere uno smartphone destinato solo ai mercati emergenti? L’azienda di Cupertino potrebbe invece decidere di lanciare il dispositivo su tutti i mercati e colpire quella fascia di utenti che vorrebbero tanto un prodotto della Mela ma che per questioni economiche, non possono acquistare.

Voi cosa ne pensate?

iPhone 6 Concept: schermo da 4.5 pollici e nessun tasto Home

Il designer Ran Avni, che già in passato ha realizzato concept di iOS e iPhone, ha realizzato un nuovo video che mostra come potrebbe essere l’iPhone 6.

iphone 6

Secondo Avni, la futura generazione di iPhone avrà uno schermo da 4.5 pollici, sarà più sottile dell’attuale modello (pur riprendendone le forme), monterà un display a filo con la scocca e non utilizzerà il tasto Home fisico. Cosa ne pensate?

TRUCCHI MAC OSX

Alcuni trucchi e funzionalità che non tutti conoscono….

Audio

La modifica del volume è accompagnata dal caratteristico “Pop“. Ma se volete cambiare il volume senza disturbare? Premete Shift (Maiuscolo) mentre usate i tasti per aumentare o diminuire: silenzierà il “Pop“.
Volete modificare il volume con maggior precisione? Option + Shift + tasti volume: ogni tacca verrà suddivisa in quarti ulteriori.
Applicazioni.
images (1) mac-volume-low2
Dovete salvare il file creato ma non ricordate dove sta quella cartella particolare? Andate sul campo di ricerca presente in ogni finestra di apertura e chiusura e cercate la cartella. Troverete immediatamente la posizione adatta per il vostro file.
Combinare selezioni: mentre selezionate, in quasi tutte le applicazioni Cocoa premendo Command ottenete la selezione discontinua di elementi. Funziona anche con il testo!
Nelle applicazioni Cocoa, selezionando una parola e premendo Command + Control + D appare un menu con la definizione di Dizionario. Dizionario è solo in inglese, quindi non troverà parole nella nostra lingua, ma è molto comodo quando navigate in internet.
Mantenendo premuto Command + Control e spostando il cursore, per avere altre definizioni.

Finder

Aprire le applicazioni minimizzate: Command+tab fino a raggiungere l’applicazione, premere Option e rilasciare Command.
Barra del percorso al massimo livello: oltre che mostrare la posizione, si può usare per trascinare file nelle cartelle del percorso. Doppio click su un elemento del percorso e questo viene aperto.
Animazioni lente. Premete Shift quando riducete una finestra nella Dock, attivate Exposè, Spaces, cliccate su uno Stack o aprite la Dashboard. L’animazione verrà visualizzata rallentata.
Contraete iTunes nella Dock quando è in modalità CoverFlow: visualizzerà il passaggio tra un album e l’altro.
In modalità Spaces, se pre

mete C le finestre delle applicazioni verranno raccolte in un solo spazio. Ri-premendolo, vengono rimesse negli spazi di provenienza.

Finder
Volete raggiungere la cartella Applicazioni senza muovere il mouse? Command + Shift + A ed arrivate a destinazione.
Come raggiungere le preferenze di sistema usando solo la tastiera? Premete Option e i controlli di luminosità e volume, per accedere ai pannelli delle preferenze di Monitor e Suono, rispettivamente.
Aggiungere elementi alla sidebar del Finder? Ok, potete trascinarceli, ma selezionandoli e premendo Command + T li manderete nella barra laterale senza muovere il mouse.
Command + Option + Control + T allarga o restringe la dimensione della barra laterale.
Trascinare una foto sull’icona di iPhoto comporta l’aggiunta della foto alla libreria. Trascinarla sull’icona premendo Option, consente di scegliere la libreria in cui importarla, creandone eventualmente una nuova.

Mail

Dovete spedire un file per email? Trascinatelo sull’icona di Mail.app nella Dock, per creare un nuovo messaggio con il file allegato.
Copia carbone nascosta: il modo più veloce per attivare il campo CCN?⌘+⌥+B
Dovete aumentare o diminuire il livello di citazione in Mail? ⌘+’ aumenta,⌘+⌥+’ diminuisce.
A proposito di citazioni, se dovete citare un pezzo di una email, selezionatelo nell’originale e cliccate su rispondi: la parte interessata verrà citata automaticamente.
Sempre sul rispondi: doppio click su un messaggio nella lista premendo⌥ e risponderete a quel messaggio (invece che aprirlo).

mail
Non volete più che l’auto-completamento di Mail vi suggerisca certi destinatari? Andate sul menu Finestra > Destinatari precedenti e cancellate i destinatari che non volete vengano più suggeriti.
Firme casuali. Usate la firma in Mail.app? Vorreste usarne più di una e lasciare che sia il programma a scegliere quale mettere? Basta che andiate su Preferenze di Mail, nel pannello Firme e, in uno degli account impostati, selezionate In ordine casuale nel menu a tendina “Scegli firma”.

Screenshot

Le combo tastiera per gli screenshot dello schermo sono: ⌘+⇧+3 per l’intero schermo.

screenshot


⌘+⇧+4 perché il puntatore diventi una croce con cui selezionare un’area.
⌘+⇧+4+Spazio perché il puntatore diventi una fotocamera con cui selezionare la singola finestra sullo schermo.
Volete anche il puntatore incluso nello screenshot? Aprite Istantanea (Applicazioni > Utility > Istantanea.app) e nelle preferenze scegliete il tipo di puntatore che volete includere nell’immagine.
Scatto dello schermo con timer? Sempre da Istantanea: ⌘+⇧+Z.
Spotlight

Spotlight in Leopard dovrebbe cercare anche nelle testi delle canzoni (se li avete inclusi). Dovrebbe: a voi funziona?
⌘+Spazio attiva Spotlight, ↩ apre l’elemento trovato, ⌘+↩ apre la cartella che contiene l’elemento trovato
⌘+↓ o ⌘+↑ sposta la selezione della ricerca tra le varie categorie (attenzione: se Spaces è attivo sulle stesse shortcut, prende il sopravvento lui)
Potete cercare anche tutti i file modificati prima di una certa data, basta scrivere nella ricerca: modified:<=MM/DD/YY con MM mese DD giorno YY anno.
Rubrica indirizzi

Volete sapere a quali gruppi appartengono i contatti? Premete ⌥selezionando un contatto ed il gruppo corrispondente viene evidenziato in giallo.

Finder

Non muovere un dito (sul mouse). Il Mac è perfettamente utilizzabile anche senza usare il mouse, basta ricordare qualche semplice shortcut da tastiera:
Attivare l’accesso totale da tastiera: fn + ⌃ + F7. L’accesso totale consente di spostarsi tra tutti i controlli, riquadri testo, tasti nei pannelli di conferma utilizzando il tasto tabulatore (⇥).

Muovendosi con il tabulatore, vengono selezionati con un contorno azzurrino esterno i tasti. Per confermare la selezione esterna premere la barra spaziatrice, per confermare la selezione azzurra interna, premere invio.
Selezionare il menu Mela: fn + ⌃ + F2. Una volta selezionato, ci si può muovere con le frecce per aprire o spostare di menu.
Attivare la Dock: fn + ⌃ + F3. Viene selezionato un elemento della Dock, quindi con le frecce ci si può muovere avanti o indietro (la Dock è “circolare”, arrivati in fondo riparte dal Finder).
Muovendosi con le frecce sulla Dock, selezionato l’elemento che interessa, con le frecce su e giù si apre il menu dell’elemento.
Spegnere lo schermo. Volete spegnere al volo lo schermo del vostro portatile? ⌃ + ⇧ + ⏏ e lo schermo diventerà buio. Toccando un tasto o muovendo il mouse, si riaccenderà.
Volete fare uno scherzo al vostro collega o a un familiare? Premete i tasti⌃ + ⌥ + ⌘ + 8 e vedete cosa succede! Se lo unite alla combinazione al punto precedente, siete sicuri che l’effetto sorpresa sarà massimo! Ripremete la stessa combinazione per tornare alla normalità.
Nel Finder potete muovervi in ordine alfabetico tra un elemento e l’altro premendo ⇥. ⇧ + ⇥ sposta la selezione in senso opposto (da destra a sinistra).
Calcolatrice.

Passare tra una modalità e l’altra? ⌘ + 1 per la base, ⌘ + 2 per la scientifica e ⌘ + 3 per la modalità programmatore. Una piccola chicca: se andate sul menu Finestra > Zoom, Calcolatrice.app passerà tra una modalità e la successiva, in ordine.
Photo Boot.

L’applicazione per fare foto e brevi filmati con effetti in tempo reale propone un timer ed un “flash” illuminando lo schermo. Ma se volessimo eliminare i due effetti e semplicemente scattare?

⌥ + click sul tasto per scattare fa la foto senza il timer.
⇧ + click sul tasto per scattare fa la foto senza il flash.
⌥ + ⇧ + click sul tasto per scattare elimina entrambe le opzioni e scatta immediatamente.

Terminale

Obbligare Safari ad aprire i link sempre in un nuovo tab: defaults write com.apple.Safari TargetedClicksCreateTabs -bool true (mettere false alla fine riporta le cose al comportamento predefinito di Safari)
Attivare l’inspector in Safari: defaults write com.apple.Safari WebKitDeveloperExtras -bool true
Aprire più istanze della stessa applicazione (non funziona con tutte): open -n /Applications/Safari.app
Cestino.

Stufi di confermare l’eliminazione dei file? ⌘+⌥+⇧+⌫ e il cestino verrà svuotato senza chiedere nulla.
Volete eliminare i file dal cestino senza la possibilità che siano recuperati? Andate su Finder > Vuota il Cestino in modalità sicura.
Sapere cosa avete buttato. Non potete aprire un file dal cestino, ma potete vederne l’anteprima con QuickLook, così potete controllare che il pdf cestinato non sia la relazione su cui avete lavorato tutta la notte, ma la sua bozza non aggiornata.

File

Volete forzare un file ad essere aperto con una applicazione? Ok, tasto secondario sul file, Apri con. Ma per fare ancora più velocemente? Se l’applicazione è aperta, trascinate semplicemente il file sull’icona nella Dock.
Documenti Word.. senza Word! Non avete bisogno di programmi Microsoft per gestire i formati proprietari che vi passano colleghi ed amici. Senza arrivare a Pages e NeoOffice, basta il “semplice” TextEdit. Risalva anche nel formato di M$, ma fatevi un favore: rispondete con un Rtf, se proprio il testo semplice non può bastare!
Pdf: a proposito di formati di file testuali, per selezionare parti di testo su colonne, premete ⌥ mentre trascinate il cursore.

Effetti speciali

Avete installato i Developer Tools? Nella cartella Developer > Applications > Core Image Fun House trovate tantissimi effetti da applicare sulle vostre immagini.
Nella cartella delle Applications dei Developer Tools, trovate decine di applicazioni interessanti, come l’editor di icone per crearvi le vostre personalizzate, l’iSync Plug-in Maker per creare i plug-in di connessione per cellulari non supportati ed il FileMerge con cui andare a confrontare due file di testo, oltre a tanti altri tool di supporto.

Psicologa

Ogni Mac ha Eliza, la psicologa integrata in Terminale. Avete un problema esistenziale? Chiacchieratene con lei, in inglese: aprite Terminale, scrivete emacs, premete ⇧+⎋, digitate xdoctor e voilà, la vostra psicologa personale.

Scrivania

Cambiare lo sfondo del desktop: potete farlo in automatico, ogni tot di tempo, anche in ordine casuale. Andate su Preferenze di Sistema > Scrivania e Salvaschermo e impostate i parametri in basso, tra distanza temporale e casualità.
Liberare lo sfondo: volete far sparire le icone dallo schermo? Andate su Finder > Esci da Finder, per vedere libero lo sfondo dalle icone sulla scrivania.
Stufi di vedere la barra in trasparenza (come se ne può essere stufi?): Preferenze di Sistema > Scrivania e Salvaschermo, deselezionate Barra dei menu traslucida.
Spegnere il Mac.

Spegnere senza passare dal via? ⌘+⌥+⌃+⏏ e lo spegnimento è immediato (no, non vi chiederà conferma trenta volte, non è Windows.)

Voce

Il vostro Mac parla. Se non ve ne siete ancora accorti, selezionate del testo in un’applicazione e cliccate sul nome dell’applicazione, quindi andate di Servizi > Voce > Inizia riproduzione. Le voci purtroppo sono solo in inglese, quindi per noi è molto utile più che altro per sentire la pronuncia di una parola che non conosciamo.
Il vostro Mac, canta. Aprite il Terminale e copiate questo codice: say -v Cellos “This is something very cool very cool very cool this is something very cool that every Mac can do”

AGGIORNATO:   (c’è anche la voce in italiano) scusaste

ARTICOLO DI SEBASTIANO BAZZANELLA

iPhone 6: un nuovo concept basato sugli ultimi rumor

Ili prossimo iPhone, anche se probabilmente non il 5S, potrebbe essere realizzato in maniera davvero rivoluzionaria rispetto alle precedenti generazioni, ovvero con display curvo.

iPhone-New

Sulla base di queste ultime indiscrezioni provenienti dalla rete, e dal brevettodepositato dalla stessa Apple, Nickolay Lamm e Matteo Gianni dellaMyVoucherCodes, hanno ben pensato di realizzare un concept su come potrebbe apparire questo nuovo e rivoluzionario iPhone 6. Sembra improbabile o meglio impossibile vedere il prossimo giugno un dispositivo del genere, anche se potenzialmente possibile.

Su GSMarena era spuntata la prima immagine “leaked” di uno strano modello di iPhone, esteticamente simile a quello che vedete nell’immagine, ma a schermo spento. I due designer hanno sicuramente preso spunto anche da quest’ultima, rappresentando per filo e per segno i dettagli tecnici.

Come potete vedere, l’insolito display AMOLED ricurvo e la mancanza del tasto Home, potrebbe non piacere a tutti. Personalmente ritengo che prima di giudicare un device del genere sarebbe meglio testarlo personalmente, anche se a primo impatto l’estetica sembra piuttosto accattivante. Putroppo non abbiamo a disposizione ulteriori immagini da mostrarvi, ma qualora vi siano nuove notizie vi aggiorneremo tempestivamente.

iPhone 5S: salta fuori la prima immagine rubata | Rumor

Che sia iPhone 5S oppure iPhone 6, poco importa. Il prossimo smartphone di Apple ha già catalizzato l’attenzione di tutti gli appassionati e le indiscrezioni su di esso riempiono le pagine della blogosfera. Oggi però niente rumor su caratteristiche futuristiche o previsioni degli analisti. Ecco la prima foto del presunto iPhone di prossima generazione.

gsmarena_001

Su GSMarena salta fuori la prima immagine rubata di uno strano modello di iPhone. Il dispositivo ha una forma completamente diversa dai suoi predecessori, ma è stata anticipata da un brevetto di cui vi abbiamo già parlato in un precedente articolo.

gsmarena_002

Come vediamo dalle foto, l’iPhone perde la sua forma piatta e acquista una lieve “bombatura” centrale che rende quindi il dispositivo curvo. Come descritto dal brevetto, il display curvo occupa la quasi totalità della facciata anteriore del dispositivo. Il connettore dock Lightning, gli speaker, il jack audio, così come la fotocamera anteriore, restano invece invariati rispetto a quelli presenti nell’iPhone 5.

brevetto 1

Probabilmente ci troviamo difronte ad un rendering, molto ben fatto, di un progetto basato sul brevetto denominato “Electronic device with wrap around display”. Chi ha fornito le foto dichiara ovviamente che sono reali, ma il dispositivo potrebbe non essere altro che un prototipo, poi scartato a favore di altri.

Fateci sapere attraverso i commenti cosa ne pensate. Pensate sia reale? Vi piacerebbe se fosse davvero così il prossimo iPhone 5S/6?

Fare musica con il computer: quali programmi mi servono?

Quella dell’informatica applicata alla musica è un’industria ipertrofica, che sforna nuovi prodotti quasi ogni giorno e nella quale la libera concorrenza dà frutti dolcissimi: i software migliorano, i prezzi si abbassano.

Di questo desiderabile stato di cose gode il musicista, che sguazza da tempo in un’offerta sterminata di sequencer, virtual synth, amp emulator, campionatori, editor audio e altre sublimi diavolerie. Ed è ormai cosa comune trovare programmi fantastici a prezzi di saldo.

L’esempio più fragoroso è Logic Studio (ex Logic Pro, il gioiello di Emagic comprato da Apple nel 2002), che nel passaggio dalla versione 7 alla 8 decuplicò la dotazione e la qualità tecnologica e dimezzò il prezzo (e perse l’odiosa protezione con la dongle key, che costringeve gli utenti a sacrificare una preziosa porta USB durante l’uso).

Andiamo quindi a dare un’occhiata alle meraviglie di cui il musicista 2.0 può servirsi per suonare, registrare, appuntare idee, mixare, editare e masterizzare la propria musica. Facciamo però una premessa: per usare la maggior parte del software che passeremo in rassegna è necessario un computer abbastanza potente (soprattutto per evitare, maneggiando file audio, il problema della latenza) e un’interfaccia audio esterna di buona qualità. Hai tutto? Sì? Allora è il momento di costruire la DAW (Digital Audio Workstation) dei tuoi sogni.

Il sequencer

È il cuore della postazione del musicista digitale che vuole creare musica con il PC o col Mac. Un sequencer è una raccolta di strumenti che servono a registrare musica, editarla, mixarla ed esportarla. Pro Tools è il primo nome della categoria che viene alla mente, ma esistono molti altri pezzi da 90. Innanzitutto c’è Logic Studio, che offre decine di strumenti di qualità top e librerie di campioni da mille e una nota. Il difetto che di solito gli si riconosce è una certa farraginosità, soprattutto nel reparto MIDI. Questo vuol dire che prima di riuscire ad usarlo con cognizione di causa bisogna passarci un po’ di tempo. Ne esiste anche una versione light, Logic Express, che costa ancora meno e ne condivide il “motore interno” e parte degli strumenti. In realtà di light ha poco, visto che è più che sufficiente per qualunque utente semi-pro.

Ableton Live

Ableton Live (disponibile per PC Windows e per Mac) è invece un sequencer con caratteristiche tutte sue. In molti (tra cui io, che lo uso da molti anni) lo considerano un vero e proprio strumento musicale. Oltre alle caratteristiche del sequencer classico ha una serie di feature e di strumenti che lo rendono un perfetto strumento per suonare dal vivo e per comporre.

L’interfaccia di Live è totalmente 2D, il che risparmia tanto lavoro grafico ai processori del computer che possono dedicarsi a ciò che conta: il suono. Oltre ad avere in dotazione una gran quantità di campionatori, synth ed effetti professionali (il termine è abusato, ma è di questo che si tratta), Ableton Live è facile da usare, ed è il miglior alleato della creatività.

Se devi prendere appunti, provare 20 arrangiamenti diversi per un ritornello, cambiare tempo o pitch a una traccia o a un’intera canzone, puoi farlo in pochi click. Live è uno strumento essenziale per qualunque musicista, dal rocker allo sperimentatore elettronico passando per il jazzista e il cantautore, ma per i DJ è addirittura imprescindibile. Prova a dare un’occhiata ai palchi dei disk jockey: ci troverai sempre un Mac e Ableton Live. Ci puoi scommettere. La demo del programma dura 30 giorni e non ha limitazioni. Non ha senso perdersela.

Se sei più orientato verso sequencer tradizionali potresti provare Adobe Audition (disponibile anche per Mac), che è un buon compromesso tra immediatezza d’uso, qualità della dotazione ed usabilità. In alternativa c’è REAPER (per PC Windows a 32 bit e a 64 bit e anche per Mac), che sta facendo passi avanti versione dopo versione e a cui fa piacere dare una chance.

FL Studio

Infine, se hai una vocazione dance, FL Studio (un tempo conosciuto come Fruity Loops) potrebbe fare per te. In realtà il programma è ormai un sequencer tout-court, ma la filosofia che ne sta alla base lo rende particolarmente adatto alla scrittura e all’arrangiamento di musica da discoteca.

Amp simulator ed effetti per chitarra e basso

Un tempo per ottenere il suono di una Les Paul attaccata ad un JCM 800 dovevi avere una Gibson Les Paul e un Marshall JCM 800. Il che vuol dire: un sacco di soldi. Se poi volevi gingillarti con effetti analogici degni della tua chitarra e della tua testata e cassa dovevi comprare pedali esoterici costosi (e non sto parlando dei Boss, ma di Fulltone, T-Rex e pedali di boutique vari), ed erano altre stangate al portafogli. Oggi invece ampli, cabinet, effetti, microfoni sono diligentemente emulati tramite algoritmi sofisticatissimi, che ti permettono di avere nel computer una strumentazione da centinaia di migliaia di euro.

La israeliana Waves ha fatto un buon lavoro con GTR3 (25 amplificatori per chitarra, 7 per basso, 29 casse passive, 26 stomp box, tutti blasonatissimi), e l’italiana IK Multimedia ha fatto meglio con AmpliTube, di cui esistono ormai tante versioni “a tema” tra cui AmpliTube Jimi Hedrix, AmpliTube Metal e AmpliTube Fender. Acquistando un apposito adattatore (lo Stealth Plug) puoi anche usare la versione di AmpliTube per iPhone e iPad, sorprendentemente efficaci. Questo gioiellino tricolore è docile con le risorse di sistema ed ha una palette di suoni distorti tra i migliori in circolazione, ed è flessibilissimo.

Guitar Rig

Al vertice della categoria, però, c’è ancora Guitar Rig della tedesca Native Instruments, una software house che produce ogni sorta di strumento virtuale e che, puntualmente, stabilisce gli standard della categoria. Il pacchetto è talmente vasto da far girare la testa: decine di ampli, effetti rack, cabinet storiche di cui puoi scegliere le dimensioni dei coni e della cassa, splitter del segnale che consentono catene di effetti in parallelo e ogni sorta di ben di Dio tutto racchiuso in un’interfaccia bellissima.

La dotazione è generosa anche per i bassisti, anche se per loro il miglior software per ora resta Ampeg SVX della IK Multimedia, che emula, appunto, una serie sterminata di classici amplificatori e casse della storica Ampeg, un marchio americano che ha fatto la fortuna di schiere di bassisti rock negli ultimi 60 anni.

Synth virtuali

Che emulino vecchi sintetizzatori vintage classici (Moog, Fender Rhodes, Wurlitzer, organo Hammond…) o che siano proiettati verso il futuro più remoto, i synth sono una risorsa per tutti i musicisti. Tramite controller MIDI (ad esempio quelli della M-Audio , recentemente acquisita da Avid) hai infatti a disposizione una palette di suoni infinita. Un buon investimento per chi desidera una collezione di synth, campionatori, drum machine ed effetti assortiti di grande qualità ad un prezzo ragionevole, la svedese Propellerheads offre un programma che è diventato uno standard del settore: Reason.

Reason

Il bello di quest’applicazione modulare è l’elasticità: cliccando sul tasto Tab del computer hai infatti a disposizione la parte posteriore di tutti i moduli del tuo rack, decine di input ed output  che puoi connettere come ti va con dei cavi jack virtuali. Hai presente Keith Emerson e il suo gigantesco Moog? Ecco, Reason è una cosa del genere. Insomma: divertimento assicurato, e suoni di questo e dell’altro mondo.

Massive

Se vuoi un sintetizzatore singolo ma dalla potenza devastante potresti invece provare Massive, una miniera di suoni moderni di cui hai il pieno controllo, e che vanno da bassi sintetici poderosi a pad soffici ed aerei passando per lead di ogni fattura. Come spesso accade per i virtual synth, c’è tanto la versione stand-alone quanto quella in formato VSTi, AU e RTAS, che si integra nel  tuo sequencer. Un solo accorgimento: è molto esoso in termini di RAM.

E per i DJ?

Anche qui serve una premessa: per poter sfruttare i software da DJ è decisamente meglio possedere un controller specifico, possibilmente di buona qualità, come quelli prodotti dalla Hercules. Gestire l’intera interfaccia con mouse e tastiera, infatti, è decisamente complicato, praticamente impossibile. Ma per quanto riguarda il software?

Be’, anche a chi ha voglia di far ballare la gente l’informatica ha molto da proporre. Per chi muove i primi passi potrebbero essere indicati Pioneer Pro DJS o Virtual DJ, completo ma semplice desk da disk jockey in italiano, che gestisce bene tutti i formati audio classici e che è perfetto per imparare i rudimenti del mestiere.

Traktor

Una volta presa la mano, il passo quasi obbligato è Traktor, della onnipresente Native Instruments. Gli algoritmi ditime detection sono allo stato dell’arte, gli effetti integrati eccellenti e la gestione della libreria musicale pensata con intelligenza. L’interfaccia a 4 deck è bella e razionale (ma non semplice!) ed è compatibile con praticamente tutti i controller hardware in commercio.

Sibelius

Infine, per scrivere la tua musica su spartiti citiamo la scelta numero uno: Sibelius, il programma di notazione musicale professionale per compositori di ogni livello. Si integra con il sampler Reaktor, quindi (se hai tutte le librerie installate) hai a disposizione una preview mozzafiato di ciò che scrivi, fosse anche una sinfonia per 90 elementi. Davvero un bel gioco.

Download Grid Racedriver – Free Mac ITA/ENG -Torrent

IL VIDEO E’ SOLO ED ESCLUSIVAMENTE A SCOPO INFORMATIVO, NON MI ASSUMO ALCUNA RESPONSABILITA’ DELL’UTILIZZO CHE POTRESTE FARE DEL MATERIALE FORNITOVI QUI SOTTO. TUTTO IL MATERIALE DA ME FORNITO IN QUALSIASI ALTRO VIDEO CHE POSSA ESSERE FRAINTESO COME VIDEO A CONTENUTO ILLEGALE NON MI APPARTIENE.
DOPO ACCURATE RICERCHE SONO ARRIVATO ALLA CONCLUSIONE CHE LA CONDIVISIONE DI MATERIALE PIRATA NON PROPRIO, NON E’ UNA PRATICA ILLEGALE, INFATTI E’ CONCESSA DA YOUTUBE!
TUTTI I SOFTWARE DA ME ILLUSTRATI E SCARICATI IN MANIERA ILLEGALE SONO POI STATI COMPRATI CON LA CONSEGUENTE DISINSTALLAZIONE DELLA VERSIONE PIRATA!
DETTO QUESTO E CHIARITA LA SITUAZIONE, BUONA VISIONE.

Download Grid per Mac:

https://mega.co.nz/#!4MBkGYDA!cpack3x…

INFORMAZIONI  UFFICIALI:

GRIND

GRID Race Driver Grid Xbox 3603 Race-Driver-GRID-2-Teaser-Trailer_2 race-driver-grid-demo-xbox-live-online Race-Driver-GRID site_race-driver-one--ss-3

Guida: Formattare un Hard Disk esterno compatibile sia con Mac che con Windows

Se possedete o lavorate sia con Pc che con Mac sicuramente varie volte, dopo aver collegato un hard disk esterno, vi siete trovati di fronte a una mancanza di compatibilità con uno dei 2 sistemi.

Come possiamo fare affinchè entrambi i sistemi operativi siano compatibili con un nostro HD esterno? Guida a seguire:

Innazitutto collegate l’hard disk al vostro Mac e andate nella cartella Applicazioni->Utility->Utility Disco.

Cliccato su Utility Disco si aprirà una finestra dove ci verrà chiesto di selezionare l’Hard Disck da formattare. Possiamo scegliere il nostro HD esterno nell’elenco a sinistra.Assicuratevi di non scegliere l’HD del Mac!

Dopo aver scelto l’HD da formattare cliccare su “Inizializza” e dal menù a tendina “Formato” scegliete l’opzione MS-DOS (FAT). Cliccate infine su “Inizializza” in basso a destra (nell’immagine è cerchiato) così da avviare il processo di formattazione.

Finito il processo automatico, il vostro Hard Disk sarà formattato e verrà riconosciuto da entrambi i Sistemi: Windows e Mac!

Nota Benecon questa procedura sarà possibile spostare e gestire qualsiasi tipo di file a patto che ogni file non superi i 4gb i grandezza. Infatti se avete un unico file che supera i 4gb, non potrete spostarlo in un disco che è formattato in Fat. Se però avere 10 file che in totale sono 10gb e nessuno di questi singolarmente supera i 4gb non ci saranno problemi.

Come ottenere iWork 09 gratuitamente e legalmente!!! GUIDA MAC [AGGIORNATO] alla versione per mavericks o precedenti

in questo articolo non parlerò di un file di iWork crack ma della stessa versione offerta da apple e aggiornabile tranquillamente attraverso il proprio mac:

  1. Il primo step senza dubbio è quello di scaricare attraverso il noto sito Softonic la versione trial di iWork 09 direttamente da qua:   LINK
  2. Dopo aver finito il Download aprite il file; a quel punto vi verra sottoposta tutta la procedura di installazione del software.
  3. Dopo di che dovrete scaricare il noto software KCNcrew  per ottenere il seriale (serial Numbers) per il vostro iWork . LINK
  4. a questo punto vi verra posto una schermata come questa:   voi PREMETE SU BUY e inserite il Seriale che avete appena copiato da KCNcrew, a questo punto il gioco è fatto!!! APPLE confermerà il seriale e voi potrete usufruire di 3 APP;  KEYNOTE,PAGES,NUMBER
GUIDA COME AGGIORNARE LE APP DI iWORK GRATUITAMENTE E NEL MODO PIU SEMPLICE E LEGALE (DIRETTAMENTE DA APP STORE) PER OSX mavericks

—->GUIDA<——

Screenshot 2013-10-27 10.54.27

[GUIDA] : Come scaricare il nuovo iWork 2013 perfettamente compatibile con OSX Mavericks, Gratuitamente per Mac e in ITALIANO
------>GUIDA<-------

Apple: Carte regalo tramite l’applicazione Passbook

Ci giunge la notizia che negli Stati Uniti è consentito ai clienti di acquistare tramite il negozio on-line, le carte regalo per poi inserirle nell’applicazione Passbook presente nativamente in iOS 6.

Una volta inserite nell’app è possibile inviare le carte regalo ai proprio amici o parenti comodamente via e-mail. Il fortunato che riceve la carta regalo con un valore può essere dai 25$ a 2000$, potrà scegliere se stampare una copia cartacea, usarla per acquisti on-line oppure trasferire il tutto su Passbook.

Come potete notare dall’email qui sopra è presente un pulsante “Aggiungi a Passbook” che, se premuto, dirige iOS ai server di Apple dove viene generato un codice univoco e inviato all’applicazione Passbook.

Questo codice potrà essere utilizzato anche se si vorrà acquistare dei prodotti negli Apple Store, in questa situazione occorrerà solamente mostrare ai dipendenti dello store il codice nell’applicazione Passbook.

iPad mini

Se ne parlava da anni, subito dopo la presentazione del primo iPad, ma le indiscrezioni si erano rivelate sempre false, tanto che ormai era diventato quasi una leggenda metropolitana. Negli ultimi mesi, rumors sempre più incessanti ce ne hanno mostrato fino all’ultimo componente. Oggi Apple, oltre ad aver presentato l’iPad di quarta generazione, ha finalmente dato alla luce iPad Mini.

Nello stesso giorno in cui 11 anni fa Steve Jobs presentò al pubblico il primo iPod, oggi, sul palco del California Theatre di San Jose, si sono accesi i riflettori sul tanto atteso iPad Mini. Il primo iPad è stato presentato ormai più di 3 anni fa, e se in un primo momento tutti si chiedevano a cosa fosse servita quella tavoletta, ben presto tablet di tutte le marche e dimensioni hanno invaso il mercato e conquistato il cuore dei consumatori.

L’iPad Mini nasce con un duplice scopo. Il primo, ovviamente, è quello di incontrare i gusti e le esigenze del maggior numero di consumatori. Il secondo, da non sottovalutare, è sicuramente quello di frenare l’ascesa di Google, Amazon e Microsoft, che con la loro vasta gamma di tablet hanno iniziato a minare il dominio incontrastato di Apple. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio ciò che è l’iPad Mini, la versione ridotta del tablet che ha venduto più di qualsiasi altra marca di computer negli ultimi anni.

Esteticamente l’iPad Mini segue il design del fratello maggiore. Siamo ormai abituati ed affezionati a quelle linee, quindi ce lo aspettavamo esattamente così, semplicemente più piccolo dell’ultimo iPad. L’iPad mini è sottile 7.2 mm e pesa 308 grammi. La sostanziale differenza è ovviamente il display da 7.9 pollici, che sostituisce quello da 9,7 pollici del fratello maggiore, ed ha una risoluzione di 1024 x 768 pixel.

Durante l’evento l’iPad Mini viene paragonato al Nexus 7 di Google. Nonostante le dimensioni del dispositivo siano simili, l’iPad mini ha un display più grande. Grazie a questo è possibile visualizzare più contenuti nelle pagine internet e le web app più famose come Yelp, eBay, Pandora, TripAdvisor sono già perfettamente ottimizzate con la risoluzione offerta dall’iPad Mini. Viene evidenziata anche la qualità costruttiva, che vede contrapporsi la plastica del tablet di Google con l’alluminio satinato del dispositivo di Apple.

Il cuore dell’iPad Mini è il chip A5, lo stesso dell’iPhone 4S e dell’iPad 2, che monta un processore dual core da presumibilmnte 1 Ghz. L’iPad Mini è dotato poi di una camera principale da 5 Megapixel, nonché di una camera frontale HD per le videochiamate FaceTime. Il dispositivo è capace di connettersi alle reti di ultima generazione LTE ed ovviamente è dotato del nuovo connettore Lightning, che abbiamo iniziato a conoscere con l’iPhone 5.

L’iPad Mini sarà disponibile dal 2 Novembre anche in Italia, a partire da 329 dollari nelle versioni 16 Gb, 32 Gb e 64 Gb, sia Wi-Fi che Wi-Fi e Cellular.

Di seguito il comunicato ufficiale dell’iPad Mini diramato da Apple:

Apple presenta iPad mini

Svela anche il nuovo iPad di quarta generazione con display Retina, processore A6X più veloce, videocamera FaceTime HD e Wireless ultraveloce

SAN JOSE, California ― 23 Ottobre 2012 ― Apple ha presentato oggi un iPad dal design interamente rinnovato, il 23 percento più sottile e il 53 percento più leggero rispetto all’iPad di terza generazione. Il nuovo iPad mini ha un fantastico display Multi-Touch da 7,9 pollici, videocamere FaceTime HD e iSight, prestazioni wireless ultraveloci¹ e un’incredibile autonomia di 10 ore²: è un piccolo grande iPad, ma grazie al nuovo, rivoluzionario design, ora sta in una mano. Apple oggi ha annunciato anche l’iPad di quarta generazione con uno splendido display Retina da 9,7″, il nuovo chip Apple A6X, videocamera FaceTime HD e prestazioni wireless ultraveloci. Sia l’iPad mini sia l’iPad di quarta generazione includono di serie iOS 6, il sistema operativo mobile più evoluto al mondo, con oltre 200 nuove funzioni.

“iPad mini è un piccolo grande iPad. Con il suo meraviglioso display da 7,9 pollici, iPad mini ha lo stesso numero di pixel del primo iPad e dell’iPad 2, perciò supporta oltre 275.000 app create appositamente per l’iPad,” ha dichiarato Philip Schiller, Senior Vice President Worldwide Marketing di Apple. “iPad mini è sottile come una matita e leggero come un bloc-notes, ma racchiude un veloce chip A5, videocamera FaceTime HD, fotocamera iSight da 5 megapixel e wireless ultraveloce, il tutto garantendo un’autonomia di ben 10 ore.”

iPad mini ha un meraviglioso design in vetro e alluminio di appena 7,2 mm di spessore e 310 grammi di peso. Con il display Multi-Touch da 7,9 pollici, gli utenti vivranno la stessa meravigliosa esperienza offerta dall’iPad in un design che ha il 35% di spazio a video in più rispetto ai tablet da 7 pollici, e offre un’incredibile area di visualizzazione effettiva superiore del 67%, ideale per navigare sul web. Il chip dual-core A5 assicura una grafica scattante e reattiva e un’esperienza Multi-Touch fluida e veloce, garantendo un’autonomia della batteria per tutto il giorno.

iPad mini ha una videocamera frontale FaceTime HD e una videocamera iSight da 5 megapixel sul retro con ottica evoluta per scattare foto ultranitide e registrare filmati in full HD a 1080p. La videocamera iSight include la stabilizzazione dell’immagine, ed entrambe sono dotate di sensore BSI (backside illumination) progettato per scattare foto eccezionali anche in ambienti scarsamente illuminati. Con iPad mini, condividere le foto con gli amici è facilissimo, grazie agli Streaming foto condivisi di iCloud.

iPad mini supporta la tecnologia Wi-Fi 802.11n dual-band per velocità fino a 150 Mbps,³ che rappresenta una prestazione Wi-Fi raddoppiata rispetto ai precedenti modelli di iPad. iPad mini è disponibile nei modelli Wi-Fi + Cellular pronti per le reti di tutto il mondo grazie al supporto integrato per gli standard dei network wireless ultraveloci, inclusi LTE¹ e DC-HSDPA: ora è possibile navigare, scaricare e trasmettere in streaming contenuti ovunque ad alta velocità. I piani dati per l’iPad mini saranno disponibili senza contratto così gli utenti potranno accedere e attivare il servizio direttamente dal dispositivo.⁴ La funzione Hotspot Personale consente di condividere una veloce connessione dati cellulare via Wi-Fi, Bluetooth o USB con un massimo di altri cinque dispositivi, come per esempio un MacBook Pro, un iPod touch o un altro iPad.⁵

Il nuovo iPad di quarta generazione ha uno splendido display Retina da 9,7″ e un nuovissimo chip A6X progettato da Apple in grado di raggiungere prestazioni della CPU e grafiche fino a due volte più veloci rispetto al chip A5X, pur continuando a offrire un’incredibile autonomia di ben 10 ore nello stesso design sottile e leggero. Fra le altre novità troviamo una videocamera FaceTime HD, prestazioni Wi-Fi due volte più veloci rispetto ai precedenti modelli di iPad e il supporto per altri operatori LTE nel mondo.⁶

Sia iPad mini che iPad di quarta generazione supportano il connettore Lightning, più piccolo, intelligente e resistente del precedente connettore a 30 pin. Sono inoltre disponibili accessori con connettore Lightning per il collegamento di fotocamere, schede SD e dispositivi video VGA o HDMI.⁷ Le attuali iPad Smart Cover e iPad Smart Case sono compatibili con l’iPad di quarta generazione, e le nuove Smart Cover in poliuretano appositamente create per l’iPad mini sono disponibili nei colori rosa, verde, azzurro, grigio chiaro, grigio scuro e (PRODUCT) RED a soli €39.

iPad supporta oltre 700.000 app disponibili sull’App Store, fra cui più di 275.000 create appositamente per l’iPad, in un’ampia gamma di categorie fra cui libri, giochi, economia, news, sport, salute, riferimento e viaggi. iPad supporta inoltre gli oltre 5.000 quotidiani e riviste presenti in Edicola e gli oltre 1,5 milioni di libri disponibili sull’iBookstore. Con l’iTunes Store, il più famoso store online al mondo di musica, trasmissioni TV e film è a portata di dita, con un catalogo di oltre 26 milioni di brani, più di 190.000 episodi TV e oltre 45.000 film. La nuova app iBooks per iPad consente di leggere ebook in più di 40 lingue. iBooks permette inoltre agli utenti di leggere un genere completamente nuovo di ebook, dinamico, coinvolgente e veramente interattivo. Gli ebook creati con il nuovo iBooks Author di Apple sono libri elettronici a schermo intero, facili e belli da leggere, e arricchiti da animazioni interattive, diagrammi, foto, video, font personalizzati, espressioni matematiche e molto altro.

Prezzi e Disponibilità
I modelli iPad mini con Wi-Fi saranno disponibili in nero e ardesia o bianco e argento venerdì 2 novembre ad un prezzo suggerito di €329 IVA e tasse incluse (€270,00 IVA e tasse escluse) per il modello 16GB, €429 IVA e tasse incluse (€352,65 IVA e tasse escluse) per il modello 32GB e €529 IVA e tasse incluse (€435,29 IVA e tasse escluse) per il modello 64GB. Anche i modelli della quarta generazione di iPad con Wi-Fi saranno disponibili venerdì 2 Novembre, in bianco o nero ad un prezzo suggerito di €499 IVA e tasse incluse (€410,50 IVA e tasse escluse) per il modello 16GB, €599 IVA e tasse incluse (€493,14 IVA e tasse escluse) per il modello 32GB e €699 IVA e tasse incluse (€575,79 IVA e tasse escluse) per il modello 64GB. iPad mini e iPad di quarta generazione saranno venduti attraverso l’Apple Online Store (www.apple.it), gli Apple Store, e selezionati Rivenditori Autorizzati Apple negli Stati Uniti, Australia, Austria, Belgio, Bulgaria, Canada, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Hong Kong, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Giappone, Corea, Liechtenstein, Lussemburgo, Olanda, Nuova Zelanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Puerto Rico, Romania, Slovacchia, Slovenia, Singapore, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito.

iPad mini con Wi-Fi + Cellular e iPad di quarta generazione con Wi-Fi + Cellular inizieranno ad essere consegnati un paio di settimane dopo i modelli Wi-Fi. iPad mini con Wi-Fi + Cellular sarà offerto ad un prezzo suggerito di €459 IVA e tasse incluse (€377,44 IVA e tasse escluse) per il modello 16GB, €559 IVA e tasse incluse (€460,08 IVA e tasse escluse) per il modello 32GB e €659 IVA e tasse incluse (€542,73 IVA e tasse escluse) per il modello 64GB. iPad di quarta generazione verrà offerto ad un prezzo di vendita sugerito di €629 IVA e tasse incluse (€517,93 IVA e tasse escluse) per il modello 16GB, €729 IVA e tasse incluse (€600,58 IVA e tasse escluse) per il modello 32GB e €829 IVA e tasse incluse (€683,22 IVA e tasse escluse) per il modello 64GB. Inoltre, iPad 2 è disponibile a €399 per il modello 16GB Wi-Fi e appena €519 per il modello 16GB Wi-Fi + 3G.

I clienti possono iniziare a pre-ordinare tutti i modelli di iPad mini e tutti i modelli di iPad di quarta generazione venerdì 26 Ottobre attraverso Apple Online Store negli Stati Uniti, Australia, Austria, Belgio, Canada, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Hong Kong, Irlanda, Italia, Giappone, Corea, Lussemburgo, Olanda, Nuova Zelanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Singapore, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito.

Apple programma un nuovo evento il 23 Ottobre: “abbiamo qualcosina in più da mostrarvi”

Apple ha da poco diramato gli inviti per l’evento del 23 Ottobre confermandolo ufficialmente alla stampa. L’evento sarà incentrato sulla presentazione di un nuovo prodotto Apple.

 

iPhone 4S invece che 5?

APPLE ha si aggiornato il proprio sito introducendo tutto quello che riguarda il nuovo iPhone 5 ma non hanno ancora aggiornato lo stato della pagina! Guardate voi stessi!