Apple acquista PrimeSense

italia-14

L’azienda israeliana che ha dato vita al Kinect, consentirà di spingere sul riconoscimento gestuale.

Roma – Apple ha acquisito PrimeSense per una cifra attorno ai 360 milioni di dollari. Con l’ufficialità dell’accordo, annunciato dal quotidiano finanziario israeliano Calcalist, si chiudono le speculazioni aperte lo scorso luglio all’epoca dei primi contatti tra le due parti, ma si apre un dibattito ancora più grande. Cosa bolle in pentola a Cupertino per sfruttare al meglio le tecnologie sviluppate dall’azienda israeliana?PrimeSense è salita alla ribalta tre anni fa grazie al Kinect integrato nella Xbox 360, un sensore capace di percepire e riconoscere i movimenti del corpo umano che, senza l’utilizzo di ulteriori accessori, permette al giocatore di guidare la console. La partnership con Microsoft ha regalato grandi soddisfazioni a PrimeSense, che con la tecnologia utilizzata anche in iRobot AVA e Asus Xtion ha ottenuto profitti superiori ai 200 milioni di dollari. Nonostante il successo, le due società hanno deciso di separarsi, con Microsoft decisa a produrre in casa la seconda edizione del controller gestuale e gli israeliani concentrati sullo sviluppo dei sensori 3D.

L’idea potrebbe essere quella di integrarli in dispositivi mobile di piccole dimensioni come smartphone e tablet, come dimostrato con il Nexus 10 nell’ultima conferenza degli sviluppatori di Google. Tra i vari progetti sviluppati nell’ultimo anno, inoltre, c’è ad esempio Capri 1.25, concepito per l’elaborazione delle immagini tridimensionali su display di varia grandezza. Quindi non solo telefoni e tavolette, ma anche una TV: magari una nuova Apple Tv?

Annunci

Unisci e Cancella i contatti duplicati di Rubrica Indirizzi

Le voci duplicate in Rubrica Indirizzi si verificano con una certa regolarità, per esempio perché un contatto ha cambiato un indirizzo email, il numero di telefono, nome, o solo perché, per sbaglio, qualcuno è stato inserito due volte nella vostra lista contatti. Col vostro Mac, l’applicazione Rubrica Indirizzi rende molto facile unire questi contatti duplicati e quindi automaticamente rimuovere le voci doppie, partendo da un elenco disordinato di contatti.
Prima di iniziare, se avete un iPhone o un iPad vi consiglio di avere la rubrica già sincronizzata con il Mac e di fare un backup in modo di lavorare con l’elenco dei contatti più recente.

Aprite l’applicazione “Rubrica Indirizzi” e nella barra dei menu andate in “Scheda”, ora selezionate “Cerca i duplicati…” per ottenere un rapporto del numero di duplicati trovati, quindi fate clic su “Unisci” se desiderate unire i contatti  cancellando così le voci duplicate.

Apple annuncia iLife gratis tra cui iMovie, iPhoto, Pages, Keynote e Numbers per iOS 7

 

 

Tim Cook si sofferma a parlare di iWork, la suite di lavoro di Apple e della suite iLife. Vengono elencate le qualità di tutte le applicazioni, quindi di Keynote, Pages, Numbers, iPhoto, iMovie. L’annuncio che fa felici tutti però è che esse saranno gratuite d’ora in poi!

iphone2013-0052

 

La suite iWork stimola la produttività, grazie alla possibilità di creare splendidi documenti con Pages, grafici semplici da interpretare con Numbers e esaurienti presentazioni con Keynote.

La suite iLife stimola invece la creatività, grazie alla possibilità di modificare e creare bellissime presentazioni con iPhoto ed editare e personalizzare a nostro piacimento i nostri filmati con iMovie.

Tutte queste applicazioni da oggi saranno disponibili gratuitamente per tutti coloro che acquisteranno un nuovo iPhone o un nuovo iPod di quinta generazione, mentre per tutti gli attuali possessori di dispositivi iOS resteranno, purtroppo, a pagamento.

iPhone 5S vs iPhone 5C vs iPhone 5 le differenze

Dopo le presentazioni dei due iPhone nella serata di ieri, è tempo di confrontare i dipositivi. Sono stati messi a confronto tre modelli (iPhone 5, 5S e 5C) ed analizzati sotto tutti i punti di vista. Ecco i risultati.

iphone_5s_iphone_5c-26

 

Design. Dal punto di vista del sistema operativo, l’iPhone 5 parte svantaggiato, perché i due nuovi modelli saranno attrezzati dell’oramai famoso iOS 7 mentre il “più antico” modello, ovviamente, ha come base operativa iOS 6.1.6 (anche se comunque può essere aggiornato tranquillamente all’ultima versione di iOS a partire dal 18 settembre). Per quanto riguarda le dimensioni, il 5 ed il 5S sono perfettamente identici in larghezza, lunghezza e spessore, mentre il 5C è leggermente più grande; ciò si riflette, di conseguenza, sul peso dove i due modelli di dimensioni identiche pesano 112 grammi, mentre il 5c “soli” 10 grammi in più. Un’altra differenza è sicuramente il materiale di cui sono fatti questi smartphone: il 5 ed il 5S sono in alluminio, mentre il 5C in policarbonato. Importante segnalare a livello di design il sensore di impronte digitali presente solo in iPhone 5S.

Schermata 2013-09-11 alle 15.26.08

Display. Sotto questo aspetto i tre modelli sono perfettamente identici, come si può vedere dalla tabella qui sotto.

Schermata 2013-09-11 alle 15.26.18

Batteria. Anche nella durata della batteria, i tempi circa gli stessi nei tre modelli.

Schermata 2013-09-11 alle 15.26.23

Hardware. Qui l’aspetto più importante è sicuramente il system chip Apple A7 da 64-bit che è incorporato nel nuovo 5S, a differenza degli altri due modelli (5 e 5C) che si devono “accontentare” dell’A6.

Schermata 2013-09-11 alle 15.26.29

Fotocamera. Il numero di megapixels non varia nel 3 modelli (8 Mpx), mentre per quanto riguarda il flash possiamo notare senza ombra di dubbio il Dual LED presente nel modello 5S.

Schermata 2013-09-11 alle 15.26.35

 

iPhone 5S tutto quello he devi sapere + prezzi iPhone 5S ed iPhone 5C

Apple ha appena presentato al mondo il nuovo iPhone 5S, il primo smartphone con architettura a 64 bit al mondo, con prestazioni e grafica paragonabili a computer e console. Il dispositivo, disponibile in 3 diverse colorazioni (oro, argento e grigio) integra una fotocamera migliorata in grado di lavorare perfettamente con il software ed un flash True Tone, il primo al mondo non solo su un telefono, ma persino su una fotocamera.

iphone-5s-ispazio-hero

Apple ha presentato oggi iPhone 5s, l’iPhone più innovativo di sempre, con il nuovissimo chip A7, che lo rende il primo smartphone al mondo con un’architettura a64 bit di classe desktop, per prestazioni ultraveloci in palmo di mano. iPhone 5s ridefinisce la migliore esperienza smartphone al mondo con nuove, fantastiche funzioni racchiuse in un design incredibilmente sottile e leggero, fra cui una nuova fotocamera iSight da 8 megapixel con flash True Tone e introduce Touch ID, un modo innovativo per sbloccare facilmente e in totale sicurezza il telefono con il semplice tocco di un dito. iPhone 5s include iOS 7, il più significativo aggiornamento di iOS dall’iPhone originale, potenziato per la tecnologia a 64 bit e arricchito da centinaia di nuove strepitose funzioni, fra cui Centro di controllo, Centro Notifiche, Multitasking migliorato, AirDrop, app Immagini, Safari e Siri potenziate, e iTunes Radio.

Schermata 2013-09-11 alle 05.02.23

“iPhone 5s è lo smartphone più innovativo al mondo, in grado di portare un’architettura di classe desktop sul palmo della vostra mano,” ha dichiarato Philip Schiller, Senior Vice President Worldwide Marketing di Apple. “iPhone 5s fissa un nuovo standard per il mercato degli smartphone, e racchiude in un meraviglioso e raffinato design funzioni rivoluzionarie realmente importanti per le persone, come Touch ID, un modo facile e sicuro per sbloccare il telefono col semplice tocco del dito.”

Schermata 2013-09-11 alle 04.36.05

Il nuovo chip A7 dell’iPhone 5s porta per la prima volta l’architettura a 64 bit di classe desktop in uno smartphone. Con prestazioni di grafica e CPU fino a due volte superiori, praticamente tutto ciò che gli utenti fanno sull’iPhone 5s è più rapido e meraviglioso che mai, che si tratti di aprire le app, modificare le foto o sfidare gli amici in giochi dalla grafica evoluta. E tutto con un’autonomia dellabatteria eccellente. Apple ha progettato anche iOS 7 e tutte le app integrate in modo da ottimizzare le prestazioni del chip A7. iPhone 5s è il miglior dispositivo di gioco portatile, con l’accesso a centinaia di migliaia di giochi disponibili sull’App Store, l’architettura a 64 bit del chip A7 e il supporto per OpenGL ES versione 3.0. iPhone 5s permette di visualizzare effetti grafici incredibilmente ricchi e complessi, prima possibili solo su Mac, PC e console di gioco.

Schermata 2013-09-11 alle 04.36.44

Ogni iPhone 5s include il nuovo coprocessore di movimento M7 che raccoglie i dati forniti da accelerometro, giroscopio e bussola per alleggerire parte del lavoro del chip A7 e migliorare l’efficienza energetica. Gli sviluppatori possono accedere alle nuove API CoreMotion, che sfruttano il coprocessore M7, e creare app di fitness e attività ancora più belle e precise, ben oltre le possibilità offerte da altri dispositivi mobili. Il coprocessore di movimento M7 misura costantemente i dati di movimento dell’utente, persino quando il dispositivo è in standby, e preserva la batteria per il contapassi o altre app di fitness che utilizzano l’accelerometro tutto il giorno.

performance_m7_hero

iPhone 5s introduce Touch ID, un modo facile e sicuro di sbloccare l’iPhone con un semplice tocco. Integrato nel tasto Home, Touch ID utilizza un cristallo di zaffiro tagliato al laser insieme al sensore touch capacitivo per scattare una foto ad alta risoluzione dell’impronta digitale dell’utente; quindi la analizza per fornire letture accurate dell’immagine da ogni angolazione. La configurazione di Touch ID è facile, e il riconoscimento migliora ogni volta che lo si usa.

touchid_hero

Il sensore Touch ID riconosce il tocco del dito, perciò si attiva solo quando necessario, evitando di intaccare la durata della batteria. Tutte le informazioni sull’impronta digitale dell’utente sono crittografate e archiviate in maniera sicura nel Secure Enclave all’interno del chip A7 dell’iPhone 5s; non vengono dunque mai archiviate sui server Apple ne’ ne vene fatto il back up su iCloud. Touch ID può rappresentare inoltre un modo sicuro per l’approvazione degli acquisti su iTunesStore, App Store e iBookstore.

Schermata 2013-09-11 alle 05.18.32

Con iPhone 5s è ancora più facile scattare splendide foto, con la fotocamera più utilizzata al mondo. La nuovissima fotocamera iSight da 8 megapixel ha un’apertura più ampia da f/2,2 e un nuovo sensore più grande con 1,5μ pixel, per una sensibilità migliore e prestazioni eccellenti in condizioni di scarsa luminosità, il tutto per foto ancora più belle.

camera_interstitial

Questi potenziamenti, insieme al processore ISP – image signal processor – progettato da Apple integrato nel chip A7 e la nuova app Fotocamera di iOS 7, assicurano un autofocus fino a due volte più veloce, un tempo di acquisizione delle immagini più rapido, stabilizzazione automatica di foto e video, e una gamma dinamica migliore.

Schermata 2013-09-11 alle 04.59.33

iPhone 5s introduce il nuovo flash True Tone, il primo al mondo non solo su un telefono, ma persino su una fotocamera: il flash regola in maniera variabile il colore e l’intensità per oltre 1000 combinazioni, così anche le foto scattate col flash appaiono più naturali. iPhone 5s include inoltre una nuova modalità Burst Mode, video Slo-Mocon 120 fps, una nuova videocamera FaceTime HD con prestazioni superiori in condizioni di scarsa luminosità e le chiamate FaceTime solo audio con iOS 7.

Schermata 2013-09-11 alle 05.00.41

Tutte le funzioni della fotocamera sono ben elencate ed illustrate in questo video che vi consigliamo caldamente di vedere:

iPhone 5s ha un design di precisione incredibilmente sottile e leggero, già amato dagli utenti di tutto il mondo: case in alluminio anodizzato con bordi smussati e diamantati, intarsi in vetro e il meraviglioso display Retina da 4″. iPhone 5s è disponibile in tre splendide finiture metallizzate: oroargento e grigio siderale. Per custodire il prezioso iPhone 5s, Apple ha progettato custodie in pelle di alta qualità in sei brillanti colori, beige, nero, blu, marrone, giallo e (RED), con un rivestimento interno in soffice microfibra in tinta.

hero_hero

Con iPhone 5s è ancora più facile connettersi alle reti ad alta velocità grazie al supporto per un massimo di ben 13 bande wireless LTE¹, più di qualsiasi altro smartphone al mondo. Con velocità in download fino a 100 Mbps², gli utenti possono navigare, scaricare e trasmettere contenuti in streaming ancora più velocemente. iPhone 5s include supporto per Wi-Fi dual-band 802.11 a/b/g/n con velocità fino a 150 Mbps² e Bluetooth 4.0. iPhone 5s offre ben 10 ore in conversazione su reti 3G, fino a 10 ore di navigazione web su reti Wi-Fi e LTE e fino a 8 ore su reti 3G, e fino a 10 ore di riproduzione video e fino a 40 ore di riproduzione audio.³

iPhone 5s ha di serie iOS 7, l’aggiornamento più importante di iOS dall’iPhone originale: il sistema supporta l’architettura a 64 bit del chip A7, la nuova fotocamera iSight e il sensore di impronte digitali Touch ID. iOS 7 ha una nuova, meravigliosa interfaccia, interamente riprogettata con uno schema colori elegante, livelli separati e funzionali, e un nuovo approccio ai movimenti che lo rende più coinvolgente. iOS 7 ha centinaia di nuove, grandiose funzioni, come Centro di Controllo, Centro Notifiche, Multitasking migliorato, AirDrop, app Immagini, Safari e Siri potenziate, e introduce iTunes Radio, un servizio gratuito su internet basato sulla musica che l’utente ascolta su iTunes.⁴

appstore_hero

Con l’iPhone 5s è possibile accedere al rivoluzionario App Store, che offre più di 900.000 app per iPhone, iPad e iPod touch in 155 Paesi nel mondo. Oltre 50 miliardi di app sono già state scaricate dall’App Store, e i clienti possono scegliere fra un’incredibile gamma di app in 23 categorie, fra cui quotidiani e riviste in Edicola, giochi e intrattenimento, economia, news, sport, salute e benessere e viaggi.

Schermata 2013-09-11 alle 05.12.01

Progettati appositamente per iOS, iPhoto, iMovie, Pages, Numbers e Keynote sono fra le app più amate dell’App Store e sono ora disponibili per il download gratuitoper gli utenti che acquistano iPhone 5s. iPhoto e iMovie consentono di fare di più con foto e filmati, mentre con Pages, Numbers e Keynote è possibile creare, modificare e condividere incredibili documenti, fogli di calcolo e presentazioni sull’iPhone, iPad e iPod touch.

Prezzi e Disponibilità

iPhone 5s è disponibile in oro, argento o grigio siderale. Le custodie per iPhone 5s saranno disponibili in beige, nero, blu, marrone, giallo e (RED). iPhone 5s sarà disponibile negli Stati Uniti, in Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Hong Kong, Giappone, Puerto Rico, Singapore e Regno Unito venerdì 20 settembre. Un nuovo modello iPhone 4S da 8GB sarà inoltre disponibile. iOS 7 sarà disponibile come aggiornamento software gratuito a partire da mercoledì 18 settembre per iPhone 4 e successivi, iPad 2 e successivi, iPad mini e iPod touch (quinta generazione). Alcune funzioni non sono disponibili su tutti i dispositivi.

Schermata 2013-09-11 alle 05.23.04

Come abbiamo potuto capire dall’evento, l’Italia ancora una volta non è stata messa tra i Paesi della prima fascia che riceveranno fin da subito i nuovi modelli di iPhone. Nonostante ciò, alcuni paesi europei lo avranno fin da subito, quindi proviamo a capire quanto costeranno da noi i nuovi dispositivi quando usciranno.

iphone5s-hero-xl-2013 iphone5c-hero-xl-2013

L’Italia non è tra i primi Paesi in cui sarà possibile acquistare un iPhone 5S o un iPhone 5C, ma in Europa alcune nazioni potranno venderlo già dal prossimo 20 Settembre. I Paesi che potranno acquistarlo da questa data sono: Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Singapore e Stati Uniti.

Negli anni passati i prezzi italiani erano leggermente superiori rispetto a quelli di altri Paesi europei come Germania o Francia. Cerchiamo quindi di capire quanto costeranno da noi i nuovi dispositivi.

In Francia iPhone 5S è disponibile a partire da 699€, ovvero al medesimo prezzo di iPhone 5.

iPhone 5S Francia

In Italia però, iPhone 5 è sempre costato 729€ nella sua versione base, si parla quindi di 30€ di differenza. È quindi plausibile che l’iPhone 5S italiano manterrà la stessa linea mantenuta in Francia:

  • 729€ per la versione da 16GB.
  • 829€ per la versione da 32GB.
  • 929€ per la versione da 64GB.

Per quanto riguarda invece i prezzi di iPhone 5C (che come abbiamo potuto notare la C sta per Color e non per Cheap come in molti pensavano), la situazione dovrebbe essere più o meno questa per l’Italia:

  • 629€ per la versione da 16GB.
  • 729€ per la versione da 32GB.

iPhone 5C Francia

Nel frattempo invece, iPhone 5 è uscito dal listino prezzi e non è quindi più acquistabile sull’Online Store. In compenso è rimasto in vendita iPhone 4S al prezzo di 429€ (399€ sull’Online Store francese).

Come al solito quindi, chi proprio non può aspettare ed ha in programma un viaggio in una delle nazioni in cui verranno venduti iPhone 5S ed iPhone 5C, potrà acquistare ad un prezzo leggermente più conveniente i nuovi dispositivi di Apple.

[Guida] Come installare iOS 7 Beta 1-2 senza UDID registrato e senza essere sviluppatori!

In questo articolo, vi forniremo una semplice guida, per installare il nuovo sistemare operativo per Apple Device, senza essere sviluppatori, o avere l’UDID registrato. Dopo il salto maggiori info a riguardo.

Precisiamo che questo metodo era funzionante anche su iOS 6 Beta 1-2, ma a quanto pare, Apple non si premurata di correggere questa falla, dando così libero accesso a tutti gli utenti l’installazione di iOS 7 senza essere realmente developer, o aver l’UDID registrato nel Dev Center. Fatta questa breve premessa, vi illustriamo come procedere per portare a termine correttamente l’installazione del nuovo firmware.

La notizia è trapelata in rete da pochi minuti, ed a quanto pare, svariati utenti confermano il funzionamento.

ATTENZIONE

Questa guida potrebbe non funzionare a tutti gli utenti, AppleSpace BLOG e il suo staff non si assumono nessuna responsabilità della mancata installazione o attivazione di iOS 7 e di eventuali danni riportati al dispositivo.

Requisiti

NOTA BENE

I test sono stati eseguiti e portati a termine con successo su iPhone 5 con iOS 6.1.4, attraverso un Mac con Mountain Lion/ Lion 10.7.5 installato e su svariati dispositivi con versioni non precisate di iOS e del computer utilizzato.

Guida – Mac

  • Avviate iTunes.
  • Tenendo premuto “Alt” cliccate su Verifica aggiornamenti.
  • Selezionate il firmware precedentemente scaricato.
  • Attendete il completamento dell’aggiornamento.
  • Fine.

Guida – Windows

  • Avviate iTunes.
  • Tenendo premuto “Shift” cliccate su Verifica aggiornamenti.
  • Selezionate il firmware precedentemente scaricato.
  • Attendete il completamento dell’aggiornamento.
  • Fine.

Qualora il processo non dovesse andare a buon fine, potete provare una soluzione alternativa:

Guida Alternativa

  • Mettete il vostro dispositivo in DFU Mode.

(per entrare in DFU, tenere premuto il tasto power + il tasto home per 13 secondi, togliere il dito dal tasto power e lasciare premuto il tasto home per altri 10 secondi)

  • Ripristinate il dispositivo alla versione 6.1.4 di iOS.
  • Al termine del ripristino, completate il setup iniziale sull’iPhone, stando attenti a NON ripristinare nessun backup e nessuna applicazione.
  • Entrate su iTunes e tenendo premuto il tasto Shift su Win o Alt su Mac, cliccate sul tasto Verifica aggiornamenti.
  • Scegliete il firmware iOS 7 beta precedentemente scaricato.
  • Attendere il completamento dell’aggiornamento.
  • Fine.

Attivazione forzata iOS 7

Nel caso in cui siate riusciti ad installare iOS 7 sul vostro dispositivo, ma non siate successivamente riusciti a superare la schermata di attivazione del firmware, un utente YouTube ci viene in aiuto, con una video guida per raggirare la schermata d’attivazione attraverso un bug presente nel nuovo firmware. Non possiamo testimoniare il reale funzionamento di questo video

Downgrade da iOS 7 Beta a iOS 6.1.4

Se qualcosa non è andata a buon fine, o più semplicemente non vi trovate bene con iOS 7 a causa di eventuali bug o crash inaspettati, potete sempre ripristinare il vostro dispositivo ad iOS 6.1.4

  • Mettete il vostro dispositivo in DFU Mode.

(per entrare in DFU, tenere premuto il tasto power + il tasto home per 13 secondi, togliere il dito dal tasto power e lasciare premuto il tasto home per altri 10 secondi)

  • Collegate il dispositivo ad iTunes.
  • Cliccate su verifica aggiornamenti (NON premere Alt o Shift).
  • iTunes segnalerà come ultimo firmware iOS 6.1.4, accettate e ripristinate.
  • Fine.

Design rivoluzionario per l’app Musica in un nuovo concept di iOS 7

inShare1

Un nuovo concept dell’applicazione Musica, realizzato da Brye Kobayashi, avrebbe avuto un incredibile successo di critica sui blog stranieri, dovuto ad una massiccia reinterpretazione con elementi assolutamente rivoluzionari e belli da vedere. Vediamoli assieme.

Musica

Troppo spesso si parla del nuovo design di iOS 7, nello specifico su come dovrebbe cambiare la Home del sistema operativo. Tuttavia, non credo che gli utenti Apple passino le giornate a sfogliare le pagine in cui sono contenute le applicazioni nel dispositivo, e questi vogliono vedere novità soprattutto sulle applicazioni native, in modo da migliorare drasticamente l’esperienza d’uso dove conta realmente.

Il nuovo concept di Brye Kobayashi propone una versione del tutto nuova dell’applicazione Musica nativa sul sistema operativo mobile di Cupertino. Inizialmente, il designer mostra l’evoluzione che ha avuto l’applicazione negli ultimi anni, a partire da iOS 5, mostrando quelli che secondo lui sarebbero gli errori stilistici compiuti da Apple.

music-1

music-2

Kobayashi propone i seguenti cambiamenti:

  • Una schermata principale dell’applicazione del tutto nuova, simile a quella di Windows 8, composta da tante piastrelle che mostrano le cover dei diversi album disponibili nella libreria musicale

music-app-3

  • Ha rimosso il menu delle tab in basso, introducendole nella barra degli strumenti in alto in modo che possano essere accessibili da qualsiasi schermata
  • La barra degli strumenti in alto avrà un tasto per accedere al menu, la parte in cui verrà visualizzato il brano in ascolto ed un tasto per accedere alla funzionalità “Successivo”

2013-06-04_21-34-45

  • Premendo sul tasto Menu, si aprirà una barra laterale che ci permetterà di accedere alle varie categorie e schermate presenti su iTunes, come playlist, album, artisti. Metterà a disposizione dell’utente anche un motore di ricerca in modo da trovare velocemente il brano desiderato.

2013-06-04_21-36-28

  • Con il tasto a destra sulla barra superiore sarà possibile accedere alla modalità “Successivo”, presente su iTunes per PC e Mac, ma non nell’applicazione Musica attuale.

2013-06-04_21-37-09

  • La schermata di riproduzione sarà modificata con barre più voluminose ed impostazioni per l’equalizzazione integrate

2013-06-04_21-37-38

  • È possibile accedere a tutti i brani di un album con uno swipe verso l’alto

2013-06-04_21-38-36

  • Disponendo il nostro iPhone in orizzontale entreremo in una modalità Dashboard, simile alla CoverFlow ma decisamente più efficiente. Questa ci mostrerà anche le canzoni che verranno riprodotte successivamente e quelle che abbiamo già ascoltato

2013-06-04_21-39-36

  • Il concept prevede anche una nuova icona

music-app-revamped-app-icon

Si tratta di un concept che introduce non solo una nuova interfaccia, ma una serie di novità anche dal punto di vista delle funzionalità dell’applicazione, decisamente ben congegnate ed introdotte al suo interno.

E voi che ne pensate? Vi piacerebbe un’app Musica ridisegnata ed in questo stile?

WhatsApp: ecco le prime immagini della nuovissima versione 3.0!

Poco più di un mese fa vi avevamo anticipato che il noto servizio di messaggistica istantanea, WhatsApp, avrebbe introdotto un canone di abbonamento, e vi avevamo anche svelato i prezzi relativi al canone. Oggi sono comparse in rete le prime immagini della nuova versione 3.0!

whatsapp-ispazio-530x2411

La famosa applicazione di messaggistica istantanea per iOS sta per rilasciare un nuovo ed importante aggiornamento, il quale introdurrà importanti funzioni e quasi certamente il nuovo sistema di abbonamenti già anticipatovi. Oggi il sito tedescoiPhone-ticker ha pubblicato le immagini relative a queste importanti novità che verranno introdotte nel prossimo update.

L’ultimo aggiornamento dell’applicazione risale al 7 dicembre ed è ormai chiaro che la prossima release introduttà l’abbonamento annuale. Le novità però non terminano qui, infatti saranno aggiunte nuove funzioni come la possibilità di cambiare numero di telefono ed il collegamento con iCloud per proteggere i vostri dati personali.

Queste sono soltanto due delle novità che saranno presenti nel prossimo major update, ed ora vi parleremo delle altre caratteristiche appena trapelate:

1. Push To Talk

whatsapp-3-0

Nella nuova versione sarà disponibile l’opzione Push to Talk, ovvero la possibilità di dettare direttamente all’app quello che si vuole scrivere nel messaggio di testo. Molto utile per inviare brevi messaggi e soprattutto per chi è alla guida.

2. Invio contemporaneo di più immagini

whats-app3-0-feature2

Come ben saprete, nella versione attuale potete inviare solo un’immagine alla volta, ma dal prossimo update questo aspetto sarà migliorato, aggiungendo la possibilità di inviare più foto contemporaneamente.

3. Altre opzioni

chose

In ultima analisi c’è l’aggiunta di un nuovo pulsante relativo ad ulteriori opzioni non specificatamente indicate. Fatto sta che non è ancora chiaro quando questa nuova versione di WhatsApp sarà disponibile in App Store, visto che attualmente è ancora in fase di beta test.

iPhone economico: sarà davvero dedicato solo ai mercati emergenti?

 L’iPhone economico è senza dubbio una delle novità di Apple più interessanti, la scelta di optare per un dispositivo che sia alla portata di tutti fa capire anche come l’azienda di Cupertino stia modificando la sua strategia di mercato.

iphone economico

I rumor degli ultimi mesi hanno ipotizzato tantissime cose: il costo, il design, l’hardware e i mercati di lancio.

Più volte si è detto che l’iPhone economico dovrebbe avere un prezzo tra i 250 e i 300 $, cifra che potrebbe anche essere inferiore se Apple decidesse di mettere il dispositivo a livello di tutti gli altri smartphone economici attualmente sul mercato.

Il design è sicuramente la cosa più chiacchierata, qualcuno ha ipotizzato una scocca trasparente e in plastica, c’è chi invece è pronto a scommettere che sarà molto simile all‘iPhone 4, sia esteticamente che nelle caratteristiche, la verità è che comunque esso sia rappresenterà una grande novità tra i prodotti targati Apple.

Per questo motivo ci chiediamo perché l’iPhone economico dovrebbe essere uno smartphone destinato solo ai mercati emergenti? L’azienda di Cupertino potrebbe invece decidere di lanciare il dispositivo su tutti i mercati e colpire quella fascia di utenti che vorrebbero tanto un prodotto della Mela ma che per questioni economiche, non possono acquistare.

Voi cosa ne pensate?

In arrivo un’altra killer app

ROMA – Un altro colpo grosso nel mercato degli smartphone, pronto a rivoluzionare nuovamente le abitudini di milioni di consumatori. L’ultima novità firmata Apple, secondo le previsioni degli esperti, sarà la trasformazione dell’iPhone in un vero e proprio portafoglio elettronico, con cui effettuare pagamenti di ogni tipo, dall’acquisto di un paio di scarpe al semplice cornetto e cappuccino al bar. Una “killer app” in grado ancora una volta di far pendere la bilancia del mercato degli smartphone dalla parte di Cupertino, dopo gli ultimi assalti insidiosi lanciati da Samsung.

Secondo le previsioni dell’analista di Morgan Stanley, Katy Huberty, che ha di recente incontrato la dirigenza dell’azienda californiana – Apple introdurrà in iOS7, la nuova versione del suo sistema operativo attesa per giugno, un’applicazione integrata nel sistema operativo che andrà a implementare i servizi già offerti da Passbook, che già oggi consente di conservare buoni digitali e sincronizzare le carte fedeltà delle varie catene e compagnie aeree. Magari senza bisogno di implementare le famigerate tecnologie Nfc (un sistema di wireless a brevissimo raggio), già utilizzate su Blackberry e Android.

Un assalto alla diligenza del nuovo mercato dei pagamenti digitali e dello shopping online e non solo, dove già scorrazzano giganti come Google Wallet e Paypal. Un unico dispositivo, 4 pollici di schermo e 112 grammi di peso, per telefonare, scrivere messaggi, ascoltare musica, scattare foto e ora anche sostituire monetine e banconote nelle tasche dei consumatori. Un iPhone, insomma, sempre più simile al gonnellino nero di Eta Beta, da cui sembrava uscire sempre la cosa giusta al momento giusto.

Ma dal prossimo evento Apple altri addetti ai lavori si aspettano anche novità minori, come migliorie a iCloud e alle imperfette Maps, ma anche un inedito servizio di streaming musicale, la cosiddetta iRadio (qui con le altre indiscrezioni), probabilmente con il modello freemium (scaricare gratis, ma non proprio tutto). Senza dimenticare la possibile doppietta di smartphone, con il prevedibile iPhone 5S fianco a fianco con il primo modello low cost della storia del Melafonino.

iPhone 6: un nuovo concept basato sugli ultimi rumor

Ili prossimo iPhone, anche se probabilmente non il 5S, potrebbe essere realizzato in maniera davvero rivoluzionaria rispetto alle precedenti generazioni, ovvero con display curvo.

iPhone-New

Sulla base di queste ultime indiscrezioni provenienti dalla rete, e dal brevettodepositato dalla stessa Apple, Nickolay Lamm e Matteo Gianni dellaMyVoucherCodes, hanno ben pensato di realizzare un concept su come potrebbe apparire questo nuovo e rivoluzionario iPhone 6. Sembra improbabile o meglio impossibile vedere il prossimo giugno un dispositivo del genere, anche se potenzialmente possibile.

Su GSMarena era spuntata la prima immagine “leaked” di uno strano modello di iPhone, esteticamente simile a quello che vedete nell’immagine, ma a schermo spento. I due designer hanno sicuramente preso spunto anche da quest’ultima, rappresentando per filo e per segno i dettagli tecnici.

Come potete vedere, l’insolito display AMOLED ricurvo e la mancanza del tasto Home, potrebbe non piacere a tutti. Personalmente ritengo che prima di giudicare un device del genere sarebbe meglio testarlo personalmente, anche se a primo impatto l’estetica sembra piuttosto accattivante. Putroppo non abbiamo a disposizione ulteriori immagini da mostrarvi, ma qualora vi siano nuove notizie vi aggiorneremo tempestivamente.

iPhone 5S: salta fuori la prima immagine rubata | Rumor

Che sia iPhone 5S oppure iPhone 6, poco importa. Il prossimo smartphone di Apple ha già catalizzato l’attenzione di tutti gli appassionati e le indiscrezioni su di esso riempiono le pagine della blogosfera. Oggi però niente rumor su caratteristiche futuristiche o previsioni degli analisti. Ecco la prima foto del presunto iPhone di prossima generazione.

gsmarena_001

Su GSMarena salta fuori la prima immagine rubata di uno strano modello di iPhone. Il dispositivo ha una forma completamente diversa dai suoi predecessori, ma è stata anticipata da un brevetto di cui vi abbiamo già parlato in un precedente articolo.

gsmarena_002

Come vediamo dalle foto, l’iPhone perde la sua forma piatta e acquista una lieve “bombatura” centrale che rende quindi il dispositivo curvo. Come descritto dal brevetto, il display curvo occupa la quasi totalità della facciata anteriore del dispositivo. Il connettore dock Lightning, gli speaker, il jack audio, così come la fotocamera anteriore, restano invece invariati rispetto a quelli presenti nell’iPhone 5.

brevetto 1

Probabilmente ci troviamo difronte ad un rendering, molto ben fatto, di un progetto basato sul brevetto denominato “Electronic device with wrap around display”. Chi ha fornito le foto dichiara ovviamente che sono reali, ma il dispositivo potrebbe non essere altro che un prototipo, poi scartato a favore di altri.

Fateci sapere attraverso i commenti cosa ne pensate. Pensate sia reale? Vi piacerebbe se fosse davvero così il prossimo iPhone 5S/6?

ECCO PERCHE COSI TANTI AMANO L’IPHONE

‘Sarà vero amore? Ecco perché pensiamo di sì.’ L’email di elogio dell’iPhone inviata ai clienti Apple.

 

La settimana scorsa, precisamente un paio di giorni dopo la presentazione del Samsung Galaxy S4, Apple ha iniziato ad inviare mail ai propri clienti elogiando le caratteristiche del proprio dispositivo mobile e realizzando una nuova pagina sul sito chiamata “Perché iPhone“.

Schermata 2013-03-23 alle 11.49.16

Da ieri le suddette pagine sono disponibili anche sul sito italiano e Apple ha inviato in mattinata una mail molto simile a quella inviata qualche giorno fa intitolata “Sarà vero amore? Ecco perché pensiamo di sì” nella quale viene elogiato l’iPhone partendo dalla soddisfazione dei clienti, passando per il processore fino ad arrivare alla fotocamera. Di seguito i punti presi in considerazione all’interno della pagina:

  1. iPhone 9 volte di fila premio J.D.Power and Associates per la soddisfazione dei clienti
  2. Pensato fin nei minimi dettagli
  3. Solo iPhone ha il Retina Display
  4. E’ grande l’autonomia. Non la batteria
  5. La fotocamera più amata del mondo
  6. Chip A6. Potente, senza essere prepotente
  7. iPhone ti dà le reti wireless ultraveloci e LTE
  8. Solo iPhone ha Siri. Ogni tuo desiderio è un ordine.
  9. Il sistema operativo più evoluto al mondo.
  10. iCloud porta i tuoi contenuti su tutti i tuoi dispositivi

Questi sono i punti sui quali Apple ha sempre spinto per la pubblicizzazione dell’iPhone e come ben sappiamo dall’uscita dell’iPhone 5 sono cambiate diverse cose, ma soprattutto troviamo nuovi dispositivi rilasciati da pochissimo in commercio con ad esempio display Full HD, seppur di maggior polliciaggio rispetto ai 4″ di iPhone 5 ma pur sempre con una densità di pixel maggiore. Per non parlare poi della batteria. E’ verissimo che iOS è ottimizzato al massimo per ridurre il minimo indispensabile, soprattutto dovendo sopportare uno schermo ad alta risoluzione e il processore A6, ma la batteria da 1450mha rimane tuttora insufficiente per l’utente medio che vorrebbe arrivare almeno a fine giornata con la batteria ancora colorata di verde.

Vedremo come reagirà Apple nei prossimi mesi con la presentazione del prossimo iPhone e se finalmente decideranno di aumentare (e non parlo di 50mhz) la batteria per poter finalmente mettere una pietra sopra a questo problema che affligge l’iPhone forse da fin troppo tempo.

Scarica Gratis le migliori app e giochi a pagamento per iPhone, iPad e iPod Touch senza Jailbreak

 

App Store, al momento è il miglior negozio di applicazioni tra quelli per smartphones, presenta davvero una vastissima scelta di titoli per la produttività, tantissimi giochi spettacolari e un mare di utility per fare qualsiasi cosa, anche le più inutili. Mentre, ad esempio, Android Market ha dei “concorrenti” (QUI con molte offerte) autorizzati a vendere app per il suo sistema operativo ed è semplicissimo installare qualcosa senza passare dallo store ufficiale (ci siamo capiti…).App Store invece è l’unico canale per dispositivi iOS, ma in soccorso di noi utenti arriva FreeMyApps. Il sito è visibile da qualsiasi browser ma dovremo accedere dal nostro iPhone, iPad o iPod Touch per usufruire delle offerte:
  1. dovremo cliccare QUI dal nostro dispositivo iOS e ci verrà chiesto di “condividere” l’ID del nostro dispositivo, non vi spaventate serve a loro per sapere se il vostro dispositivo è idoneo al riscatto dei crediti;
  2. installato il profilo impostazioni, potremo scegliere di scaricare delle app gratuite sponsorizzate (Sponsor Apps) che ci faranno guadagnare dei crediti (minimo 75), dovremo lanciarle e tenerle attive almeno 30 secondi per il conteggio corretto dei crediti;
  3. una volta raggiunto il numero di crediti desiderato (almeno 390) potremo scaricare tantissimi titoli (Gift Apps) che attualmente si trovano nelle posizioni più alte degli App Store di tutto il mondo (come: Fruit Ninja, Cut The Rope, GTA 3, Angry Birds, SkyFire Web Browser, iMovie, Camera+, etc.);
  4. Per guadagnare più crediti potete condividere il vostro link personalizzato, ad esempio sui social network (Referring a Friend), e ogni volta che un amico scarica e lancia un’app sponsorizzata voi riceverete 50 crediti da usare per scaricare le vostre Gift Apps preferite;

I titoli sono davvero interessanti, sperando che rimangano all’altezza, FreeMyApps ci sembra un ottimo modo per risparmiare e divertirci con il meglio di App Store!

Come eseguire il Jailbreak untethered di iOS 6.0/6.0.1/6.0.2/6.1/6.1.1/6.1.2 con Evasi0n | HYi Guide [Versione 1.4 per iOS 6.1.2]

FB_BANNER_JB

Da qualche minuto è disponibile il nuovo tool “evasi0n” per effettuare il Jailbreak untethered di iOS 6.X, per tutti i dispositivi che riescono a montarlo, realizzato dal team Evad3rs. In questo articolo andremo ad illustrare la procedura per eseguire il Jailbreak e procedere all’installazione di Cydia utilizzando evasi0n.

Requisiti

  • Dispositivo con installato iOS 6.X (6.0, 6.0.1, 6.0.2, 6.1, 6.1.1 o 6.1.2);
  • Un PC/Mac montante Windows (XP minimo) o Mac OS X (10.5 minimo) o Linux (x86 / x86_64);

Download evasi0n 1.4

  • evasi0n per Mac OS X (10.5+) LINK;
  • evasi0n per Windows (XP+) LINK;
  • evasi0n per Linux  (x86/x86_64) LINK.

Compatibile con

iPhone 5, iPhone 4S, iPhone 4, iPhone 3GS, iPod Touch 4, iPod Touch 5, iPad 2, iPad 3, iPad 4, iPad mini.

Ricordiamo che chi possiede un iPhone NON ITALIANO (ESTERO)NON deve assolutamente AGGIORNARE E ESEGUIRE QUESTA GUIDA, SI PERDEREBBE LA PARTE TELEFONICA.
Prima di eseguire il jailbreak è altamente consigliato effettuare un backup del proprio dispositivo.

Guida

  1. Collegate il vostro dispositivo al computer e avviate evasi0n (assicuratevi che il programma rileva il vostro dispositivo);SCREN_JB61-1
  2. Premere su Jailbreak
    SCREN_JB61-2
  3. Aspettare che il procedimento si completi, potrebbe durare qualche minuto, il dispositivo si riavverà da solo;
  4. Sbloccate il dispositivo e premete sull’icona evasi0n;

    SCREN_JB61-5

  5. Si aprirà e chiuderà da sola, il dispostiivo si riavvierà:
  6. FINE, il Jailbreak è completo;SCREN_JB61-4

Protetto: I primi iPhone 5S sono già in produzione! Nuove foto lo mostrano in tutto il suo splendore nella catena di montaggio di Foxconn

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Ecco iPad 5: del tutto simile ad un iPad Mini più grande!

Proprio il giorno in cui Apple ufficializza il rilascio della versione da 128 Gb di iPad con display retina, saltano fuori le immagini della prossima generazione di tablet Apple.

ipad 5

Le immagini parlano chiaro e non ci sarebbe nient’altro da aggiungere. L’iPad di quinta generazione avrà un design del tutto simile all’attuale iPad Mini, ma con uno schermo retina da 9.7 pollici.

ipad 5 2

La scocca posteriore mostrata nelle foto è realizzata con lo stesso alluminio di color ardesia che contraddistingue gli attuali iPhone 5 ed iPad Mini. Risulta del tutto credibile pensare quindi che lo stesso stile verrà utilizzato anche per i prossimi tablet di Apple.

La prossima generazione di iPad dovrebbe essere rilasciata questa primavera, ma ultimamente Apple ci sorprende con le sue commercializzazioni improvvise, quindi non possiamo metterci la mano sul fuoco. Vi terremo aggiornati!

Apple contro pirati, chiude Hackulous: Ma i “cracker” cercano l’armistizio

Dismesso il progetto, attivo da anni, che dava accesso a un App Store alternativo con i titoli commerciali disponibili gratuitamente. Fioriscono le alternative, ma il “jailbreak” delle ultime versioni di iOS è sempre più complesso. E su Twitter parte la petizione per un sistema operativo più apertodi IVAN FULCO

Apple contro pirati, chiude Hackulous:  Ma i "cracker" cercano l'armistizio

“Buonanotte, dolce principe”. Inizia così il messaggio di commiato con cui, solo qualche giorno fa, il team Hackulo.us ha confermato la fine di un’epoca: il progetto Hackulous chiude i battenti e, con esso, scompare il baluardo della pirateria su iOS. Negli anni, Hackulous era diventato il punto di riferimento per il download illegale di app: un vero e proprio App Store parallelo da cui scaricare gratuitamente decine di migliaia di app commerciali. Tutto, ovviamente, a condizione di avere confidenza con gli strumenti del pirata.

Dopo aver sbloccato il proprio iPhone o iPad con la procedura di “jailbreak” (illegale in alcuni paesi), gli utenti potevano installare sul dispositivo l’applicazione Installous, che interrogando il sito AppTrackr permetteva di accedere a un clone dell’App Store. Attraverso AppSync, un altro software del team Hackulous, le applicazioni scaricate erano quindi “firmate”, per far credere al telefono che fossero ufficiali. Un’infrastruttura web cancellata in una notte, a causa, secondo il team Hackulous, dello scarso supporto della comunità. Eppure, per Apple non è ancora un trionfo.

Piccoli pirati crescono. Come sempre accade sulla scena degli hacker (o “cracker”, come più corretto), morto un pirata se ne fa un altro. E le alternative a Installous, alcune operative da tempo, non si sono fatte attendere. In Rete già circolano i nomi di servizi come App Spider o App Cake, iDownloads o IPAStore, tutte varianti più o meno evolute di Installous. Tra questi, il primato spetta oggi al cinese Vshare, che si è imposto nella comunità per la quantità di applicazioni e per la qualità dell’interfaccia.

In tutti questi casi, per usufruire dei servizi l’utente deve “sbloccare” il dispositivo attraverso la procedura di jailbreak, invalidando così la garanzia in Italia. Inoltre, molti richiedono l’uso di AppSync, il software di Hackulous ormai abbandonato dal team ufficiale, che quindi potrebbe non essere aggiornato per le prossime versioni di iOS.

Qualcuno, tuttavia, ha già trovato un sistema per aggirare anche queste limitazioni. È il caso di siti come Kuaiyong o 25PP, che permettono di installare app illegali anche su terminali non sbloccati, utilizzando un software per computer che autorizza le applicazioni. In quest’ultimo caso, però, la prudenza è d’obbligo: secondo gli esperti, Kuaiyong sembrerebbe infatti distribuire software pericoloso per la sicurezza dei dati.

Invece della fine di un’era, in sostanza, siamo davanti a un Rinascimento della pirateria? Non esattamente. Nonostante il diffondersi di nuovi siti illegali, il declino e la caduta di Hackulo sembrano aver smosso le acque della scena hacker. Al punto che, negli ultimi mesi, da più parti si sono sollevate voci in favore di un “armistizio tecnologico” con Apple.

Per un iOS più libero. Gli ultimi aggiornamenti di iOS, il sistema operativo di iPhone e iPad, non hanno lasciato spazio a dubbi: Apple è sul piede di guerra contro i cracker, impegnata a chiudere tutte le falle del proprio software per evitare che venga violato. Non stupisce che, da oltre un anno, i tempi necessari ai pirati per elaborare procedure di jailbreak si siano progressivamente allungati.

i0n1c, noto cracker della scena jailbreak, ha recentemente riconosciuto il ruolo di Craig Federighi (il nuovo responsabile di iOS, successore di Scott Forstall) nel blindare il sistema operativo Apple. Secondo la posizione di i0n1c, Federighi starebbe svolgendo un lavoro così metodico che lo sblocco dei prossimi aggiornamenti potrebbe risultare quasi impossibile.

Diverso il parere di un altro cracker, Pod2g, secondo cui gli esperti continueranno a scardinare iOS, ma la chiusura del software iPhone e iPad è in realtà un boomerang per Apple. Molti utenti sarebbero migrati agli smartphone e tablet Android, il sistema operativo di Google, proprio per la difficoltà a personalizzare i dispositivi della Mela, che accettano applicazioni solo approvate da Apple e distribuite attraverso l’App Store.

L’opinione di Pod2g sembra essere condivisa dalla comunità. E dal suo appello, qualche giorno fa, è nata persino una petizione su Twitter: #WeWantAnOpeniOS (“Vogliamo un sistema operativo aperto”). La richiesta: Apple, permetti ai tuoi clienti di installare software libero, ponendo fine alla guerra del jailbreak. E forse anche la scena pirata, è il malcelato suggerimento, potrebbe subire un duro colpo. Una settimana dopo, la petizione si avvia verso le diecimila adesioni. Saranno sufficienti per siglare un armistizio?

iPhone display da 4,8 pollici per il nuovo smartphone Apple | Concept

A partire dal prossimo anno, di vedere sul mercato un nuovo melafonino con schermo da ben 4,8 pollici. Subito dopo la notizia diffusa da DigiTimes, il team del sito russo AppleDigger.ru ha realizzato un nuovo concept.

iphonemath

Il nome ovviamente è ancora un mistero, ma molti lo hanno già ribattezzato comeiPhone “Math” o iPhone “Plus”. Tuttavia, tralasciando tali superficialità, il punto forte del probabile device è senza dubbio il nuovo schermo. Con i suoi 4,8″ questo nuovo schermo potrebbe rappresentare la svolta per Apple, la quale offrirebbe un terminale in linea con i propri competitors. Di seguito vi mostriamo il video del concept in questione:

Come potete vedere i “tratti somatici” sono rimasti pressocchè identici a quelli dell’iPhone 5, tant’è che gli autori del video lo definiscono iPhone 5 “Math”. Ovviamente le novità non possono limitarsi al solo schermo, quindi sarà montata una fotocamera da 12 megapixel e ovviamente nuove tipologie di CPU e GPU che daranno un mix di potenza e fluidità al probabile smartphone made in Cupertino.

Ovviamente essendo un concept non è detto che rispecchi la realtà, visto che fino ad oggi il punto fisso della Apple, impostato da Steve Jobs, è sempre stata la maneggevolezza del dispositivo. L’iPhone 5, seppur dotato di schermo da 4″, è ancora comodamente utilizzabile con una mano sola, ma probabilmente Tim Cook si sta rendendo conto che i tempi sono cambiati e che la società ha bisogno di cambiare mentalità. Voi cosa ne pensate di un iPhone con display da 4,8″?

I cinque più grandi difetti dell’iPhone 5 [VIDEO]

Premessa: amo il mio iPhone 5. Non lo cambierei per alcuna ragione con altri smartphone Android o Windows Phone. Detto ciò, in questo articolo vogliamo riassumere, da un punto di vista critico ed esterno, quelli che in questi primi mesi sono stati i cinque più grandi difetti dell’iPhone 5, un telefono sicuramente non perfetto, ma anche ben più riuscito di alcuni terminali della concorrenza.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Anche un telefono come l’iPhone 5 ha dei difetti, alcuni anche abbastanza fastidiosi. I telefoni non sono perfetti – disse Steve Jobs nel 2010 – e neanche noi lo siamo. Per questo, nonostante l’iPhone 5 sia senza dubbio tra i migliori smartphone in circolazione, abbiamo voluto comunque trovare i più gravi cinque difetti dell’ultimo Melafonino di Apple. Partiamo sicuramente dal più rinomato.

1. Fragilità

L’iPhone 5 è un gioiello. È un gioiello per i materiali impiegati da Apple e anche, va detto, per il prezzo del telefono stesso. Oltre ad essere un gioiello, quindi, l’iPhone 5 va trattato esattamente come un gioiello, vista l’estrema fragilità. Estrema, avete capito bene. Scongiurato il “vernice-gate” che aveva interessato i primissimi modelli di iPhone 5 (che nascevano già graffiati) il problema della fragilità rimane, specialmente nella zona della cornice “ultralevigata”, la vera novità estetica dell’iPhone 5 che lo rende tanto elegante agli occhi ma al tempo stesso, come dicevamo, facilmente graffiabile.

original

2. Batteria

In realtà, quello della batteria è un problema comune di molti smartphone. Anzi, di tutti gli ultimi smartphone. Quindi, definire un problema quello della batteria, è comunque un piccolo errore. Ad ogni modo, se la batteria dell’iPhone 4S era stata deludente, quella dell’iPhone 5 è sembrata leggermente migliore, ma non così tanto come ci si poteva aspettare. Ad ogni modo, con l’iPhone 5 si arriva senza problemi a fine giornata nella stragrande maggioranza dei casi, esattamente come con un Galaxy S3 o simili.

iphone5_ifixit_1

3. iOS

Nonostante le importantissime (perché non vanno affatto sottovalutate) innovazioni sul fronte hardware – basti pensare al rapidissimo processore A6 o alla nuova fotocamera anteriore ad alta definizione – iOS 6 non è attualmente un firmware che sfrutta a pieno il nuovo iPhone 5, tant’è che le caratteristiche software presenti su iPhone 4S sono del tutto identiche a quelle dell’ultimo iPhone. Per questo motivo, ad oggi l’aspetto software dell’iPhone 5 è forse quello che convince di meno: non per mancanze o difetti, ma proprio perché non sono presenti delle funzionalità esclusive in iOS 6 che richiedano necessariamente un iPhone 5. Ci si può benissimo “accontentare” di un iPhone 4S e fare le stesse cose, quasi allo stesso modo.

iPhone 5

4. Connettore Lightning e accessori

Senza dubbio, se avete fatto il “grande salto” passando da un precedente iPhone all’iPhone 5, vi sarete accorti che molti dei vostri accessori, a differenza di quanto accadeva in passato, sono diventati completamente inutili con l’ultimo Melafonino. Questo perché, come saprete, l’iPhone 5 utilizza il nuovo connettore Lightning di Apple. Se da una parte il Lightning (che in inglese significa “lampo”) è effettivamente più veloce nelle operazioni di ricarica e sincronizzazione, oltre a risultare più semplice da utilizzare dato che non ha un lato preferito per l’ingresso nell’iPhone, dall’altra è stata sicuramente un’innovazione in negativo che ha portato ad accantonare tutti i dock, i caricatori e i supporti da auto che si utilizzavano in precedenza per acquistarne di compatibili con il nuovo standard scelto da Apple.

iphone-5-lightning-2012-09-12610x350

5. App non ottimizzate, da ottimizzare

Ok, lo sappiamo. Siamo i primi ad essere in difetto su questo punto. Stiamo per rimediare però, eccome se stiamo per rimediare! Ad ogni modo, quello delle applicazioni non ancora ottimizzate per iPhone 5 è probabilmente il meno grave dei problemi in questione. Non solo perché le applicazioni non ottimizzate per il Retina Display da 4 pollici possono essere comunque utilizzate pienamente sul nuovo iPhone 5, ma anche perché c’è sempre tempo per rimediare all’inconveniente con un aggiornamento dei software in questione.

foto

Ne approfittiamo ancora per ricordare che, nel nostro caso, non è in lavorazione un semplice aggiornamento per “allungare” l’applicazione attuale – che di fatto avrebbe richiesto pochi giorni di lavoro – bensì l’app è stata riscritta da zero e non solo per supportare il Retina Display dell’iPhone 5, ma anche per introdurre tante nuove features che presto potrete utilizzare sui vostri dispositivi.

3G su iPod touch da oggi si può

CES 2013: FreedomPop presenta l’iPod Sleeve, per fornire la connessione dati all’iPod touch

Durante il CES 2013 FeedomPop ha presentato l’iPod Sleeve, un interessante accessorio per trasformare l’iPod touch in un iPhone!

ipoddatasleevers

La soluzione di FreedomPop, presentata durante il CES 2013 di Las Vegas, permette di fornire in modo gratuito la connessione dati dell’iPhone anche all’iPod touch. Si tratta di una custodia da posizionare sul retro dell’iPod touch 4G e permetterà di fornire la connessione dati ad alta velocità 4G e 3G. Naturalmente l’accessorio ha un costo: per utilizzarlo sarà infatti necessario lasciare un deposito presso FreedomPop di 99$ e, qualora non dovessimo apprezzaire l’iPod Sleeve, potremo ritirare i nostri soldi e restituirlo.

Ogni mese l’azienda ci fornisce di 500MB di dati in modo completamente gratuito e per averne di più sarà semplicemente necessario visionare delle pubblicità o far iscrivere alcuni dei nostri amici. Attualmente quella di FreedomPop risulta essere una delle migliori soluzioni per portare la connessione dati anche sull’iPod touch, soprattutto vista la possibilità di riottenere i nostri soldi qualora non fossimo affatto soddisfatti del servizio ricevuto.

GUIDA: come cambiare il logo operatore senza jailbreak [VIDEO]


iOS-operatore

Siete stanchi di leggere le solite scritte Tim, Vodafone o 3 ITA nella menù bar del vostro iPhone o iPad? Volete dare quel tocco di personalizzazione in più al vostro iDevice modificando il logo operatore senza però ricorrere al jailbreak? Finalmente si può. Come? Attraverso una nuovaapplicazione per Mac chiamata CarrierEditor e sviluppata da Kevin Lo e Daniel Levi.

Tutto quello che dovete fare è scaricare l’applicazione, dirgli quale operatore avete sul vostro iPhone e scegliere l’immagine che desiderate inserire al suo posto. CarrierEditor genererà un pacchetto che dovrete trasferire su iPhone mediante iTunes.

Ovviamente funziona anche con gli operatori italiani, eccetto Wind.

Guida: Come convertire il jailbreak tethered di iOS 5.1.1 in untethered grazie a Rocky Racoon

 

Assieme al rilascio di Absinthe 2.0, il Chronic-Dev Team ha pubblicato anche un nuovo pacchetto su Cydia che consente agli utenti in possesso di un dispositivo A4 o precedente di convertire il jailbreak tethered di iOS 5.1.1 in untethered in pochissimi secondi. Questo pacchetto è stato denominato “Rocky Racoon” e a seguire vi proponiamo una guida specifica per questo tool.
JAILBREAK

 

Se disponete di un dispositivo A4 o precedente aggiornato ad iOS 5.1.1 con jailbreak di tipo tethered, potete ora utilizzare il pacchetto “Rocky Racoon 5.1.1 Untethered” per passare da un jailbreak semi-definitivo a quello che è possibile eseguire con Absinthe 2.0. La comodità sta nel fatto che non sarà necessario ripristinare il dispositivo con iOS 5.1.1 ma basterà installare un pacchetto da Cydia, operazione che richiede qualche secondo.

Vediamo quindi come passare da un jailbreak di tipo tethered ad uno di tipo untethered utilizzando  ”Rocky Racoon 5.1.1 Untethered”.

Nota: il vostro dispositivo deve essere aggiornato ad iOS 5.1.1 e sbloccato (jailbreak tethered) con Redsn0w prima di procedere. Per fare ciò, potete consultare la nostra sezione guide dedicata al Jailbreak. Se non avete ancora utilizzato Redsn0w e avete un dispositivo originale, allora potete comodamente usufruire di Absinthe 2.0 seguendo la guida pubblicata in precedenza.

1. Aprite Cydia.

2. Cercate il pacchetto  ”Rocky Racoon 5.1.1 Untethered” ed installatelo.

3. Riavviate il vostro dispositivo e verificate che non sia richiesto un “boot tethered”.

Ovviamente potrete sempre scegliere di ripristinare il vostro dispositivo ad iOS 5.1.1 nativo e scegliere di utilizzare Absinthe 2.0, ma dato che a livello tecnico i due jailbreak untethered sono praticamente identici, non avete motivo di eseguire un’operazione più lunga e macchinosa se partite già da un jailbreak di tipo tethered. Ovviamente questa operazione non può essere effettuata dagli utenti in possesso di un iPhone 4S, di un iPad 2 o di un iPad di terza generazione.

Fate attenzione a non disinstallare il pacchetto  ”Rocky Racoon 5.1.1 Untethered” dopo il jailbreak: il funzionamento dell’untethered dipende essenzialmente da questo pacchetto!

Jailbreak

Dicesi Jailbreak il processo che consente di installare ed eseguire codice non firmato, si effettua tramite programmi appositi(come pwnagetool, greenpoison, limerain o snowbreeze). Il vantaggio principale della modifica, è l’accesso a Cydia [1],il quale permette di installare appunto applicazioni con codice non firmato.

Una celebre “immagine simbolo” del Jailbreak

Indice

Storia

Viene lanciato per la prima volta nel 2007 circa, per sbloccare e rendere compatibile con altre sim quello che poi sara’ conosciuto come iPhone 2G(il primissimo modello di iPhone mai commercializzato).

Tale parola, e’ anche un vocabolo inglese, che significa appunto “evasione”.

L’iPhone viene prodotto specialmente in America nel modello Factory Locked(cioe’ compatibile solamente con le Sim degli operatori con cui viene venduto)dalla AT&T.

In molti sono stati successivamente gli utenti di altre compagnie americane tipo la Verizon che si sono “lamentati” di questa reclusione.

E’ quindi per questo motivo,che nacque il Jailbreak, portato da un gruppo di Hacker,il Dev Team,che tuttora li rilascia.

Come funziona il Jailbreak

La memoria dell’iPhone è composta da due partizioni:

  • Partizione di sistema (“/”): Di default impostata a 500MB ma è modificabile durante la creazione di custom firmware nel processo di jailbreak. In questa partizione è presente il sistema operativo e le varie applicazioni installate tramite cydia e installer.
  • Partizione di archiviazione (“/var”): E’ grande quanto tutto lo spazio restante sulla memoria, qui risiedono i vari programmi installati dall’appstore e tutti i file multimediali (musica, video, foto, …) sincronizzati da iTunes.

Il Jailbreak non fa altro che modificare il file “fstab” (che gestisce sui sistemi Linux, BSD e di conseguenza Mac OS X e iPhoneOS le regole dei dischi rigidi montati) ed eseguire un “patching” del firmware iphone andando ad eliminare il controllo sull’autenticità della firma su ogni applicazione. In questo modo diventa quindi possibile eseguire anche applicazioni non autenticata da Apple ed avere piena padronanza del proprio dispositivo

Tipologie

Il Jailbreak, si può dividere in due tipologie:
a) Tethered,una falla di sicurezza a livello di hardware(le componenti interne degli iDevice: principalmente questo exploit viene trovato nella bootroom). Con questo tipo di modifica,è impossibile spegnere il dispositivo, poiché bisognerà successivamente ricollegarlo al computer per poterlo riavviare. La falla nella bootroom,porta a jailbreak di tipo tethered solo nei modelli:iPhone 3Gs, iPhone 4, iPad Wi-Fi & Wi-Fi+3G, iPod Touch 2G(tardo 2009),iPod Touch 3G,iPod Touch4;
b) Untethered,una falla di sicurezza a livello di software(quindi un bug, cioè errore, presente nell’iOS). Con questo tipo di modifica,l’utente può spegnere tranquillamente il proprio dispositivo,senza preoccuparsi di attaccare o meno il dispositivo al proprio computer.

Vantaggi

Attualmente,eseguire il Jailbreak,risulta piuttosto vantaggioso,per 4 motivi:

   1)Installazione di temi personalizzati;

   2)Installazione di programmi(chiamati Tweak),che permettono di sfruttare al pieno il proprio dispositivo;

   3)Sblocco della parte telefonica(e qui si riallaccia il discorso di Factory Locked o non)

Storico

STORICO

  • GENNAIO 2007: Presentazione all’evento MacWorld dell’iPhone 2G;
  • 27 GIUGNO 2007: Rilascio sul mercato dell’iPhone 2G;
  • 10 LUGLIO 2007: Nasce ufficialmente il Jailbreak, che per il momento viene considerato come “metodo per impostare” suonerie personalizzate;

    Logo del Chronic Dev Team, il gruppo di hacker più importanti per il mondo iPhone

  • 6 AGOSTO 2007: Sviluppato il primo gioco per iPhone da terze parti;
  • 10 OTTOBRE 2007: Viene rilasciato un programma per eseguire SEMPRE il Jailbreak di iOS 1.X(un po’ come accade oggi con GreenPoison e LimeRa1n);
  • GENNAIO 2009: Il Dev Team comincia a lavorare al Jailbreak Tethered sull’iPod Touch 2G(modello MB): nello stesso mese, viene rilasciata la prima versione di redsnow;
  • 10 MARZO 2009: Viene rilasciato il Jailbreak untethered per iPod Touch 2G da parte del Dev Team: il più del lavoro però, è stato eseguito da planetbeing;
  • 17 MARZO 2009: Rilascio da parte di Apple di iOS 3.0: il Dev Team prontamente, aggiorna Pwnage Tool e redsnow per permettere la modifica;
  • 9 SETTEMBRE 2009: Apple rilascia iOS 3.1, che corregge alcuni bug della versione precedente.

Anche in questo caso, il Dev Team rilascia una versione aggiornata di Pwnage tool e redsnow per effettuare il jailbreak di tutti i dispositivi(eccetto dell’appena uscito iPod Touch 3G);

  • 11 OTTOBRE E 2 NOVEMBRE 2009: George Hotz, alias geohot,rilascia blackrain, programma con cui è possibile jailbrekkare il proprio dispositivo con una tipologia untethered(tethered per iPod Touch 3G & iPhone 3Gs).

Sviluppa anche blacksnow, programma con cui è possibile effettuare lo sblocco della baseband;

Immagine di George Hotz(alias geohot),considerato da molti un ragazzo prodigio

  • FEBBRAIO 2010: Apple rilascia iOS 3.1.3
  • 3 MAGGIO 2010: Il Dev Team, con l’aiuto di comex, rilascia Spirit, programma che permette il Jailbreak untethered su tutti i dispositivi;
  • 24 GIUGNO 2010: Apple rilascia iOS 4;
  • 2 AGOSTO 2010: Comex, precedente autore di Spirit, rilascia “JailbreakMe”, software utilizzabile solamente tramite il web browser Safari degli iDevice.

Il Jailbreak è di tipo untethered, e supporta iOS 3.1.3,4 e 4.0.1;

  • 10 SETTEMBRE 2010: Apple rilascia iOS 4.1;
  • SETTEMBRE 2010: Clamorosa scoperta da parte di Pod2G, un membro del Dev Team: exploit che permette il Jailbreak PER SEMPRE su ogni dispositivo Apple uscito finora;
  • INIZI OTTOBRE 2010: Il Dev Team annuncia che rilascerà solamente il Jailbreak per iPhone 4, iPod Touch 4 e iPad;
  • 10 OTTOBRE 2010: Geohot risorge dall’ombra, e rilascia a sorpresa LimeRa1n, programma che permette il Jailbreka di TUTTI i dispositivi Apple presenti sul mercato.

Il Dev Team in risposta, usa lo stesso exploit di George, e rilascia il programma “GreenPoison”;

  • 24 NOVEMBRE 2010: Apple rilascia iOS4.2.1.

Attualmente, è disponibile il Jailbreak di tipo tethered per ogni dispositivo(iPhone 2G, iPhone 3, iPhone 3Gs vecchio boot, iPod Touch 2G MB sono untethered)

Il Jailbreak usato come tattica commerciale dall’Apple?

Nel mondo della modifica, è stata fatta una grande rivoluzione: di recente, è stato rilasciato un programma che permette la modifica PER SEMPRE, su OGNI dispositivo Apple uscito finora. Dal Dev Team, un gruppo di hacker, è stato inoltre detto che questa falla di sicurezza, era nota alla società della mela morsicata da tantissimo tempo. Allora perchè permettere di scoprirla agli hacker, che se ne sono accorti per caso? Basti pensare che gli iPad, da quando sono stati lanciati, hanno venduto oltre 100 milioni di unità, e ovviamente il motivo non è solo per la sua utilità, ma anche per i vantaggi che la modifica offre. Che sia una tattica commerciale per vendere più prodotti?[2].

iPhone 5 letteralmente piegato. Fake o realtà?

Dopo il clamore dell’antenna gate con l’iPhone 4, ecco arrivare anche il caso del Bendgate con il nuovo iPhone 5.Cosa è successo?

iPhone 5 letteralmente piegato. Fake o realtà?

Il nuovo iPhone 5 di Apple è l’ultimo ritrovato per quanto riguarda i materiali con cui è costruito e senza dubbio anche per quanto concerne il suo ricercato design. In soli 7.6 millimetri di spessore e 112 grammi di peso, infatti, l’azienda di Cupertino è riuscita a realizzare un dispositivo che incorpora tutte le ultime tecnologie che ci si può aspettare da uno smartphone di ultima generazione. Le vendite stanno andando più che bene e gli utenti sembrano non preoccuparsi di alcune problematiche sorte al suo lancio come i facili graffi che poteva subire il telefono. Tale problematica però non sembra l’unica ad affliggere il nuovo iPhone 5 di Apple. Adesso sembra anche facile alla piegatura.

Da qualche istante infatti, il sito NoWhereElse, ha riportato alcune immagini su di alcuni iPhone 5 letteralmente piegati nella loro parte centrale. Tali immagini non possono che apportare preoccupazione in tutti i possessori dell’ultima versione del telefono made in Cupertino, anche se tutto ciò sembra andare verso la direzione del vero e proprio fake.

Vero che il nuovo iPhone è stato progettato con la nuova tecnologia a lega di alluminio, ma tutto ciò sembra quanto mai una spiegazione povera per argomentare e confermare che una semplice pressione nella parte anteriore del dispositivo, magari sedendosi accidentalmente sopra nel caso in cui esso sia stato posto nella tasca posteriore dei pantaloni, possa provocare una piegatura decisamente vistosa. Oltretutto dalle immagini si nota che il display risulta completamente funzionante e che non viene per nulla intaccato dalla piega, cosa quanto mai bizzarra, visto che il vetro dell’iPhone è comunque un vetro.

Chiaramente dalle sole immagini non possiamo avere conferma che tale problematica sia davvero un falso o un vero presente in molti iPhone. A nostro parere il tutto sembra realizzato alla perfezione con un programma di foto ritocco ed il sito fonte delle immagini abbia decisamente preso in giro tutti i colleghi che hanno preso invece come vera tale situazione.

Cycloramic e la vibrazione dell’iPhone per video a 360° [STUPENDA e SIMPATICA]

Un software davvero interessante consente la realizzazione di video panoramici facendo ruotare iPhone su se stesso senza l’utilizzo di alcun accessorio.

 

VERSIONE: 1.00
    
€ 0.89

DOWNLOAD APP

 

Disponibile da qualche giorno al download nell’AppStore di Apple, Cycloramic è un software davvero interessante, in grado di permettere la realizzazione di video panoramici sfruttando la vibrazione dell’iPhone.

La peculiarità di Cycloramic è rappresentata dal fatto che durante la registrazione non sarà necessario tenere in mano il telefono, con quest’ultimo che effettuerà una rotazione su se stesso senza l’utilizzo di alcun accessorio.

L’app è di facile utilizzo, ed una volta averla avviata ed appoggiato il proprio iDevice su una superficie liscia e piana, esso potrà ruotare di 360, 720 o 1080 gradi, registrando un video con la fotocamera frontale o con quella posteriore per poi salvarlo sul rullino fotografico:

Posizionate l’iPhone in posizione verticale su una superficie liscia e piana (ad esempio un piano in marmo o un tavolo di vetro). La superficie deve essere molto liscia, quindi non aspettatevi un perfetto funzionamento su superfici in legno non laminate o su alcune piastrelle.

Una volta premuto il tasto “GO”, l’applicazione farà vibrare il telefono alla frequenza ideale per fargli compiere un giro su sé stesso. L’iPhone ruoterà da solo compiendo un giro completo (o due, etc.), a meno che non lo si fermi prima premendo il tasto “STOP”.

La vibrazione deve essere inoltre impostata come attiva sia in modalità silenziosa che in modalità normale.

Precisiamo come la velocità di rotazione non risulti elevata, con lo smartphone che non è caduto in nessuna occasione durante le prove effettuate.

Inoltre, pur trattandosi della prima relase, il software sembra essere già maturo, con i prossimi update che dovrebbero introdurre interessanti novità come la regolazione della potenza della vibrazione, la correzione automatica o la condivisione sui social network della clip registrata.

Anche Steve Wozniak, Co-fondatore di Apple, sembra essere stato positivamente colpito da quest’applicazione, al punto che appare in una clip sulla pagina Facebook ufficiale dell’applicazione:

Va precisato come pur funzionando anche con iPhone 4 e iPhone 4S, Cycloramic funziona al meglio con iPhone 5, terminale per il quale è stata appositamente progettata, più leggero e dotato di un buzzer diverso da quello dei modelli di precedente generazione.

Per concludere, ricordiamo come Cycloramic sia compatibile con iPhone (3GS, 4, 4S e 5), iPod Touch (di terza, quarta e quinta generazione) ed iPad, e richieda l’iOS 6.0 o successive.

Cycloramic e la vibrazione dell’iPhone per video a 360°.

iPhone Concept impossibile realizzazione

L’iPhone col doppio proiettore che sostituirà i Mac | Concept

Sul web sono presenti numerosi concept che riguardano iPhone con display trasparenti, oppure pieghevoli, e già tempo fa, fu mostrato un iPhone che proiettava la tastiera sul tavolo dove era poggiato, un altro concept naturalmente. Questo che vi proponiamo adesso credo che vi farà restare davvero a bocca aperta.

iphone 5 proiettore

 

Senza perderci in chiacchiere ecco il video del concept pubblicato da FranSnk3d:

Magari attualmente è impossibile da realizzare, ma immaginare non costa nulla e un iPhone con una configurazione hardware molto potente che proietta tastiera e schermo potrebbe in teoria simulare un Mac. Il limite maggiore alla realizzazione di questo concept penso che riguardi la batteria, che dovrebbe essere sufficientemente capiente e performante, ma come ho detto: immaginare non costa nulla.

Le vendite del primo fine settimana di iPhone 5 in Cina raggiungono i 2 milioni

BEIJING—17 dicembre 2012—Apple ha annunciato oggi di aver venduto oltre due milioni del proprio nuovo iPhone 5 in Cina, ad appena tre giorni dal lancio, avvenuto il 14 dicembre. iPhone 5 sarà disponibile in più di 100 Paesi entro la fine di dicembre, diventando così l’iPhone dalla più rapida diffusione di sempre.

“La reazione dei clienti all’iPhone 5 in Cina è stata incredibile e abbiamo fissato un nuovo record grazie al miglior primo weekend di vendite mai ottenuto in Cina,” ha dichiarato Tim Cook, CEO di Apple. “La Cina è un mercato molto importante per noi, e qui i nostri clienti non vedono l’ora di acquistare i prodotti Apple.”

iPhone 5 è l’iPhone più sottile e leggero di sempre, con un design interamente rinnovato: ha un nuovo, favoloso display Retina da 4 pollici, un chip A6 progettato da Apple per prestazioni incredibili, tecnologia wireless ultraveloce* e un’autonomia della batteria superiore.** iPhone 5 include iOS 6, il sistema operativo mobile più evoluto al mondo, con oltre 200 novità, fra cui: Streaming foto condivisi, la nuovissima app Mappe, Passbook e Siri con ancora più funzioni e lingue supportate, incluso il mandarino.

*Le velocità di rete dipendono dai network dell’operatore; contatta il tuo operatore per maggiori dettagli.
**La durata della batteria dipende dalle impostazioni del dispositivo, dall’utilizzo e da molti altri fattori. I risultati effettivi possono variare.

Apple progetta i Mac, i migliori personal computer al mondo, insieme a OS X, iLife, iWork e software professionali. Apple sta guidando la rivoluzione della musica digitale con i propri iPod e con il negozio online iTunes. Apple ha reinventato la telefonia mobile con i suoi rivoluzionari iPhone e App Store, e sta definendo il futuro dei media in ambito mobile e dei dispositivi portatili con iPad.

Come trasformare animazioni Flash (.swf) in HTML5

 

Adobe Flash, ormai storico software inizialmente di proprietà di Macromedia, società acquisita da Adobe qualche anno fa, è stato per diverso tempo uno standard leader per la produzione di contenuti multimediali per siti web. Come molti di voi sapranno certamente, per una scelta decisiva ed assolutamente irremovibile dello stesso Steve Jobs, i contenuti flash (.swf) presenti in pagine web non furono (e non sono tutt’ora) visibili sui dispositivi Apple, ovvero iPhone, iPod ed iPad.Questo “dato di fatto” fu evidentemente dannoso per Adobe Systems, tant’è vero che la maggior parte dei web designer sostituirono i contenuti Flash con animazioni inHTML5. Con il rilascio di Flash CS6, è stata introdotta una funzione davvero molto interessante per tutti coloro che siano interessati ad effettuare un cosiddetto “porting”, ovvero una conversione, dei propri banner da .swf ad html5, visualizzandoli conseguentemente anche su dispositivi iOS.

Vediamo insieme la procedura:
Dopo aver scaricato ed installato Flash CS6, aprite il browser di navigazione e recatevi alla pagina:
http://www.adobe.com/products/flash/flash-to-html5.html

A questo punto dovreste trovarvi di fronte a questa parte del sito Adobe:Perché facciamo tutto questo?
Perché Adobe non ha inserito di “default” la possibilità di convertire i file .swf in html5, ma quasi, dato che è possibile scaricare un plug-in direttamente da una pagina dedicata del loro sito, comodamente accessibile. Il nome di questo applicativo è “Toolkit for CreateJS“. Iniziare dunque il download, premendo sul link adeguatamente contrassegnato nell’immagine sopra, all’interno del rettangolo rosso. A scaricamento avvenuto, fare doppio click sul file. Dovrà aprirsi automaticamente un software di nomeAdobe Extension Manager, il quale ha la funzione di installare, modificare, aggiornare o rimuovere i componenti aggiuntivi all’interno dei vari software Adobe presenti sul computer.Come mostra l’immagine sopra sarà visualizzata una licenza che dovrà appunto essere accettata per proseguire con l’installazione del plug-in. Premere “Sì” a tutti i messaggi opzionali che verranno mostrati in seguito.

Perfetto, Create JS è finalmente stata installata correttamente, non ci resta altro che aprire un’animazione all’interno di Flash CS6. Aprire la finestra “Toolkit for CreateJS” e fare click su “Publish”. Et voilà, il gioco è fatto: il file HTML5, sarà mostrato subito dopo qualche secondo dalla pressione del pulsante. Lo potrete trovare nella medesima cartella in cui si trova la vostra animazione.

Concludendo, riteniamo che questa soluzione potrebbe essere particolarmente interessante per tutti quei web designer che si trovassero in condizione di dover convertire i propri contenuti Flash in HTML5. Vi lasciamo ad un video tutorial condotto da un famoso Adobe Evangelist di nome Paul Trani, specializzato nello sviluppo su piattaforma Adobe Flash.

 

Difetti iPhone 5, problemi di batteria con iOS 6.0.2

iPhone 5, problemi di batteria con iOS 6.0.2

I possessori di iPhone 5 lamentano malfunzionamenti alla batteria subito dopo aver aggiornato lo smartphone a iOS 6.0.2, ultima versione del noto sistema operativo mobile di casa Apple. Sono in molti a segnalare nelle ultime ore un’autonomia fortemente ridotta del proprio melafonino proprio dopo aver installato l’ultima versione di iOS, progettata da Apple anche per iPad Mini al fine di risolvere alcuni problemi correlati alla connettività WiFi. E se per questa ora è effettivamente tutto ok, ora arriva un’altra gatta da palare: riguarda la batteria, e curiosamente solo per iPhone 5.

Non sono giunte infatti per il momento segnalazioni similari da parte degli utenti iPad Mini, indice del fatto che la cosa potrebbe essere circoscritta esclusivamente a chi possiede un iPhone 5.

Sta di fatto che il forum ufficiale del supporto Apple si è letteralmente riempito nelle ultime ore di utenti infuriati per il difetto: emblematico è il caso di un consumatore che si firma “atdguy”, il quale afferma come se prima riusciva ad arrivare a fine giornata con il 75% di carica disponibile, oggi se ne va via addirittura il 90%. Un dato oggettivamente inaccettabile se si considera come l’utente in questione giuri che la statistica è relativa a una giornata di scarso utilizzo.

Per il momento non sono sopraggiunte comunicazioni ufficiali da parte di Apple, la quale non si è dunque esposta sulla presunta problematica. I tecnici di Cupertino vogliono comprensibilmente studiare meglio il caso, soprattutto alla luce del fatto che in molti smentiscano di aver riscontrato un problema simile.

Apple dovrebbe realizzare un costoso iPhone satellitare ?

Ciclicamente tornano indiscrezioni sul possibile lancio di un iPhone economico, puntualmente smentite dal fatto che il prezzo elevato del modello di ultima generazione non è certo un ostacolo per vendite da record, mentre i modelli delle precedenti generazioni vengono mantenuti in vendita a prezzi comunque non da saldo.

C’è addirittura chi pensa che Apple dovrebbe realizzare un iPhone ancora più costoso dotato di tecnologia satellitare, in modo da potersi connettere da ogni angolo del mondo utilizzando un unico standard di comunicazione.

Secondo questa visione, l’esclusivo servizio di comunicazione sarebbe fornito dalla stessa Apple che con il suo patrimonio di 125 miliardi di dollari potrebbe tranquillamente acquisire una costellazione di satelliti con soli 3 miliardi di dollari, oppure potrebbe costruirne una di ultima generazione con 5 miliardi di dollari.

 Questa visione è molto affascinate e perfettamente in linea con lo stile Apple, se si pensa che Steve Jobs prima di lanciare l’iPhone aveva pensato ad un dispositivo che si connettesse solo tramite reti WiFi, salvo poi dover ripiegare per il classico GSM, poiché i tempi non erano ancora maturi per una rivoluzione del genere.

Nonostante l’evoluzione tecnologica però i telefoni satellitari hanno ancora alcuni limiti. Le dimensioni dei dispositivi si sono sensibilmente ridotte, il TerreStar Genus ad esempio ricorda nelle forme un Blackberry, ma il problema rimane l’autonomia che non raggiunge le 5 ore di conversazione, inoltre la latenza delle comunicazioni satellitari genera un sensibile ritardo nella conversazione e nella ricezione dei dati.

Un simile dispositivo potrebbe essere venduto da Apple ad un prezzo di circa 1.500 €, un iPhone ancora più esclusivo dedicato sopratutto alle persone che viaggiano per il mondo.

Voi lo comprereste ?

Apple potrebbe presentare l’iPad mini 2 prima del previsto

Secondo quanto riferisce CNET in un articolo, Apple potrebbe presentare e commercializzare l’iPad mini di seconda generazione prima del previsto e quindi non rispettare la solita cadenza annuale.

L’ipotesi arriva dall’analista della società RBC Capital Markets Doug Freedman che questa settimana si trova in Cina per visitare le compagnie di produzione di componenti hardware. Il suo commento lascia intendere che, secondo quanto ha appreso, Apple dovrebbe velocizzare il lancio dell’iPad mini di seconda generazione, pur non sapendo con precisione la possibile data o periodo originale.

Inoltre riporta che nella produzione forniranno materiali e componenti anche l’azienda Texas Instruments che aveva fornito pezzi per dispositivi iOS in passato.

Sarà interessante vedere le mosse di Apple nel 2013 e cosa deciderà a riguardo del suo solito ciclo di aggiornamento hardware annuale, già non rispettato con l’iPad di quarta generazione ad appena sei mesi da quello di terza e forse, stando a quanto dicono le indiscrezioni, con l’iPhone 5S.

Samsung da il via all’ampliamento degli impianti in Texas. Apple è avvertita

Samsung finalizza l’accordo per ampliare il proprio impianto di produzione dei chip. Un aumento di 3.9 miliardi di dollari.

Samsung da il via all'ampliamento degli impianti in Texas. Apple è avvertita.

La guerra a chi realizza l’impianto più grosso sembra essere davvero partita. Alla notizia di un potenziale nuovo impianto di produzione di chip per dispositivi mobili di ieri riconducibile, probabilmente, alla TSMC o alla Foxconn, e quindi indirettamente ad Apple, ecco giungere oggi la notizia per cui Samsung ha ricevuto il via libera in Texas per l’ampliamento del proprio stabilimento.

Cifre davvero elevate per l’operazione che prevede un’estensione importante per quanto concerne l’impianto di produzione di chip in Texas dell’azienda coreana regina degli smartphone. Si parla addirittura di un costo di 3.9 miliardi di dollari che porterebbero alla realizzazione di uno degli impianti più estesi e più importanti presenti nelle regioni statunitensi.

Le prime notizie su tale investimento erano apparse in prima vista nel mese di agosto, e secondo Reuters, Samsung dopo aver completato i propri colloqui con il governo dello stato del Texas ha avuto finalmente il via libera dallo stesso per finalizzare i dettagli e dare vita reale al progetto.

Da parte sua Samsung rimane decisamente evasiva circa l’utilizzo specifico che potrà giovare da tale investimento e non svela nemmeno i possibili futuri suoi clienti ne tanto meno i futuri piani. Tuttavia, si crede che parte del nuovo impianto potrebbe essere utilizzato dall’azienda per fornire gli attuali chipset utilizzati in alcuni dei modelli di iPhone e iPad di Apple, anche se quest’ultima in futuro cercherà di distaccarsi sempre più dal legame con Samsung. Ricordiamo come Apple e Samsung abbiano co-sviluppato il chipset originale A4, ma mentre Apple ha eliminato il coinvolgimento di Samsung nel design viste le passate sentenze giuridiche, l’azienda coreana rimane comunque il partner di produzione principale per Cupertino.

Secondo i piani di Samsung ci si aspetta che il processo di rimozione delle vecchie apparecchiature e l’installazione della una nuova tecnologia possa prendere un tempo di circa sei mesi. Un tempo che prevede anche la formazione dei dipendenti alla nuova esperienza. L’azienda ha comunque anticipato che la nuova espansione non dovrebbe prevedere l’aggiunta di nuovi posti di lavoro per l’area, anche se circa 2.000 dipendenti in più apparentemente risulterebbero necessari almeno in modo temporaneo.

L’impianto del Texas ha raggiunto la piena capacità nel dicembre 2011, con un maggiore investimento per quanto concerne i chip di memoria flash, ultimamente, come sappiamo, molto richiesti con l’uso crescente di ultrabooks, smartphone e tablet. Proprio ieri abbiamo visto come Apple, anche se non direttamente, possa aver messo le mani sulle sue future mosse di allontanarsi definitivamente da Samsung e chissà che il futuro non possa rivelare una vera e propria lotta su questo campo.

Apple rilascia pubblicamente iOS 6.0.2 per iPhone 5 e iPad Mini! [Link al download]

 

Apple ha appena rilasciato pubblicamente una nuova versione di iOS, precisamente iOS 6.0.2. Maggiori informazioni all’interno dell’articolo.

Schermata 2012-12-18 alle 19.49.03

 

Secondo quanto riportato da Apple, l’aggiornamento correggerebbe una serie di bug minori che potrebbero affliggere la connettività WiFi.

Di seguito trovate i link per il download diretto del firmware per i vari dispositivi:

Al momento è possibile scaricare il file di aggiornamento dai link di cui sopra oppure tramiteiTunes, in quanto a causa di un problema momentaneo non è possibile aggiornare l’iDevice viaOTA.

Musclenerd, leader del Dev Team, fa sapere tramite Twitter che i possessori di iPhone 5 e iPad Mini interessati al jailbreak non dovrebbero aggiornare ad iOS 6.0.2 in quanto potrebbero perdere la possibilità di effettuare il jailbreak in futuro.

Whatsapp Messenger per iPhone disponibile gratuitamente in App Store per un tempo limitato

 

Abbiamo parlato spesso di Whatsapp Messenger, chi ormai non la conosce? Pur avendo molti importanti concorrenti continua a mantenere il suo primato come miglior strumento di messaggistica istantanea multipiattaforma e come applicazione più diffusa per questo utilizzo.

E’ stata aggiornata il mese scorso per essere compatibile pienamente con iPhone 5 e iOS 6. Whatsapp per l’ennesima volta si rende gratuita per iPhone per un periodo di tempo limitato e la società lo ha comunicato  mediante twitter. Tramite le notifiche push di iOS saremo informati sempre tempestivamente alla ricezione di nuovi messaggi da amici, colleghi e familiari. Non solo semplici messaggi di testo, ma anche foto, note audio e messaggi video, tutto a costo zero se si dispone di una connessione internet.

 

[DOWANLOAD WHATSAPP]

Logitech Keyboard, tastiera in grado di collegarsi contemporaneamente a più dispositivi iOS, PC e Mac!

Arriva anche in Italia la nuova tastiera Illuminated Keyboard di Logitech, la cui funzione più interessante è data dalla possibilità di collegarla via Bluetooth fino a tre dispositivi contemporaneamente.

L’utente può quindi abbinare la tastiera ad un iPhone, un iPad e un Mac/Pc contemporaneamente, poi basterà premere un tasto per passare direttamente alla scrittura su uno dei tre dispositivi collegati. Il tutto con un semplice click e senza bisogno di ulteriori configurazioni.

La Illuminated Keyboard si contraddistingue anche per i tasti retroilluminati, la ricarica tramite cavo mini-USB e un design molto curato. Il prezzo è un po’ alto, in quanto la tastiera è disponibile in pre-ordine qui al prezzo di 90,90€. Se avete la necessità di usare la tastiera fisica su più prodotti Apple, potrebbe comunque essere una spesa molto interessante.

Al momento la tastiera Logithec appena descritta è disponibile solo in pre-ordine, in quanto arriverà solo nei primi mesi del 2013.

La tecnologia LTE di Tim arriva in 6 nuove città italiane

 

 

A partire da oggi, gli abitanti di Ancona, Brindisi, Catanzaro, Genova, Padova e Trento potranno usare le chiavette USB di TIM per navigare in LTE con i propri MacBook.

tim-lte 4g

 

La nuova tecnologia LTE lanciata da Telecom, al momento, prevede la possibilità di usare alcuni tablet e chiavette specifiche per navigare in mobilità fino a 100 Mbit/s in download e 50Mbit/s in upload. Si tratta di velocità davvero alte, che ora gli utenti TIM potranno sfruttare anche in altre 6 città italiane.

Al momento, gli utenti potranno aderire alle offerte attualmente attive, che prevedono il pagamento di 349€ annui per 20GB di traffico mensili e chiavetta LTE inclusa, oppure 34€ al mese per chi non vuole sottoscrivere l’abbonamento annuale.

Al momento, queste offerte sono attivabili solo su chiavette specifiche e sfruttabili, quindi, su computer portatili sia Windows che Mac. Il fatto, però, che la rete LTE di TIM si stia espandendo anche in città più piccole, significa che nel 2013 potremmo avere delle sorprese anche per iPhone e iPad.

lte

Apple potrebbe acquistire la società olandese TomTom13 Dicembre 2012 con iOS 7 SPERIAMO!!!

 

Nel giorno in cui sono arrivate la mappe di Google su iPhone, arrivano anche indiscrezioni secondo cui Apple, dopo la partnership per la sua applicazione cartografica, avrebbe addirittura intenzione di acquisire la società olandese TomTom.

“C’è il 30% di possibilità che Apple possa acquisire TomTom, società che può contribuire al perfezionamento della copertura cartografica ed all’inserimento di nuove funzionalità nell’applicazione Mappe.”, ha affermato Slob Hans, analista della Rabobank. “TomTom ha bisogno del denaro di Apple e Apple ha bisogno del know-how di TomTom”.

  • Secondo l’analista l’acquisto della società Tom Tom e le loro mappe avranno luce con il nuovo sistema operativo iOS 7.
TomTom per iPhone

Google Maps arriverà presto anche su iPad

 

Google ha rilasciato l’applicazione Maps su App Store, ma solo per iPhone. Presto sarà disponibile anche la versione iPad.

alle dichiarazioni rilasciate in via più o meno ufficiosa da Google e da sviluppatori che stanno testando l’applicazione, vediamo a sapere che Google Maps integra una opzione di transit routing che è linkata direttamente da Mappe di Apple.

Google ha poi creato l’SDK per Google Maps in iOS, che permette gli sviluppatori di integrare le funzioni di Google Maps all’interno delle proprie app, piuttosto che in quelle di Apple. Gli sviluppatori possono farlo in due modi: il primo sfrutta uno schema URL, in modo tale che un’app terza possa lanciare Google Maps per completare una ricerca su un punto di interesse, mostrare una mappa o far visualizzare Street View, ma anche ricevere informazioni su come raggiungere un luogo sfruttando i mezzi di trasporto pubblici. Il secondo metodo prevede l’uso delle apposite API, che consentono agli sviluppatori di integrare informazioni sul traffico e le indicazioni turn-by-turn in app terze collegate a Google Maps.

Per quanto riguarda l’utilizzo dell’applicazione, Google fa sapere che Maps supporta iOS 5.1 e superiori, a partire dall’iPhone 3GS. La funzione di navigazione turn-by-turn vocale, invece, è disponibile solo su iOS 6 e su iPhone 4S e successivi.

Google ha anche ammesso che questa versione per iOS è addirittura migliore della controparte realizzata per Android, soprattutto in termini di design. La stessa Google fa sapere che presto sarà rilasciata una versione per iPad.

12/12/12 alle 12.12.12 i vecchi iPhone ricevono una nuova linfa: Whited00r 6.0

Whited00r è il più famoso tra i firmware alternativi ad iOS ed è dedicato ai modelli di iPhone che non supportano i nuovi aggiornamenti di Apple. Oggi è stata rilasciata la nuova versione 6.0 che si ispira ad iOS 6. Scopriamone i dettagli.

Da circa due anni Whited00r.com é il punto di riferimento per i possessori di iPhone 2G, iPhone 3G, iPod Touch 1G e iPod Touch 2G, perché è il luogo virtuale dove trovare supporto dedicato e totalmente gratuito per questi dispositivi più datati. Grazie ai firmware sviluppati da Whited00r si possono migliorare le prestazioni del dispositivo ed avere le features presenti solo su versioni iOS più recenti, non rilasciati ufficialmente da Apple per dispositivi di prima generazione.

Oggi, 12/12/12 alle ore 12:12:12 GMT è stata rilasciata la versione Whited00r6 che introduce una serie di novità grafiche e funzionali che ricordano iOS 6. Di seguito il comunicato:

L’importanza di Whited00r.com é sempre più consistente: la piattaforma vanta ad oggi oltre 15.000 visitatori unici giornalieri, circa 3.000 download del firmware ed oltre 1.000 attivazioni di nuovi device ogni giorno. Dalla sua nascita ha ricevuto oltre 4.000.000 di visitatori provenienti da 221 paesi di tutto il mondo.
“Lo staff di Whited00r.com é lieto di annunciare Whited00r6: major update per tutti i device Apple più datati”, comunicano i membri del development team di Whited00r. “Questo risultato è stato raggiunto grazie al supporto di tutti gli utenti che hanno lavorato e aiutato all’interno del forum” hanno poi aggiunto. La relase ufficiale è fissata per il 12/12/12 alle ore 12:12:12 GMT.
Whited00r6 offre un ambiente molto simile all’aggiornamento software ufficiale iOS6 disponibile da quest’anno per i dispositivi di ultima generazione. Whited00r6 é completamente rinnovato rispetto alla precedente versione e racchiude più di due anni di lavoro se confrontato con l’ultimo firmware rilasciato ufficialmente da Apple per iPhone 2G, iPhone 3G, iPod Touch 1G e iPod Touch 2G.
strumento per la condivisione sui social networks ed un nuovo strumento per la gestione avanzata delle prestazioni del dispositivo.
Whited00r6 si pone come alternativa al firmware originale Apple sia per un’utenza inesperta (garantendo facilità nell’installazione) sia per utilizzatori avanzati.
Whited00r.com ha avviato una collaborazione con “AppTimeMachine.com”, piattaforma online che raccoglie tutte le applicazioni compatibili con i dispositivi più datati con l’obiettivo di risolvere il limite che comprendeva anche la precedente versione: la mancanza di apps compatibili con firmware non aggiornati. L’utente Whited00r6 può accedere contemporaneamente sia all’AppStore sia allo store alternativo dove sono raccolte tutte le applicazioni testate su iPhone 2G, iPhone 3G, iPod Touch 1G e iPod Touch 2G.

Le features principali introdotte in Whited00r6 sono:

  • Controllo vocale simile ad “Apple Siri”
  • Accesso diretto allo store mobile “AppTimeMachine.com”
  • Menù condivisione per “Safari” e “Immagini” come su iOS6
  • Applicazione “Promemoria” versione iOS6
  • Cartelle
  • Immagine di sfondo sulla “HomeScreen”
  • Registrazione video ad alta qualità su iPhone
  • Backup applicazioni su “Dropbox” (simile ad iCloud)
  • Abilitazione MMS e Tethering anche su iPhone2G
  • Utili bookmarklets integrati in “Safari” (funzione “Reader”, “Trova nella Pagina”, ..) – suite di strumenti da riga di comando per le personalizzazioni avanzate

Nel seguente video vengono presentate tutte le novità:

Quindi davvero tante novità che permettono ai possessori di iDevice che non supportano iOS 6 di avere comunque delle funzionalità interessanti, senza però compromettere le prestazioni, anzi il team di sviluppo di Whited00r è riuscito ad applicare un’ottimizzazione globale grazie ad un’accurata disabilitazione di servizi di sistema, quindi un iPhone3G con installato Whited00r6 può avvicinarsi e quasi eguagliare le prestazioni di un iPhone 3GS originale.

L’aggiornamento è completamente GRATUITO ed è compatibile con iPhone 2G,iPhone 3GiPod Touch 1GiPod Touch 2G ed è disponibile sul sito ufficiale di Whited00r, in particolare seguendo QUESTO link troverete le istruzioni per installarlo

Adattatore da Ligthning a Micro USB in regalo con iPhone 5, ma solo in Cina

Gli acquirenti in Cina che potranno acquistare il nuovo iPhone 5 a partire dal prossimo 14 Dicembre, riceveranno nella confezione originale anche un adattatore da Ligthning allo standard micro USB, indubbiamente più utilizzato. Sarà così anche da noi in futuro?

 

iPhone 5 sarà commercializzato in Cina fra due giorni, a partire dal 14 Dicembre prossimo. Come riportato in questa notizia apparsa nei giorni scorsi nelle nostre pagine, sono stati più di 300.000 i preordini effettuati sul suolo cinese, per quanto riguarda il solo principale partner commerciale di Apple in Cina, China Unicom.

I fortunati consumatori cinesi avranno in regalo un adattatore composto dall’ingresso maschio Lightning, e dallo slot posteriore femmina Micro-USB. Sappiamo che in Cina lo standard summenzionato è estremamente diffuso, ancor più che in Europa. La fortissima presenza del mercato Android (che supporta ormai il micro USB come standard) su suolo asiatico ha probabilmente determinato la scelta di introdurre l’adattatore nella confezione originale senza spese aggiuntive.

 

Lo stesso adattatore è offerto in Italia al prezzo di 19 € ed è acquistabile sullo store online Apple a questo indirizzo.

micro usb lighting adattore

I prodotti Apple costano ogni anno 440$ alle famiglie americane

 

Nonostante il Fiscal Cliff, gli americani spendono 440$ ogni anno per l’acquisto di prodotti Apple. È quanto emerso da un’analisi condotta da Reuters: gli americani sembrano “autoinfliggersi” una tassa-Apple periodicamente, senza sembrarne però assolutamente delusi.

 

È quanto si evince dalle analisi apparse su Reuters in questi giorni: gli americani si lamentano per il possibile aumento delle tasse che potrà avvenire già dal prossimo anno, ma sembrano felici di spendere centinaia di dollari l’anno per prodotti considerabili tranquillamente non indispensabili.

Alle spese per i prodotti veri e propri dobbiamo aggiungere quelle su iTunes Store, giochi, film, abbonamenti a vari servizi a pagamento ed accessori. Inoltre a questi bisogna aggiungere i costi per il rimpiazzo dei vecchi prodotti obsoleti o rotti. In una famiglia con tanti bambini, ad esempio, bisogna considerare le esigenze tecnologiche di ognuno di essi, rendendo il potenziale esborso praticamente oneroso come una sorta di tassa “autoinferta”.

È il caso di Sam Martorana, citato nell’articolo di Reuters: Sam lavora per la linea aerea WestJet, e la sua famiglia è composta da tre esponenti. A casa sua ci sono almeno nove prodotti Apple, fra cui tre MacBook, due iPhone, due iPad e due iPod, totalizzando una spesa complessiva di oltre 5.000 dollari, di cui 700 nel corso dell’ultimo anno.

Il motivo? Martorana è letteralmente innamorato dei prodotti della società di Cupertino e sembra non essere assolutamente un caso isolato. La spesa media annua per i prodotti Apple ammontava a poco più di 150 dollari nel corso del 2007, prima della presentazione di iPhone. Nel 2010 il valore è cresciuto fino a 295$ per arrivare nel 2011 a 444$. Si ipotizza una crescita fino a 888$ entro la fine del 2015.

Segno che nonostante la crisi, e il potenziale aumento di tasse del prossimo futuro, le famiglie americane non riescono a rinunciare agli ultimi gadget tecnologici di Apple. Una situazione simile, considerate le vendite dei prodotti tecnologici in generale, sussiste in tutto il resto del mondo. Il trend lanciato da Apple nel 2007 ha creato mode e tendenze che non vogliono cessare di esistere, aumentando esponenzialmente il valore del mercato di anno in anno.

E voi? Fareste delle rinunce pesanti per riuscire ad avere gli ultimi gadget tecnologici?

Apple produrrà un iPhone economico per contrastare il Nexus 4? | Rumors

Nascono nuove indiscrezioni su un potenziale smartphone low cost di Apple, questa volta da parte di un analista di Jefferies. Sarà basato su iPhone 4, avrà in dote componenti più moderne e performanti, ma dal costo inferiore.

 

Dopo iPad mini, che sostanzialmente potremmo definire come una versione più piccola ed economica del tablet Apple standard da 10″, nascono alcune indiscrezioni riguardo ad un ipotetico iPhone low cost. L’analista di Jefferies che ha diramato la notizia dichiara che il colosso di Cupertino sta ancora valutando l’ipotesi di uno smartphone economico, soprattutto dopo la presentazione di Nexus 4, venduto in alcuni paesi a meno di 400$.

Del nuovo iPhone vengono dichiarate anche le caratteristiche essenziali: sarà basato su iPhone 4 (probabilmente avrà un’estetica non troppo dissimile), ma le componenti interne saranno più moderne ed economiche. Questa modifica permetterà ad Apple di ridurre il costo di produzione per poterlo posizionare intorno ai 250$ ed avere lo stesso margine di guadagno nella vendita.

La strategia di Cupertino sarebbe quella di realizzare uno smartphone low cost in modo da non cannibalizzare il mercato degli altri modelli già esistenti. La presentazione di un iPhone a 250$ sarebbe una manovra un po’ particolare per Apple, azienda che si contraddistingue dalla massa proprio per le sue produzioni di qualità e ricercate. Difficilmente, in passato, Apple si è abbassata al volere del mercato, preferendo addirittura la formazione da zero di nuovi trend.

Queste manovre, già avute soprattutto con iPod ed ultimamente con iPad, darebbero la sensazione che Apple voglia adeguarsi agli standard dei suoi competitor, e non elevarsi a produttore “illuminato” come piaceva tanto al vecchio CEO Steve Jobs.

Foxconn sarebbe già pronta per la produzione del nuovo smartphone economico di Apple, che potrebbe richiedere paurosi ritmi di vendita, nell’ordine delle 200/300.000 unità giornaliere. Ed, in effetti, sarebbe quantomeno sbagliato rinunciare ad una simile quota di mercato.

Vedremo come finirà, e voi? Sareste allettati da un iPhone economico?

-il mio pensiero: Io sono il primo favorevole all’ estensione dei prodotti Apple, ma sinceramente, nonostante un iPhone economico farebbe piacere a chiunque, se Apple facesse un iPhone economico perderebbe molti clienti anche solo per una questione psicologica: Apple è sempre stata conosciuta come la produttrice di smartphone raffinati, e abbassandosi al livello di altre marche potrebbe far valere il proprio iPhone più scadente e mediocre di un qualsiasi altro smartphone!

iPhone 5S a giugno, con nuova fotocamera e più colori

 iphone-5s

Per gli analisti iPhone 5S a giugno, con nuova fotocamera e più colori

Come riportato da 9to5Mac, un importante analista economico ha parlato del futuro iPhone e della possibilità concreta di avere un 5S già dal prossimo giugno, con Apple che ritornerebbe all’antico presentando il nuovo smartphone prima dell’estate, e non in autunno come successo nel 2011 e nel 2012.

Il nuovo iPhone 5S avrebbe un aspetto identico all’attuale modello, ma con una fotocamera migliore e la compatibilità con la tecnologia NFC per i pagamenti elettronici, oltre ad uno schermo ancora più dettagliato. Ancora, secondo l’analista, Apple introdurrebbe per la prima volta nuovi colori per l’iPhone 5, in pieno stile iPod touch.

Queste sono le semplici previsioni di un’analista, ma un iPhone colorati a voi piacerebbe?

iPad Mini e iPhone 5 si preparano al Natale

Il Natale è ormai alle porte e molto probabilmente, nonostante la crisi, saranno molte le persone che acquisteranno un prodotto Appleper farsi un regalo oppure per regalarlo ai propri figli, parenti e amici.I prodotti più richiesti dagli appassionati sono il nuovo iPad Mini e l’ iPhone 5, due dispositivi Apple dal prezzo maggiore rispetto alla concorrenza ma che, nonostante tutto, restano i più apprezzati e i più ricercati.

Apple si è già mobilitata per cercare di reggere alla domanda che ci sarà in questi giorni da parte dei suoi clienti, sul sito dell’ Apple Store infatti possiamo notare come i tempi di spedizione dell’ iPhone 5siano diminuiti di molto, adesso i tempi di attesa sono di 1-3 giorni a differenza di qualche tempo fa in cui l’attesa superava anche le 3 settimane.
Stessa cosa riguardante il nuovo iPad Mini, i tempi di attesa sono di 2 settimane, forse un po’ troppo alti ma probabilmente potrebbero arrivare in tempo a chi vorrebbe riceverli prima di Natale.

Quando venne presentato l’ iPad Mini, furono fatte delle critiche abbastanza pesanti a questo tablet da 7 pollici. I motivi principali di queste critiche furono due: il prezzo e la risoluzione del display.
Il prezzo infatti risulta essere maggiore rispetto alla concorrenza, molti tablet da 7 pollici infatti vengono venduti ad un prezzo minore rispetto ai 329€ dell’ iPad Mini da 16 GB solo WiFi, un esempio può essere il Nexus 7 di Google che, attualmente, viene venduto a 199€ per la versione da 16 GB solo WiFi, si tratta di 129€ di differenza.
Anche le critiche sulla risoluzione del display sono state tante, i 1024×768 pixel non sono andati a genio a molti fan della Apple reputando questo schermo molto meno “performante” rispetto ai famosi Retina Display presenti in tutti gli ultimi dispositivi portatili dell’azienda di Cupertino.

La scelta della risoluzione dell’ iPad Mini è legata alle applicazioni, sarebbe stato rischioso infatti creare una nuova risoluzione per l’ iPad Mini perché tutte le applicazioni per iPad non sarebbero state compatibili e ci sarebbero voluti molti mesi affinché la maggior parte degli sviluppatori le abbiano aggiornate, ecco perché la scelta di una risoluzione più bassa ma compatibile con la attuali applicazioni.
Discorso inverso invece per iPhone 5 che, con la sua nuova risoluzione 1136×640, ha dovuto fare affidamento agli sviluppatori affinché aggiornassero le loro applicazioni per renderle compatibili anche con la nuova risoluzione. Ad oggi sono tante le applicazioni compatibili con la risoluzione per iPhone 5 e giorno dopo giorno sono sempre di più gli sviluppatori che effettuano l’aggiornamento.

iPhone 5 e iPad Mini sono tra gli oggetti più desiderati di questo Natale, sicuramente venderanno tanto e saranno tra i regali più apprezzati dagli appassionati di tecnologia. Il prezzo? Purtroppo Apple non fa sconti e il prezzo è invariato, 729€ per l’ iPhone 5 da 16 GB e 329€ per l’ iPad Mini da 16 GB solo Wifi.

Furto al Apple Store di Torino

E’ trascorso poco più di un mese dall’apertura del secondo Apple Store di Torino, il più grande che abbiamo in Italia, ed oggi siamo qui a comunicarvi che ieri notte il negozio è stato svaligiato. I ladri hanno forzato le saracinesche dell’entrata principale del negozio, eludendo i sistemi di allarme in pieno centro città, ed hanno portato via tutta la merce esposta tra iPhone, iPad e diversi modelli di computer Mac. Sono ancora incerti i dettagli su questa vicenda ma i carabinieri indagano. Troppo presto anche per una stima provvisoria dei danni. Vi terremo aggiornati.

Pointstic

Vi abbiamo già parlato di Pointstic, una bella ed innovativa applicazione per iPhone che riesce a premiare i propri utenti con premi reali attraverso delle piccole sfide che possiamo considerare dei “giochi” nella vita di tutti i giorni. L’applicazione è stata recentemente aggiornata, perfezionandosi ulteriormente, ma prima di passar al changelog cerchiamo di capire per bene come funziona.

  

Pointstic è una sorta di caccia al tesoro nel mondo reale. Si basa sulla scansione dei codici a barre di alcuni prodotti selezionati e permette, in questo modo, di accumulare dei punti. Un altro sistema per accumulare punti è quello effettuare dei check-in in determinati luoghi o negozi. La particolarità più bella di quest’applicazione è rappresentata dalla possibilità di convertire i punti in premi, che verranno spediti direttamente a casa, in tempi brevissimi.

Accumulare punti è veramente semplice ed esistono molteplici premi il cui punteggio è facilmente raggiungibile. Pensate che per ottenere una iTunes Gift Card in omaggio è sufficiente accumulare soltanto 1500 punti.

Una volta avviata l’applicazione per la prima volta, ci troveremo di fronte alla schermata che raccoglie tutte le sfide disponibili. Ogni sfida ha una validità limitata e potremo portarla a termine soltanto prima dello scadere del tempo. In linea di massima le sfide sono basate sulla scansione del codice a barre di determinati prodotti come ad esempio un pacco di biscotti, una confezione di caffè, un tubetto di dentifricio e così via. Basterà selezionare la missione che vogliamo eseguire, puntare l’iPhone sul codice a barre e lasciare tutto il resto del lavoro all’applicazione che, attraverso la fotocamera, esaminerà il codice e ne verificherà la validità. Ogni missione portata a termine ci darà dei punti, portandoci alla soglia necessaria per richiedere un premio a scelta, all’interno del vasto catalogo.

Con la nuova versione 1.2 sono state aggiunte:

  • Nuove missioni, nuove azioni e soprattutto l’aggiunta di premi che possono essere riscossi immediatamente!
  • L’ottimizzazione per il display dell’iPhone 5
  • Delle migliorie per la geolocalizzazione
  • L’integrazione nativa con Facebook sfruttando le API di iOS 6.0.
  • Le notifiche Push per essere avvisati quando un amico si iscrive grazie ad un proprio invito

L’aspetto più interessante di Pointstic sta nella possibilità di ricevere ben 150 puntiogni qual volta inviterete un amico a provare l’applicazione. I 150 punti, non verranno regalati soltanto a chi emette l’invito, ma anche a chi lo riceve e lo accetta, installando l’applicazione per la prima volta tramite l’invito stesso!

Con gli inviti, vincere un premio reale è ancora più semplice

Grazie agli inviti, riuscirete ad arrivare facilmente al traguardo che desiderate, riscuotendo il primo regalo! Se volete ricevere un invito a Pointstic, iniziando quindi la vostra avventura in questo gioco a premi con un saldo di 150 punti anzichè zero. commentate qui sotto e provvederò ad inviarvi l’invito tramite Facebook in pochissimo tempo.
Dopo aver scaricato l’applicazione tramite il mio invito, avrete un saldo di 150 punti ed anche voi, a vostra volta, potrete invitare i vostri amici di Facebook, guadagnando 150 punti a persona.

Note: Gli inviti possono essere inviati soltanto a persone che non hanno mai installato l’applicazione prima d’ora. Chi l’ha già provata non ha più modo di ricevere i 150 punti tramite il mio invito. Per poter lasciare un commento a questo status, è necessario essere “amici” su Facebook.. siete liberi di aggiungermi. Solo dopo avermi aggiunto vi funzionerà il link per accedere direttamente allo status da commentare.

L’aspetto virale di quest’applicazione è veramente alto e rappresenta un notevole punto di forza ben congeniato. Utilizzarla è divertente e inoltrare inviti non costa nulla mentre i vantaggi e i premi sono reali e vengono spediti direttamente a casa vostra, quindi se non lo avete ancora fatto.. cosa aspettate a provarla?

Come risolvere i problemi con la luminosità automatica dello schermo su iOS 6

 

Uno dei problemi che spesso affliggono i nostri iPhone è la funzione Luminosità automatica che spesso non lavora in maniera corretta, specialmente quando passiamo ad ambienti molto luminosi. Quello che vi mostriamo oggi è un “trucchetto” che però servierà a ricalibrare tale opzione garantendone di nuovo il corretto funzionamento.

Questo problema sembra affliggere quei dispositivi che si sono aggiornati ad iOS 6. Per ricalibrare la funzione non dovrete far altro che seguire questi pochi e semplici passaggi:

1. Recatevi in una stanza buia o poco illuminata.

2. Andate su Impostazioni > Luminosità e sfondo

3. Disabilitate l’opzione Luminosità automatica

4. Ora regolate manualmente -tramite l’apposito slider- il livello della luminosità che desiderate avere in quella situazione. Avendo seguito il punto 1, vi troverete quindi in una stanza scura o poco illuminata. Impostate il livello di luminosità per voi adeguato a questa particolare situazione.

5. Riabilitate l’opzione Luminosità automatica

6. Accendete la luce della stanza.

7. Lo slider si muoverà in maniera automatica auto-regolandosi alla nuova situazione, grazie al sensore dell’iPhone.

Questo significa che il sensore è stato ricalibrato e d’ora in avanti non dovreste più avere problemi.

 

iTunes 11: Ecco le 6 funzioni che Apple ha eliminato dalla nuova versione del Player

 

iTunes-11 funzioni rimosse rispetto a iTunes 10.7

 

Arriva iTunes 11: nuovo look, nuove caratteristiche e nuove funzionalità. Tutte queste innovazioni però, hanno portato l’azienda di Cupertino a rinunciare ad alcune cose, rimuovendole dalla nuova versione del player multimedialepiù famoso al mondo. Andiamo a scoprire insieme a cosa dovremo rinunciare utilizzando iTunes 11.

Cover flow: è stata la caratteristica predominante di iTunes 7 nel 2006. Questa funzione ha permesso di mettere le copertine degli album in “flusso” tutte assieme, consentendo di passare dall’una all’altra con una bella animazione. La Apple ha completamente abbandonato l’idea di Cover flow in iTunes 11 per proporre un nuovo sistema molto più simile alle “Cartelle” di iOS. Infatti, non appena cliccheremo su un album, questo si espenderà per mostrarci i brani contenuti al suo interno. La funzione Cover flow rimane però su iPhone e iPod.

La de-duplicazione: Organizzando la musica è possibile imbattersi in qualche duplicato all’interno della propria libreria. Da impostazione predefinita, iTunes non consente di ri-aggiungere un altro file musicale se questo è già preesistente, ma a volte possiamo avere due file diversi per una stessa canzone, insorgendo nel suddetto problema. Già con iTunes 10.7 e precedenti, Apple aveva messo a disposizione uno strumento in grado di riconoscere i duplicati e metterli in una sola pagina. In iTunes 11 questa funzione non è più presente.

iTunes DJ: una funzione che ci permetteva di mettere insieme una lista infinita di brani in un sol tocco. Avevamo anche la possibilità di modificare i brani per evitare di riprodurne qualcuno un po’ imbarazzante all’interno della libreria, limitando la selezione ad una certa playlist o ad un determinato genere. La cosa divertente inoltre, era rappresentata dal fatto che durante una festa, ad esempio, gli invitati potevano fare richiesta di una canzone in particolare, aggiungendola alla Playlist dal loro dispositivo ed anche votarla, rendendo tutto più social! In iTunes 11 questo non è più possibile.

 

Finestre multiple: una delle funzioni preferite dagli utenti era rappresentata dalla possibilità di aprire finestre multiple; cosa molto utile, soprattutto nel caso in cui si voglia fare un po’ di multitasking come ad esempio ascoltare la radio su Internet mentre è in riproduzione una playlist, il tutto mantenendo le due azioni separate. Allo stesso modo, con iTunes 10 era possibile navigare nell’AppStore in una finestra separata rispetto a quella della gestione dell’iPhone. Adesso tutto questo non è più possibile e siamo limitati ad una sola finestra in cui avviene tutto. Per passare all’AppStore dalla schermata di gestione dell’iPhone, dovremo cliccare il tasto “Fine”, chiudendola del tutto.

iTunes Sidebar: Apple ha rimosso la barra laterale destra, che conteneva le raccomandazioni Genius. Sostanzialmente, durante la riproduzione di un brano, all’interno di questa barra potevamo conoscere altre canzoni “affini” presenti sullo Store. Era quindi possibile effettuare l’acquisto ed appassionarsi a nuova musica appena scovata. Con iTunes 11 invece, le raccomandazioni Genius sono rimaste ma sono legate esclusivamente ai brani presenti nella propria Libreria. E’ sufficiente cliccare sulla freccia accanto al titolo della canzone in riproduzione per poi selezionare “Avvia Genius” e mettere in elenco di riproduzione tutti i brani correlati sfruttando Genius. Non verrà invece più suggerita la musica da acquistare tramite lo Store.


L’unico modo per ottenere nuova musica basandosi sui brani correlati (che Apple ottiene in base agli acquisti multipli effettuati dai vari clienti) è quello di passare al sistema di visualizzazione “Album” e di cliccare il tasto “Nello Store”, per visualizzare nella quarta colonna proprio quello che cerchiamo.. un sistema tutt’altro che intuitivo, rispetto alla precedente barra laterale destra, che visualizzava risultati più precisi e legati ai propri gusti (Genius) in maniera del tutto automatica e non su richiesta.

Mini Player: il mini lettore introdotto con iTunes 11, ci permette di avviare una ricerca e di visualizzare le copertine degli album. Qui mancano un paio di cose come la possibilità di regolare velocemente il volume con una manopola a portata di mano e l’indicatore del progresso che mostra a che punto è arrivato il brano. E’ comunque possibile visualizzare queste informazioni anche se con qualche azione in più come ad esempio fare click sull’icona Air play oppure attraverso la copertina dell’album.

Vi ricordiamo infine, che è possibile riattivare la vecchia barra laterale sinistra su iTunes 11, utilizzando le informazioni che vi abbiamo fornito in questo articolo.