Hackintosh: La guida completa per installare OS X su qualsiasi PC Intel-Based

mac

Fare una precisazione ad inizio articolo, prima di addentrarci in argomentazioni più o meno tecniche, è doveroso. Non tutti i nostri lettori, infatti, conosceranno il termineHackintosh, un modo come un altro per definire un computer che non sia un Mac, con a bordo il sistema operativo desktop made in Cupertino.

La procedura è possibile grazie ad alcuni tool presenti sul sito ufficiale ditonymacx86,una community indipendente che da sempre si occupa della realizzazione di software atti a questo scopo.

Ma com’è possibile installare OS X su un PC non Mac

? Dopo il lontano giugno 2005, quando al Worldwide Developers Conference Apple annunciò il passaggio dai processori PowerPC a quelli Intel, si è resa pressoché nulla la differenza tra un personal computerMac ed uno IBM compatibile x86. [fonte Wikipedia]

Ora è arrivato il momento di capire come sia possibile installare OS X Mountain Lion sul nostro PC con processore Intel. Vediamolo in dettaglio come fare e quali sono i requisiti indispensabili leggendo l’intera guida:

Annunci

CleanMyMac 2 Free Full + ITA Download – Torrent [VIDEO GUIDA]

SEGUIRE ATTENTAMENTE OGNI PASSAGGIO DEL VIDEO!

Download CleanMyMac 2 Craked:

-1º- http://www.mediafire.com/?ig1jd37wntpbsoj

-2º- https://mega.co.nz/#!sZhAQCbL!Swb4lj9s2E0O4OWkGTFb_20gO4hiubmGRYKEX1eIa58

Download CleanMyMac 2 – Demo ITA:

http://macpaw.com/landings/land130?ca…

Siri iOS6 in Italiano su tutti i device in soli 10 passi

Siri iOS6 in Italiano su tutti i device in soli 10 passi

 

Di recente abbiamo ricevuto motlissime richieste in merito ad un possibile porting di Siri in Italiano da iOS 6 a iOS 5, e molti utenti ci hanno proposto tramite il forum le soluzioni più disparate. Oggi, grazie al lavoro del nostro staff e soprattutto grazie al lavoro di Datrix, siamo felici di annunciarvi che esiste una soluzione: pratica, sicura, gratuita e perfettamente funzionante.

 

Prima di procedere con le spiegazioni, lasciateci fare alcune precisazioni doverose per rassicurare gli utenti e meglio inquadrare quanto stiamo per proporvi:

1)      Alcuni utenti ci hanno informato – e potrebbero obiettare – che SiriPort è già disponibile come Porting di Siri iOS6 funzionante: se da un lato questo è vero, dall’altro bisogna tenere conto che stiamo parlando di un software Beta  le cui garanzie di sicurezza sono pressocchè nulle. Non solo i server sono situati in Russia – e dei server russi ci fidiamo poco ;) – ma non è possibile avere alcun controllo sull’indirizzo proxy utilizzato in quanto non è possibile conoscerne l’indirizzo reale né il metodo di trasmissione dati ( se http o https ).

2)      Questa soluzione è completamente gratuita  e come unico passaggio obbligatorio prevede la registrazione presso il forum dello sviluppatore (cosa che tra le altre cose può tornarvi utile in caso di richieste di assistenza ).

3)      Questa soluzione inoltre incorpora la funzione di dettatura vocale in italiano perfettamente funzionante e senza l’utilizzo di ulteriori tweak.

4)      Il funzionamento della presente guida è garantito soltanto per iOS 5.  I metodi descritti di seguito sebbene possano anche essere implementati su dispositivi montanti iOS6 non sono ancora stabili e non permettono l’utilizzo adeguato di Siri per i dispositivi con il suddetto sistema operativo. Se volete provare ad eseguire la procedura fatelo pure, ma sappiate che non possiamo garantirvi assistenza o supporto in caso di problemi.

Concluse le premesse, procediamo con i  passaggi necessari all’attivazione di Siri in Italiano proveniente da iOS 6 sui nostri dispositivi.

 

Passaggio N° 1 : Rimozione dei vecchi file

Prima di poter installare questo nuovo porting sarà necessario rimuovere ogni traccia di eventuali software precedenti, inclusi tweak e proxy ad essi correlati.

A seconda del porting che abbiate installato, non importa quale sia, procedete alla sua rimozione tramite la scheda Gestione à Pacchetti se utilizzate Cydia su iPhone) oppure tramite la schedaInstallato (se utilizzate Cydia su iPad).

Dovrete inoltre rimuovere il certificato associato al porting da voi utilizato e per farlo seguite i seguenti passaggi:

1)      Recatevi in Impostazioni

2)      Aprite la scheda Generali

3)      Scorrete la lista fino alla voce Profilo

4)      Selezionate il pulsante rosso Rimuovi accanto al nome del certificato da rimuovere e confermate.

Al termine dei vari riavvi necessari, vi suggeriamo di utilizzare iCleaner per ottenere una pulizia approfondita e che vi assicuri di non mantenere in memoria vecchi file o impostazioni oramai inutili.

Vi ricordo che iCleaner è disponibile gratuitamente tramite la repository di BigBoss ;)

Passaggio N° 2: Rimozione delle repository inutilizzate

Per completare il passaggio N° 1 dovrete procedere anche alla rimozione definitiva della repository dalla quale avete installato i file per il porting di Siri utilizzato in precedenza. In questo modo sarete certi di non avere file inutilizzati sul vostro sistema che potrebbero compromettere il buon funzionamento di questo nuovo porting.

Passaggio N° 3: Aggiunta della repository ufficiale per il porting

Ringraziamo lo sviluppatore Bassam Kassem  unitamente al team di sviluppo che include Ahmed Hisham Mansour e PomSmart, per aver reso disponibile questo ottimo porting disponibile attraverso la sua repository presso l’indirizzo:

cydia.bassamkassem.com

ATTENZIONE: A causa delle numerose richieste, la repository dell’autore potrebbe essere temporaneamente offline e pertanto la sua aggiunta tramite cydia potrebbe risultare in una serie alquanto varia di errori. Nel caso in cui foste inabilitati all’aggiunta della suddetta, vi preghiamo di avere pazienza e di riporvare nel corso delle ore successive.

Aggiungete dunque l’indirizzo di cui sopra alle vostre Sorgenti di Cydia e attendete il completamento dell’operazione.

Passaggio N°4 : Installazione del porting

Terminata l’aggiunta della repository di cui al passaggio N° 3 potete procedere all’installazione del pacchetto denominato [Ac!D]Siri : naturalmente i possessori di iPad dovranno installare l’apposita versione denominata [Ac!D]iPad.

Il download potrebbe impiegare dai due ai cinque minuti, a seconda della velocità della vostra connessione, e al termine della procedura vi verrà chiesto di procedere al riavvio del dispositivo.

Per alcuni terminali potrebbero verificarsi dei problemi, a seguito dell’installazione di [Ac!D], inerenti la scomparsa di applicazioni ( mail, contatti, safari ) : questi ultimi sono dovuti ad altri tweak installati che mal si integrano con il porting di Siri. Non disponiamo – purtroppo – di una lista magica da potervi fornire per sapere con esattezza quali tweak rimuovere prima di installare [Ac!D] : in linea di massima ribadiamo il nostro avviso circa l’installare lo stretto indispensabile tramite Cydia, evitando di sovraccaricare il vostro dispositivo.

Passaggio N° 5(alpha) : Recupero del Certificato per i vecchi utenti

Moltissimi utenti ci hanno contattato a seguito della perdita del certificato ( sia a causa di ripristini improvvisi sia a causa di interventi maldestri in caso di temporaneo shut-down del server ) chiedendoci come fare per recuperarlo.

Fino ad oggi purtroppo eravamo impossibilitati ad aiutarli a causa dei problemi che sta avendo il forum per le registrazioni al proxy, ma da oggi è possibile ri-scaricare il certificato e tornare così ad usufruire delle funzionalità di siri.

Attenzione: questa procedura è valida soltanto per gli utenti che abbiano già completato la procedura di registrazione – come descritto di seguito – in passato. Gli sviluppatori stanno lavorando ad un sistema che non richieda la registrazione dell’UDID ma per il momento è ancora inattivo ed in fase di test. Appena ci saranno novità provvederemo ad aggiornare il presente articolo.

Scaricate il certificato ( tramite Safari ) dal presente link:

Download Certificato

Una volta installato, ricordatevi di utilizzare prima la lingua Inglese per far ripartire Siri e poi potrete passare alla lingua Italiana.

Vi ricordo che tutti i dettagli e le procedure sono le stesse della presente guida, e dunque quelle che tutti conoscono: se Siri non risponde subito, o se la lingua italiana non funziona al primo tentativo rileggete tutti i commenti per trovare le risposte.

Passaggio N° 5 : Ottenere il codice UDID del proprio dispositivo

L’indirizzo UDID è necessario al fine di abilitare il vostro dispositivo alla corretta fruizione dei servizi di proxy per Siri. Per ottenerlo potete seguire indipendentemente uno dei due metodi elencati di seguito.

Metodo Manuale:

    • Collegate il vostro dispositivo al PC/Mac
    • Avviate iTunes manualmente nel caso questo non si avvii in automaticamente
    • Quando il dispositivo verrà visualizzato nella lista dei dispositivi fate click sul suo nome nella lista posizionata nella colonna di sinistra
    • Accederete così alla pagina di riepilogo del dispositivo, dove verrà visualizzato il suo numero di serie: facendo clic una volta sul numero seriale con il tasto sinistro del mouse apparirà il vostro indirizzo UDID
    • Premere CTRL+C (oppure sul MAC COMMAND+C) per copiare l’identificativo nella clipboard e poterlo così utilizzate in seguito.

Metodo Automatico:

  • Procedete al download dell’applicazione gratuita UDID Sender

 

icon
UDID Sender

Inside Root Med…

UtilityGratisDownload

 

  • Una volta aperta, procedete a selezionare l’opzione “Copy UDID to Clipboard” ( se state utilizzando un iPhone ) oppure selezionate l’opzione “Send UDID via E-Mail” (se state utilizzando un iPad e preferite sfruttare il browser del computer per il passaggio successivo).

Passaggio N° 6(a) – Per possessori di iPhone : Registrazione del Proxy

Il presente passaggio è rivolto a tutti i possessori di iPhone e permette di ottenere la necessaria autorizzazione all’utilizzo del proxy gratuito funzionante con Ac!D Siri.

Recatevi dunque all’interno dell’applicazione nativa Impostazioni, e scorrete la lista dei tabs fino a visualizzare la voce [Ac!D] Free Proxy, così come mostrato dall’immagine seguente:

Selezionate la voce indicata e procedete a compilare tutti i campi proposti ( in particolar modo quelli marcati come fondamentali ).

Nota Bene: la presente tab è disponibile solo su iPhone, e non su iPad. Pertanto i possessori di iPad sono pregati di seguire il passaggio successivo a loro dedicato.

Inserite nell’apposito campo UDID il numero di serie ottenuto nel passaggio precedente, e procedete alla registrazione.

Per gli utilizzatori di indirizzi gmail con alias: è fortemente sconsigliato l’uso di un indirizzo con alias durante la fase di registraizone, in quanto potrebbe creare problemi con la procedura di verifica dell’account.

Al termine della procedura vi sarà inviata una mail per la convalida dell’account: seguite il link in essa riportata ed effettuate l’accesso al sito direttamente dal browser Safari del vostro dispositivo.

 

Passaggio N° 6(b) – Per possessori di iPad : Registrazione del Proxy

Su iPad non è disponibile il collegamento rapido al form di registrazione per l’utilizzo del proxy, pertanto dovrete procedere manualmente recandovi al seguente indirizzo:

http://byash.co.cc/regsiri

le procedure di registrazione sono momentaneamente sospese a causa dei lavori di ripristino del server: appena possibile provvederemo ad aggiornare il presente articolo con le nuove procedure.

*= il link è abbreviato per facilitarne la memorizzazione ;)

Procedete dunque con la compilazione di tutti i campi proposti ( in particolar modo quelli marcati come fondamentali ) ed inserite nell’apposito campo UDID il numero di serie ottenuto nel passaggio precedente per concludere la registrazione.

Per gli utilizzatori di indirizzi gmail con alias: è fortemente sconsigliato l’uso di un indirizzo con alias durante la fase di registraizone, in quanto potrebbe creare problemi con la procedura di verifica dell’account.

Al termine della procedura vi sarà inviata una mail per la convalida dell’account: seguite il link in essa riportata ed effettuate l’accesso al sito direttamente dal browser Safari del vostro dispositivo.

Se entro 24h non avrete ricevuto alcuna email, allora potrete procedere ad inviare una mail all’indirizzo di supporto indicando il vostro Nome Utente e la vostra E-Mail per ottenre aiuto in merito al problema.

Tenete presente tuttavia che a causa dell’enorme quantità di richieste ricevute, unitamente ai continui periodi di inattività del server, la coda di gestione dell email potrebbe essere piuttosto lunga e pertanto potrebbero essere necessarie fino a 48h per ricevere la vostra email. Cercate, per quanto possibile, di non sovraccaricare gli sviluppatori con continue richieste via email in quanto questo non farebbe altro che rallentare il procedere delle attivazioni.

( se state utilizzando il browser del vostro computer per eseguire la registrazione, sappiate che per il prossimo passaggio è necessario utilizzare il vostro dispositivo ).

Attenzione – Nota per i passaggi 6(a) e 6(b):

A seguito della presente guida, le richieste di registrazione presso il forum dello sviluppatore sono quadruplicate rispetto alla media e ciò ha comportato una considerevole instabilità del server. Il forum infatti è ospitato presso un servizio di hosting semi-professionale che pone dei limiti circa l’utilizzo di risorse richiesto dal funzionamento del forum.

Se al momento della registrazione ( sia tramite iPhone che tramite iPad utilizzando il link indicato nel passaggio 6(b) visualizzate l’immagine sottostante, allora sappiate che il forum è momentaneamente non raggiungibile e pertanto dovrete attendere fino a che il server verrà ristabilito. Non procedete alla registrazione presso 00WebHost poichè essa è del tutto inutile ai fini della presente guida.

Via: BiteYourApple